Juve: indizi di mercato dai nuovi numeri di maglia?

  1. LO GNOCCO

    Una delle ultime scoperte di Mancini in Nazionale, si tratta di Gnonto il giocatore che fino a qualche mese fa era praticamente sconosciuto e che ha rilasciato un’intervista per raccontarsi.

    In particolare ha raccontato il suo arrivo a Milano, quando ancora non sapeva per chi tifare anche se ammirava il Barcellona e Messi. Poi l’illuminazione, stava guardando inter Juve del 2018, la famosa partita della mancata ammonizione a Pjanic.
    Poi la Juve segnò con Higuain e vinse gara e Scudetto.
    Ma Gnonto quella sera ripensando alla mancata ammonizione di Pjanic scoppiò a piangere e diventò interista.

    Una storia molto triste, anche se Gnonto non si è accorto che in quella partita mancavano un’espulsione interista per fallo su Matuidi e due rigori per la Juventus.

    Naturalmente immaginiamo che quest’anno abbia pianto durante tutti gli scempi arbitrali e di Var che hanno agevolato i nerazzurri.
    Per citarne qualcuno, il calcione alla caviglia di Belotti con il Var che comunicava all’arbitro: Stai tranquillo ha preso la palla!.

    Chissà quanto avrà pianto Gnonto!!

    E il mancato rigore per fallo su Zakaria in area che il var ha battezzato fuori.

    Anche lì lacrimoni.

    Basti pensare che in due finali con l’inter quest’anno la Juve ha preso tre rigori contro, per fare un sunto della stagione.

    Poi se si vuole scherzare, lo possiamo fare.
    Purtroppo gli italiani piangono per come si è ridotta la Nazionale che per due volte di fila non andrà ai Mondiali.

    E stiamo parlando di quello che per tradizione è lo sport nazionale.
    Di quello sport che annoverava numeri 10 come Del Piero, Baggio, Totti.
    Ora speriamo in Gnonto.

  2. Per quanto riguarda Koulibaly non credo che De Laurentiis crei un altro spacca-Napoli come successe con Higuain.
    Il K2 sarebbe l’unico a sostituire in meglio deLigt.

  3. SCARPE SCOMODE

    Da quando mi sono messo a dare colpi di tacco ho iniziato a capire di calcio.
    E ne so molto di più di Arrivabene.

  4. ARRIVABENISSIMO

    Piaccia o no, Arrivabene, lo hanno messo li a fare quello che deve fare…gli altri possono criticare ma non dirgli di stare zitto.

  5. IL RISTORATORE E I CLIENTI

    A proposito di striscioni, questa volta sono stati appesi nel verso giusto e non sottosopra.

    “Noi siamo ultras e da ultras ci dovete accettare.
    Liberi di tifare, liberi di amare.
    Come in tutti gli stadi d’Italia”.
    E ancora: “Prima ci cacci e poi ti lamenti. Risparmia la morale, noi non siamo clienti”.
    E infine: “700 euro di vergogna”, riferito al prezzo di un abbonamento in curva.

    Con queste parole, scritte su uno striscione appeso ai cancelli dell’Allianz Stadium nel giorno del raduno della Juventus, gli ultras bianconeri prendono posizione contro il presidente Andrea Agnelli e contro l’amministratore delegato Maurizio Arrivabene, in particolare circa le strategie del club sul costo dei biglietti e sulla tipologia di pubblico auspicata nello stadio di casa.

    Ovviamente poi ci sono gli infiltrati…

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web