Juventus-Bologna: migliori in campo Szczesny e Mc Kennie

Scritto da Cinzia Fresia

Quanto sanno essere irritanti le squadre da metà-bassa classifica esattamente come dei piranhas all’ora di cena e al limite della scorrettezza, ma i migliori restano sempre i portieri.
Il nostro amatissimo polacco ha parato tutto anche un presunto autogiol di Juan Cuadrado,  davvero grande .. ma anche l’altro polacco Skoruspsky  ha fatto del suo.
Una partita movimentata ..quasi una baraonda .. la Juventus si è comportata bene, agendo correttamente soprattutto in difesa rimanendo inviolata.
Finalmente  i gol arrivati da centro campo firmati Artur e Mc Kennie.
Sarà stato il trofeo o i quattro schiaffi presi dall’Inter, che pare ci sia stata una reazione in positivo, dico pare perché il calcio quest’anno è troppo imprevedibile perciò è meglio vivere alla giornata senza fare troppe previsioni e aspettative.

E’ importante la risalita verso la vetta della classifica ma in particolare la perdita  di punti delle ringalluzzite milanesi.
Il Bologna è entrato in campo molto aggressivo tirando calci ai bianconeri anziché al pallone, tanto da atterrare più giocatori, dopo diversi cartellini gialli l’arbitro mette un po’ d’ordine in campo, e le squadre iniziano ad attaccarsi vicendevolmente con entrambi i portieri che effettuano parate a più non posso fino all’ultimo minuto di recupero.
La Juventus ha avuto la meglio, sblocca la partita Artur e raddoppierà Mc Kennie, il texano è stato la vera super star del match e insieme a Cuadrado e Artur formano il centro campo della Juventus che funziona.
il Texano è forte, resistente e salta l’uomo ed è anche molto furbo,  riesce a trovarsi spesso al posto giusto al momento giusto, ed è così che Weston raddoppia con un gol di testa chiudendo definitivamente il risultato.
Possiamo giudicare la partita piuttosto buona  che la Juventus ha affrontato bene  nonostante   la stanchezza accumulata nelle ultime partite e un avversario pesante sotto tutti i punti di vista, tutto sommato persistono troppi gol falliti e momenti black out in cui la squadra  si mette a rischio.

Questo è accaduto all’inizio del secondo tempo, in cui il Bologna prende  il sopravvento diventando molto pericolosa, e non deve più succedere.
Anche se i cambi sono stati effettuati un po’ tardi hanno fatto comunque  effetto come l’ingresso di Morata, necessario per sopperire l’attacco, soprattutto in valorizzazione di Ronaldo. Non bene Bernardeschi,  sempre di più fuori contesto, idem Ramsey che perde in continuazione i contrasti.
Detto ciò la Juventus sale in quarta posizione e questo deve bastare.

 

  1. “GIULIETTA È ‘NA ZOCCOLA”
    (Cit)

    Diciannovesima favorevole alla Vecchia Signora…perdono tutte solo la riomma tiene il passo e una milanese non perdebma perderà il suo condottiero chissà per quante giornate…
    A meno ché non compensano con più giornate all’ordinamento e meno a lui.
    Il Napoli dopo la Supercoppa persa per caso oggi perde col Verona sempre per caso.

    Avanti adagio!

  2. Nonostante dopo la brutta sconfitta di Milano sembrava che la Juve fosse terzultima in classifica la classifica dice che la Juve con una partita in meno è quinta a sette punti dal Milan e 5 da quegli altri. Considerando che c è tutto il girone di ritorno forse era un po’ presto per il de profundis.

    • Melara81 hanno fatto una partita terribile.. .. e comunque il Bologna ha rotto le scatole anche troppo. I nostri soffrono tutti.. comunque bene così.. non hanno preso gol e almeno hanno fatto felice Pirlo.

  3. NON SI DOVEVA STECCARE

    Dopo la vittoria in Supercoppa di mercoledì, presi a pallate dal Napoli, l’ultima giornata del girone di andata nell’orario del “tra poco se magna”, ma con una partita in meno, parla americano.

    Un goal di testa, con giocate a tutto campo, tanti inserimenti, recuperi e soprattutto dialoghi in velocità con i compagni.

    McKennie, il centrocampista
    che mancava alla Juventus con queste caratteristiche da un po’ di tempo.
    I tiri della squadra 22, di cui alcuni potevano e dovevano essere concretizzati meglio, soprattutto in alcuni frangenti della gara.

    Nonostante ciò e in alcuni momenti di difficoltà della gara dei bianconeri, Bentancur, Arthur (un po’ meno nella ripresa forse frenato dal giallo preso) e McKennie, hanno retto l’urto anche di tanti falli commessi dai giocatori (?) bolognesi (rigore netto su Cuadrado non assegnato nemmeno con il var).

    Credo anche che con la protezione di McKennie e Arthur a sto punto, Benta potrebbe essere quel famoso centrale che tanto aspettavamo.
    Dico questo perché, pare, Arthur non gli piace di fare il playmaker( sue dichiarazioni pre-partita).

    Sarà questo l’assetto definitivo della titolarità di questi 3 uomini nelle gare che conteranno.

    Non si può anche oggi non citare il solito e determinato Cuadrado. Sempre attivo, grandi recuperi e soprattutto un motore sulla fascia inesauribile.

    Bravo a comandare la difesa anche Codice Fiscale…senza giri di parole dobbiamo migliorare l’assetto difensivo.
    Non si può subire così tanto contro il Bologna.
    Troppi tiri subiti e soprattutto troppa libertà in alcuni momenti della gara di alcuni giocatori del Bologna che arrivavano in porta molto facilmente.

    Sostituzioni dettate da come si gestiscono le forze di chi in campo e di chi deve entrare…Morata se fosse stato bene sarebbe entrato molto prima.

    Credo che se si gioca con la grinta la qualificazione per poter partecipare alla prossima Chsmpions non dovrebbe sfuggire, anche se le concorrenti sono agguerrite, vedi Roma e Napoli di gran lunga superiori alla Juve.
    Senza contare, ovviamente Gasperini.

    #finoallafine

  4. CUADRADO AL QUADRATO

    Juan Cuadrado è stato intervistato da Sky Sport. Ecco le sue parole.

    Stagione strana, dopo domenica sembrava quasi tutto finito, invece ora recuperati punti a Inter e Milan. Quanto la partita di oggi vi spinge a credere nella rimonta?

    “Abbiamo sempre creduto in quello che potevamo fare. Noi sapevamo che era difficile, io quando rivedo il passato, mi ricordo che ci sono stati dei momenti in cui avevamo anche dieci punti di svantaggio, la Juve nelle partite importanti ha fatto sempre vedere la sua forza e penso che sia nel nostro dna, quello di lottare fino alla fine, ancora di più adesso che siamo vicini ai primi posti lotteremo per essere lì. Dipende tutto da noi, cercheremo di giocare tutte le partite come se fossero una finale ed è questo l’atteggiamento che dobbiamo avere in ogni partita”.

    Sei guarito dal Covid, hai preso la macchina, sei andato a Reggio Emilia e hai fatto una grande partita. Oggi lo stesso.

    “Sono stato molto tranquillo con mia moglie, perchè anche lei lo ha avuto, pregavamo tantissimo per avere quella tranquillità, perchè ci sono tante persone che hanno perso la vita. Noi eravamo asintomatici, ma molto tranquilli. Poi a casa avevamo una palestra ben attrezzata e abbiamo fatto in modo di allenarci”.

    Hai provato in tutti i modi a segnare anche nella porta di Szczesny.

    “Sì, ho ringraziato Tek perchè veramente ha fatto un miracolo”.

    Buona serata

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia