Archivi Tag: Manchester City

Buona Juve, ottimo primo posto

alex-sandro-juventus_b8j6ludoyqqi1n49wo02n8s8u

 

 

Articolo Di Alessandro Magno

 

 

 

Juventus-Manchester City 1-0. Finalmente un raggio di luce. Col City ci sono stati buoni miglioramenti anche se non mi trovo d’accordo con i titoli trionfalistici dei giornali. Ottimo l’approccio mentale dei giocatori. Molto meno quello di squadra e dell’allenatore. Molto bene alcuni come Buffon, Sturaro, Pogba, Mandzukic e soprattutto Alex Sandro. Decisamente male altri tipo Marchisio e Chiellini. Certo se paragonata alla Juve vista con il Milan è stato un passo decisamente avanti. Visto quello che si è visto in campo, invece, è bene dire soltanto “buona Juve”; che comunque è sempre meglio di niente. I miglioramenti a parere mio sono dovuti principalmente a tre fattori: il modulo supercollaudato del 352, la stessa formazione del secondo tempo del Milan, la presenza di Alex Sandro, assolutamente migliore in campo.

Sul modulo c’è poco da dire. A me non piace e men che meno in Europa; e ancora meno come lo utilizza Allegri per cui mi pare, sia un modulo superdifensivo. Tuttavia è l’unico modulo che questa squadra conosce veramente a memoria avendolo adottato negli ultimi tre anni e mezzo. Il mandare in campo poi la stessa formazione di tre giorni fa, anche se ha escluso nuovamente Morata e Cuadrado, ha dato chiaramente un poco più di intesa e automatismi. Infine Alex Sandro: il brasiliano è stato nuovamente assist-man e assoluto mattatore. Sul piano difensivo poi è stato eccellente, annullando completamente Jesus Navas che non è l’ultimo arrivato e invece ha ritrovato un poco di vitalità quando è entrato Evra. A proposito: cambio sconsiderato e scellerato pro City a dieci minuti dal termine. Bella mossa di emme. Dannosa e inutile. Oltre questo cambio, davvero senza un perché visto che Alex Sandro era ancora bello pimpante, non è andato bene l’atteggiamento di squadra, tutti a difendere l’1-0 dopo il gol, atteggiamento che senza San Buffon ci sarebbe costato il primo posto nel girone. Davvero non si comprende il motivo di tutto questo di fronte a un City che era palesemente in difficoltà a livello difensivo e su cui si poteva infierire. In ultimo è andato molto male Morata autore di una prova bella ed egoista. Entra sfiora il gol un paio di volte peccato decida di non passare la palla a nessuno. Dovrebbero fargli vedere i gol che ha fatto il Barcellona alla Roma cosi da imparare.

A proposito di Barcellona. Io non capisco come sia possibile che da quando esiste il calcio, ogni novità vincente è stata presto adottata da tutto il mondo. Mi riferisco alla zona, la tattica del fuorigioco, i terzini fluidificanti, il pressing, il calcio totale eccetera. Questo ha fatto sì che il calcio nel tempo si sia evoluto. Bene sono ormai dieci anni che il Barcellona pratica il tiki taka e salvo loro, Bayern, Spagna e ultimamente Germania, tutto il mondo continua a giocare bellamente come quindici anni fa. Compreso la Juve. Ora salvo i tre davanti, Iniesta e a suo tempo, Xavi Hernandez e Ronaldinho il Barca pratica e ha praticato questo gioco con giocatori bravi ma non marziani. Non tutti per lo meno. Allora perché tutte le altre squadre che si onorano di avere in rosa 3-4 campioni e tanti altri bravi giocatori, continuano ancora a giocare come negli anni 90? Mistero. Mi appello a tanti allenatori di squadre giovanili che conosco. Studiate il Barcellona e il Bayern. Studiate la Spagna e la Germania. Studiate soprattutto Guardiola. È quello il calcio del futuro.

Pagelle Juventus – Manchester City.

 

Juventus-manchester

Di Alessandro Magno

 

Buffon 7 Una sola parata che ha del miracoloso e ricorda quella famosissima Mundial di Zoff contro il Brasile. Eccezionale.

Barzagli 6,5 La solita roccia . Giocatore dalla media-rendimento altissima.

Bonucci 6 Nessun problema in disimpegno qualcosina da rivedere sui cross provenienti dalla fasce dove spesso non è puntuale sul pallone

Chiellini 5,5 In ripresa ma pesano quei 2-3 passaggi ad Aguero del primo tempo.

Lichtsteiner 6,5 In crescita. Aiuta molto. Non spinge tantissimo e sbaglia un gol fatto ma nel complesso molto positivo.

Marchisio 5,5 Un primo tempo gravemente insufficiente. Si riprende nel secondo sbagliando meno ma nel complesso la prova è negativa soprattutto si pretende di piu’ da uno come lui che in genere è sempre buono per tutte le occasioni.

Pogba 6,5 Alcuni colpi d’alta scuola inframezzati da tante troppe pause. Va meglio ma deve dare piu’ continuità alle sue partite.

Sturaro 7 Il meno dotato del centrocampo probabilmente il piu’ positivo per quantità e continuità. Una partita di grande corsa , sacrificio e interdizione. Sfiora anche il gol.

Alex Sandro 7,5 Migliore in campo in assoluto. Se questo non sa difendere allora Jesus Navas è un broccazzone. Da sinistra non passano mai almeno fino a quando non entra Evra. In avanti è un terzino-ala moderno di quelli che tanto invidiamo a squadre come il Barcellona e che da noi chissà per quale motivo non giocano.

Dybala 6 Lotta come pochi e si conquista molti falli. Si allunga un po troppo spesso la palla e quindi molti dribbling non gli riescono. Volenteroso ma in altre occasioni ha fatto meglio.

Mandzukic 6,5 Dategli i cross e questo i gol li fa. Non bellissimo da vedere rispetto ai tempi del Bayern lo trovo anche un poco involuto sul piano tecnico e fisico . Forse deve perdere un poco di peso. Pero’ oggi positivo.

Morata 5 Io lo preferisco a Mandzukic e a Zaza e lo vedrei in campo titolare insieme a Dybala pero’ stasera fa una cosa clamorosamente sbagliata. Per due volte cerca lo spazio per andare al tiro e non lo trova, finisce di tirare su un difensore quando alla sua sinistra c’era Dybala libero che poteva segnare a porta vuota. Sulla ripartenza Sterlyng sbaglia un gol da un metro. Poteva essere il gol che ci costava il primo posto. Lo inviterei a guardarsi i gol che fa il Barcellona e gli farei a questo punto fare per lo meno un altra panchina.

Evra sv Entra e fa resusicitare Jesus Navas che fino a quel momento non aveva combinato niente.

Cuadrado sv Il tempo di tentare un paio di tiri. Comunque vivace.

Juventus 6 L’atteggiamento di difendere l’1-0 non mi piace e non ne vedevo il nesso visto che il City dietro ha moltissimi problemi tuttavia si è visto del meglioramento nel gioco di insieme non so se dovuto al modulo collaudato o meno.

Allegri 6 Riesce a vincere e a qualificarsi con una giornata di anticipo. Ora se non combiniamo cavolate possiamo anche passare primi. L’atteggiamento della squadra poco propositivo non mi piace. La sostituzione di Alex Sandro con Evra ad agevolare il Manchester su quella fascia è clamorosamente sbagliata e inutile . Ad ogni modo vince e ha ragione lui.

Arbitro 6,5 Arbitra discretamente bene. Qualche fallo di troppo fischiato in favore dei difensori Inglesi ma decisamente un buon arbitraggio.

Pagelle Manchester City – Juventus

index

 

Di Silvio Mia

BUFFON 8 Grazie a Gigi la Juventus conquista una vittoria che potrebbe essere lo spartiacque della stagione . Al primo minuto una sua parata salva subito la Juventus da una marcatura che avrebbe indirizzato la partita in ben altro modo. Si ripete altre due volte per confermare la sua leadership , il suo carisma , la sua forza nel non mollare mai, la sua determinazione a far capire ai compagni vecchi e nuovi che la maglia della Juventus è prestigiosa e va onorata , al di la dei risultati, con prestazioni degne dei suoi colori.

LICHSTEINER 5,5 Nel finale rimedia ad una prestazione sottotono , in cui non è propositivo e in cui anche nella fase difensiva latita. La seconda parte dell’incontro vede Lichtsteiner chiudere bene un paio diagonali e ritrovare serenità e precisione nelle giocate.

BONUCCI 5,5 Leonardo non è in un gran momento. Probabilmente sente il ruolo di leader difensivo ed incorre in errori che ormai sembravano solo un ricordo delle sue prime apparizioni in bianconero. In alcune circostanze rischia un dribbling di troppo o è impreciso nei disimpegni. Anche lui si riprende nella fase finale in cui spazza l’area con ritrovata sicurezza.

CHIELLINI 6,5 Subisce un evidente fallo in occasione del goal del Manchester City per opera di Kompany che si appoggia sulle sue spalle impedendogli di saltare . Mette lui la palla alle spalle di Buffon incolpevolmente. La sua prestazione è degna delle sue serate migliori, anche se nell’occasione del goal avrebbe dovuto prendere lui posizione e non lasciarsi sovrastare dal difensore inglese.

EVRA 6 Buono in fase difensiva, come sempre molto incerto ed impreciso quando deve proporsi oltre la metà campo. La sua esperienza è utilissima sia quando la Juventus subisce , specialmente nel primo tempo, la supremazia del City , sia quando i bianconeri rimontano e ribaltano il risultato .

POGBA 5,5 Il ragazzo è frastornato , cerca giochetti improbabili che lo portano a perdere palloni che invece dovrebbe gestire con più acume . Nel secondo tempo , come tutta la squadra , cresce un po’ e limita la sue “cazzate da ventiduenne “ , come detto da Allegri nei giorni scorsi. Suo il traversone che coglie Mandzukic in mezzo all’area che permette all’attaccante di segnare il goal del pareggio.

HERNANES 6,5 Messo davanti alla difesa, per l’assenza di Marchisio ,ma meglio ancora di un regista vero, il Profeta non delude le aspettative , denotando però una scarsa attitudine al ruolo . Hernanes non è un regista e lo si evince dal fatto che non va mai a prendere la palla per impostare l’azione come faceva Pirlo, ma chiede la palla quando questa è già avanti e l’azione si sta già costruendo. Comunque in mancanza si un Pirlo o di un suo surrogato, l’ex giocatore di Lazio e Inter , può servire a dare geometria alla squadra .

STURARO 7 Parte male, falloso e disordinato. Con il passare dei minuti trova la posizione in campo ed è il primo a creare un serio pericolo alla porta degli inglesi. Nel finale sicuro di se diventa un incontrista e ferma più volte gli attacchi avversari.

CUADRADO 7,5 E’ senz’altro la spina nel fianco nella difesa del Manchester City. Con la sua vivacità e la sua padronanza nel controllo del pallone, tranne quando vuole fare il giocoliere, mette in difficoltà gli inglesi sia quando attacca , ma anche in fase difensiva dove va a rincorrere un po’ tutti quelli che si presentano dalle sue parti. Potrebbe essere lui l’uomo della svolta tecnico-tattica , una freccia in più nell’arco del Mister.

MANDZUKIC 6,5 Corre e lotta finchè i crampi non lo costringono ad uscire. Palloni giocabili ne vede pochi ed è protagonista in negativo della rete annullata, nella fase iniziale ,a Pogba per un fuorigioco in cui cercando di intervenire diventa da passivo ad attivo. Sfrutta da grande bomber l’unica occasione giocabile girando in rete una palla che Pogba telecomanda in area e su cui con tempismo il nostro attaccante si avventa .

MORATA 6,5 Anche Morata esce stravolto dal campo , dopo aver corso e rincorso per tutta la partita. A differenza di Mandzukic arretrando maggiormente , dispone di un maggior numero di palloni giocabili , che sovente spreca per troppa frenesia . Segna un gran goal che ricorda quello segnato a Palermo lo scorso campionato.

DYBALA n.g. Entra nella fase finale in cui importante è tenere la palla lontano dalla nostra area .

BARZAGLI n.g. Allegri lo butta nella mischia nei minuti finali in concomitanza dell’ingresso in campo del Kun Aguero , per aumentare la forza difensiva della Juventus.

ALLEGRI 7,5 Io stesso avevo definito demenziale , nel senso di troppo rischioso, lo schieramento della Juventus scelto dal Mister per questa partita. Avevo sottolineato , in questa mia esternazione, che se le punte non avessero fatto i primi difensori con un centrocampo senza veri interdittori la difesa avrebbe sofferto molto. Invece ricordando la Juventus di Lippi, in cui Ravanelli e Vialli erano due difensori aggiunti, chiedendo a Mandzukic e Morata un lavoro di contrasto davanti alla difesa avversaria, il Manchester City è stato molto meno efficace di come lo si poteva immaginare. Come già lo scorso anno , se un mio pensiero è sbagliato lo correggo e chiedo venia, ribadendo ancora una volta che soltanto i cretini non cambiano mai opinione. Ora non bisogna pensare che con ieri sera tutto sia andato a posto , il gioco ha latitato perché specialmente nel primo tempo si è vista una squadra brutta che si difendeva con i denti, salvata dalle parate di Buffon a testimonianza di come gli episodi indirizzino una partita. Nel secondo tempo , la Juventus ha preso fiducia e si è distesa maggiormente nella metà campo avversaria . La goccia che ha dato la scossa è stata la segnatura degli inglesi, a quel punto cuore e orgoglio sono emersi prepotentemente sui giocatori che in pochi minuti hanno ribaltato il risultato , poi difeso senza difficoltà. Credo che per il Mister le prossime tre gare di campionato potranno essere decisive . A Genova contro i rossoblu, in casa contro il Frosinone e a Napoli la domenica successiva si potrà capire se la Juventus avrà ritrovato la consapevolezza della sua forza, per rincorrere il quinto scudetto e per essere competitiva in campo Europeo.

ARBITRO 5 Direzione di gara macchiata dal grave errore sul goal del Manchester City. Per il resto arbitra bene , lasciando giocare una partita nel complesso corretta.

Presentazione Manchester City – Juventus

index

 

Articolo di Silvio Mia

 

Comincia martedì l’avventura bianconera in Champions League. La Juventus è stata inserita in un girone molto duro e dovrà sfidare per ottenere la qualificazione agli ottavi di finale il Manchester City , il Siviglia detentore dell’Europa League e il Borussia Monchengladbach. Visto il momento la preoccupazione per un esordio così difficile è tanta, perché andare a sfidare la corazzata Manchester City capolista a punteggio pieno della Premier League fa venire i brividi. Non mi pare il caso di ricordare , per ovvii motivi, che la Juventus è vice campione d’Europa in carica, perché quella squadra , da quanto si è visto in questo inizio di stagione è solo più un bel ricordo da custodire nel cassetto. Leggo ora che probabilmente Marchisio non sarà della partita per un altro infortunio muscolare la cui gravità si sta valutando in queste ore , ma il Principino visto ieri sera è la pallida controfigura di quel giocatore che con i suoi inserimenti, le sue verticalizzazioni e la sua sagacia tattica dava alla squadra quel di più a centrocampo . Allegri , secondo il mio parere, tornerà sul 3-5-2 , un modulo più difensivo per arginare la forza degli inglesi , a cui forse mancherà il Kun Aguero anche lui infortunato per un colpo a un ginocchio , oltre a qualche altra assenza difensiva paventata nei giorni scorsi . Io penso che anche un Manchester City un po’ rimaneggiato possa mettere in difficoltà una Juventus che sembra il fantasma di se stessa. Speriamo , magari potrà bastare un risultato, una prestazione convincente per ridare ai giocatori quella voglia , quella fame che in questo misero inizio di stagione sembrano avere dimenticato. Un ‘annata che è partita come peggio non si potesse pensare , un inizio di stagione in cui sbandierando la rivoluzione necessaria per ringiovanire la squadra , ha fatto perdere alla stessa un’identità ben precisa che si era costruita negli anni precedenti che le ha permesso di vincere tutto ciò che sappiamo. Altro da dire non ho perché anche io sono, come tifoso, in stato confusionale e quindi oltre alla fiducia che in questi casi bisogna saper scovare negli angoli più nascosti , la speranza che questi ragazzi e questo allenatore riescano ad uscire da un tunnel che per ora non li ha ancora inghiottiti.

 

Calciomercato. Aspettando l’effetto domino.

Mai come quest’anno il calciomercato internazionale (ma anche italiano) è stantio. Eccetto il ricchissimo Paris San Germain, che si è mosso in maniera significativa con gli acquisti di Ibrahimovic e Thiago Motta su tutti e che pare lanciato verso una facile vittoria della Ligue 1, tutte le grandi d’Europa aspettano di cogliere l’occasione propizia per mettere a segno i colpi adeguati. Pochi hanno la disponibilità economica necessaria per operazioni onerose. In Spagna le due grandi Real e Barcellona hanno concluso un colpo per parte con Modric (dato ormai per certo) e Jordi Alba (quest’ultimo già ufficializzato). Difficilmente la vincente non uscirà fra questi due club; quale delle due è un vero rebus, visto che il Barcellona avrà un nuovo allenatore e il Real dovrà fare necessariamente un po’ di ordine nel proprio parco giocatori. Kaka (ma non solo) è sul piede di partenza con il Milan alla finestra pronto ad attenderlo. Qualche speranza pure per la Juventus su Higuain, ma la situazione di questo giocatore appare più complicata. Chi
ama scommettere sul calcio spagnolo dovrà sicuramente tenere conto di tutte queste variabili.
La situazione appare invece più equilibrata in Premier League. Infatti nonostante Arsen Wenger, abbia dichiarato a più riprese la volontà di trattenere Robin Van Persie, la partenza dell’olandese sembra a questo punto abbastanza scontata. Se non altro perchè i Gunners hanno già comprato due attaccanti, Podolski e Giraud per supplire alla cessione del proprio capitano. Evidentemente è solo una questione di prezzo e di tempo. La situazione è infatti in piena fase di definizione dopo i due acquisti dell’Arsenal appena menzionati e il gran colpo Hazard da parte del Chelsea. Sarà probabilmente Van Persie l’ ago della bilancia e la variabile del tutto. L’affare potrebbe fornire il tassello mancante al Manchester United di Ferguson, che per ora non ha ancora effettuato grandi colpi, oppure rafforzare le speranze del Manchester City di conquistare un trofeo continentale, con l’aggiunta delle doti uniche del ventottenne olandese ad un attacco già stratosferico con i vari Balotelli, Silva, Aguero, Tevez e Dzeko. Le quote sulla vincente della Premier League oggi riflettono sicuramente lo strapotere offensivo di questo Manchester City. Tuttavia l’approdo di Van Persie al City potrebbe risultare particolarmente sgradito ad uno o più degli attaccanti a disposizione di Mancini, tanto da indurlo a fare le valige, destinazione: Italia. Milan e Juventus ad esempio sono alla finestra per Dzeko. Oppure sarà lo stesso Van Persie ad arrivare nel bel paese? Siamo tutti in attesa della prima mossa da parte di qualcuno. La mossa che possa scatenare l’effetto domino.

Alessandro Magno

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web