Archivio Autore: Luna23

Aspettando che finisca presto

scritto da Cinzia Fresia

Quanta delusione nelle facce dei giocatori della Juventus, eppure la squadra ha vinto con punteggio più o meno pieno. Del gol subito se ne poteva fare a meno ma non è stato l’unico errore.
Black out a fasi alterne e gol sbagliati a porta vuota e alla fine il tecnico che non offre soluzioni.
Sarà per questo che si esce dal match con i musi lunghi, quasi felici che la partita sia finita.
Nota positiva Kulusevski e Morata in gol, fa bene al risultato e al morale dei ragazzi.


Ma perché prendere gol da 6 partite consecutive? Troppe domande senza una risposta se non generica.
Il Genoa è stata poca cosa e la Juventus poteva vincere 10 a 0, se l’avesse voluto, clamorosi errori a porta vuota di cui uno grosso di Ronaldo.

A proposito, Ronaldo lascia l’Allianz togliendosi la maglietta e sbattendola a terra, mi chiedo se sia il caso che un giocatore dal suo prestigio in campo e fuori, protagonista di annate fantastiche si debba lasciare andare ad esternazioni che sfiorano il ridicolo.

Cristiano facendo così cade nel patetico, d’altronde tutti i giocatori cercano di aiutarlo a vincere la classifica cannonieri di serie a, perciò se la prenda con se stesso se sbaglia a porta vuota e lasci in pace la Juventus che non c’entra nulla.

La squadra ha giocato bene nel primo tempo e Kulusevski ha segnato un bel gol, per il resto i difetti di formazione e di approccio non si risolvono da una settimana all’altra. Sembra che Pirlo metta una pezza ma in realtà la squadra cade sempre in confusione e al solito prendono un gol.

Per una squadra come la Juventus lottare per il piazzamento in Champions è come accontentarsi del premio di consolazione, i giocatori vanno in campo per vincere, questo è nel DNA della Società.
Si capisce l’aria che tira non sia delle migliori, perché è innegabile voltarsi indietro ed avere qualche rimpianto.

Certo due mesi senza Dybala è tanto, anche se non segna Paulo crea molto, in pochi hanno la sua fantasia, però questa non deve essere una giustificazione.
Anche senza di lui la Juventus poteva vincere, arrivare in cima e giocarsela con gli altri. Bastava impegnarsi a non sprecare.

E in questa fase del “mettiamocela tutta” il silenzio della Società è ciò che infastidisce maggiormente, a parte le frasi di circostanza di Paratici sul rinnovo a Dybala, che peggiorano la situazione già critica di suo.

Peccato buttare un anno ..ma se manca convinzione dalla base non si può pretendere di più.

Domenica 11 Aprile 2021 Juventus-Genoa ore 15 – Allianz Stadium Torino

scritto da Cinzia Fresia

Le conferenze stampa per Andrea Pirlo sono dei supplizi interminabili praticamente inutili.
Ormai le conosciamo a memoria, le solite frasi di circostanza: che bisogna vincere, che non mettera’ Dybala dal primo minuto, ma forse sì.. poi vediamo .. che la Juventus giochi con una squadra o l’altra la litania è sempre la stessa.
Il Genoa e’ un osso duro ed e’ in zona salvezza, per cui ha niente da perdere.
I bianconeri devono vincere, anzi le devono vincere tutte.

Il tecnico dice e non dice, ripete le stesse cose in merito alle domande sulla formazione, sul futuro di Dybala e su come avrebbe intenzione di gestire la partita.
Un insieme di Frasi di circostanza che si ripetono da inizio stagione ogni qual volta Andrea Pirlo incontra i giornalisti.
Sappiamo che, Demiral anche se ristabilito dal Covid, non sta ancora bene, e che Dybala .. boh! Non so .. non giocherà da titolare ..perché è stato fermo a lungo, ma forse .. chissà .. una mezz’ora .. si vedrà.

Il Genoa è una grande squadra ..
Alla fine si dice tutto per non dire niente e si spera che Chiesa sia ispirato e illumini la posizione che occupa.
Per il resto .. incrociamo le dita.

Una partita “salva Pirlo”

scritto da Cinzia Fresia

E’ strano ma vero: Pirlo e Gattuso si sono vicendevolmente salvate le rispettive panchine: la prima volta a Napoli, Gattuso era in bilico e contro la Juventus vinse 1-0, Ora Pirlo in stra-bilico vince 2-1.
Bene, l’esonero e’ rimandato..

Siamo consapevoli che il Napoli sia un pessimo cliente per la Juventus e quest’anno ci siamo visti spesso, pure troppo, la Juventus non ha fatto fuochi d’artificio ma ha giocato da squadra e così facendo è riuscita a vincere.

Poi il ritorno della Joya ha acceso una lampadina. Siccome Questa luce durerà poco godiamocela fino in fondo con la speranza che non si interrompa.
Appena entrat, Paulo firma la vittoria con un gol strepitoso.
Il Napoli ha cercato di accorciare per riaprire il risultato e ce la farà procurandosi un rigore quasi al 90.

Questo risultato ci fa respirare giusto in tempo per il prossimo match.
Il morale è alto e i ragazzi non hanno accusato la delusione per gli obiettivi mancati.
Ora bisogna tirare fuori la grinta e lottare per l’unico obiettivo diponibile che è la Champions per il resto si vedrà.

In campo è andata una formazione corretta, senza esperimenti che a lungo andare non hanno pagato.
È la Juventus dei giovani quella che porta il club alla vittoria.
Dopo le polemiche dei giorni scorsi in merito all’orribile Derby disputato, con il Napoli è stata tutta un’altra storia.
E il ritorno di Paulo Dybala ha confermato ciò che dicono tutti: che la sua presenza manca.

È cominciato già da tempo il toto allenatore, tornerà Allegri? Arriverà Zidane .. ? O resterà Pirlo?
Le voci di corridoio aumentano e i protagonisti lanciano segnali.

La Società Torinese vive periodi di incertezza, da una parte deve uscire dalla situazione debitoria e di bilancio, dall’altra dovrebbe correre ai ripari, poiché qualunque allenatore in arrivo vorrà garanzie per un progetto serio e duraturo compeso l’ autonomia gestionale.

Fanno pensare le parole del tecnico di oggi.
La consapevolezza di aver sbagliato è importante e lui di errori per testardaggine ne ha fatti tanti.
Mi spiace che Andrea abbia preso la Juventus come scuola per diventare allenatore.
La Juve non può permettersi un “tirocinante”, il club ha perso anche per causa sua ed i suoi esperimenti un sacco di soldi.
Ad ascoltare certe cose viene molta rabbia, anche nei confronti della Presidenza e il suo staff.
Il sogno della super squadra e della super lega, caro Presidente rischia di tramontare se al posto di professionisti dalla comprovata esperienza si mettono presuntuosi pseudo allenatori.

Mercoledi 7 aprile 2021 Juventus – Napoli ore 18.45 Allianz Stadium Torino

scritto da Cinzia Fresia

Si prevedono catastrofi, tzunami ed esoneri se la Juventus questa partita non la vince.
La Juventus è in crisi nera ora è ufficiale, e se perdesse il recupero potrebbero verificarsi avvicendamenti e colpi di scena, altresi da una probabile sconfitta potrebbe non accadere proprio nulla se non vedere la Juventus collassare.

Andrea Pirlo dovrebbe compiere un miracolo cosa che non è nelle sue facoltà, e oggi più che mai pagherebbe un conto salatissimo.
La sfera di cristallo non l’abbiamo e non è pensabile fare previsioni.
Sembrerà un viale del tramonto.. 2 allenatori, 2 amici .. con la valigia.

Cosa non si fa per 5 minuti di popolarità


Scritto da Cinzia Fresia
Un derby compatibile con il quadro, abbiamo visto il solito film dal passare in vantaggio, farsi raggiungere .. rimontare e pareggiare in estremis.
Mentre sono in corso le polemiche da parte del Toro in merito a rigori non dati ecc. ecc. in fondo per i granata il pareggio è una mezza vittoria, al contrario per noi è una mezza sconfitta, ragioniamo su quanto accaduto nelle ultime ore, e mi riferisco all’episodio della famosa cena.

Dalla punizione inflitta si deduce che la Società non intenda vincere nulla.
Sospetto che la dirigenza abbia gli occhi foderati di prosciutto o troppo impegnati a chattare sullo smartphone, o in altre attività perché non è possibile che non si accorgano della realtà.

Considerata la situazione grave in cui versa il gruppo, lasciare fuori dei giocatori forti come Dybala e Mc Kennie è una scelta contro gli interessi della squadra.
Peraltro il tecnico deve spiegare per quale motivo ha messo Danilo, che è un teerzino a centro campo avendo la disponibilità del giovane Fagioli.
Comunque .. torniamo ai festaioli ..
Sicuramente l’atto va punito poiché i giocatori hanno violato le norme Covid e di conseguenza le regole comportamentali imposte dal regolamento interno della Juventus, ma la sospensione a tempo indeterminato va contro agli interessi della squadra.

Andrea Pirlo non si rende conto di quanto il suo gruppo sia carente quasi incapace di portare avanti un risultato, e proprio per questo che Il tecnico non può permettersi di fare a meno di nessuno.
Con questo non si vuole sminuire la trasgressione, ma va deciso cosa viene prima.
Quindi non è tempo per farne una questione di principio, per le punizioni c’è tempo.

Cosa è successo a Villa Mc Kennie non è chiaro, si sa solo che l’americano ha invitato chi scrive 10 chi scrive 20 amici a casa sua per una cena in pieno periodo Covid, dove questo genere di attività non è permessa per le normative anti contagio.
Forse l’ingenuo ragazzo ha pensato che l’Italia sia come il Texas dove i vicini si fanno i fatti loro. Non è così, in questo caso, il vicino di Villa non avendo nient’altro di meglio da fare, ha assunto le sembianze del “giustiziere della notte” chiamando i carabinieri.
Mi auguro che lo stesso preso da questa frenesia si renda utile alla comunità e si rechi in centro dove troverà un esercito di trasgressori senza mascherina da punire.
In ultimo il signore si è pure definito Juventino.

L’opinione pubblica è divisa ma la maggioranza condivide la presa di posizione dura.

Viviamo privazioni di libertà da due anni e il vedere un giovanotto super pagato che non rispetta le regole ha innescato un sentimento di rabbia incontenibile.

Detto ciò la “frittata” è fatta e tutta la colpa è ricaduta su Paulo Dybala con il quale pare ci sia rottura definitiva senza appello con la Società.

In effetti pare che per la Dirigenza determinate posizioni di apparenza siano la priorità.
La voce di un possibile ritorno di Lippi indica una Società prigioniera del passato e che non si vuole evolvere.

E tutto questo lo vediamo nelle partite, dove i giocatori messi a casaccio e spostati di posizione creino confusione.
In ultimo non convince Andrea Pirlo come allenatore, è troppo Zen e i ragazzi rimangono privi di soluzioni.

Sabato 3 aprile 2021 Torino-Juventus ore 18 Stadio Olimpico – Torino

Scritto da Cinzia Fresia

Potremmo definirlo il Derby dei disperati ..La Juventus se non vince mette a rischio la candidatura alla Champions League, se il Torino non vince rischia la serie B.
Ecco perché è il Derby dei disperati.
E per non farsi mancare nulla abbiamo avuto anche il baccanale.

Non è altro che la conseguenza di una gestione sciagurata di dirigenti che dovrebbero auto- sospendersi dai ruoli, a partire anche dal Presidente che a quanto pare ha altro da fare che occuparsi della Juventus.
Ormai i nodi sono venuti al pettine, e anche il buon Claudio Marchisio a modo suo .. ha “denunciato” un ambiente ormai estraneo e senza regole dove tutti fanno quello che vogliono.

La situazione si è verificata in quel della collina di Torino dove il “troppo” statunitense Mc Kennie per il suo compleanno organizza una cena? Un festino? con .. 10 persone? 20 persone? 50 persone? .. mercedes di qui .. mercedes di là .. signorine di qui e signorine di là ..
L’ingenuo Texano pensava di farla franca ..dimenticandosi che siamo in tempo di Covid con rigide restrizioni, dove la gente è inc …nera perché non può andare a fare la merenda pasquale fuori porta.
Fatto sta che a questo evento chi era presente oltre al padrone di casa?
altri due giocatori della Juventus: Dybala e Artur.

E cosa succede? Dopo la multa .. la Società decide di sospendere i tre “fulatun”, per salvare almeno le apparenze.
Peccato perché in questo momento è come “tagliarsi il naso per far dispiacere alla faccia”, non so se l’esimia dirigenza si renda conto che siamo ai minimi termini e che anche solo un Mc Kennie poteva fare comodo.
E che c’è tempo per le punizioni?
Peraltro non furono così fiscali con Cristiano Ronaldo quando fece la fuitina per festeggiare il compleanno della consorte?
Sembra che ai compleanni non si comanda ..
Detto ciò .. Buon Derby .. attenzione alle gambe, braccia e testa perché il Torino la butterà sulla rissa ..a meno che non si imbambolino a vedere la solita penosa melina.

Si salvi chi può..

Scritto da Cinzia Fresia

Mi dispiace .. parafrasando i simpaticissimi autogol “Spiaze!” soprattutto per noi tifosi.
Smettiamola di sognare e ancoriamo i piedi bene a terra, abbandoniamo i sogni di scudetto e Coppa Italia.
Era una partita che bisognava vincere e non abbiamo raggiunto nemmeno un pareggio.

Il match è stato penoso, sempre la solita melina inconcludente, passaggi sbagliati, scivoloni a terra, incomprensioni, Assist sprecati, una noia mortale.
Devo dire che Ronaldo non ha torto a lamentarsi.
È una squadra da rifare ma soprattutto ci vuole un autentico allenatore, Andrea Pirlo fosse corretto si dimetterebbe, invece di fornire continue giustificazioni che lasciano il tempo che trovano.

Purtroppo non funziona, per Andrea Pirlo allenare una squadra con obiettivi da raggiungere, non è al momento il suo lavoro. Il tecnico propone un tipo di calcio che i giocatori non capiscono, e Ronaldo che è di un altro livello sembra un pesce fuor d’acqua.

Il portoghese ha prodotto diversi assist, ha provato a segnare, ha spiegato a Bernardeschi che quel tipo di pallone si colpisce di taglio .. ma niente da fare .. esiste la Juventus e poi c’è lui.

A questo punto per quale motivo Ronaldo o Dybala poi dovrebbero restare? In un contesto di questo tipo si rischia che se ne vadano altri.

I progetti della dirigenza vorrebbero il Campione Lusitano al centro progetto ma su quali motivazioni? E con quale squadra? Questa?
Non è chiaro: la Juventus sembra confusa dentro e fuori e con un tecnico che non ammette i propri limiti.

La pausa aiuterà a capire?
Se a questo punto della stagione non si è capito nulla è improbabile che accada tra pochi giorni, l’unico obiettivo realizzabile è sperare di arrivare in zona Champions.

Domenica 21 marzo 2021 Juventus- Benevento ore 15 Allianz Stadium – Torino

scritto da Cinzia Fresia

Senza tanti giri di parole la situazione è questa, che la Juventus deve vincerle tutte e sperare che l’Inter perda punti.

Una sintesi della sintesi del discorso di Andrea Pirlo in conferenza Stampa, pre Juventus-Benevento. Solo così la Juventus potra’ pensare di vincere lo scudetto.
Ma l’Inter non vuole perdere, non vuole rischiare .. così ha effettuato una serie di Magheggi ormai evidenti anche ai passeri per evitare di scendere in campo con giocatori non recuperati.

2 pesi e 2 misure? Anche 3 .. ma non lamentiamoci .. in fondo non dovevamo noi perdere punti prima.

La speranza era di recuperare Dybala, ma niente da fare .. forse dopo la sosta.
Intanto Ronaldo al Gala’ del calcio giura impegno fino alla fine, cioè fino a quando ci lascerà.

Triplete e silenzio

scritto da Cinzia Fresia

Non sono sorpresa del risultato, in verità me lo aspettavo ..anzi pensavo che Cristiano ne segnasse di più tanta era la rabbia.

Senza sperticarci in complimenti ma solo per la modestia dell’avversario, confesso che questa rabbia avrei voluto vederla contro il Porto,  se  solo Cristiano avesse avuto anche l’1 per cento dell’energia che ha dimostrato in questa partita forse le cose sarebbero andate diversamente.

Inizio nell’analizzare le parole di Fabio Paratici nel pre partita : il Direttore  Sportivo  della Juventus risponde ai microfoni sky a proposito della condizione della squadra  e nello specifico del portoghese,  e dice: ” che  è nato in un paese del piacentino “Borgonovo Valtidone” e di discorsi del tipo li ha sempre sentiti al bar .. dove si diceva di tutto e di più  da Baggio a Platini .. ecc. ecc. ” dopo questo triste parallelismo  continua a sostenere che   .. Ronaldo per noi è  importante e ce lo teniamo stretto”

Insieme alla frase detta da Morata: ” se non credete in noi .. non guardateci”, abbiamo fatto l’en plein del cattivo gusto e delle parole  fuori luogo.

Se penso all’Avvocato da vivo, non immagino come avrebbe reagito nel sentire certe affermazioni  dirette a spettatori paganti.

A Cagliari è successo che in 20 minuti Cristiano ha segnato tre gol sfiorando il quarto: la partita post delusione Champions ha indotto ad una reazione rabbiosa il  giocatore più massacrato del momento effettuando, tre gol di cui uno su rigore. Andare a riposo così da una certa sicurezza.

Nel secondo tempo ci aspettavamo la stessa goleada ma  le forze sono venute a mancare e dai che ti ridai il Cagliari segna un gol. Come direbbe Pirlo può capitare. 

 

La squadra di Semplici è modesta sì  ma non ha  degli sprovveduti, Nainggolan, Duncan, Godin, Simeone e un ex come Rugani, ci hanno provato a ribaltare il risultato ma per fortuna non ci sono riusciti. L’obiettivo è evidente, vincere tutte le partite con la speranza che l’Inter perda punti.

La Juventus chiude al Sardegna Arena 3 a 1, Cristiano Ronaldo e il suo entourage si è chiuso in silenzio stampa e pare che l’offesa sia piuttosto importante e non risolvibile. 

Detto questo bene così, la Juventus non ha perso la lucidità e si è imposta  con un risultato netto.

In vista della sosta, Pirlo ne approfitterà per far rifiatare i giocatori e lavorare per un recupero di energia.

La Juventus è stanca ed è di buon auspicio  la futura pausa  per  dedicarsi al recupero della  condizione atletica e prepararsi ad affrontare la parte restante del Campionato.

 

 

 

Domenica 14 marzo 2021 Cagliari-Juventus ore 18 Stadio Sardegna Cagliari Arena

Scritto da Cinzia Fresia

Tornare in campo facendo finta non sia successo niente è ciò che deve fare la Juventus se intende andare avanti in Campionato.

Una valanga di critiche ha invaso l’intero club torinese lasciando la dirigenza letteralmente senza parole.

In conferenza Stampa Andrea Pirlo sostiene che “può capitare” di non qualificarsi ai quarti e pazienza se abbiamo perso 10 milioni.

Il Cagliari è a fondo classifica e per questo lo rende un avversario fastidioso che non ha niente da perdere, ma tutto da guadagnare.

Si vocifera che Cristiano abbia le valige pronte probabile destinazione Spagna   appena finita questo disastro di stagione e con lui può darsi ne parta un altro Paulo Dybala per la medesima destinazione, sono solo voci, ma pare abbiano un fondo di verità. E noi tifosi non ci resta che guadare le partite.

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web