Mercoledi 12 gennaio 2022 Finale di SUPERCOPPA italiana : Inter – Juventus ore 21 – Stadio Meazza S. Siro

Inter – Juventus


Scritto da Cinzia Fresia

La Juventus affronta la prima finale dell’Allegri bis.
Una vittoria stratosferica quella di domenica ma dalle dure conseguenze: a causa di infortuni, espulsioni e ammonizioni Cuadrado, Deligt e Chiesa non saranno presenti, inoltre a Szcezsny bloccato da problemi burocratici legati al super green pass.

L’infortunio di Chiesa è stata una doccia gelata per la squadra che ha provocato una reazione “folle” durante la partita che lascia però una voragine nel collettivo.
Massimiliano Allegri minimizza .. mostrandosi sicuro della rosa che ha.

L’Inter è la favorita, non ci piove.

La Juventus potrebbe vincere solo se porterà la rabbia e la disperazione di domenica scorsa.

  1. Non sempre è domenica cara Cinzia,accontentiamoci di non sfigurare più di tanto…
    …poi sai,i sogni,il fato, il “hai visto mai” la scaramanzia…non costano nulla….

  2. alessandro magno

    formazione molto rimaneggiata ma bisogna provarci. dai ragazzi

  3. Forza ragazzi.

  4. Fino alla fine

  5. Rugani, de ciglio, kean (per quanti anni lo dobbiamo pagare ?) aggiungiamo mezzi giocatori come rabiot, arthur bentancur possiamo dire che arrivare ai rigori è un miracolo.

  6. Giustamente come dimenticare alex sandro il più grande di tutti… ma vaffanculo

  7. come già detto ieri Alex Sandro è il giocatore vincente che piace ad allegri, l’ha sempre messo in campo e lo mettera’ ancora e ci dira’ che, pazienza, fara’ meglio alla prossima, come sempre d’altronde….alla prossima come no.
    e pensare che lo stimolo del giocare la finale contro la squadra che domina il campionato ha fatto svegliare dal letargo molti dei nostri, sembravamo una squadra nonostante tutto, persino Rabiot che correva cattivo, mai visto. Avessimo giocato con questa grinta contro i vari venezia, udinese, empoli, ecc.ecc. a quest’ora eravamo in un’altra posizione in classifica.
    Poi pero’ vengono fuori le differenze, aldila’ delle nostre assenze, loro avevano giocatori migliori, non tanto piu’ forti dei nostri, ma sicuramente giocatori migliori, giocatori che il loro allenatore ha plasmato per vincere, per attaccare, per fare male all’avversario, mentre noi siamo li’ ad arrabattarci con poco coraggio, anche se stasera eravamo meglio del solito.
    Ma non basta, loro giocavano per farci male, noi giocavamo per restare in piedi con la forza della disperazione. E quasi la portavamo ai rigori, in casa loro. Poi l’errore del nostro amato eroe brasiliano del calcio lento e bailado ha rovinato tutto, come pure l’errore di DeSciglio che aveva regalato un rigore su una palla inutile, o l’errore di kean a Napoli all 87′, l’errore di Tek a Udine, l’errore in uscita di palla che ci ha fatto perdere con l’atalanta, l’errore su rebic sul calcio d’angolo, ecc.ecc.ecc.). Oramai il danno fatto dalla nostra societa’ alla squadra e’ completo e si e’ compiuto definitivamente stasera. Loro sono diventati noi di 4 o 5 anni fa’, noi siamo diventati loro di 4 o 5 anni fa’. Loro entrano in campo consapevoli che vinceranno la partita, noi entriamo in campo sperando di non perdere, e infatti facciamo sempre i primi 10-15 minuti di ogni match da incubo con errori di ogni tipo.
    Mi dispiace quando uno critica Agnelli e lo si taccia subito di lesa maesta’. Agnelli ci ha fatto tornare grandi dopo la B, ha scelto l’allenatore e i dirigenti giusti 12 anni fa’, ci ha fatto vincere 9 campionati di fila, cosa straordinaria, finali di champions e coppe italia e altro. Ora sta compiendo il processo opposto e ci sta trasformando nell’inter di qualche anno fa’, con giocatori strapagati, dirigenti spocchiosi e incompetenti, un allenatore che invece di guardare avanti, sembra voglia tornare indietro nel tempo e ovviamente non ci riesce.
    Ci ha portati da 0 a 100 e adesso ci sta portando da 100 a zero. Eravamo la JUVE e ora siamo l’inter.
    Si dice sia un periodo di transizione o ricostruzione, io li chiamo solo con il nome di grossi, enormi ERRORI.
    Quando si parla di AA gentilmente teniamo in conto sia le cose positive sia pero’ anche quello che sta facendo negli ultimi 3 anni.

    • Non essere pessimista, ci vuole tempo ma ritorneremo ad essere la Juve che conta. Ieri è stata veramente una rondine ad aver fatto primavera, per gli altri.

  8. Non ho alcuna recriminazione, doveva andare così, l’Italia antijuventina è felice, quei telecronisti mediaset ( veri e propri dilettanti tifosi faziosi allo sbaraglio) pure, quindi cosa dire oltre? Della partita? No preferisco che questi quattro beduini con annessi nani e ballerine possano godere in pace. Anche le pulci è giusto che abbiano la tosse.

  9. Non avevo dubbi comunque che una Juve anche molto rimaneggiata avrebbe fatto vedere i sorci verdi a questi presunti vincitori di scudetti altrui. Ritorneremo negli incubi degli avversari da subito, di questo ne sono certo.

    • Ciao Antonio, sono d’accordo con te. Il campo ieri sera ha detto che abbiamo perso per un rigore regalato da De Sciglio. In ogni caso al 120° e con mezza squadra. Sarebbe finita verosimilmente di horto muso. Come l’aveva preparata Allegri.
      La Juve con 2 Giocatori (G) potrebbe essere al livello dei cartonati primi in classifica. Ieri non ho visto tutta questa inter stellata come ne parlano da settimane gli scribacchini e i quaquaraquà.
      Ciao.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web