Archivio Mensile: Febbraio 2023

La nostalgia del Derby che fu

Scritto da Cinzia Fresia

Questa volta è proprio derby nel vero senso della parola: cioè da vicini di casa … E’ buffo ritrovarsi con il Toro a condividere quasi la stessa  posizione in classifica  distanziati da un punto. Di solito ci dovevamo voltare parecchio indietro per scorgerli, oggi no .. sono proprio lì. Ma vivremo una partita diversa: i supporters granata diserteranno la trasferta esattamente come hanno fatto i viola. Ottimo non avremo danni. E non ci toccherà leggere striscioni squallidi sulle vittime dell’Heysel o su Pessotto, espressioni  che puntualmente restano impunite, considerati dalla giustizia sportiva ( mi chiedevo se poi esiste ..) una scaramuccia tra esaltati .. peraltro non è rimasta inosservata la sentenza circa gli insulti rivolti a Kostic definendolo “zingaro” ed altre “belle”cose durante Spezia-Juventus, nemmeno un minimo di multa. Che poi .. Kostic è uno appena arrivato in Italia, tranquillo, non dice una parola. La definizione di “zingaro” così com’è,  non è nemmeno da prendere come un insulto, se non per la reputazione non particolarmente edificante. Alla fine lo Spezia se l’è cavata con una pacca sulla spalla.
Per par condicio la vittima in questo caso Kostic, dovrebbe avere il via libera dalla Società a difendersi con i propri mezzi visto che il sistema non lo fa anzi al contrario  fomenta il razzismo.

Vedremo se non si scatenerà un putiferio in caso di vittoria della Juventus qualora i serbi decideranno di uscire tutti a cena.
Comunque i bianconeri vittoriosi contro il Nantes, si ritrovano la solita seccatura del derby. Massimiliano Allegri che ormai non sa più cosa dire in  conferenza stampa ha annunciato che Pogba è stato convocato.
Con un ispiratissimo Di Maria la Juventus potrebbe in effetti superare i granata, i quali rimangono sempre una “gatta da pelare”  prima, dopo e durante, inoltre oggi vantano un allenatore tosto e anche senza tifosi pianta grane la situazione non sarà diversa.

Nantes- Juventus: contro ogni previsione la Juventus ce l’ha fatta. Mettere da parte le preoccupazioni e concentrarsi sulla partita ha dato i suoi frutti. Poi la simpaticissima squadra francese appena ha avuto un problema si è avvitata su se stessa servendoci la vittoria su un piatto d’argento, e mi stupisco come Di Maria abbia realizzato solo tre gol .. avrebbe potuto farne molti di più ..

Le dichiarazioni di Andrea Agnelli.
Finalmente l’ex Presidente ha parlato dicendo la sua verità. Dalle sue parole emerge una vicenda che si ribalta .. e a questo punto la posizione del sig, Ceferin il paladino del calcio della gente traballa. Chi ha tradito chi? Insomma non viene fuori un bel quadro. Non che siano emerse chissà quali novità se non una conferma di non trasparenza e inutilità   verso chi opera e gestisce le competizioni europee. Ciò che è grave è che all’ex n. 1 bianconero è stata negata la facoltà di difendersi.
Tutti dati che sicuramente allontanano gli appassionati di questo bello sport e come al solito sono gli unici a doverne fare spelled.

Un derby da vincere. E se gioca Pogba…

Pagelle Nantes Juventus 0-3

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

 

Szcesny 6 Due interventi nel finale abbastanza facili ma nonostante questo buoni anche perché dopo un ora e mezza di inoperosità poteva essere non tanto caldo. Maluccio durante la gara per un cincischiare di troppo con i piedi che ci ha fatto sobbalzare dalla sedia.

Danilo 6 Serata tranquilla si limita alla normale amministrazione. Dalle sue parti il Nantes si fa vedere poco o niente. Potrebbe forse proporsi un poco di più ma evidentemente preferisce non correre rischi. Importante nel giro palla che scoraggia i nostri avversari.

Bremer 6 Come Danilo si sgancia solo in occasione di qualche angolo per il resto sta a presidiare la difesa e a parte i due tiri nel finale ormai sul 3-0 la Juventus non rischia praticamente mai nulla.

A. Sandro 6,5 A lui il compito di impostare dalle retrovie. Non so se per scelta del mister o propria, tuttavia è curioso come spesso si spinga in avanti addirittura nel secondo tempo in posizione spesso da mezzala.

De Sciglio 6 Ha molto campo e spesso la squadra tende ad andare ad attaccare dal lato suo ma non riesce a mettere dentro molti cross, forse solo un paio. Si propone comunque con costanza sulla fascia di competenza.

Fagioli 7 Molto intraprendente rispetto alle ultime uscite. Si muove molto, porta palla e cerca di dare un appoggio ai compagni. Osa anche qualche volta il tiro come su una punizione ed è bravo e tempestivo a pescare Di Maria nell’azione del primo gol. Prova di sostanza.

Locatelli 6,5 Mi viene da dire agisce nell’ombra. Io vorrei che facesse di più e si proponesse di più, invece si sta specializzando nel fare il muro davanti alla difesa anche se devo dire lo fa con profitto. Sul 2-0 viene fuori con più continuità e la palla con lui che riceve e la smista, gira anche meglio. Prova un tiro a giro che non esce di molto.

Rabiot 6,5 Giocatore prezioso anche quando va al piccolo trotto. D’altronde la partita si mette bene e non è il caso di forzare più di tanto. Molto bravo nell’interrompere azioni avversarie e ripartire. Meno bravo in area quando gli capita qualche occasione che potrebbe fare gol. Resta imprescindibile per dinamismo.

Kostic 7 Una garanzia. Si propone con costanza sulla fascia per tutta la partita. Spesso la Juve gioca dal lato di De Sciglio/Cuadrado ma lui non si scompone e diligentemente fa il suo. Alcune volte mette cross interessanti altre prova il tiro che finisce sul palo. Comunque dalle sue parti nascono sempre cose interessanti.

Di Maria 10 Beh che dire? Primo gol da cineteca. Secondo gol conquistandosi il rigore con un colpo di tacco dopo aver seminato zizzania nell’area avversaria. Rigore battuto fra l’altro in maniera egregia. Terzo gol di voglia e di furbizia sebbene anche un po’ di fortuna andando comunque a prender una palla che magari altri avrebbero lasciato perdere sul fondo. Nel mezzo alcuni corridoi trovati con palloni filtranti fra selve di gambe avversarie che solo una mente geniale poteva immaginare di trovare e che non vengono sfruttati dai compagni. Ultimo a fare 3 gol in coppa (Champions League) fu Ronaldo mi pare. Non per niente nella vita come nel calcio ci sono le categorie.

Kean 5 Io vorrei anche mettergli un voto più alto ma riesce a sbagliare davvero tutto. Persino un rigore solare non cade prima per cadere dopo, quando rigore non può essere più. Non riesce a tenere una palla, non riesce a fare una sponda, non arriva mai prima su un pallone, non riesce a vincere un contrasto. A un certo punto ho pensato che giocasse quinto difensore con loro. Occasione sprecatissima. Mi chiedo Di Maria che grande persona è a non esser incavolato a giocare con un compagno di reparto così deprimente. Oggi irritante. Una prova che senza il 3-0 poteva esser anche da 4.

 

Cuadrado 5,5 Alcune sortite buone dove si crea anche delle mezze occasioni da gol. Un paio di buoni cross. E poi un fallaccio totalmente inutile al 90mo sul 3-0 per prendersi un giallo da fesso.

Vlahovic 6 Non ha tante occasioni solo una e la sparacchia fuori, in un altra gliela porta via Sandro anche se poi viene dato gol a Di Maria, però almeno quando entra lui la squadra trova un punto di riferimento in avanti a cui dare un pallone e ricevere una sponda e un dai e vai.

Bonucci SV

Illing Jiunior SV

Paredes SV

 

Juventus 8 La Juventus è stata fin dal primo minuto padrona assoluta del campo. Sicuramente facilitata dagli episodi (Di Maria trova gol al primo tiro e poi il rigore con il rosso che lascia loro in 10). Tuttavia mi è piaciuto il fatto di continuare a cercare il 3-0 fino a che non è arrivato e il fatto che questa volta non ci siano stati cali di tensione se non quei due tiri concessi quasi nel recupero.

Allegri 7 Ottima vittoria agevolata da un campione che era per distacco il migliore fra i 22 in campo. Non so se senza Di Maria il divario sarebbe stato così evidente. Ho l’impressione di no e questo dovrebbe far riflettere anche i compagni di squadra di Di Maria che probabilmente devono lavorare per alzare di più il loro livello. Non azzeccata la mossa Kean in campo che ci fa giocare praticamente un tempo in 10 e andava corretta al 45mo non al 65mo tuttavia per una volta non ho visto una Juventus sparagnina sul 2-0 ma ho visto una Juventus proiettata con costanza ad andarla a chiudere. Anche il palleggio della squadra mi è parso più sicuro chiaramente considerando anche la pochezza dell’avversario tuttavia è sempre un 3-0 in trasferta dopo un 1-1 in casa. Non scontato.

Arbitro 7 Finalmente un arbitro che applica il regolamento. Il rigore con il rosso c’è. Il rigore su Kean ci sarebbe stato sul primo contatto sul secondo è Kean che si lascia cadere. Gialli corretti. Il miglior arbitraggio avuto negli ultimi tempi.

Juventus-Nantes: la speranza

Scritto da Cinzia Fresia

La Juventus arriva a Nantes carica di speranza e determinazione. la vittoria contro lo Spezia ha caricato la squadra  intenzionata  a distinguersi almeno  in Europa League.
La Società in questo momento è bloccata dall’attesa di cosa le aspetta e i giocatori non sanno nemmeno come comportarsi. In Campionato non si sa bene per cosa si gioca se non per lo stipendio che arriva ugualmente da contratto. Dall’altra parte  l’Europa League è contaminata dall’ipotesi di un agguato della UEFA.

Non ci sono dubbi e anche un cieco può vedere che la Juventus gioca male ed è nel panico totale, e che la situazione finché non si sapranno i risultati delle nuove sentenze non cambierà.
Se la Juventus non vuole scomparire deve darsi da fare e non perdere l’opportunità.
L’organico c’è, ed è adatto a battere il Nantes.

Serve solo testa e lucidità: Le peculiarità di oggi fondamentali per andare avanti in questa competizione.
La Juventus non deve ridursi a chiudere la partita gli ultimi minuti. D’accordo sul rigore, ma condizionare un risultato per un rigore non dato non è intelligente e soprattutto da Juventus.
la Juventus è più forte del Nantes e come di consuetudine  deve essere più forte anche degli arbitri.

Se si dovesse uscire domani, sarà un crollo psicologico. Senza prospettive in Campionato dubito che la sola Coppa Italia, sia uno stimolo ad andare avanti.
C’è poco da dire e da fare, se non incrociare le dita che vada tutto per il meglio.

il futuro della Juventus: Ci sono voci e indiscrezioni che nascono dal nulla. Si continua ad avvicinare nomi come Giuntoli o Massara vicino alla Societa’.
Se tutto dipendesse dalle ipotesi avremmo dovuto avere Carnevali, Tare o lo stesso Giuntoli .. difficilmente vedo questi ipotetici candidati essere interessati ad una Società che tutti odiano e in predicato di andare in B.
Chi può salvare la Juventus oggi sono gli Juventini. Quelli veri, gli ex giocatori che oltre ad aver condiviso la Juventus che vinceva portano avanti l’amore  e la passione per la maglia, e che non si sono mai staccati dalla realtà bianconera, e che oggi vorrebbero essere al fianco della squadra.
Se la Juventus vuole risorgere deve sacrificare qualcosa. Se desidera tornare ciò che era deve affidarsi agli uomini giusti che sanno rappresentare i nostri colori con amore e orgoglio e che sappia ricompattare la tifoseria, oggi il pezzo mancante.

 

Per il Nantes serve di più. Massara e Vlahovic, la verità

Spezia Juventus 0-2 pagelle

Pagelle di Alessandro Magno

 

Perin 8 Questa sera è un muro invalicabile. Sicuro e propulsivo. Effettua due grandi parate che mantengono il risultato ma per tutta la cara è estremamente sicuro dando sicurezza a tutti i compagni.

Danilo 6,5 Abbastanza sicuro di si e un poco meno propositivo del solito anche perché dal suo lato Cuadrado non garantisce sicurezza e De Sciglio non è che sia un fulmine di guerra. Serve la palla buona a Di Maria per il 2-0 e un paio di volte si immola sui tiri dello Spezia.

Rugani 6 Ormai gioca pochissimo e si capisce che quando gioca sia abbastanza in apprensione. Questo ne limita le iniziative per cui per paura di sbagliare si limita all’essenziale. Sul 2-0 si propone qualche volta in attacco in cerca di gloria.

Alex Sandro 6,5 Concede qualcosa dal suo lato (Verde gli da noia soprattutto nel primo tempo) ma dei tre centrali è il più dinamico e quello che sostiene di più centrocampo e attacco. Non è la prima volta che questo accadde ultimamente.

Cuadrado 4 Imbarazzante. Gioca da fermo. Quasi mai riesce a saltare l’avversario. Perde palloni cercando falli che l’arbitro non gli fischia mai. L’apoteosi della serata la palla che gli sfugge in rimessa laterale con controrimessa data allo Spezia.

Paredes 5 Ennesima prova anonima ed ennesima prova sprecata nel caso volesse convincere la Juventus a riscattarlo. Purtroppo non si è mai integrato e credo che ormai sia tempo perso.

Locatelli 6 Sicuramente limitato dal giallo al 20mo secondo gioca con intelligenza cercando di fare il meglio senza rischiare un altro giallo. È parecchio utile come difensore aggiunto un po’ meno come centrocampista di qualità.

Rabiot 6,5 Nel primo tempo è il migliore in campo e la sua prova è veramente sontuosa. Brilla in mezzo a una Juve assolutamente in bambola e da solo tiene il centrocampo e la squadra. Nel secondo tempo dopo una palla persa un poco da fesso cala vistosamente e alla distanza quasi scompare dal campo forse affaticato dato che gioca sempre.

Kostic 6,5 Dalla sua fascia la Juve funzionicchia sia per la sua abnegazione nelle due fasi sia per la vena di Alex Sandro. Kostic spinge sempre abbastanza e serve assist importanti non tutti sfruttati a dovere. Su uno di questi Kean sblocca la gara.

Kean 6 Trova un gol perchè è bravo a smarcarsi e a fiondarsi sul cross di Kostic anche se onestamente la strozza male ed è fortunato che trovi quel rimbalzo che inganna Marchetti. Poi spreca il raddoppio facile facile di testa, pescato nell’area da Alex Sandro. L’impressione è che con Vlahovic non si trovino più di tanto.

Vlahovic 5 Una prova in ombra soprattutto perché non si riesce mai a smarcare dalla marcatura e quando raramente gli capita, spesso sbaglia il passaggio anche a volte in modo grottesco come nel finale dove non riesce a servire Di Maria in un due contro uno.

De Sciglio 6 Diligente come Rugani senza strafare e senza sbagliare. È già molto meglio di quella disgrazia in campo che ultimamente è Cuadrado.

Fagioli 6 Pronti via si prende un giallo da fesso e anche lui viene limitato da questo come Locatelli. Ci vuole poco a fare meglio di Paredes e seppur soffrendo molto fa meglio.

Di Maria 7 Entra e la chiude e soprattutto gestisce finalmente i palloni su cui gli altri compagni arrivavano sempre secondi e non riuscivano mai a tenerli. È uno dei pochissimi giocatori di classe che ormai abbiamo in rosa.

Illing SV

Bonucci SV

Juventus 6 Bene la vittoria ma troppa sofferenza. Abbiamo fatto fare allo Spezia 18 tiri verso la porta di cui 7 in porta, decisamente troppo. Inoltre Perin è stato il migliore in campo, direi che la dice tutta.

Allegri 5,5 Bene la vittoria e bene il clean sheet, ma è lecito soffrire di meno contro la quartultima del campionato. A un certo punto eravamo completamente in balia degli avversari che correvano di più, arrivavano sempre primi sui palloni, e vincevano tutti i contrasti. Direi che questa mollezza non è ammissibile. Deve spronarli a maggiore sacrificio.

Arbitro 5,5 Non mi è piaciuto , severissimo nel sventolare subito il giallo a Locatelli (che c’era) non ha lo stesso metro con Reca che merita un secondo giallo per fallo identico su Fagioli ed è da espellere. Per quanto riguarda poi il duello Ampadu Vlahovic applica un regolamento del tutto personale in cui il difensore può fare tutto e nel caso i due cadano è sempre fallo per lui e mai per l’attaccante. Fortunatamente non ci sono stati episodi controversi perché non mi pare un arbitro sicuro.

Spezia – Juventus con la testa a Nantes

Scritto da Cinzia Fresia

Oggi essere giocatori alla Juventus  deve essere durissimo.

A parte l’ingaggio (importante): vivere ogni giorno,  preparare le partite e fare finta che non stia succedendo nulla e non farsi prendere dallo scoramento per quello che deve ancora succedere demotiverebbe chiunque.
l’atmosfera è talmente condizionata che il minimo errore inferto da adito a cattivi pensieri.

La sintesi delle prestazioni indicano una squadra già stanca mentalmente, dove  l’allenatore spesso è in confusione e perde la pazienza. Oggi Massimiliano Allegri  resta il solo punto di riferimento per la Società attuale e di un domani ancora tutto da scoprire.

Non dimentichiamo che giovedì prossimo si va a Nantes a decidere cosa succederà in Europa League, quindi la partita con lo Spezia assume una valenza minore.
Allegri in conferenza stampa ha sostenuto che l’avversario crea molto, e come tutte le piccole si impegnano il doppio in questo genere di scontro.
Vista la situazione la Juventus deve pensare esclusivamente a ciò che gli conviene, l’Europa League e la Coppa Italia è il Core principale di quest’’anno, salvo imprevisti.

Poiché non abbiamo solo contro il sistema, ma tutta la serie A magazzinieri compresi. Attenzione perciò a non farsi male, a non cadere in provocazioni volte a farci perdere la pazienza di conseguenza a causarci infortuni o problemi, giovedì la squadra deve essere in forma.
In questo caso avere la mente già a Nantes impone un atteggiamento conservativo di risorse sia fisiche che mentali per ciò che attualmente conta.

 

Gaffe di Ben a proposito del ritorno di Conte

Una mia ”simpatica” gaffe a Top Planet a proposito di spettatori che reclamavano a gran voce il ritorno di Conte ( fra l’altro nonostante il Tottenham avesse appena perso malamente contro il Milan).

 

https://youtube.com/clip/UgkxmErNsgjmIXf1gvjgDnizybiqcivl4_ZG

Pagelle Juventus Nantes 1-1

Pagelle di Alessandro Magno

 

 

Szczesny 6 una serata abbastanza tranquilla. Prende un gol forse sull’unico vero tiro in porta dei nostri avversari e sul quale non ha grandi responsabilità.

De Sciglio 5,5 Cerca di esser ordinato ma finisce per giocare quasi sempre la palla all’indietro. Almeno contro questi avversari sarebbe opportuno osare un poco di più.

Danilo 6 Viene preso anche lui in mezzo nell’azione del gol e non riesce a capire la situazione e a posizionarsi bene altre volte si spende in chiusure anche al limite. Peccato ha la palla buona per il 2-1 ma non la sfrutta.

Bremer 5,5 Non riesce a chiudere sul contropiede che porta all’1-1 perchè scivola quando sembra esser in anticipo, peccato perchè gioca una buona partita con quasi tutte chiusure puntuali.

Alex Sandro 6,5 Credo che abbia giocato una delle migliori sue ultime partite perchè oltre a esser attento in difesa è anche abbastanza propositivo.

Rabiot 6 Si trova meno bene con Paredes che con Locatelli . Peccato che aumenti anche lui la spinta come tutta la squadra dopo l’1-1.

Paredes 5 Si muove poco e quindi riceve pochi palloni. Si impegna nel recupero dei palloni dagli avversari e tira una buona punizione alla fine del primo tempo. Un po’ poco. Sulla ripartenza del loro pari prova a fare fallo ma non gli riesce.

Fagioli 5,5 Si spende molto nel fare il mediano e corre davvero tanto cercando di giocare tanti palloni per i compagni tuttavia non è il suo gioco e in fatti non eccelle in queste cose.

Di Maria 6,5 Al solito quando ha la palla e si accende la Juve diventa pericolosa. E’ sempre veramente una spina nel fianco del Nantes e forse non doveva uscire. Forse ogni tanto perde qualche pallone e mette in difficoltà i compagni ma questo è il giocatore prendere o lasciare. Prende anche una traversa su angolo.

Vlahovic 6 Sufficiente per il gol ma questa sera veramente non riesce a fare un passaggio che è uno e a dialogare con i compagni che fa letteralmente impazzire per via di tocchi sempre sbagliati nella misura.

Chiesa 7 Assist per Vlahovic e traversa palo veramente sfortunato. Anche lui come Di Maria quando ha la palla diventa pericoloso anche se non ha la stessa qualità dell’argentino ma insomma anche lui è un bel vedere. Quel pelo di classe in meno rispetto ad Angel lo sopperisce con una grinta fuori dal comune.

Kostic 6,5 Entra veramente subito in partita con parecchie percussioni.

Locatelli 6,5 Anche lui come Kostic entra subito in partita e grazie a lui e al serbo il forcing finale della Juve è feroce.

Cuadrado 6 Qualche buon cross e qualche palla sbagliata di troppo.

Soulè 5,5 Timido. Kean Sv.

Juventus 5,5 Iniziato bene dopo il 30mo forse abbiamo pensato che era finita e ci siamo fatti fare il pari. Poi la sfortuna e l’arbitro ci hanno negato la vittoria ma la mezz’ora fra il primo e il secondo tempo fino al loro pari è solo colpa nostra.

Allegri 4 Nelle interviste dice che non ha chiesto lui alla squadra di addormentarsi e io gli credo, tuttavia è responsabilità sua se non è riuscito a ridestarli prima del pareggio.

Arbitro 0 un delinquente e un farabutto. Il peggiore in campo per distacco. Probabilmente un killer mandato di proposito dalla Uefa. In una mondo normale questo arbitro non dovrebbe più arbitrare.

Juventus – Nantes : L’Europa League .. una consolazione

Scritto da Cinzia Fresia

Posto che la Fiorentina non ha giocato la partita della vita, abbiamo una certezza: togliendo uno ad uno i migliori alla fine i viola hanno segnato.

Allegri è così .. purtroppo è un distruttore.
Conosco già la giustificazione.. giovedì c’è la coppa .. e mettere gli scarsi a 5 minuti (Paredes, Kean e via dicendo) ci hanno fatto subito gol.
Fortunatamente la regola del fuori gioco millimetrico è valida per tutti, ed è andata sennò ciao vittoria.

Massimiliano Allegri non riesce. A stabilire empatia ne’ con il pubblico e nemmeno con alcuni dei suoi giocatori, escluso i preferiti.
Si gioca per dovere, per i soldi, per la maglia e per la speranza che i quindici punti vengano restituiti, Affidandoci alla fortuna spesso non va bene. Forse per Max Allegri la partita equivale ad una puntata alla roulette, o si vince o si perde.

Il gol annullato

Non penso che l’arbitro abbia voluto farci un regalo, si rilassino i tifosi della Fiorentina,  diciamo che per evitare una carica di critiche, il referee ha  applicato la stessa regola per parte peraltro confermata dal Var.  Fuori gioco millimetrico prima e dopo= annullati.

Stasera riprende la Coppa:

Ecco questo è importante. Sebbene si tratti solo dell’Europa League, la competizione stimola le motivazioni. I ragazzi scendono in campo per giocarsi qualcosa alla pari con gli altri,  salvo imprevisti.
Non conosco il Nantes, ma suppongo si tratti di una squadra assolutamente alla portata della Juventus.
La speranza è che i ragazzi continuino ad attaccare, non si arrendano mai e incrociamo le dita!

Nel  mentre la macchina del fango non si placa.

L’aver pubblicato un” intercettazione” il cui contenuto è una conversazione aziendale fatta di considerazioni personali, ci fa capire che siamo alla frutta, e che la pubblicazione non aveva  a che fare nulla con i reati in essere.

.il contenuto rasenta il ridicolo ..La Juventus non ha  più nessun diritto al rispetto. La società sta subendo  dei veri e propri abusi.
Eppure nessuno fa nulla, non ci sono denunce all’orizzonte, e pare che la nuova dirigenza un tempo battagliera, oggi totalmente distaccata, non abbia intenzione di fare nulla.

la Juventus è giornalmente massacrata e la dirigenza rimpolpa la difesa con due avvocati in più esperti in materia, ma resta immobile di fronte alle ingiurie inferte.
E in tutto questo marasma chi sta pagando il conto è al solito il tifoso la cui arma di difesa è la disdetta a DAZN (sai che roba..)  Mai tifoseria ha subito una così profonda  mancanza di rispetto da ambo le parti.
L’Europa League è una boccata d’aria fresca e mi auguro di divertimento.

 

  • Page 1 of 2
  • 1
  • 2
  • >
Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia