La reazione

 

Articolo di Alessandro Magno

Ho perso 10 anni di vita e 10 chili contro lo Spezia. Male molto male. Stavamo buttando al macero anche questa. Siamo una squadra mentalmente fragile l’ho scritto molte volte. E’ un peccato perchè fra punti buttati qua e la davvero si poteva esser, non dico fra i primi, ma almeno li vicino. D’altronde abbiamo subito diverse rimonte: Udinese, Napoli, Milan e anche Spezia, e abbiamo perso in casa con l’Empoli. E’ evidente che non siamo una squadra che sta bene. Al netto di questo sul 2-1 davvero pensavo non ci fosse più speranza. Invece il calcio è bello per questo perchè riserva sempre sorprese. La Juventus la riprende e la vince. Ed era tutt’altro che scontato. C’è voluta una reazione. Certamente più di pancia. Certamente non massimamente organizzata. Finanche la reazione di alcuni e non di tutti. Ma c’è stata. Prima Chiesa e poi De Ligt l’han ribaltata. I cambi han dato una scossa non indifferente con Alex Sandro Locatelli e Bernardeschi sicuramente bene. Chiesa migliore in campo che di fatto si inventa letteralmente il gol del pareggio di forza, con Szczesny migliore anche lui, che salva il 3-3 nel finale. Ora con questa prova abbiamo dimostrato a noi stessi che siamo ancora una squadra in grado di reagire, una squadra viva. Ora chiaramente non basta lo Spezia per dire che si è guariti. Adesso viene il bello. Si fa per dire. Ora è il caso di attaccare un filotto di vittorie che ci dicano che siamo ancora squadra di vertice e non di bassa classifica. Ora ci vogliono le conferme. D’altronde la Sampdoria che andiamo ad affrontare in casa nostra è stata strapazzata da quel Napoli che contro di noi aveva concluso poco e niente nonostante le nostre gravissime assenze. Probabilmente senza la papera di Szczesny sul gol di Politano anche quella partita non si sarebbe per lo meno persa. E allora bene questa piccola ma salutare boccata d’ossigeno. Bene la reazione seppure di sangue e non di testa, seppure d’orgoglio e non studiata. Le vittorie aiutano a vincere. Ora almeno si lavora sereni. Sperando che davvero ora i ragazzi abbiano trovato un poco più di autostima.

Ogni partita un dramma ..

Scritto da Cinzia Fresia

La squadra “sbarazzina” ci ha fatto vedere i sorci verdi.
Inizio con raccontarvi la mia disavventura con DAZN, nata male e che prosegue peggio.
Dopo aver attivato l’abbonamento che costa 30 euro al mese e per non so quale motivo aver perso due partite, riesco a dipanare la matassa e finalmente riesco a vedere DAZN in tele e sullo smart phone. Sul lap top niente perchè ci sono solo due possibilità .. va beh.

Ebbene stasera .. sono fuori casa e mi collego con il mio smart phone, vedo il primo tempo fino ai due gol, e poi .. puff .. come per magia scompare tutto. Dopo reiterati tentativi il nulla: non esiste un numero per parlare con qualcuno se non una chat elettronica che risulta totalmente inutile.

Detto questo veniamo alla partita: Sembra davvero strano che per la Juventus ogni partita si trasformi in un dramma. La squadra è cambiata e l’allenatore anche.
Sono passati solo due anni ma Allegri non sembra più lui.
Umanamente comprendo non stia vivendo uno dei periodi migliori, la squadra l’abbiamo visto tutti ha un problema, forse più di uno. Il collettivo dei giocatori affonda in un bicchiere d’acqua e non si vedono soluzioni all’orizzonte, e il grave lui non riesce a farsi capire.

Il primo tempo si è svolto come al solito il gol di vantaggio e dopo due secondi la rimonta.
Gli avversari lo sanno a memoria ..Questa volta però è successo qualcosa, una reazione di orgoglio: Dybala e compagni in qualche maniera tra dai e ti ridai hanno rimontato, 3-2 contro lo Spezia non è un gran che, me ne rendo conto, ma in questo momento è tantissimo: hanno segnato in definitiva Kean, Chiesa e De Ligt.

Chiesa peraltro aveva ricevuto un “pelo e contro pelo” dal tecnico il quale si è espresso in malo modo . con l’uscita ” E poi vogliono giocare alla Juve”. Vorrei ricordare ad Allegri che Chiesa l’anno scorso e durante l’Europeo era l’unico a sapere cos’è la Juve.
Anche per De Ligt un gol terapeutico che sancisce la vittoria.

Poi .. non ho capito una cosa: perchè cambiare Kean che aveva segnato per Morata?
A che pro?
Per quale motivo non togliere Mc Kennie che è stato a dire di molti penoso? Perchè insistere con Bentancur regista? Perchè tenere Rabiot in Campo?

La prima vittoria della stagione è arrivata e meglio tardi che mai, però attenzione che domenica prossima ricominciamo da capo, perciò non montiamoci la testa.

Mi soffermo su una citazione letta da qualche da parte perchè vale la pena commentarla:

“Amiamo la Juve o le vittorie della Juve?”

Di solito la squadra non si cambia, nemmeno se retrocede.
Voi l’avete cambiata quando siamo finiti in B? Io no e suppongo nemmeno voi.
Bene .. ogni tifoso sa il valore della propria squadra e la prende così com’è .. Il valore almeno sulla carta dei nostri è altissimo, quindi non mi sembra così strano preoccuparsi se si perde con l’Empoli e si pareggia con l’Udinese, rischiando di perdere anche con lo Spezia.
La Juventus non può permettersi di “bivaccare” in zona salvezza per questioni economiche, quindi è bene si svegli e presto ma che si allinei al più presto la Società, oggi “bastian contraria” più che mai.

Concludo con due parole su Dybala: ne ho lette di tutti i colori gli hanno dato persino del “presuntuoso” .. allora scendere in campo e fare il “Tutto campista” in un gruppo come quello di oggi è dura. Non ha segnato è vero e sappiamo anche perchè non segna, non è comunque stato fermo un minuto tra recuperare palloni, e fare assist .. forse si dovrebbe prima di giudicare analizzare il centro campo.

Pagelle e sintesi Spezia Juventus 2-3

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

 

Szczesny 7 Ha ritrovato sicurezze. Non può nulla sui due gol anzi forse nel primo ci sarebbe arrivato senza la sfortunata deviazione di Bentancur. Tiene in piedi la Juve con una gran parata nel finale su Maggiore e sarebbe stato il gol del 3-3. Una catastrofe.

Danilo 5,5 È un giocatore che sa giocare a calcio e se non ci fosse bisognerebbe inventarlo. Peccato in questo inizio di stagione interpreti il ruolo in modo molto difensivo evitando al massimo le puntate offensive. Ne avremmo bisogno. Mezzo voto in meno perchè fa segnare il suo sul gol del 1-1.

Bonucci 6 Gioca una gran partita mentre tutti dormono ed è veramente uno dei pochi positivi nel primo tempo. Però come si lascia saltare nell’occasione del gol del raddoppio e non va bene. Lo sappiamo che non è il re degli uno contro uno ma in quell’occasione male male.

De Ligt 6,5 Lui mi era piaciuto meno di Bonucci. Nel primo tempo anche un passaggio corto che Szczesny per fortuna disinnesca con un’uscita tempestiva. Sarà che Allegri lo ha spronato ma mette la grinta necessaria e si propone sempre sugli angoli fino a trovare il gol vittoria. Sempre su angolo ne aveva sfiorato uno simile nel primo tempo.

De Sciglio 5,5 Non che sbagli tantissimo anzi fa sempre il passaggio corretto e semplice tuttavia davvero di una timidezza disarmante. Bisogna osare molto di più.

Chiesa 7 Migliore in campo con Szezesny. Grinta sacrificio voglia di vincere. Agguanta il gol del 2-2 con una percussione travolgente e una fame che tutti dovrebbero avere. È anche per certi versi un trascinatore, la squadra spesso gli affida la palla.

Bentancur 5 Quando ho visto la formazione ho pensato subito che una coppia Benta McKennie non poteva funzionare. Infatti non ha funzionato. Benta si distingue questa sera in negativo per i tanti passaggi errati.

McKennie 5,5 Giusto un po’ meglio di Benta per qualche occasione che si crea e che spesso spreca. È un giocatore che può essere utile in una squadra che funziona difficile che può essere lui che fa funzionare una squadra.

Rabiot 5,5 Lui gioca meglio di Benta e McKennie ma il risultato è lo stesso. Bene nell’occasione del primo gol in cui serve la palla a Kean per il vantaggio male la palla persa sul 2-1 dello Spezia. Al solito è molto fumo e poco arrosto.

Dybala 6,5 Alterna belle giocate a momenti di totale assenza. Gioca sempre lontano dalla porta anche se in mezzo fa meglio dei centrocampisti. Dovrebbe essere più incisivo ad oggi alla quinta ha segnato un solo gol e su rigore. Abbiamo bisogno dei suoi gol. Oggi un paio di volte ci va vicino ma vicino non basta.

Kean 6,5 A me è piaciuto e ha fatto anche un bellissimo gol. Si è battuto bene e con grande intensità. Le palle che gli arrivano sono poche e capitalizza quel poco che la squadra gli mette a disposizione. Dovrebbe dialogare di più con Dybala.

Alex Sandro 6 Non fa moltissimo ma ci vuole davvero poco a fare meglio di questo De Sciglio.

Morata 5,5 La grande pecca della carriera di Morata è la discontinuità. Molto bene contro il Milan. Maluccio oggi. Diciamo che aveva avuto anche un piccolo infortunio

Bernardeschi 6 Entra bene in partita ed è combattivo. La rimonta si concretizza proprio sulla combattività dei nuovi entrati.

Locatelli 6 Anche lui abbastanza bene anche se non proprio da sfaceli. A me piace perché ha idee veloci che altri non hanno tipo verticalizzazioni di prima intenzione. Salva un gol a botta sicura ribattendo un tiro ravvicinato che in un primo tempo avevo pensato avesse ribattuto Szczesny.

Kulisevski SV

Juventus 6 Bene averla raddrizzata e vinta ma tanta, troppa sofferenza, ancorché contro una squadra piccola. C’è tanto da lavorare ma almeno adesso lavoriamo su una vittoria che di questi tempi è oro.

Allegri 6 Avrà perso 10 kg e 10 anni di vita ma alla fine ha vinto che oggi contava veramente troppo. Se avessimo perso domani bisognava uscire davvero con l’elmetto.

Arbitro 6,5 Per ora il miglior arbitro che ci ha arbitrato. Non fischia ogni svenimento e cerca di fare giocare. Comunque non ci sono episodi dubbi e questo sicuramente lo ha facilitato.

Mercoledì 22 settembre 2021 Spezia – Juventus ore 18.30 stadio Comunale Alberto Picco

Spezia – Juventus

Scritto da Cinzia Fresia

“Lo Spezia è una squadra sbarazzina che gioca senza preoccupazioni”

Squadra avvisata mezza salvata.
Attualmente la Juventus soffre tutte le squadre comprese le “sbarazzine”.
Il tecnico senza sminuire lo Spezia, si aspetta che la differenza tecnica esca fuori.
Allegri non gira intorno ai concetti, bisogna vincere se si vuole andare avanti.
C’è poco da dire o da fare.
La Juventus è in zona retrocessione e se non vince con lo Spezia le cose si mettono male.

Massimiliano Allegri non accusa ma non risparmia critiche ai giocatori i quali devono comportarsi in modo responsabile in campo che in panchina.
Un’altra sconfitta o pareggio .. sarebbe rovinoso per tutti.

commenti pre – Spezia Juventus

Juve Night Show e01 s02

ORE 22 COME OGNI LUNEDI

Cronaca dell’ennesima rimonta subita

Articolo di Alessandro Magno

Sarà un anno molto duro la Juventus ha deciso di rifondare puntare fortemente sulla rosa dell’anno scorso al netto della cessione di Ronaldo. Io credo che senza Ronaldo questa rosa non sia poi così forte. Non poco forte nei singoli giocatori che onestamente sono tutti nazionali dei loro paesi, quanto poco forte mentalmente. Ho scritto più e più volte che questa è una squadra fragile. Sono ormai due anni e mezzo che subiamo rimonte. Si era già iniziato nell’anno di Sarri ma l’allenatore toscano poteva ancora contare su giocatori attempati ma di spessore come Matuidi, Higuain, Khedira (oltre che Ronaldo) e altri che seppure a fine carriera erano giocatori che nella loro storia calcistica avevano dimostrato una levatura. Con Pirlo hanno ringiovanito e ci siamo affidati a Ronaldo. Ronaldo che in quanto a fame di vittorie e carisma da solo vale mezza rosa della Juve di oggi o anche 3/4. Ad oggi ad Allegri sono rimasti Cuadrado Bonucci Chiellini Alex Sandro ( che non è mai stato un cuor di leone) e una nidiata di conigli bagnati. Ieri Daybala e Morata han fatto un’ ottima partita ma nel mezzo manca proprio carisma oltre che qualità. Fino al 75mo avevamo la partita in pugno e il Milan non aveva neanche fatto un tiro in porta. Poi come accadde perchè sempre accade, prendi gol su un calcio da fermo e la squadra si squaglia. Ha detto bene il mister se fosse durata altri 5 minuti si perdeva. E’ vero. Mancano le palle e le palle onestamente non si allenano o ce le hai o non ce le hai. Questa squadra evidentemente non ha personalità. Io nei giovani la vedo solo in Chiesa e DeLigt se stanno bene e ieri non stavano bene. Chiesa veniva da un infortunio e quel poco che ha giocato non è entrato in partita, De Ligt ultimamente è stato ”panchinato” anche in nazionale dopo aver fatto un Europeo da protagonista in negativo. Negli altri giovani o presunti tali io non vedo grande personalità e non la vedo neanche in Morata e Dybala che ieri sono stati i migliori va detto, ma ad oggi sono estremamente discontinui.

Non ho visto nemmeno questo atteggiamento difensivo in cui tanti amano sguazzare alcuni. Ripeto fino al 75mo la Juve prevaleva serenamente, per un tempo era stata nettamente migliore e per l’altra parte di secondo tempo la partita mi pare fosse più o meno equilibrata. Allegri ha fatto i cambi ruolo per ruolo Cuadrado/ Chiesa – Morata/Kean – Dybala/Kulusevski, non c’è stato nessun atteggiamento tattico volto ad andare a difendere il risultato. Nessun difensore è entrato per un attaccante e nemmeno un centrocampista. La squadra era cambiata in alcuni giocatori ma era rimasta 442 come era partita. Per tutta la gara poi Allegri aveva spronato i suoi a stare avanti e ad andare a fare il secondo. Fra l’altro le occasioni si sono avute più del Milan almeno fino a quel fatidico 75mo. Il Milan tutte le sue occasioni le ha avute dopo il gol del pari. Nel momento di difficoltà pure soffrendo Allegri non ha fatto nessun cambio difensivo i cambi sono rimasti quei 3 anzi ha chiesto alla squadra di mettersi 433 con Kulusevski e Chiesa esterni alti. Dico esterni alti. Si sono viste le immagini chiaramente visibili a tutti dove indicava di fare il 433. Cosa che la squadra non ha fatto perchè i due in questione ci hanno messo 10 minuti a capire che si dovevano invertire. Oggi leggo di Chiesa terzino perchè Federico ha fatto due discese in difesa a coprire una zona che doveva coprire Rabiot che forse era troppo stanco per stare dietro agli avanti del Milan che ormai attaccavano con veemenza spinti dall’entusiasmo. Ripeto Chiesa è entrato al posto di Cuadrado all’ala destra posizione che lo stesso Chiesa ritiene la sua naturale, dopodichè è stato spostato alto in un 433, altra posizione che ha ricoperto spesso e volentieri nella nazionale di Mancini. Poi si è pareggiato 1-1 e non va bene. Ma questo è.

Non basta un Paulo Dybala stellare.

Scritto da Cinzia Fresia

Non va bene.
Essere spiritosi non paga mai.

Non è ancora il momento per esibire spavalderia o fare battute infelici quando i numeri non ci danno ragione.

C’è tempo per tutto: per scherzare e per sdrammatizzare ma quando le cose si fanno difficili bisogna essere seri.

Un vero peccato.
Con tre parole possiamo riassumere la partita di ieri sera.
Non basta un Dybala stellare che tiene insieme la squadra ed esaurisce le energie correndo a destra e a sinistra per arrivare su tutti i palloni.

Dobbiamo capirci su come lo vogliamo far giocare.
Paulo non è Tevez.
Non ha la fisicità, è veloce nella corsa recupera sugli errori degli altri e ha bisogno di partner di supporto a centro campo e gli permettono di fare gol.
Okay per il tutto campista ma non esageriamo.
Il gioco della Juventus è Paulo Dybala, senza di lui la squadra è in balia di se stessa.

In partita io ho visto tre giocatori, Dybala – Morata – Cuadrado il resto …non pervenuto.
Anche Szczesny ha reagito bene con tanto di super parata, ma nulla può fare se gli avversari ti prendono a pallate un quarto d’ora.

Ormai lo sappiamo che è una questione di tempo. La durata fisica dei nostri calciatori è limitata, siamo sprovvisti di giocatori di resistenza, o per lo meno ne avremmo anche uno ma lo si tiene in panchina.
Centro campo sempre più debole.
Locatelli ieri si è visto poco e male, la qualità di centro campo non è cambiata di una virgola. Insufficienti Bentancur e Rabiot.

Un altro problema è Kean.
Okay la potenza fisica ma .. a che pro se non segna?

Perdere così dà fastidio, oltre alla défaillance della squadra ..che funziona a fasi alterne c’è una gestione da parte del tecnico non chiara e che ultimamente sbaglia spesso.
“facciamo gol e mettiamoci in difesa”
Non basta più ..è una tattica che conoscono anche i sassi. La sanno talmente bene che per contrastarci ci fanno sfiancare fino a quando non riprendono il controllo della partita e ci fanno gol.

Strano che un allenatore di età ed esperienza come Allegri non se ne renda conto.
E la preparazione atletica?
Non so perché ma da anni vedo gli altri correre di più dei nostri .. per quale motivo?
Eppure Simone Folletti il responsabile della preparazione atletica Juventus è tra i migliori sulla piazza.

Intanto abbiamo perso altri punti e siamo in zona retrocessione.

Pagelle Juventus Milan 1-1

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 6,5 Per almeno 80 minuti non è chiamato a fare niente di particolarmente impegnativo. Dopo il gol del Milan su cui non ha particolari colpe inizia un mezzo assedio dove compie la parata più importante del match dove devia in angolo di istinto un tiro ravvicinato di Kalulu.

Danilo 6 Solito Danilo affidabile senza particolari acuti ma sempre prezioso in ogni parte del campo. Peccato si proponga poco anche perchè nell’unica volta che va dentro impegna il portiere loro con un bel tiro.

Bonucci 6,5 Buona partita dove sia nella fase difensiva che al solito in quella propositiva si distingue. Dovrebbe cercare di giocare più con Locatelli perchè il suo impostare da dietro penalizza un poco il nuovo arrivato. Dovrebbero per lo meno alternarsi.

Chiellini 6 Qualche sbavatura nel finale dopo aver fatto una buona partita. Qualche castagna dal fuoco anche la toglie ma l’impressione è che nel finale ha sofferto più del dovuto.

Alex Sandro 6,5 Primo tempo di livello assoluto anche fra i migliori in campo. Nel secondo tempo forse anche per un vistoso calo fisico lascia delle praterie al Milan dove i rossoneri si infilano con frequenza e da quel lato rischiamo di perdere.

Cuadrado 6,5 Buona prova anche la sua fino a che ha avuto benzina. Un poco meno propositivo di altre volte ma sempre abbastanza attento nelle due fasi.

Bentancur 5,5 Recupera una serie infinita di palloni e meriterebbe la sufficienza per questo tuttavia ha almeno tre volte una buona palla da ultima giocata e tutte e tre le volte sbaglia il passaggio in modo banale. Purtroppo poi non far il secondo ci penalizza.

Locatelli 5,5 Primo tempo molto attento e diligente. Patisce il fatto di non esser così calato ancora nei meccanismi della squadra. Alla distanza anche lui perde il bandolo della matassa e sul gol si perde Rebic. Peccato perchè vedo che ha buone geometrie e vede corridoi che gli altri non vedono.

Rabiot 5,5 Il solito Rabiot che quando deve mordere non morde. Ha 3 occasioni non pulitissime ma sempre 3 solo. Quando scatta da solo a tu per tu con il portiere e si fa rimontare Quando Bonucci con un bel lancio lo pesca in area e forse dovrebbe andare di testa invece che in spaccata. Nel finale dal limite non disturbato tira sulla luna.

Dybala 7 Con Morata il migliore in campo per giocate per cattiveria agonistica per voglia di vincere. Mi è piaciuto molto anche quando ha litigato con i milanisti che non buttavano la palla in fallo laterale.

Morata 7 Un bel gol un altro paio di occasioni in cui impegna Maignan. Una buonissima partita. Anche lui non si risparmia assolutamente come Dybala.

 

Kean 5,5 Entra forse nel momento peggiore per la Juve quando praticamente smettiamo di giocare e subiamo il Milan. Non riesce a mettersi in luce.

Chiesa 6 Come Kean non riesce a mettersi in luce davanti ma si fa notare per un paio di coperture interessanti proprio quando il Milan spinge di più.

Kulusevski sv

 

Juventus 5 Non basta giocare un tempo e non bastano Dybala e Morata bisogna fare di più bisogna saper soffrire e soprattutto se le partite non si chiudono si rischia di prendere gol da un episodio, vedi calcio d’angolo. Alla fine si è rischiato anche di perdere.

Allegri 5,5 La sua squadra continua a giocare solo un tempo. Io non ho la soluzione e non so perchè ma resta una Juve fragile come ho già detto altre volte. Subiamo l’ennesima rimonta. La Juve è malata e anche questo centrocampo non gode di ottim salute.

Arbitro Doveri 5,5 Per fortuna non fa disastri ma sinceramente una partita come questa con mille falli che finisce con un giallo per parte e per giunta per proteste, non mi sta bene.

Domenica 19 settembre 2021 Juventus – Milan ore 20.45 Allianz Stadium – Torino

Juventus-Milan

scritto da Cinzia Fresia

“E’ più importante per loro che per noi”

Una frase interlocutoria che non ha avuto una risposta alla richiesta di un “perché”.
Per quale motivo uno scontro diretto è importante per una squadra anziché l’altra?
Frase detta così .. tanto per parlare o sottile strategia di comunicazione per creare un po’ di “maretta”?
Non si sa.
La Juventus non ha ancora vinto in Campionato e continuare a perdere punti l’allontanerà dall’obiettivo di conquista.

Intanto il Milan si presenta a Torino senza la coppia forte del suo attacco: Ibrahimovic e Giroud.

Qualunque commento o previsione scadrebbe nella banalità, siamo in attesa di un risultato positivo in Campionato e ce lo aspettiamo ad ogni partita.
La speranza è che il risultato in Svezia abbia acceso l’ottimismo e gli entusiasmi volti a fare bene.

Nel frattempo ci aspettiamo almeno una buona partita.

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web