Archivio Mensile: Agosto 2021

Farewell Cristiano Ronaldo

Scritto da Cinzia Fresia

Premetto che: la stagione è iniziata male con DAZN. Dopo aver effettuato l’abbonamento della Serie A da loro proposto, non mi fa vedere nessuna partita, nè in tele nè sui dispositivi.
Sembra impossibile che l’Italia possa essersi affidata ad un network che è una “macchina” dove non c’è un numero verdel dove non esiste un interlocutore “umano” a disposizione dei clienti che ti aiuta a risolvere i problemi.

Uno schifo .. e non dico altro.

La fase negativa prosegue con il pareggio, la sconfitta di ieri e la fuga di Cristiano fuori dall’Italia.

Quando è così non si sa bene dove cominciare.

Le partite anche se non le ho viste ho letto commenti e disamine di altri che dicevano più o meno le stesse cose.
Adesso se la Juventus pareggia con l’Udinese e perde con l’Empoli alle prime di Campionato dobbiamo arrenderci alla realtà. Perciò bisogna che qualcuno glielo dica ad Andrea Agnelli che si tolga dalla testa la Superlega, e pensi alla Juventus di oggi che rischia la serie B.

Depennate le scuse e le giustificazioni il solito Bla – Bla – Bla che fa vendere i giornali, ci rendiamo conto che Cristiano Ronaldo, con i suoi musi, i suoi sbuffi e i sorrisetti ironici forse serviva ..
La squadra di oggi è formata da giocatori che non sono sicuri l’uno dell’altro, un portiere in crisi e gli altri totalmente disorientati anche dall’insistere nel metterli fuori ruolo.

Che significa? che la Juventus non è forte e necessita che qualcuno lo dica ad Andrea Agnelli, il quale mi aspetto ridimensioni l’atteggiamento poco edificante assunto durante la conferenza stampa di presentazione di Max Allegri.

Allegri si trovò una Squadra che vinceva e che ha continuato a vincere, la situazione attuale è diversa, e conferma che la presenza di un Top Player non è servita a niente se non a vivere di illusioni.

A proposito di Cristiano Ronaldo:
Quando hanno annunciato l’arrivo di CR7 ero stupita, nessuno se lo aspettava, una trasgressione del club forse mai accaduta prima, alla fine ero contenta.
Perchè nonostante le perplessità generali ho pensato che la Juventus volesse fare “click”. Cioè andare oltre e sprovincializzarsi soprattutto nella testa. Ho avuto fiducia che la Società potesse riuscirci, e costruire finalmente un gruppo che dicesse la sua anche in Europa.

L’arrivo di Ronaldo nonostante gli scettici ha fatto bene al nostro Campionato rilanciando il calcio italiano e favorendo l’arrivo di altri giocatori.
Purtroppo il sistema sportivo non è pronto per i cambiamenti, non è adatto .. e come abbiamo visto appena Ronaldo ha messo il primo in piede in campo è stato subito espulso.

Cristiano se n’è andato e sul post di commiato ha citato tutti meno la famiglia Agnelli-Elkann.
Penso sia un particolare non da poco.
A me piaceva e mi mancherà. Mi spiace che la dirigenza non sia stata in grado di gestire questa risorsa e abbia dimostrato la solita inadeguatezza quando le cose si fanno difficili.

Se Ronaldo è andato via prima della scadenza di contratto, e perchè si è reso conto che la Juventus ha troppi nemici e ha perso in immagine, quindi era inutile perdere tempo e faccia.
Certo non è stato un bel gesto e ne convengo ma un giocatore deluso, demotivato e privo di stimoli è solo un danno, quindi alla fine mi spiace dirlo ma ha fatto bene.

Bene .. “Salviamo il soldato Juventus” prima che Chiesa e Locatelli ci ripensino e se ne vadano anche loro.

Juve Empoli. Sensazioni negative.

Mg Parma 01/09/2018 – campionato di calcio serie A / Parma-Juventus / foto Matteo Gribaudi/Image Sport
nella foto: Massimiliano Allegri-Cristiano Ronaldo

 

 

 

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Juve Empoli può essere definito un brutto risveglio. Chiusa in maniera amara l’avventura con CR7 ci si aspettava decisamente un’altra risposta. Ciò che invece ci è arrivato è stato negativo sotto ogni punto di vista. Non poteva essere peggio. Tanti pensavano che Ronaldo fosse un freno. Oggi dopo aver perso e demeritato contro una neo promossa l’impressione è che invece Ronaldo mascherava molti problemi e per più di qualche compagno rappresentasse un comodo alibi. Ora il Re è nudo o meglio se n’è andato. Il Re non c’è più viva il Re ma il regno dov’è?

Se Ronaldo fosse rimasto e Locatelli arrivato come avevo previsto, avevo pronosticato una Juve da scudetto. Senza Ronaldo e forse con Kean la Juve al massimo può far parte del gruppone. Niente scudetto facile non sarebbe onesto dirlo.

Ho una brutta sensazione. Allegri si è presa una bruttissima gatta a pelare. Mi pare di vedere il Milan post Ibra e Silva che proprio con Allegri ha iniziato il proprio declino. Non basta il mister che per me è un ottimo mister. In campo vanno i giocatori. Emblematico il labiale di Chiellini “Questi sono. Non siamo squadra”. Ho l’impressione che la società abbia sottovalutato nuovamente il calcio mercato. Ho l’impressione che continua questo loap del noi siamo noi e siamo bravi a fare le cose. Questa continua mancanza di umiltà da parte della società che continua a darci l’impressione di sapere benissimo ciò che fa salvo poi invece navigare a vista. Non escludo che Ronaldo sia scappato perché il calcio mercato è stato quasi nullo e non voleva restare in una squadra che si gioca il quarto posto in Italia.

Fossi Allegri avrei preteso più garanzie oltre che un lauto e lungo contratto. Non vorrei che in poco tempo da salvatore della patria diventasse il curatore fallimentare. Ogni riferimento a quel ultimo suo Milan è puramente voluto. In società sono molto bravi a incensarti salvo poi farti diventare il capro espiatorio alla bisogna. È successo già con Allegri nel suo ultimo anno mai sostenuto e difeso dalla società. Anzi totalmente abbandonato quando era accerchiato da tifosi e media. È successo con Sarri ed è successo con Pirlo. Quindi attenzione caro Max chi oggi ti stringe la mano sarà il primo a voltarti le spalle se sarà necessario.

Ovviamente spero di sbagliare e che si trovino le soluzioni al più presto. Ad oggi il bicchiere è mezzo vuoto se non tutto vuoto. Ripeto abbiamo perso il miglior giocatore della rosa e praticamente non si è fatto mercato. Ora negli ultimi giorni si corre a cercare di tappare i buchi. Mi pare evidente che senza Ronaldo si consegna a Max una Juve più debole dell’anno scorso. Una Juve che già l’anno scorso non aveva brillato. Come ho già detto spero di sbagliare.

Juventus Empoli 0-1 pagelle

Pagelle di Alessandro Magno

 

 

Szczesny 6 Questa volta non ha colpe sul gol. Sbroglia anche molte situazioni complicare con uscire di pugni o di piede a spazzare. Non da sicurezza al reparto quando la palla ballonzola in area ma stasera è uno dei meno peggio.

Cuadrado 6 In altre partite sarebbe insufficiente perché proprio dal suo lato è fuori posizione in occasione del gol tuttavia se non salvo lui per quanto fatto in attacco gli altri sarebbero tutti ingiudicabili. A mio parere è uno dei pochi dotato di leadership

Bonucci 5,5 Uno dei meno peggio cerca di tenere la barca dritta e sprona la squadra da capitano anche senza fascia purtroppo non una gran serata per tutti.

De Ligt 5,5 Come Cuadrado non si può dire che non abbia fatto il suo. A parte un tiro svirgolato male non ha sbagliato molto ma non basta.

Alex Sandro 5,5 In una serata negativo per tutti prova ad essere intraprendente soprattutto nel primo tempo salta avversari e mette cross con regolarità. Si spegne nel secondo tempo.

Bentancur 4,5 Centrocampo disastroso senza arte né parte Benta si distingue si fa per dire per qualche pallone recuperato che poi prontamente perde ma nel disastro generale almeno si vede.

Danilo 5 Ruolo che non gli appartiene in cui non dovrebbe giocare. Fra l’altro uno dei tanti esperimenti cervellotici di Pirlo ripreso non si sa perché da Allegri. Primo tempo disastroso. Meglio nella ripresa quando spesso gioca in difesa a 3 e gioca più che altro a chiudere gli spazi.

Mckennie 4 Centrocampista con facoltà di attaccare che alla fine è libero di girovagare senza meta per il campo senza ingarrarne una.

Rabiot 4 Praticamente inesistente. Non ne imbrocca mai una e lo si vede per la sostituzione.

Dybala 5 Senza Ronaldo si dovrebbe prendere la leadership della squadra onestamente non l’ho visto. Primo tempo decisamente male. Nella ripresa ha qualche lampo di orgoglio ma in toto la prestazione non è buona.

Chiesa 6 Primo tempo sugli scudi da migliore in campo e da leader. Si prende lui la squadra sulle spalle e va a conclusione due volte pericolosamente. Appena però ha un calo fisico vistoso inizia a giocare con il cervello appannato e fra un rischio autogol e palloni persi male in cui ci ripartono Allegri deve sostituirlo.

Morata 5 Con il suo ingresso in campo la Juve diventa più arrembante ma lui in tutto il tempo non trova una conclusione.

Bernardeschi 5 Meglio degli altri centrocampisti ma niente di che siamo sempre insufficienti.

Locatelli 6 Va vicino al gol con alcune sue incursioni e in un centrocampo allucinante sembra quello più lucido e dotato. Da recuperare come titolare al più presto e da dargli le chiavi del centrocampo.

Kulusevski 6 Gioca da solo e fa spesso un gran casino tuttavia con lui e Locatello dentro che hanno almeno grinta e voglia di fare la Juve va un paio di volte vicino al pari alcune volte su incursioni personali di Kulu.

De Sciglio SV Entra a pochi minuti dalla fine solo perché Cuadrado è stremato.

Juventus 3 Doveva dare un segnale per il post Ronaldo e il segnale dato e molto brutto. Doveva fare vedere che senza il grande Campione la Juve era meglio e giocava meglio e che il grande campione sbagliava ad andarsene e che non avevamo bisogno di lui. Allo stato attuale si è visto che Ronaldo mascherava un sacco di problemi con i suoi gol che ha fatto bene ad andarsene perché dietro di lui c’è poco o niente e che se qualcuno pensava che senza era meglio e più facile ora dovrà aprire gli occhi.

Allegri 2 Formazione sbagliata e gestione di tutta la partita sbagliata. Anche alcune scelte sbagliate prima come la fascia di capitano tolta a Bonucci per darla a Dybala che non è un capitano e probabilmente non lo sarà mai. Non basta avere la fascia di capitano per essere leader. Scelte che un mister con la sua esperienza non dovrebbe fare. Non si illuda anche lui come ci sta illudendo la società che siccome lui è capace risolve tutti i problemi con la bacchetta magica.

Arbitro 5,5 Un paio di calci d’angolo per noi non dati perché non vede le deviazioni un rigore probabile su Dybala neanche visto al var.

 

Sabato 28 agosto 2021 Juventus-Empoli ore 20.45 Allianz Stadium – Torino

Scritto da Cinzia Fresia

L’uscita di scena di Cristiano Ronaldo ci ha lasciati senza parole, soprattutto Massimiliano Allegri che si ritrova improvvisamente senza un attaccante che fa gol.
La storia di Cristiano e la Juventus si chiude come da voci verso fine Campionato. Il portoghese massacrato dalle critiche in campo e fuori lascia un club e una tifoseria con i quali non è mai veramente scoccata la scintilla.
Questo evento sovrasta l’importanza della partita con l’Empoli, la Juventus ancora tramortita dal pareggio contro l’Udinese deve riprendersi in fretta e cercare di vincerla come suggerito dal tecnico Max Allegri.
La squadra deve voltare pagina in fretta, non c’è tempo di dispiacersi ma serve trovare una quadra al più presto.
Ci auguriamo che Szczezny si sia ripreso ed offra una prestazione migliore rispetto a quella della volta scorsa.

Post Udinese – Juventus

Un pareggio incredibile

 

 

Articolo di Alessandro Magno

 

 

Inutile dire che fa ancora male. E’ effettivamente così, fa ancora male e fa soprattutto arrabbiare. 2 punti ormai facili facili buttati nel gabinetto come si suol dire. Un giocatore su tutti sopra il banco degli imputati: Szczesny.

Va detto che la Juventus ha disputato un primo tempo quasi perfetto andando in doppio vantaggio in scioltezza e senza concedere nulla all’Udinese. Va anche detto al netto del 2-2 che sono stati colpiti due legni uno da Morata, l’altro da Bentancur, e nel finale è stato annullato il gol della vittoria a Ronaldo per un fuorigioco di un inezia. Questo per dire che la Juventus ha sicuramente giocato e ha anche altrettanto sicuramente prodotto azioni da gol. Va anche sottolineato come almeno 2 giocatori ovvero Cuadrado ma soprattutto Dybala hanno giocato davvero una grande partita. L’Udinese non è stata a guardare e nel secondo tempo soprattutto ha cercato di rientrare in partita, cosa che ha fatto dopo aver trovato un primo regalo di Szczesny nell’azione che ha portato al primo gol loro. Se c’è da rimproverare qualcosa alla Juventus è sicuramente nella gestione della palla fra il primo e il secondo gol dell’Udinese quando loro ci hanno iniziato a credere di più e noi siamo stati piuttosto superficiali dal punto di vista della tenuta mentale, come lo stesso Allegri ha sottolineato a fine partita.

Ora il danno è fatto, la partita è andata così e resta il rammarico per 2 punti davvero regalati. Tuttavia da oggi c’è da capire perchè la Juventus abbia mollato mentalmente nel finale come già gli capita spesso da un paio d’anni a questa parte. Ora certo non ci si aspettava che Allegri fosse la panacea di tutti i mali ma almeno un attenzione più alta alla prima ufficiale davanti al nuovo allenatore era francamente auspicabile.
Alcuni nodi da sciogliere non aiutano certo il progetto. Ronaldo su tutti. Ha dimostrato con grande professionalità di stare alle decisioni del mister , andando in panchina , entrando nel finale, soffrendo e  festeggiando con i proprio compagni. Se resterà farà il massimo come sempre , tuttavia questa situazione protratta fino all’ultimo giorno di mercato non aiuta. Anche perchè se non si fosse capito , se parte Ronaldo la Juve, almeno per ora, non lo rimpiazzerà.

Altre sirene suonano intorno a McKennie. Certo Wensotn non è un fulmine di guerra, ma il centrocampo visto ieri con Berna, Ramsey e Bentancur non dà tutte queste garanzie. Inoltre ancora non sappiamo quanto importante, e se lo sarà, il supporto che potrà dare Locatelli fin qui accolto come il salvatore della patria ma per ora accomodatosi in panchina per la prima.

Infine ultima ma non meno importante, la grana che oggi ci ha portato Szczesny e ha portato al suo mister, con una prestazione scioccante. Ora Allegri avrà subito una patata bollente da sbrigare: panchinare subito Szczesny prima che ci faccia perdere altri punti importanti per la vittoria finale oppure dargli fiducia in attesa che si riprenda oppure faccia un’ altra papera? E come gestire Perin ora che potrebbe reclamare un posto da titolare davanti alle prestazioni imbarazzanti come quella del numero 1? E quante garanzie in più darebbe Perin qualora fosse impiegato? Se fosse un telefilm mi verrebbe da dire ”questa ed altre storie le scopriremo nelle prossime puntate”.

Insomma Allegri era molto arrabbiato a fine gara e lo ha ribadito quando ha detto che questa vittoria era essenziale.

Udinese Juventus 2-2 Pagelle

Pagelle di Alessandro Magno

 

Szczesny 0 Un portiere della Juventus dovrebbe essere una garanzia e dovrebbe fare una papera ogni 2 anni. Lui ne fa 2 nella stessa partita regalando 2 gol all’Udinese. Non è all’altezza di questo ruolo deve andare in panchina. lo dissi l’anno scorso dopo le varie papere con Porto e Torino e mi si rise in faccia.

Danilo 6,5 Lui è uno dei giocatori più affidabili eppure oggi lo ha dimostrato , giocando sempre con grande attenzione. Si concentra maggiormente sul piano difensivo ma qua e la ha anche buone percussioni a metà campo.

De Ligt 5,5 Ha sofferto più del dovuto Pussotto che gli sgusciava da tutte le parti compreso nel primo tempo gli prende due volte il tempo di testa tuttavia alla distanza riuscirà a prendergli le misure. Sembra ancora un poco indietro di condizione fisica.

Bonucci 6 Sembra che Allegri oltre a ridimensionarne l’ego togliendogli la fasica ne abbia anche limitato i compiti in fase di costruzione. Gioca una partita diligente ma lascia il compito in regia sia a Ramsey che a Dybala

Alex Sandro 6,5 Anche lui è molto sul pezzo come Danilo. Corre si da un gran da fare spesso recupera palloni con la forza come non si era visto mai e l’Udinese dal suo lato raramente trova campo.

Cuadrado 7 Juan se sta bene è sempre una garanzia. Questa volta Allegri lo schiera alto a centrocampo e lui fa valere tutta la sua tecnica e velocità anche se a guardare bene spesso lascia il solo Danilo a sbrigarsi le situazioni difensive. Tuttavia segna con una grande azione il gol del 2-0 che mette al sicuro la partita per cui grandi meriti.

Bentancur 6,5 Il migliore del centrocampo. Macina chilometri su chilometri e tira anche dal limite come non mai. In un occasione di queste centra un legno. A volte come al solito non frena la sua foga e rischia il giallo in modo sciocco tuttavia oggi ha fatto una buona partita fra l’altro ha servito l’assist a Dybala per il primo gol

Ramsey 6 Diligente. Non sbaglia nulla ma si limita a fare il ruolo in maniera scolastica appoggiandosi sempre al compagno più vicino e senza mai provare ad accendere la luce. Più da metronomo che da regista.

Bernardeschi 5,5 Corsa e voglia e poco altro un po’ da esterno e molto di più da mezz’ala visto che Alex Sandro si prende tutta la fascia, tuttavia senza brillare particolarmente.

Dybala 8 Una gran partita. Un bel gol ma soprattutto tante volte a metà campo a illuminare il gioco come nell’occasione del lancio per Cuadrado. Ha un momento di appannamento nella metà del secondo tempo e perde alcuni palloni ma stringe i denti e viene fuori nel finale con spirito da Capitano.

Morata 5,5 Non mi è piaciuto molto si è dato molto da fare ma il più delle volte si è incespicato sul pallone da solo oppure ha finito per fare fallo. Sfortunato in occasione di un palo colpito con un tiro di testa che tuttavia resta l’unica luce in una partita opaca.

Chiellini 6 Entra per dare man forte alla difesa visto che l’Udinese prendeva coraggio e sembra una mossa anche funzionale visto che i friulani non arrivano molto al tiro dal suo lato.

Ronaldo 6,5 Non entra benissimo in partita e non è nel vivo del gioco tuttavia si mette in posizione da centravanti cosa che sappiamo non gradire tantissimo così come gli chiede Allegri. Ha due palloni giocabili a rete, uno lo mette fuori e l’altro fa gol ma gli viene annullato per un non nulla. Serve anche a Bentancur la palla che Rodrigo scaglia sul palo. Certo sul 2-2 il suo gol sarebbe stata la manna.

Chiesa 6,5 Non viene cercato come dovrebbe essere cercato in quel momento tuttavia non si dispera e si smarca in modo convinto. Non riesce mai ad avere una palla per puntare l’umo ma riesce servire al bacio Ronaldo per il gol del rimpianto.

Kulusevski 5 Entra per dare peso al nostro centrocampo ma si perde in una miriade di falli riuscendo a prendersi un giallo e combinare davvero poco.

Locatelli sv

 

Juventus 6,5 Al netto della delusione la Juve ha giocato un buon calcio e ha avuto molte occasioni. E’ stata sfortunata sia con i pali che con i millimetri che con il proprio portiere che ha letteralmente regalato il pareggio all’Udinese. Peccato ma io ho visto tante buone cose.

Allegri 6 Difficile giudicare le scelte e i cambi dalla prima partita in quanto non ho idea di come stessero i giocatori. Mi sembra di poter dire che non ha particolari colpe sul pari e la Juve ha giocato comunque un buon calcio. Nel primo tempo addirittura ottimo.

Abitro 7 Risparmia un giallo a Bentancur che ci poteva stare e negli episodi da Var si fa consigliare dal Var. La Juve reclama un rigore con Alex Sandro che al replay secondo me non c’è come secondo me non c’era quello su Delofeu che è lui che calcia Danilo e non viceversa, azione che comunque verrà invalidata per offside. Sul fuorigioco di Ronaldo io resto sempre perplesso quando si tirano le righe cosi di un cm sarà … comunque tanto lo hanno annullato.

Bentornato Campionato! il debutto dell’Allegri bis

i convocati per udinese-Juventus


Scritto da Cinzia Fresia

Da domani si inaugura ufficialmente l’Allegri bis e noi tifosi siamo carichi di aspettative.

La Juventus qualificata in Champions ma sconfitta in Campionato, deve riconquistare la fiducia e farsi valere soprattutto in Europa.
Max Allegri ritrova una squadra il cui intento è di riprendersi il Campionato e dalla società la cui immagine è offuscata dalla vicenda della super lega.
Non sarà facile per il tecnico toscano ricominciare, considerato il calcio mercato ridotto al minimo indispensabile.
In conferenza stampa pre gara l’allenatore ha dichiarato che Cristiano Ronaldo si ferma ancora (probabilmente 1 anno) alla Juventus voce che metterà a tacere per un po’ tutti i rumors sul futuro del portoghese, resta ancora l’incognita del rinnovo di Dybala.

A parte questi ostacoli la Juventus ricomincia dall’uomo che viene dal passato, al quale è stato chiesto di ottimizzare la rosa a disposizione e come unica concessione l’acquisizione di Manuel Locatelli, la cui trattativa ha tenuto in ansia tutta l’Italia compreso il giocatore che non vedeva l’ora di approdare a Torino.
L’ex Sassuolo sarebbe almeno in apparenza l’uomo chiave del centro campo della Juventus, colui che passa la palla agli attaccanti per fargli fare gol, vedremo.

La Società ha altresì acquistato Kajo George giovanissima promessa brasiliana proveniente dal Santos.

Che genere di Campionato aspettarci?

Sarà soprattutto una sfida tra allenatori composta da eccellenti ritorni: da Spalletti che eredita la piazza complicatissima del Napoli, Josè Mourinho e Maurizio Sarri. Ne vedremo quindi delle belle, e ad insidiare la Juventus non sarà esclusivamente l’Inter orfana di Lukaku e di Antonio Conte.
Peraltro proprio in queste ore è stato “defenestrato” Gabriele Oriali, storica bandiera nerazzurra.

La Juventus giocherà domani alle 18.30 al Dacia Arena di Udine. L’inizio per i bianconeri non è tra i più rilassati, la fazione friulana per la Juve è da sempre “indigesta”, anche se privati di Rodrigo De Paul è importante tenere gli occhi aperti e non abbassare la guardia.
L’ultima amichevole giocata e vinta contro l’Atalanta fa ben sperare che gli uomini di Allegri siano pronti per ottenere il primo successo, tenendo conto che l’Inter ha debuttato con una vittoria di 4-0 contro il Genoa.

Il tecnico della Juventus punterà in attacco su Dybala e Ronaldo, Ramsey in posizione di centrale di centrocampo. Locatelli anche se convocato partirà con tutta probabilità dalla panchina.

Possibile formazione : (4-4-2) Szcesny, Danilo, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro / Chiesa-Bentancur- Ramsey Bernardeschi / Dybala – Cristiano Ronaldo

Juventus – Juventus U23 amichevole 3-0 i gol

Finalmente Locatelli

 

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Tanto tuonò che piovve. Alla fine dopo una lunghissima gestazione Locatelli è diventato un giocatore della Juventus. Diciamo subito: abbiamo dato la colpa al Sassuolo e al DS Carnevali di voler tirare troppo la corda e di giocare al rialzo per aumentare il prezzo, invece oggi scopriamo che la Juventus ha ottenuto un trattamento ottimo, tanto ottimo che molti tifosi avversari se ne sono lamentati. Alla fine si è concluso per due anni di PRESTITO GRATUITO e 25 milioni di riscatto obbligatorio più ulteriori 12,5 milioni di bonus vari facilmente raggiungibili legati sia alle presenze che alle eventuali vittorie e piazzamenti di squadra. Questa cifra 25 più i bonus raggiunti pagabile in 3 anni. E’ venuta anche meno la clausola sulla rivendita che fino all’ultimo pareva inserita nel contratto. Ora direi che più di cosi la Juventus davvero non poteva ottenere.

Locatelli non ha perso tempo e sui social ha espresso tutta la sua grande soddisfazione, fra l’altro ricordando di esser stato tifoso juventino da ragazzo, cosa che era ampiamente conosciuta fin dai tempi di quando ci fece quel gol con il Milan. Quindi per lo meno non è una lavata di faccia alla Ibrahimovic o alla Lukaku. Almeno questo dai. Inoltre a conclusione dell’affare e a firme apposte Manuel non ha davvero perso tempo e già questa mattina era allo JMadical per sostenere le visite mediche di rito, accolto da una parte di tifoseria festante, anche se è il 18 agosto e Torino è vuota per metà. Dobbiamo anche dare atto a Locatelli di aver voluto fortissimamente la Juventus fin dal primo momento rifiutando ogni avance eventuale da altre squadre. La ferrea volontà del giocatore di vestire il bianconero o restare a Sassuolo ha sicuramente influito sulla conclusione dell’affare oltre probabilmente a ritrovare il suo mentore Allegri che fu il primo a farlo allenare con la prima squadra del Milan quando Manuel era poco più di un ragazzo.

Ora Locatelli non risolve ogni problema e lo sappiamo. Non è un campione fatto e finito. E’ un ottimo prospetto giovane e con ampi margini di miglioramento come si dice in questi casi. Tuttavia è un giocatore che gioca a testa alta e con entrambi i piedi. E’ dotato di un buon fisico e di buona ecletticità potendo ricoprire più ruoli. E’ soprattutto un giocatore sano che ad oggi per noi rappresenta una certa novità visto che ne abbiamo comprati ultimamente diversi con infortuni frequenti. E’ un 23enne determinato come il nostro Chiesa di cui è compagno di nazionale ed è Campione d’Europa come gli altri juventini chiamata da Mancini. Le carte in regola per fare bene ci sono tutte. Speriamo che possa sbocciare presto come ha fatto Chiesa l’anno scorso. Ci piace Locatelli. Forza Locatelli. Finalmente Locatelli.

  • Page 1 of 2
  • 1
  • 2
  • >
Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web