ricchiuti2

1 – La nazionale di Prandelli.

è uno spot etico che risente della scarsa personalità del suo allenatore. prandelli è uno che ha iniziato a farsi notare con il caso umano della moglie e ha il complesso di doversi far notare da quando stava in panchina già come giocatore. non avendo idee copia di volta in volta la squadra del momento e per compensare la butta su cose extra tecniche. è l’ultima persona che potrebbe fare del bene al nostro sport proprio perché è una persona genericamente onesta. i migliori papi, quelli che hanno stroncato la corruzione, erano proprio quelli che il papato se l’erano comprato. debellarono la corruzione proprio perché sia la conoscevano e praticavano bene. e sia per evitare che gli altri li fregassero con gli stessi mezzi.

2 – Il panorama web Juventino.

“il potente web juventino” è una definizione di narducci, data la sera della sentenza dell’8 novembre al povero discreti. è una definizione a fronte di risultati pratici praticamente nulli data ai vinti dai vincitori. quindi per il 5 % è un educato chissenefrega e per il 95 % una presa per il culo. il web juventino a volte ricorda l’ambiente dei fascisti alla fine degli anni ’70. umanamente un po’ di tutto. dal politico al terrorista. la sensazione giusta di sentirsi in un ghetto, l’”insultare uno juventino non è reato”. persino i tentativi di far ragionare l’avversario su un minimo di basi comuni. partiti per fare la rivoluzione o per i più realisti vendicare gli amici, finirono con lo spararsi addosso. o andare al governo.

3 – Del Piero atto finale.

del piero chi. ormai è trapassato remoto. e non ha importanza quanto ci manchi o come sia stata gestita male la sua situazione. liquidato in una pausa caffè di un consiglio d’amministrazione, oggi juve spa con lui fa come veltroni con berluskoni nel 2008: non lo nomina neanche più. lo chiama il “predecessore”. solo che veltroni quelle elezioni le ha perse. ma tanto è solo questione di tempo. lo dico sempre a mia moglie. faccio parte di una cosa, la Juventus, che può fare a meno di tutti. compreso me.

  1. altra ripassata di enzo. 😀

    1- sono abbastanza d’accordo. Prandelli purtroppo per lui e’ un perdente di successo.

    2 – siamo una forza anche se in un mondo virtuale ma lo siamo.

    3 – c’e’ mi pare una sorta d’invidia di agnelli nei confronti di del piero, mi dispiace perche’ secondo me un presidente non dovrebbe mai esser geloso del successo dei suoi giocatori. Suo zio e suo padre non lo furono di zidane di platini o sivori o baggio o dello stesso del piero. non cambiava nulla se lo chiamava per nome non averlo nominato e’ una piccola…..bassezza che un presidente poteva risparmiarsi. In fondo agnelli ha gia’ vinto….lo ha mandato via cosa vuole di piu’ cancellarlo dalla storia? …..suvvia e’ impossibile.

  2. volevamo uno che “menasse” e chi meglio di enzo ricchiuti……..finche’ non ci arrestano 😀

    1- Purtroppo per prandelli non si puo dire che sia un vincente tuttavia credo che con questa squadra abbia fatto un miracolo ad arrivare secondo. Non ho condiviso la scelta di cassano balottelli per motivi che non sto qui a spiegare per non dilungarmi con me non sarebbero stati titolari nessuno dei due.
    Sulla sconfitta 4-0 la stampa e’ stata particolarmente bastarda. Perdemmo una finale di un mondiale contro la squadra piu’ forte del momento per 4-1 e non mi pare ci furono tutte queste critiche.

    2 – credo che sul web siamo forti davvero …siam partiti effettivamente come dei carbonari……se poi andiamo al governo non lo so….chissa’.

    3 – del piero e’ del piero. paiccia o no e’ un istituzione come platini e sivori. Spero agnelli un giorno ricucia con lui perche’ sarebbe davvero assurdo un del piero non nella juve in futuro.

  3. mamma mia certe risposte (tipo la 2) sarebbero da raccogliere e conservare.
    Alessandro Magno hai mai pensato di raccoglierle tutte in un libro?
    Complimenti davvero.

    Allora

    1- e’ vero che prandelli non e’ stato fino ad ora un vincente ma direi sono anche i casi della vita da giocatore s’e’ trovato davanti tardelli da allenatore poteva diventar piu volte il mister della juve ed e’ sempre saltata va anche un poco a fortuna. Sicuramente e’ una brava persona ed oggi e’ raro.

    2 – stracondivido tutto. Insultare uno juventino non e’ reato.

    3 – sono con alemagno .
    Anche se ho cpapito che agnelli e del piero non si amano. Devono per forza ricuire. Per il bene della juve. Anche sivori fu mandato via ma poi fu riaccolto a casa,

  4. :mrgreen: ciao giuseppe e’ un idea mi piacerebbe fare un libro con enzo e modestia a parte penso che a lui piacciano le domande che gli faccio e quindi penso lo farebbe.
    Abbiamo pero’ un grosso problema. sia io che lui non abbiamo santi in paradiso e non so se troveremmo poi un editore………
    Chissa’ se enzo risponde vediamo lui che ne pensa

  5. grande come sempre.

    1 – la fortuna spesso nella vita incide parecchio. La spagna ha fatto una semifinale pessima e fabregas ha segnato il rigore decisivo sbagliando il tiro. 2 cm e ciao spagna.

    2 – insultare uno juventino non e’ reato ma sempre dietro una tastiera o in tv o roba cosi altrimenti si prendono dei bei schiaffi dagli juventini.

    3 – del piero e’ del piero io di te non mi stanco sono sempre al tuo fianco.
    I giocatori invecchiano e passano ma quello che han fatto e vinto resta.

  6. Pero’ raga la buona sorte è amica del ”vincente”. Mai visto in vita mia un vincente sfigato. 😈

  7. grande Enzo :)))

  8. grande Ricchiuti mi piace leggerti…

  9. un libro io e benedetto ? considerando che lui è un noto appassionato di ciclismo, un giorno scriveremo insieme un libercolo sulle crisi di fame di gianbattista baronchelli sul mont ventoux.
    due ruote a parte, lui è come springsteen. anni di gavetta e poi magari fa born in the usa e riempie gli stadi.
    io non sono nessuno e il meglio è passato.

  10. a io di ciclismo ne capisco una cifra …….ma dai che dici.

    Io Bartali e tu Coppi e quale passato e passato…… ti sto solo passando la borraccia sulla salita…….ma e’ solo una salita frate’ niente di piu’ di una salita 😉

    Ps. Ma era bartali che la passava a coppi o viceversa…….cazzarola non me lo ricordo. …..

  11. mamma mia enzo come sei cattivo :mrgreen:

    1 – di prandelli non me ne fotte proprio ma comunque non è un vicnente. infatti fino ad oggi non ha vinto nulla.

    2 – secondo me il web juventino esiste e questo ( e altri) blog ne sono una prova.

    3 – sinceramente non ho capito se dal punto di vista di ricchiuti il non aver bisogno di nessuno è una critica o un elogio. Io penso la seconda perchè la juve quella forte non ha mai avuto bisogno di nessuno per esser forte. Cioè tutti utili nessuno indispensabile, ho capito bene?

    alemagno di ciclismo davvero non ne capisci molto, se non è un errore voluto è coppi che passal a borraccia a bartali in quella famosissima foto 😆

  12. Alessandro Magno

    no no….. la foto la conosco …non me la ricordavo bene , ma proprio perchè non sono esperto di ciclismo ( mentre enzo si) che mi prende in giro 😉

  13. belle risposte di Enzo… e, crepi l’avarizia, altrettanto stimolanti domande-argomenti di Benedetto, diamogli atto!!! 🙂
    1) dato che in Italia siamo 60 milioni di allenatori, mi limito a un pensiero sul carattere di prandelli: penso che per essere eticamente puri a questo mondo, e in particolare quello del calcio, uno debba essere molto deciso, coerente, convinto al limite del cinico.. tutte qualità che prandelli non ha, e ne ha dato ampie dimostrazioni fin dalle convocazioni. come detto la parte tecnica meriterebbe un discorso a parte, ma sarebbe comunque un discorso soggettivo..
    2) juventini sul web… come nella realtà… potremmo essere fortissimi, quasi inattaccabili tutti assieme, invece ci si perde in lotte intestine opinabili, dando l’impressione anche all’ambiente esterno che tutto è verso di noi permesso… e il primo segnale di divisione e causa di conflitti è la stessa juventus con il settore di relazioni esterne… siamo molto autolesionisti e incazzosi, un bruttto mix..
    3)capitolo del piero: d’accordo che è “trapassato remoto” sul campo, che fagocita gli eroi del presente per la promessa di campione del domani.. ma uno come lui potrebbe essere il futuro prossimo e anteriore della nostra società, a quel punto davvero trait d’union come è stato boniperti, e procedo nella speranza che gli sia concesso il massimo onore, ovvero tra tanti anni sedersi sulla panchina dello stadio, al centro di una folla adorante, di fianco a qualcuno che avrà percorso il suo stesso cammino, fatto di fatica, sudore, cadute, vittorie e gloria.

  14. p.s. dopo lettura dei post in alto: non c’è niente di peggio che un fuoriclasse che si specchia nella autocommiserazione.. se uno è fuoriclasse lo è per sempre, ha le stimmate, è un predestinato… puo’ avere momenti di pausa, ma perchè il fuoriclasse deve essere stimolato, alle volte sfidato, per vedere il suo meglio… purtroppo per te enzo dalle tue uscite, dai commenti, dalle freddure traspaiono i segni di una penna sopra la media.. magari resterai di nicchia, perchè essere controcorrente non a prescindere ma con la propria intelligenza, non seguire la massa in maniera ovina, vende poco ed è poco popular, alle gente non piace pensare e soprattutto si sente difesa nelle proprie convinzioni grazie alla omologazione… ma spero ardentemente di essere in quella nicchia!

  15. fabrizio, fossi in te prima di sperare ardentemente mi accerterei prima di che tipo di nicchia si tratti.

  16. Alessandro Magno

    grande fabry , grazie dei complimenti e la tua disamina è sempre piacevole da leggere. enzo non lo ascoltare è un pessimista cosmico …….menomale che ci sono io che lo attenuo 😆

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web