Il caso Deligt

Matthijs Deligt

Scritto da Cinzia Fresia

Come passa il tempo ..
Siamo al 6 di agosto con il debutto in Campionato praticamente alle porte e 6 giocatori sono già in infermeria, Kajo George, (lesione del tendine rotuleo) Federico Chiesa (legamento crociato) e i recenti Marley Akè (frattura Perone) Weston Mc Kennie (infortunio alla spalla) Paul Pogba (menisco) WoJciech Szczesny (infortunio agli adduttori) e infine Mattia De Sciglio (affaticamento muscolare).

Non è certo l’inizio che ci aspettavamo, e conferma che lo staff atletico è rimasto lo stesso.

In questo periodo sono successe tante cose: dopo un’interminabile telenovela durata mesi, lo svincolato Angel Di Maria ha detto sì alla Juventus, dopo di che l’arrivo di Paul Pogba (svincolato) e l’acquisizione di Gleison Bremer ha mandato in visibilio la tifoseria bianconera felice di aver scippato l’ex giocatore del Torino all’Inter. Si sono uniti ai bianconeri anche Andrea Cambiaso, dal Genoa già in prestito al Bologna e rientrati dai prestiti Federico Gatti, (Frosinone) Nicolò Rovella (Genoa) Nicolò Fagioli (Cremonese) e Marko Piaca (Torino).

Il triste capitolo delle cessioni più o meno pilotate anche dal progetto dell’allenatore, ha visto la partenza di Paulo Dybala oggi felice sui colli romani, la risoluzione piu o meno consensuale del tormentato contratto di Aroon Ramsey, la cessione di: Grigoris Kastanos alla Salernitana a titolo definitivo, Federico Bernardeschi svincolato al Toronto, Rolando Mandragora (rientrato dal prestito al Torino e ceduto alla Fiorentina) Merih Demiral (prestato all’Atalanta la quale ha fatto valere il diritto di riscatto acquisendolo a titolo definitivo) Alvaro Morata all’atletico Madrid fine prestito, Giorgio Chiellini svincolato al Los Angeles FC e in ultimo la cessione richiesta e ottenuta di Matthis Deligt al Bayern di Monaco.

Il caso Deligt
Matthijs Deligt dell’Italia gli è piaciuto tutto Si è trovato bene con il luogo, la città, la cucina, le persone ..ha addirittura adottato due cani liberandoli dai nostri canili. Insomma …l’avventura con il centrale olandese sembrava dovesse durare a lungo .. invece no.
Matthjis ha rivelato una pesante insofferenza all’interno dei nuovi assetti della Juventus, dalla dirigenza al ritorno di Max Allegri in panchina.
Il giocatore è proprio fuggito dalla Juventus anticipando la risoluzione del contratto e chiedendo di essere ceduto a tutti i costi. La Società sicuramente dispiaciuta in questa operazione ci ha perso, quindi la sig.ra Pimenta neo proprietaria dello Studio Raiola sarà riconoscente per sempre alla Juventus la quale non ha fatto ostruzione facilitando l’uscita dell’olandese diretto verso uno dei club più prestigiosi d’Europa. Il Bayern di Monaco.
A Matthjis non andava più bene niente: l’allenatore, i compagni e la Società .. a questo punto che fare? Se non andarsene? Onorare il contratto sarebbe stata una perdita di tempo per entrambi.

Un vero peccato per il club bianconero che certo non ci fa una bella figura. Matthjis dopo aver salutato i tifosi e indossato la maglia bavarese ha rilasciato dichiarazioni e critiche circa la permanenza a Torino.
Utilizzando un lessico edulcorato, Matthjis ci ha fatto sapere che alla Juventus non era felice perchè non condivideva l’idea di calcio italiano e nello specifico le idee di Max Allegri eccessivamente difensiviste. Deligt ha aggiunto, aveva accettato la Juventus in quanto attratto dall’idea di gioco di Maurizio Sarri, e di giocare altresì con Chiellini per ricevere l’esperienza. A Torino doveva essere un’esperienza formativa e duratura ma qualcosa è andato storto, anche il rapporto con i compagni di reparto non è stato roseo, in quanto spesso criticati di sbagliare troppo.
Matthjs ce l’ha messa tutta per stare bene a Torino, imparando persino l’italiano ed avere amici all’interno della squadra, in particolare con la famiglia Morata.

Oggi è molto felice di essere tra le squadre più forti e competitive d’Europa.
Le dichiarazioni post cessione di Deligt non sono piaciute al neo Capitano Bonucci, il quale ha replicato duramente chiedendo un maggiore rispetto per il club.
Se il centrale ha parlato pubblicamente questo evidenzia una profonda delusione, obiettivamente comprensibile, ma adesso deve finire.
La Società certo non abituata a sentire il parere altrui, ha provveduto velocemente alla sostituzione con il Brasiliano Bremer ritenuto tra i difensori con il potenziale più forte in Europa.

Una tegola in testa
L’infortunio di Pogba non ci voleva.
Che il centrocampista avesse il ginocchio debole si sapeva già compreso Allegri, quindi l’episodio non ci sorprende affatto e lo staff atletico almeno questa volta non c’entra.
La priorità del francese a quanto pare è il mondiale.. e ha rifiutato l’operazione. . quindi si prevedono tempi molto lunghi di recupero e nel frattempo la società se vuole essere competitiva deve reintegrare immediatamente, la scelta cadrebbe su Milincovic Savic, ma costa e non è detto che il club abbia la disponibilità per tale acquisto, tenendo presente che Lotito non è entusiasta di cedere il suo pezzo da 90 alla Juventus.

Una squadra ancora molto lontana dalla sua soluzione.
La macchina del giustificazionismo è già in atto, Allegri ha messo le mani avanti: l’ammissione che Inter, Roma e Milan si siano rinforzate annuncia che la squadra non sarà competitiva.

A Villar Perosa si festeggia

Riprende la tradizionale festa a Villar Perosa sospesa per due anni. Finita l’emergenza la famiglia Agnelli – Elkan ha voluto recuperare la massima tradizione che coinvolge il club aprendo la Cappella di Famiglia, in onore del glorioso passato e di quanto fatto da Edoardo Agnelli e i figli Giovanni Agnelli (l’avvocato) e il Dott. Umberto Agnelli.
La Juventus è la prima volta in questi 100 anni di unica proprietà, che sta vivendo una vera e propria crisi all’intero della tifoseria, in passato unita e appassionata, ora spaccata e in disaccordo.

Gli errori gestionali, la reazione negativa alla Super Lega, la chiusura con Ronaldo e Dybala, ha causato diverse critiche al club. Interessata più all’intrattenimento che al risultato.

Comunque Max Allegri lo ha dichiarato “è difficile che si vinca lo scudetto”. Come tentativo di unione non è male, tra abbonamenti carissimi e un calo significativo delle vendite … è proprio quello ci vuole.
Staremo a vedere come andrà la prima di Campionato ..

  1. Alessandro Magno

    Oggi è cosi felice che la prima contro l Eintracht l ha fatta tutta in panchina entrando alla fine.

    • Ma al di là di questo che all’inizio ci può stare, ci sono state dichiarazioni di de Ligt nei 3 anni alla Juve riportati da Barone che sono esattamente il contrario da quelle rilasciate appena andato via. Ma di quelle non si tiene conto. Bah

      • Alessandro Magno

        Ma onestamente chi se ne frega di de ligt. sembra che non ci sia mai stato il calciomercato. Tra l’altro quelli chs fanno parte della scuderia di Raiola è molto difficile che restino a lungo negli stessi posti. La speranza che rimanesse a lungo ok va bene ma solo quella perché gli avevano fatto pure firmare una clausola giusto per trattenerlo un po’ di anni. E alla juve è assai atipico che mettano clausole sulle rivendite dei calciatori

    • Niente di strano comunque…
      De Light sta facendo al Bayern la stessa trafila che fecero lo scorso anno Bentancur e Kulusevski al Tottenham. Tutto il mondo è paese 😉.

  2. Ben scritto Cinzia!

    Hai descritto perfettamente la situazione.

    Nei fatti ed alla grossolana maniera, Ronaldo e de Lugt hanno salutato, il primo al ritorno di Allegri, il secondo dopo averlo conosciuto, ogni altro commento è suerfluo.

    Poi c’è Dybala, la Juve non ha rinnovato per scrlta tecnica.
    Ci stà sono scelte, vanno fatte.

    Per il resto sono arrivati:
    Gatti, buon acquisto in prospettiva per sostituire Chiellini;
    Pogba, 29 anni dopo la crisi vissuta a Manchester e dopo l’ultima stagione dove ha collezionato 20 presenze;
    Di Maria, 34 anni per 1 anno;
    Bremer; nessuna presenza in nazionale, 3 anni al toro.

    Insomma, ad occhio e croce la Juve non si è rinforzata.

    Intanto Allegri, non un allenatore ma un facente funzioni, a 9mln annui, continua a chiedere giocatori ed interventi sul mercato.

    Insomma, prendere un allenatore vero, capace di allenare e costruire è chiedere troppo?

    • Azzzzz, Luca, vedo che Cinzia ti ha tolto il morsetto🤣.

      A parte gli scherzi, in effetti ad oggi 6 agosto 2022, succede che all’undicesimo attacco della serie A della stagione 2021-2022, sono stati tolti Morata e Dybala, senza che siano stati ancora sostituiti nei rispettivi ruoli di goleador. Fatti, non opinioni. E scusate se è poco!

      Il mercato scade il 31 agosto, però il campionato comincia a ferragosto. Sarà il caso che la dirigenza bianconera si dia una mossa?

    • Io Luca sono contento degli acquisti finora, tutti ottimi giocatori. A patto che insieme agli esperti usato sicuro mandino avanti quei 3 o 4 ragazzi buoni che si ritrovano tra le mani, vanno assolutamente coltivati e non mandati sempre e solo fuori in prestito. Perché pagare fior di milioni gente mediocre come Ramsey o Arthur, tanto vale far giocare e far crescere un Fagioli un Miretti e un Rovella o Soule’. Che poi crescono e ti ritrovi in squadra la futura ossatura portante italiana. Il che è oro al giorno d’oggi.
      Mi piace moltissimo la politica adottata, cioè far di tutto, a costo di pagare parte dell’ingaggio, per liberarsi degli scarsi, i Ramsey o Rugani o Arthur e così via. Era la cosa da fare, sono ben consapevoli che otterranno 0 euro da queste uscite, in più devi mettere parte dello stipendio perché questi mediocri hanno contratti talmente sproporzionati rispetto al loro valore tecnico che sarebbe impossibile per chiunque cavarci fuori un euro. Nel 2022 nessuno pagherebbe più di 3 milioni di ingaggio a uno come Rugani, dai siamo seri. Per cui avanti così, via gli scarsi a ogni costo e dentro gente funzionale, anche se simil-trentenne, vedi Kostic ad esempio. Si punta al ready made, ok. Il mix tra giovani e esperti è ottimo, vanno però coltivati questi giovani anche se sbagliano, come sbaglieranno sicuramente.
      Non capisco questo amore sviscerato per Morata, non capisco perché attendere tutto questo tempo, se non vogliono darlo, amen, andare su qualcun altro, non c’è solo lui. Ci siamo cristallizati in attesa che ce lo lascino a 10 milioni?
      Andrei velocemente su altri profili prima di perdere troppo tempo dietro a questo.
      Su Allegri la penso come te. Ora gli hanno fatto la rosa come la voleva lui, sono sicuro che se sbaglia la stagione, Elkann lo manda via. Ovviamente però spero vivamente di giocarmi il campionato per vincerlo, il Milan sarà avversario tosto secondo me

    • Luca, se Deligt non ha voluto restare un minuto di più con Allegri mi farei delle domande. C’è un andazzo in Juve che non piace niente .. e soprattutto non c’è più nessuno che ci vuole venire. Per me a Di Maria gli hanno regalato qualcosa di importante .. per farlo venire.. ed è una manovra commerciale per far vedere di avere un Top player. Cosa ci facciamo con questo per un anno?
      Luca probabilmente pensano che siamo tutti scemi..

      • Non credo che pensino che siamo scemi.
        Penso sinceramente che credano veramente in nelle scelte che fanno, allenatore compreso.

        In effetti via Dybala, con chi lo sostituisci?

        DiMaria era disponibile, anche se solo per un anno, poi si vedrà.

        Certo, i top club agiscono in maniera diversa, ma alla Juve oggi va così.

        Se riusciranno a creare entusiasmo intorno alla squadra, aumentando il fatturato avranno avuto ragione, in caso contrario avranno avuto torto.

        Dal mio punto di vista, sugli acquisti di quest’anno entusiasmo pari a 0, come anche quanto visto in amichevole.

  3. Madonna che sfiga che ci segue, non si riesce a fare manco un’amichevole.
    Era importante testare la squadra contro una avversaria forte una settimana prima dell’inizio. Invece niente, non si riesce a fare manco quella. Ma vaff…

  4. A me cmq la squadra mi piace e mi andrebbe bene anche così. Sinceramente tutto questo catastrofismo…ci sono cose ben più importanti nella vita eh.

    • Ma certo.

      Il calcio è la cosa più importante tra le cose meno importanti.

      Detto questo questa Juve la trovo peggio di quella dello scorso anno.

      Quello che mi preoccupa di più, non è questo campionato, ma la prossima Champions League.

      A meno che non cambi il paradigma.

  5. Rem17

    Personalmente mi asettavo una strategia diversa.
    Il Di Maria a 35 anni lo compri se hai la squadra e ti msnca proprio lui per completare il mosaico.

    In questa fase storica, mi sarei comportato come fece il primo Boniperti.

    Allenatore giovane, giocatori giovani.

    Oggi si plaude al mix tra giovani e vecchi.

    Si mia nonna.

    L’età media della squadra si è impennata.

    Poi i giovani con Allegri non giocano, stiamo parlando di uno che considerava de Ligt, riserva di Bonucci e Chiellini.

    Ma poi è tutto il progetto di cui sento parlare che non vedo.

    La Juve vista nelle amichevoli, non fa gol, subisce il pressing e gioca in contropiede appoggiandosi sul giocatore di nome del momento.

    Mi sembra poco, poco, poco.

    Aspetteremo l’ennesima rivoluzione, dopo l’ennesimo campionato deludente?

    In coppa non mi aspetto nulla, in campionato Mr 9mln ha già messo le mani avanti.

    • Alessandro Magno

      l’età media non si è affatto impennata ma sta continuando a scendere già sostituire Chiellini con Gatti fa un disavanzo positivo di 13 anni

      Chiellini 37 – Gatti 24 -13
      De Ligt 23 – Bremer 25 +2
      Dybala 29 – Pogba 29 0
      Morata 30 – Di Maria 34 +4
      Bernardeschi 28 – Fagioli 21 -7
      Ramsey 32 – ?

      Le uscite hanno 147 anni senza contare Ramsey che ne ha 32 ma 1 non ha ancora un sostituto e 2 poi l’anno scorso è stato dato in prestito tuttavia è un 32enne che esce piaccia o no anche se non lo conto.
      Le entrate hanno 133 anni. Come fai a dire che l’età è aumentata addirittura impennata non si capisce proprio

  6. Luca il tuo discorso lo capisco perfettamente, anche io non sono un fan di Allegri. Ma nel momento in cui hanno confermato Allegri alla guida provo a sostenerlo.
    Il progetto che cerchi tu non è altro che Allegri. Nel momento in cui lo hanno scelto, hanno fatto coerentemente tutto per assecondarlo e fargli la squadra che vuole lui, compreso attendere mesi per riprendere Morata. Il progetto è Allegri e puntano su di lui. Fanno le cose che vuole lui.
    Secondo me la società sta facendo le cose giuste in base al progetto Allegri, poi possiamo non condividere, ma sono coerenti.
    Sono certo che va completata la squadra e lo faranno, sono certo che possiamo vincere.
    Se non sarà così, l’allenatore verrà accompagnato alla porta senz’altro. Alla Juve la vittoria è più importante del gioco, dei giocatori e di tutto il resto

    • Alessandro Magno

      menomale che qualcuno ancora ragiona come te Rem pensavo invece che ad Allegri dovessero prendere i giocatori preferiti dai tifosi 😉
      poi magari sono gli stessi che criticano al dirigenza perchè a sarri non avrebbe preso i giocatori che desiderava 😉

  7. Bella sgambata oggi….

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web