29-05-1985 Commemorazione Heysel RE

  1. R.i.p. i martiri dell’Eysel. 🤍🖤💖💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐💐

  2. CEFERIN OUT

    Ognuno ha le sue commemorazioni…gli inglesi del Liverpool le loro.
    Il nostro ricordo va alle 39 vittime dell’Heysel. R.I.P.

    Lo spettacolo pre-partita offerto ieri sera lo dobbiamo alla bella organizzazione offerta da Ceferin…entra chi senza biglietto e resta fuori quelli con il tagliando…se questa è, la Champions di questa stagione, è stato lo spot migliore per la SuperLega.
    Un sorteggio cancellato e rifatto, finale spostata in terra amica e un’organizzazione dell’atto conclusivo a dir poco imbarazzante e pericolosa.
    Ma Ceferin continua a gridare che la Superlega è morta…

    Vince il Real e Ceferin lo deve premiare.

  3. Ieri sera fuori dallo “Stade de France” di Parigi la gran massa di persone che ha esercitato una fortissima pressione per entrare ha provocato disordini e feriti con un bilancio provvisorio di 238 feriti, evidentemente a distanza di 37 anni la tragedia dell’Heysel non ha insegnato niente ai sostenitori del “calcio del popolo.”

  4. Kenny Dalglish,ieri sera ha fatto un gesto molto bello,depositando una corona di fiori sotto la curva dei red,per ricordare la funesta giornata dell’Eysel.

  5. Dopo il doveroso omaggio alla memoria delle 39 vittime dell’Heysel alcune considerazioni sulla finale di Champions a partire dai complimenti per il Real Madrid e prima ancora per Carlo Ancelotti che c’è chi si ostina a definire allenatore fortunato. Niente di più fuorviante, basterebbe ricordare i nomi delle squadre eliminate nei turni precedenti, PSG, Chelsea e Man.City, fino alla finale in cui il Real di Ancelotti oltre che squadra tecnicamente forte in tutti i reparti ha dimostrato di avere un’organizzazione tattica e di gestione della gara superiore agli avversari, perchè nei momenti in cui il Liverpool ha esercitato la sua maggior pressione, con Modric e Benzema ad arretrare sulla linea dei difensori il Real ha creato le premesse per ripartire in velocità e prendere alle spalle le due linee del Liverpool troppo sbilanciate in attacco, con il gol nato proprio in una delle occasioni in cui la disposizione tattica dei reds ha mostrato tutti i suoi limiti difensivi, in pratica il bel gioco di Klopp ai piedi di quello all’italiana di Ancelotti, per i puristi del calcio con affinità elettive a quello Allegri, con l’unica sostanziale differenza di non disporre di un centrocampo di livello mondiale come quello del Real Madrid.

    • affinità elettive col gioco di Allegri, qualunque cosa pensano e scrivono i p.uristi k.iagni e fotti scudetti altrui.

    • Cross, sempre cross, fortissimamente cross senza capire, Klop, che quei palloni erano tutti preda dell’eroe della serata tali Courtois.
      Eppure Klop non è il primo arrivato…forse è sempre il secondo come ieri sera altre due volte tranne una.

  6. DILETTANTI ALLO SBARAGLIO

    È Ceferin il capo dei dilettanti.
    238 feriti, 68 arresti, gas urticante, idranti, tifosi con tagliandi falsi che si ammassano e scavalcano cancelli tanto da far tornare alla mente una pagina triste di una finale di tanti anni fa, questo la uefa ha fatto ieri a Parigi…oggi ne ricorre l’anniversario di quel 29 maggio 1985 a Bruxelles.

    • Quando gli inglesi di Liverpool si muovono fuori confine non perdono il vizio di fare il bello ed il cattivo tempo. Proprio ieri si commemoravano le vittime dell’Heseyl.

  7. Ieri x un momento ho temuto il peggio. Rivivere un’altra Heysel. Sono passati 37 anni ma sembra sempre ieri. Non vi dimenticheremo mai!

  8. Capisco il dramma dei bel giochisti ma prima o poi anche loro capiranno che alla fine conta più di tutto vincere, tanto che come è successo al City e al Liverpool, considerate per distacco le squadre più forti del pianeta, anche in Italia la squadra più forte del campionato che ha perso lo scudetto all’ultima giornata ha scatenato un inter- minabile piagnisteo che per qualcuno è sfociato in delirio di persecuzione e non per colpa di chi è arrivato secondo ma quarto in una serie A scarsissima.

  9. In attesa del fischio d’inizio giocavo in strada con gli amichetti…ma, a differenza di quanto succedeva di solito, i miei genitori continuavano a ritardare il mio ritorno a casa…poi vidi e capii, impossibile dimenticare, il mio primo ricordo, nitido, della mia unica fede

  10. PRIMA O POI

    A vincerla ci vuole anche fortuna…ma per vincerla devi arrivare in finale e per arrivare in finale devi essere bravo.
    Allegri che di finali ne ha perse due è un bollito…
    Klopp su 4 finali ne perde 3 è un fenomeno…il nostro Lippi?

    Ora il Real su 17 finali ne perde 3 solamente lo escluderei da ogni commento…scrissi che dalla prima competizione della Coppa Campioni loro la presero seriamente e la Coppa è stata sempre grata a loro…fortuna e bravura a volte si uniscono e te ne fanno vincere 14.

    Oggi come oggi per le italiane è davvero difficile arrivare in fondo alla Champions le pretendenti in Europa sono molto agguerrite…infatti a turno vincono sempre le stesse.

    La Juventus, visto che ogni anno vi partecipa, deve fare il massimo con quelle che sono le proprie armi…il bel gioco da solo non basta, e lo hanno ribadito in questi giorni Ancelotti e Guardiola… e sperare di arrivare in fondo.

    Arrivare in fondo, dai e dai, prima o poi una la si può anche vincere.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia