Buon Natale a tutti.

Buon natale a tutti gli amici del Blog e alle loro famiglie da Cinzia e Benedetto … ed Eddy.

  1. E buon Natale a Voi.

    Luca

  2. È il dono di se’, in ogni forma, che fa del Natale una Festa.
    Auguri a tutti ! 🤗

  3. Buon Natale…. 🌲🎅🍾

  4. Buon natale 🎄

  5. Buone Feste a tutti.

  6. PRATICA-MENTE

    Se la Juve dovesse vincere questo settimo …
    Alla fine dovremmo ammettere che abbiamo avuto qlo…
    No, dico, e gli altri tifosi cosa ci diranno ?

    È Natale e voglio essere buono.

    • Nessun q.lo

      Siamo i più forti.

      Allegri dispone di due squadre che se giocassero entrambi arriverebbero una prima ed una seconda.

      Contro l’inter la panchina juve valeva 225mln l’inter in campo 150.

      Gli altri non debono e non possono dire nulla.

      Il 7° si deve vincere se no è una sconfitta e si è sbagliato qualcosa.

      Ciao.

  7. Capisco le critiche costruttive perchè questa è una squadra che puó aprire a mille dibattiti visto le capacità tecniche che puó mettere in campo. Ma parlare di fortuna no, non è proprio ammissibile. Dopotutto se andiamo a vedere i tabellini di ogni partita, la Juventus è quella che ha tirato di più in porta e non a caso è pure la squadra che ha segnato di più. Trovare sempre poi i peli nell’uovo mi sembra un esercizio fine a se stesso o per cercare la perfezione.

  8. FATTI, NON OPINIONI

    Siccome le chiacchiere stanno a zero e il Natale è finito, ripartiamo dai fatti incontestabili.
    L’uomo che preferì Van Bommel a Pirlo nel Milan davanti alla difesa, non riesce a trovare posto negli 11 al giocatore tecnicamente e potenzialmente più forte in rosa, nel nuovo modulo 4-3-3.
    Tre panchine consecutive attestano questo dato di fatto. Il “bambinetto” potrebbe tornare a giocare -chissà- domani in coppa Italia.

    Ancora: questa Juve, unanimemente considerata dagli addetti ai lavori, la squadra di gran lunga più dotata tecnicamente tra gli 11 e con una panchina da ben oltre un centinaio di milioni, è dietro il Napoli, nonostante -badate bene- abbia vinto lo scontro diretto al San Paolo.

    Fatti, non opinioni.

  9. Chi vince ha sempre ragione, Luigi. Non esiste il se ed il ma dopo un fatto che ti dice che Allegri ha vinto senza utilizzare Dybala. Può piacere o non piacere ma se dobbiamo parlare di fatti reali questi sono quelli reali, così come i 3 punti presi a Napoli con il goal del Pipita con una mano operata da qualche giorno. Se poi la Juve non vincerà questo ennesimo scudetto consecutivo, sarò il primo a cercare di capire il perchè, ma credo pure che Allegri sarà a quel punto pure messo già alla porta dalla società. Ti ricordo, ma solo per essere precisi che il Milan si disfò si di Pirlo, ma in un anno in cui in quella squadra lo stesso Pirlo passò più giornate in infermeria che in campo, ma ad ogni qualmodo in quel milan c’era pure ancora un certo Seedorf. Ad ogni qual modo non fu certo Allegri che disfò quella squadra, non dimentichiamoci che è già qualche anno che Berlusconi ha deciso di rientrare finanziariamente.

  10. x luca 967

    – guardiola (e non IO) dopo napoli-city: e’ impensabile che una squadra possa tenere il pallino in mano per 90 minuti…eppure qui leggo “da tutti” quel non si possono concedere 10 minuti alla roma…quello che state chiedendo (chiedere comunque lecito ma rispondere e’ cortesia) e’ un calcio che esiste solo nelle favole…la roma 8 volte a torino 8 sconfitte…fatti e non opinioni..e parliamo della roma e non del benevento.

    – anche da alessandro ti sei beccato “qualche beccata” ma almeno tu sei coerente nel tuo “lotta continua anti allegri”.

    – quelli che qui difendono allegri lo fanno solo perche’ continua a vincere ma non per i suoi esagerati meriti (squadra che sembra messa in campo con il computer, motivazioni sempre a 1.000)…..ma tranquillo i fautori dell'”ora pro allegri” se potessero avere il pulsante “via allegri” dopo due pareggi quel pulsante lo cliccherebbero sicuramente

    – te lo ripeto: qui state chiedendo un calcio che esiste solo nelle favole, un calcio teorico da play station…la sfortuna dei non juventini e’ che voi comunque una favola incredibile la state vivendo…la vostra sfixa e’ che non lo sapete.

    – con i tuoi numeri sul valore della rosa per la juve la semifinale di champions e’ un traguardo matematicamente impossibile…quindi se dovesse succedere non potreste dare la colpa ad allegri…
    vedremo…ma ormai vi conosco meglio delle mie tasche…hahaha

    un saluto

    ps. cina o italia??’

    • Claudio…

      Italia, prossima “vacanza” in Cina a fine gennaio poi avnti ed indietro fino a luglio/agosto.

      Il calcio di Allegri è da televideo.

      Se non guardi la partita ti diverti di più. Vincono i numeri e per quelli bastano 4 tabelle e la domenica al cinema con la moglie.

      Perdonami ma da amante delle giocate dei dribbling e della poesia del calcio raccontata da Caminiti (non so se ricordi) preferisco altro e Dybala Costa Bernardeschi Marchisio in panca non si può guardare.

      Per il resto Allegri grande bastano i numeri a certificarlo.

      Io preferisco guardare un altro calcio.

      In Italia mi piace la Roma all’estero le solite, Real, Barça Bayern (con hikens è più divertente) City Liverpool, Arsenal…. Il mercato televisivo certifica questa tendenza.

      Facciamo a capirci e vedrai che tutto torna.

      Mi sono illuso che con una rosa da 540mln potessi vedere qualcosa di simile alle giocate della juve di Lippi o di Platini.
      Di giocarmela anche se non alla pari col Real (2a1 ci sta 3 a 0 in finale in quel modo no. Perdonami)
      Mi sono illuso e per me parla la delusione di veder tutto ridotto ad un catenaccio scientifico, ad un limitare e mai proporre)

      Qualcosa di simile alla F1 degli ingegneri. (e sono un tecnico pensa).

      Ciao.

      • Aggiungo.

        Allegri con il 22% di finali di coppa vinte è tra i tecnici della Juve in questa speciale classifica è buon ultimo tra i tecnici che hanno allenato la juve.

        Tutti gli altri hanno fatto meglio.

        Tra quelli che una finale almeno l’hanno raggiunta.

        Ciao.

    • Andrea (the original)

      Ricapitolando: chi critica Allegri non sa cosa voglia, chi lo difende lo fa per opportunismo, gli juventini restano comunque una razza unica.
      Ora, io non so perché ti permettano ancora di scrivere e sparare a palle incatenate senza un minimo di logica sulla tifoseria che è anima di questo blog ma resta che leggere i tuoi deliri sarebbe uno spasso per chi si occupa di TSO.
      Magari prima o poi inizierà a scrivere qualcuno di quel ramo.

  11. juventus (probabile) 7° scudetto consecutivo…..coppa italia (quasi) champions vediamo chi riuscira’ a farla fuori

    juventus (questa): la migliore al mondo nei secoli per risultati …e (PURTROPPO) non e’ che e’ finita con il 2017/18

    i suoi tifoi: tutti i blog dicono che sono i piu’ viziati al mondo, quelli che parlano di un calcio che esiste solo nelle favole (tutto il buono e’ dato per scontato, criticano qual poco che e’ criticabile) ….ma quando vivi nelle favole non sei lucido nella testa…perdonati con augurio di qualche 7° posto…..poi capiranno…

  12. “Se non guardi la partita ti diverti di più. Vincono i numeri e per quelli bastano 4 tabelle e la domenica al cinema con la moglie.”

    Infatti, Luca, guardare la Juve per passione (consultare bene il significato)da tifo è un conto, guardarla per gustare calcio è … letteralmente impossibile.
    Ci si era illusi che con una marea di giocatori tecnicamente dotati, con ali che gli altri allenatori se le sognano, si potesse vedere un gioco del calcio piacevolmente manovrato, invece siamo al lancio del portiere per le spizzate di testa del Manzo (che infatti gioca anche con 13 punti di sutura). Per il resto noi ruminiamo un calcio orizzontale aspettando l’azione del singolo giocatore.
    Per poi chiuderci a doppia mandata nella nostra metà campo quando va bene, o nella nostra area quando finisce la benzina.
    Tutto ciò in attesa di un’altra azione del singolo quando capita (leggi la ripartenza di Pianjc nel finale contro la Roma).
    Ma come dici giustamente tu, per vedere tre-quattro azioni a partita bastano ovviamente gli highlights, ecco lì si vede un’altra Juve. la Juve dei 5 minuti a partita.
    Uno spettatore disinteressato preferisce ovviamente quelli invece di spaccarsi le mascelle davanti alla tv per 2 ore.

    Ciao.

    • Mah.

      Non la metterei giù così, infatti agki amanti del alcio all’italiana questa juve piace da matti.
      Da Agroppi per ginire a Capello sono solo elogi.
      Se poi metti il 10 in panchina rendendo omaggio achi mise in panchina Baggio o Alex capirai che il riconoscimento ed il tripudio al difensivismo tocca vette altissime.

      Aspettando i prossimi tre gol presi da una squadra spagnola….

      Ciao.

      • E come la vorresti mettere Luca … perché è proprio questo il punto !
        Gli omaggi degli Agroppi, valgono zero … Quelli di Capello 0,5, visto che con una corazzata era regolarmente eliminato in Europa dalle squadre inglesi.
        I numeri 10, regolarmente in panchina nel calcio all’italiana, depongono per un calcio speculativo regolarmente mazziato dal gioco spagnolo, dalla nazionale in giù, come da tuo epilogo.

        Ciao.

        PS A me pare che la Juve non faccia calcio all’italiana, ma semplicemente speculativo. Con Costa, Bernardeschi e Dybala in panchina il calcio all’italiana è inattuabile. Perché a mia memoria esso prevede il contropiede. Ti sembra questa una Juve attrezzata in campo per in contropiede ? Quante volte in una partita il povero Higuain riparte palla al piede e poi è costretto a smistarla indietro !? 😥

    • Nelle feste, mi riguardo le partite della Juve…. fatelo vi migliora l’intendimento, ma non è istantaneo, deve lievitare… tu Claudio no, altrimenti mi diventi Juventino…
      Napoli Juve, Allegri sceglie Costa, Dybala e Gonzalo, facciamo una partita difensiva, loro tre confezionano il goal in un bellissimo contropiede – Allegri 10 – Sarri 8 – Il Napoli dopo di noi una sconfitta ed un pareggio.
      Juve – Inter, Allegri sceglie Cuadrado, Mario e Gonzalo, Inter tosta, ma poco incisiva, creiamo occasioni sull’asse Cuadrado – Manzu, ma la palla non entra – Allegri 10 – Spalletti 9.
      L’Inter dopo di noi, un passaggio ai rigori con il pordenone… e due sconfitte.
      Juve – Roma, Allegri sceglie nuovamente Cuadrado, Mario e Gonzalo, Mario offre 3 assist di PIEDE…, partita dove possiamo segnare il due a zero, ma nel finale regaliamo tre occasioni da goal alla Roma – Allegri 10 – Difra 9,5.
      Roma dopo di noi, vedremo.
      L’unica preoccupazione, calcistica, è il finale con la Roma… spero sia occasionale.
      Una volta Camoranesi ha detto che la Juve 2004 – 2006 vinceva le partite nel tunnel degli spogliatoi, la stessa cosa ha detto recentemente Ibra, era un mix di personalità e prestanza fisica che intimoriva gli avversari.
      Questa Juve vince le partite sul campo…, perchè superiore fisicamente, tecnicamente e tatticamente, ma il segreto è crescere durante la stagione…. non si deve partire a razzo e non si devono avere alti e bassi.. e la fase difensiva deve essere quasi perfetta.
      Non vedere la crescita della squadra e la crescita di alcuni singoli… bho… che ci posso fare…
      Infine Claudio ti sbagli, il calcio nella favole non c’è, e solamente calcio, per questo di difficile comprensione.

      • Ivano.

        In realtà la juve che vinceva nel corridoio ha vinto meno di questa ed in coppa solo figuracce, non solo in Champion ma anche in coppa italia.

        Quelle due stagioni me le ricordo bene andavo allo stadio tutte le domeniche ed anche in coppa. Non feci l’abbonamento per l’anno successivo dopo 14 anni.

        Qualche giorno dopo calciopoli colpì duro ma questa è un’altra storia.

        La storia vera è che la coppa giocando in difesa non la vinci. E se Dybala o DelPiero o Baggio non trovano posto l’allenatore ha dei problemi.

        Questa Juve dopo l’allegrata con il 433 non riesce a sviluppare gioco per vie centrali riducendo di molto le possibilità di contropiede. Cosa che giocando in difesa è da suicidio tattico.

        Non so, vedremo nel proseguio spero solo di non subire l’ennesima goleada contro una spagnola in coppa.

        Ciao.

      • Ivano perdonami. l’unica cosa che si capisce dal tuo post è che portiamo jella !! :mrgreen:
        Tutte le squadre che ci incontrano, dopo sono costrette a grattarsi la rogna di sconfitte in serie ! ahahahahah
        Pure il Napoli, poveretto, pur avendo perso con noi e -come dici tu- continuando a perdere dopo, è … a tutt’oggi in testa alla classifica. Mamma mia.
        Boh, sarà che forse la matematica, mica cotiche!, non è tanto d’accordo col tuo panegirico.

        Noi abbiamo tolto il meglio alla Roma e un fuoriclasse al Napoli, ma -come dici tu- stiamo crescendo, mica possiamo essere primi come le migliori squadre in Premier, in Liga e in Bundesliga (avanti con distacchi siderali). Stiamo crescendo talmente bene che non riusciamo a trovare un posto negli 11 a Dybala, mica a Maccarone !!

        Buone feste, dai.

  13. E se fosse ….. Catenaccio?

    Luigi prendo spunto ed aghiungo

    Non mi ricordo il catenaccio di Rocco provo perciò ad immaginare.

    Buffon non si discute
    Benatià terzino destro, cioè marcatore sulla seconda punta.
    Chiellini marcatore sulla prima.
    Barzagli libero
    AlexSandro fluidificante

    Fino a qui….

    Poi

    Pjanic centromediano che lancia

    Matuidì medianaccio

    Marchisio mezz’ala di lotta e di governo.

    Cuadrado/Costa tornante

    Higuain punta

    Dybala 10 primo ad essere sostituito.

    Metti Manzo al posto di Dybala e ci siamo.

    O mi sbaglio?

    Si perchè la difesa è più o meno quella.
    Marchisio al posto di Khedira è questione di forma.

    Cuadrado è il suo e Pjanic invece ha il lancio lungo.

    Il 10 serve per lanciare la punta ed avere un riferimento in uscita se no il contropiede non lo fai.

    Anche qui l’acciuga ci vede poco con manzo al posto di Dybala.

    Hai ragione manco catenaccio è solo anticalcio teso ad annullare tatticamente l’avversario.

    Ciao.

    • Ma certo Luca.
      Il calcio acciughiano è una resistenza passiva al calcio che giocano gli altri.
      Non a caso -supremo ossimoro- le nostre ali passano la maggior parte del tempo-partita, a marcare i terzini avversari !

      E, appunto, senza un numero 10, i contropiedi abortiscono sulla linea centrale del campo. Perché oltre quella linea non c’è uno straccio di giocatore a cui dare la palla (citofonare Higuain).
      Ergo, a proposito di numeri : Icardi 17 gol, Higuain 9, come un Pacione qualsiasi … Mentre il nostro miglior marcatore applaude i compagni dalla panchina.

  14. Giuseppe Però (Svizzera)

    Da terra Elvetica, a voi tutti, ai vostri cari, alla nostra JUVE:
    AUGURO un gioioso e sereno imminente 2018!

    Da oltre San Gottardo:
    Giuseppe Però

  15. LA LETTERINA DI NATALE DI AURELIO

    “Insieme con Sarri, maestro di calcio, e col nostro splendido gruppo vogliamo proseguire su questo cammino per raggiungere e regalare a voi tifosi le più nobili e alte soddisfazioni umane e sportive”, e ancora “il mio impegno e il mio lavoro sono e saranno sempre costanti per far sì che si possano coronare i nostri sogni”.
    È un augurio natalizio con sogno-scudetto, quello di Aurelio De Laurentiis, che oggi ha scritto una lettera aperta ai tifosi sul sito web del Napoli.
    “Abbiamo trascorso – spiega il presidente azzurro – un anno bellissimo insieme, ricco di soddisfazioni, bel gioco ed emozioni. Il 2017 è stato un anno solare che ci ha visti protagonisti di un record straordinario di punti e di una sequenza di risultati che hanno portato la nostra squadra a essere tra le più ammirate in Italia e in Europa”.

    Pensa un po’ come staranno a sbrodolare gli juventini, quelli che non capiscono una sega, dopo che hanno vinto scudetto, Coppa Italia e Vice Campioni d’Europa.

    Gli altri, invece pensano ad applaudire solo al “napule” primo in classifica (Goal in fuorigioco contro la Samp…e tutti zitti)…qualche settimana fa era l’inter…ora invece il suo capitano re del goal… ancor prima che finisce il girone di andata… un po’ come Capelli Unti.

    Buona fine…

  16. CLAUDIO PELLECCHIA
    Il 2017 della Juventus

    Un anno è lungo da raccontare. E per quanto nel calcio possa essere comunque molto più facile, riconducendo (anzi, riducendo) tutto al concetto di “chi ha vinto cosa”, è sempre meglio procedere analiticamente attraverso l’utilizzo di parole (e/o concetti) chiave. Magari una per ogni lettera dell’alfabeto, senza pretesta di esaustività, completezza o oggettività: perché in fondo ognuno di noi ha il suo alfabeto personale. Rigorosamente in bianco e nero.
    A come Allegri – La sensazione è che si sia all’ultimo giro di giostra, al netto di rinnovi, simpatie, antipatie e vedovanze assortite. Uno degli allenatori più vincenti e divisivi della storia della Juventus. Sarà un record anche questo.
    B come Buffon – A proposito di ultimi giri di giostra. Niente per cui servano parole.

    C come Cardiff – Ha fatto male. Fa male. Farà male, almeno per un altro po’. Inutile girarci intorno.
    D come Dybala – E come dieci. Diez nella sua lingua madre. Alti e bassi, luci e ombre, genio e sregolatezza, rispettando la mistica di quel numero. Per la continuità che lo separa ancora dai grandissimi ci stiamo lavorando. La speranza è quello di vederlo realizzarsi qui da (e con) noi, il realismo dice che potrebbe farlo altrove già dalla prossima estate.
    E come Equilibri – I nostri, quelli che stiamo faticosamente ritrovando. Quelli altrui, che qualcuno voleva spostare e che non devono interessarci più. Anche perché, alla miliardesima battuta in tal senso, uno ne avrebbe anche le scatole piene. Altrimenti inutile prendersela con i vari “Asensio 1-4 è finita”: il livello di disagio è quello lì.
    F come #FinoallaFine – Più di un semplice motto. Una filosofia, uno stile di vita, un modo di stare al mondo. L’unico che conosciamo.
    G come gioco – Quand’è che una squadra gioca bene? Semplicemente quando sfrutta al meglio le sue caratteristiche di base, per valori tecnici, tattici e di composizione della rosa. Null’altro. La Juventus lo fa? Non sempre, tendendo, anzi, all’estremizzazione del concetto di gestione nelle sue mille sfumature. Questo è il problema, non che non si riesca a replicare i modelli elogiati da una stampa che scrive e ragiona unicamente per luoghi comuni e frasi fatte.
    H come Higuain – 44 gol in 79 presenze, in un rollercoaster costante dal punto di vista fisico e con non poche difficoltà ad adattarsi ad un sistema in cui non è il centro di gravità permanente. In un ipotetico iperuranio in cui è sempre in forma e la squadra è in grado di servirlo a dovere, siamo nell’ordine dei due gol a partita. Di media.

    I come Inferno – Quello di Piazza San Carlo. Che ho avuto la sfortuna di vivere. E la fortuna di poter raccontare.
    J come Juventus (e come nuovo logo) – “Mi emoziono anche quando vedo la lettera J sul giornale”. E magari su tutta una serie di prodotti in giro per il mondo. Nell’ennesima e riuscita fusione tra antico e moderno.
    K come Kiev – L’illusione, la follia, la speranza, il sogno, l’incubo.
    L come Luoghi Comuni – Quelli tirati fuori, a comando, quando si prova a far notare che forse non tutto va bene. E “cambiate squadra”. E “vi meritate Cobolli”. E “tifate Inda” (non Inter, Inda, perché bisogna adeguarsi all’analfabetismo funzionale del web). E “a maggio non salite sul carro”. E che palle.
    M come Marzo – Il mese più atteso dell’anno.
    N come Nerd – Detti anche, in un’accezione totalmente dispregiativa, “Capiscers”. Quelli che provano a far capire al resto del mondo che il calcio non è solo polemiche arbitrali, sfottò da terza elementare, “palo-dentro campione, palo-fuori coglione”. E che, nella sua splendida imprevedibilità, può essere anche prevedibile, in modo da adottare le (contro)mosse giuste. Non stupisce che vengano additati come il nuovo nemico da combattere dalla massa dedita alle gare di rutti: rientra perfettamente nella mediocrità del nostro tempo.
    O come “Osare di più” – Per alcuni il motivo retrostante alle sette finali perse. Una forzatura dialettica, o forse no: di certo le cinque che ho visto io si portano dietro più di qualche rimpianto.
    P come Pecoraro – Qualcuno sa spiegare come e perché sia ancora al suo posto? Siamo all’assurdo nel paese dell’assurdo per eccellenza.
    Q come Qualità – Ciò cui si deve tendere. Ciò che serve per vincere quel che tutti vogliamo vincere. Perché il calcio è cambiato. E la narrativa cuore, polmoni, lacrime e sangue farà presa sulle masse ma a certi livelli non basta più.
    R come Rosa – Ampia, completa, ricca, soprattutto dal centrocampo in su. Per questo da sfruttare (al) meglio. Perché dopo “la Juve di Marzo”, ci dovrà essere “la Juve di Maggio” che si presenti in condizioni decenti agli ultimissimi impegni. E tutti noi speriamo che ce ne sia ancora uno al quale presentarsi, stavolta, freschi e riposati grazie a rotazioni effettuate nei modi e nei tempi giusti.

    S come Supercoppe – Due, lasciate inopinatamente ad avversari ampiamente alla portata. Una, quella di Doha, che grida ancora vendetta.
    T come Triplete – Rivolgersi a Massimo Zampini.
    U come Uruguay – Zalayeta, Montero, Fonseca, Caceres, oggi Bentancur. I charrua ci vogliono bene. E noi ne vogliamo a loro. Nonostante O’Neill, “El Pollo” Olivera e “El Malaka” Martinez.

    V come Var – Potrebbe essere la miglior cosa capitata al calcio italiano negli ultimi anni. Se solo il calcio italiano non fosse il calcio italiano. Ovvero un contesto privo di qualsiasi cultura sportiva di base e, quindi, per nulla recettivo dei benefici derivanti dall’ausilio della tecnologia. Che, giova ricordarlo, è ancora in mano all’uomo. E come tutte le cose in mano all’uomo ha una certa percentuale di fallibilità. Per gli “arbitri robot” rivolgersi ad Asimov e ai fratelli Wachowski (quelli di Matrix). O a Raffaele Auriemma.
    W come (Juventus) Women – Il calcio è bellezza, la bellezza è (anche) donna. Quindi perché vi stupite?
    X come “la croce che dobbiamo mettere sulla Champions” – cit. di un Mike Fusco mai così pessimista.
    Y come Yaki – Soprannome di John Elkann. Il deus ex machina che agisce (o trama, secondo qualcuno) dietro le quinte. Si dice sia poco innamorato della Juventus e che la recente vicinanza al cugino Andrea sia stata dettata più dalle prospettiva di crescita del brand che da reale affetto. Il tempo dirà.
    Z come Zidane – Quanto ci ha fatto godere. Quanto ci ha fatto soffrire. Reinterpretando a modo suo quello strano rapporto tra divertimento e utilità e rivolgendocelo contro. L’unica volta, credo, in cui l’Avvocato proprio ragionissima non ha avuto. Succede anche ai più grandi.

    Buona fine…

  17. Andrea (the original)

    G e L li sento decisamente affini, nell’ambito di un pezzo in larga parte anche condivisibile.
    E non credo sia Allegri a dividere quanto proprio quella L.

  18. Lo prendiamo Spalletti?
    O ci teniamo Allegri?

  19. uno al nostro bar diceva che la juve gioca male, l’inter bene…..l’errore della juve? essersi fatta sfuggire spalletti…hanno chiamato quelli del tso…non l’hanno voluto…era troppo grave….e non sapevano di quello 0,1% …hahahahahah

    • andrea (the original)

      Hai paura che se mi menzioni ti buttino fuori? Sei coraggioso, un leone, oltre al solito mistificatore.
      Ripeto, non capisco perchè ti facciano ancora scrivere per denigrare una tifoseria scrivendo tutto e il suo contrario (chi critica Allegri non sa cosa voglia, chi lo difende è opportunista hai scritto..insomma che caxxo vuoi non si sa, se non rompere le scatole con la tua teoria sugli juventini brutti e cattivi) ma aspetto pazientemente.

  20. …ma nel proprio bar tutti possono parlare di calcio (nel proprio bar e’ permesso 😛 😛 )…anche i solo esperti di curling… 😛 😛 😛 😛

  21. Alessandro Magno

    claudio g Andrea (the original) vi invito a dei toni piu consoni a una discussione . se non vi piacete per cortesia ignoratevi. grazie

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia