Cosa non si fa per 5 minuti di popolarità


Scritto da Cinzia Fresia
Un derby compatibile con il quadro, abbiamo visto il solito film dal passare in vantaggio, farsi raggiungere .. rimontare e pareggiare in estremis.
Mentre sono in corso le polemiche da parte del Toro in merito a rigori non dati ecc. ecc. in fondo per i granata il pareggio è una mezza vittoria, al contrario per noi è una mezza sconfitta, ragioniamo su quanto accaduto nelle ultime ore, e mi riferisco all’episodio della famosa cena.

Dalla punizione inflitta si deduce che la Società non intenda vincere nulla.
Sospetto che la dirigenza abbia gli occhi foderati di prosciutto o troppo impegnati a chattare sullo smartphone, o in altre attività perché non è possibile che non si accorgano della realtà.

Considerata la situazione grave in cui versa il gruppo, lasciare fuori dei giocatori forti come Dybala e Mc Kennie è una scelta contro gli interessi della squadra.
Peraltro il tecnico deve spiegare per quale motivo ha messo Danilo, che è un teerzino a centro campo avendo la disponibilità del giovane Fagioli.
Comunque .. torniamo ai festaioli ..
Sicuramente l’atto va punito poiché i giocatori hanno violato le norme Covid e di conseguenza le regole comportamentali imposte dal regolamento interno della Juventus, ma la sospensione a tempo indeterminato va contro agli interessi della squadra.

Andrea Pirlo non si rende conto di quanto il suo gruppo sia carente quasi incapace di portare avanti un risultato, e proprio per questo che Il tecnico non può permettersi di fare a meno di nessuno.
Con questo non si vuole sminuire la trasgressione, ma va deciso cosa viene prima.
Quindi non è tempo per farne una questione di principio, per le punizioni c’è tempo.

Cosa è successo a Villa Mc Kennie non è chiaro, si sa solo che l’americano ha invitato chi scrive 10 chi scrive 20 amici a casa sua per una cena in pieno periodo Covid, dove questo genere di attività non è permessa per le normative anti contagio.
Forse l’ingenuo ragazzo ha pensato che l’Italia sia come il Texas dove i vicini si fanno i fatti loro. Non è così, in questo caso, il vicino di Villa non avendo nient’altro di meglio da fare, ha assunto le sembianze del “giustiziere della notte” chiamando i carabinieri.
Mi auguro che lo stesso preso da questa frenesia si renda utile alla comunità e si rechi in centro dove troverà un esercito di trasgressori senza mascherina da punire.
In ultimo il signore si è pure definito Juventino.

L’opinione pubblica è divisa ma la maggioranza condivide la presa di posizione dura.

Viviamo privazioni di libertà da due anni e il vedere un giovanotto super pagato che non rispetta le regole ha innescato un sentimento di rabbia incontenibile.

Detto ciò la “frittata” è fatta e tutta la colpa è ricaduta su Paulo Dybala con il quale pare ci sia rottura definitiva senza appello con la Società.

In effetti pare che per la Dirigenza determinate posizioni di apparenza siano la priorità.
La voce di un possibile ritorno di Lippi indica una Società prigioniera del passato e che non si vuole evolvere.

E tutto questo lo vediamo nelle partite, dove i giocatori messi a casaccio e spostati di posizione creino confusione.
In ultimo non convince Andrea Pirlo come allenatore, è troppo Zen e i ragazzi rimangono privi di soluzioni.

  1. LA SORPRESA NELL’OVO

    Ennesimo goal regalato agli avversari, consecutivamente è il quarto in altrettante partite consecutive…tralasciando gli altri goal delle altre partite dall’inizio dell’annata calcistica ma per gli amanti delle statistiche possono andare anche nell’annata precedente.

    Giocatori che “giocano” 25-30 minuti a partita…quando hanno voglia.
    Il resto sono solo passaggi con un giro palla lento(cose che fanno chi a pallone non sa giocare o che non sa dare del tu al pallone stesso) e con regali per tutti.

    La stagione è andata, ma almeno facessero vedere quanto meno un mimino di attenzione e voglia, invece vedo solo, tranne 2/3 degli undici in formazione che si impegnano, pigrizia ed errori che nemmeno in terza categoria si commettono.

    Al di là delle assenze, in formazione vedo ripetutamente giocatori fuori ruolo, come ad esempio le fasce invertite a Chiesa e Kulusevschi, giusto per dirne una.
    Ora se Danilo ti ha giocato bene in tutti i ruoli che gli hai fatto ricoprire non è detto che ti debba per forza di cose ripetere sempre la bella prestazione in una zona del campo che non è sua…vedi quella da centrocampista…eh ma l’altra volta lo ha fatto bene…

    Tra tre giorni si saprà tutto o si vedrà pure di peggio.

    Buona Pasqua

  2. PERDERE A TAVOLINO 45 ANNI FA

    Con i granata una rottura di palle… sempre.
    Perdere il derby sul campo con 2 autoreti (Cuccureddu e Damiani e poi per noi il goal di Bettega) e perderlo anche a tavolino per un petardo scoppiato sulla testa di Castellini è cosa rara, a noi è capitato ed è capitato perdere lo scudo per un punto delapitando un vantaggio di 5 punti a poche partite dalla fine.

    Ieri, purtroppo sono mancati i petardi, potevamo pure perdere.

    Buongiorno ☕

  3. Sono d’accordo su tutto o quasi. Non sono d’accordo ad esempio sul fatto che il signore che ha chiamato i carabinieri fosse in cerca di popolarità, ha fatto bene io avrei fatto lo stesso su sia d accordo o meno con le norme. Sono d’accordissimo con tutto il resto soprattutto quando parli di società che vuole richiamare Lippi e non vuole evolversi. Ecco su questo dovrebbe incentrarsi il discorso di tutti i tifosi. Su come una sorta di paura a pensare che un altra società o un altro management posso i debba prendere il posto dell attuale. Io non dimentico i nove scudetti ma non dimentico neanche le figure che questi rappresentanti fanno fare. Il gaffeur principe AA che appena apre bocca si attira le ire e le pernacchie possibile non si renda conto? Questo dico, siamo ostaggi di una oligarchia che fa’ il bello ed il cattivo tempo, che adesso naviga cercando di raccogliere qualche spiccio di qua e di la come degli accattoni. Ma quando hanno preso Ronaldo non hanno fatto due calcoli? Che volevi vincere la Champions con Ronaldo e con Chiellini mezzo rotto per non parlare degli altri scarpari a centrocampo?

    • Ramsey prima che venisse alla Juve era la colonna dell’Arsenale (dicono). Rabiot era un giovane dotato fisicamente e di buona prospettiva dal PSG (non dall’Udinese). Poi Betancur, poi ecc.
      Hanno fatto delle scommesse. Hanno perso. Eccome!
      Quello che non mi torna invece sono le cessioni di Spinazzola, Cancelo, Ken e via dicendo. Ah già, le plusvalenze. Ma poi, chi ha mai vinto la Champions schierando le plusvalenze? 😯

  4. Cinzia
    Non penso che Lippi in una situazione del genere, indichi la non-volontà di evoluzione. È uno scafato che potrebbe, ad interim, risolvere qualche aspetto dell’emergenza.sia di mercato che tecnico.
    Siamo nelle sabbie mobili con gli infradito e l’asciugamano e la testa nelle nuvole.
    Piuttosto resta il problema del resto che come management ha rotto i gabbasisi. Tanto si è presa la strada dei tappabuchi, spero che si riprenda la retta via definitiva. 9 Scudetti ed il resto, sembra che abbiano insegnato nulla, anzi, hanno inoculato il virus dell’onnipotenza che fa più danni che altro. Questo capita, ma non è edificante. Sono più stupito e preoccupato che deluso. Irreale. Sono 66 anni che seguo la Juve. Non ricordo una desolazione simile.

  5. Pardon 62
    😁😁

    • Buona Pasqua

    • Buongiorno e buona Pasqua a tutti!
      Al di là del fatto se sia giusto o meno segnalare irregolarità su festini dei vicini, questo dimostra l’immaturità dei calciatori coinvolti. Purtroppo sono ancora dei ragazzi e per vincere ci vogliono dei veri uomini!
      Nel passato, anche recente, ci sono stati tanti capitani in campo, ma ora che razza di persone abbiamo? Intendo persone, non giocatori. Gente che vive sui social, che viaggia a sinistra a destra, che pensa a divertirsi, primedonne che vogliono solo soldi per invidia verso gli altri e che poi in campo scompaiono.
      Solo con un bel repulisti potremo ambire a rivincere qualcosa, ma vista la situazione economica ci vorranno degli anni.
      Iniziamo a modellare una squadra con acquisti mirati e sensati, magari non campioni ma onesti interpreti di ruoli specifici, con gente affidabile anche fisicamente, forse così anche Pirlo non sarebbe costretto ogni partita ad inventarsi qualcosa di nuovo.
      Saluti a tutti

      • Lei crede di poter trovare oggi un giocatore milionario che non vive suo social e che non viaggia? Ma poi, che male c’è se fanno questo. Ronaldo allora?

  6. Cinzia concordo pienamente, anzi aggiungo che il fatto grave non è tanto la cena che in se può essere punita quanto il comportamento del giustiziere della notte. E se mi posso permettere io quei ragazzi non li invidio, anzi si ma nel senso buono del termine: magari potessi farlo io.
    Siamo arrivati al paradosso che portare a spasso il cane è diventato più importante delle relazioni umane, negate con un dpcm, dove è ammessa, anzi invocata la delazione come nelle peggior dittature del passato. Ecco un classico esempio di vendetta, di odio di classe del dire adesso tocca a me, trincerandosi dietro la legge (che legge non è), dell’avere anch’egli 5 minuti di popolarità visto che si è fatto intervistare dal corriere. Sono arrivati a farci mettere uno contro l’altro.
    Dal lato sportivo concordo che è stato uno sbaglio lasciarli a casa: è come dire ad un lavoratore di non andare a lavorare, quindi li avrei multati e convocati e alla bisogna fatti giocare perché sono dei dipendenti. Credo che pirlo sia in confusione totale e se non si pongono immediati ripari rischiamo di rimanere veramente fuori dalla champions: richiamiamo lippi, mettiamoli un tutor, diamo la squadra completamente in mano ai senatori, ma non è possibile che siamo ancora qui a sottolineare errori marchiani di gente fuori posizioni o di ruoli invertiti. Pirlo non ha ancora capito che quando le cose vanno male bisogna fare cose semplici: i destri giochino a destra così come i sinistri a sinistra, i centrocampisti centrocampino possibilmente in 3 e i difensori difendano. Non c’è bisogno di fare i fenomeni.
    Buona pasqua.

    • Sono d’accordo Luigi’s, e ciò che mi dispiace è veder buttare un giocatore come Paulo, per un’idiozia. Ma poi .. era una notizia da dare? O una strumentalizzazione per dimostrare che loro hanno sempre ragione?
      Come mai .. su altri giocatori i cui passatempi sono molto più gravi e se le pareti delle discoteche potessero parlare .. altro che sospensione .. solo perché sono dei nostri?
      Questi mezzucci .. li conosciamo. E la Juventus dall’alto della sua esperienza non dovrebbe usarli,
      Hanno sbagliato, ok .. sanno cosa fare. Ma la squadra non è in emergenza di più.
      Ieri ho visto incapacità avrebbero potuto fargli tre – quattro gol invece niente ..

    • Il covid è una cosa grave che non ci lascerà presto. Bisogna osservare le regole il più possibile. Certo, queste chiusure e aperture non hanno contribuito, se chiudi e hai una flessione del contagio e poi riapri, hai risultati peggiori. Chiudere e vaccinare, per sperare in un esito stabile di miglioramento. Inutile tirar fuori le dittature, è emergenza planetaria e si fa sbagliando quello che si può.

      • Io so solo che sono 13 i mesi di chiusura abbiamo più morti e contagiati di paesi meno propensi al lokdown. È di ieri la notizia che la svezia non ha più morti di noi nonostante abbia lasciato tutto aperto e fatto raccomandazioni e non obblighi. Credo che perseguire una strada che risulta sbagliata non vada bene, credo che sia impossibile ottenere zero contagi, così come il rischio zero, e purtroppo credo che anche il vaccino non possa essere l’unica soluzione visto che ci sono i primi casi di infezioni tra dottori che hanno fatto tutte e due le dosi.
        Salvaguardare gli anziani e i fragili e far circolare il virus per renderlo endemico e meno aggressivo d’altronde con i virus rna che mutano non c’è vaccino che tenga.

  7. Sconcerti scrive del diritto della Juve di sbagliare una stagione.
    Certo, per carità. Peccato che questi sono errori che sono partiti da lontano, uno per volta, non ho voglia di ripetermi ad elencarli, poi si arriva al casino totale. Ci vorrà tempo e impegno, in tutti i settori. In campo vedo errori da parrocchia, fuori decisioni sbagliate, affrettate e senza riflessione. Prima si inizia meglio è.

  8. Buongiorno,
    Riguardo alle voci su Lippi, l’ipotesi in questo momento sembra affascinante per le belle pagine scritte da Marcello in bianconero.
    Però ricordo anche che da “esterno” nel 2009 appoggiò la scelta di Ferrara per la panchina e consigliò di puntare su gente come Grosso e Cannavaro…il risultato di quelle scelte lo ricordiamo bene.
    Quindi non sono così sicuro che sia la figura adatta per ricostruire. Avendo già mostrato la sua tendenza alla “riconoscenza” non vorrei che consigliasse di ripartire proprio dagli attuali senatori🤔
    Con questi dubbi, e sorvolando sull’ennesima pessima prestazione della squadra, auguro Buona Pasqua a tutto il blog.

    • Concordo.
      Pirlo è ormai palese che non ha in mano la squadra: pascolano con più ordine le pecore sui campi di calcio …
      Ma Lippi sarebbe un minestrone troppo rancido per essere riscaldato.

      Buona Pasqua di Resurrezione a tutti!

  9. Alessandro Magno

    sono stati obiettivamente tre stupidi irrispettosi del ruolo e dello stipendio che prendono. in una festa con 20 persone potevano farsi vettori del covid proprio 3 imbecilli patentati.

    la pena poteva essere piu’ lieve si no non lo so dipende da chi e cosa hanno trovato a questa festa io non posso saperlo tuttavia solo mckennie era arruolabile al cento pe cento dybala non gioca da un anno quasi ed era pronto per la panchina. probabilmente poteva fare solo uno spezzone di partita. Arthur era invece già infortunato.

    non penso che mckennie potesse spostare piu’ di tanto.

    buona pasqua a tutti

    • Appunto, Ben.
      Hai fatto bene a inquadrare il peso irrisorio delle assenze punitive.
      Tanto per ristabilire una verità oggettiva.

      Buona Pasqua a te.

  10. Alessandro Magno

    per quanto riguarda il delatore non è un ruolo che amo sinceramente ma stiamo tornando proprio nel medioevo con la gente che si fa spia tuttavia i tre cretini restano tali

    • Ben su questo non ci piove e anch’io non so cosa abbiano trovato certo che aver fatto una festa alle 22.30 non mi sembra un reato da fucilazione, però ad onor del vero dybala e mck hanno già avuto il covid quindi non possono essere vettori di nulla caso mai sarebbe stato pericoloso per arthur. Dybala sarebbe magari potuto entrare gli ultimi dieci minuti visto che pirlo schierando contemporaneamente kulu e chiesa non aveva i cambi per svoltare l’inerzia della partita. Avresti magari fatto riassaporare il ritmo partita all’argentino in vista di mercoledì e avresti potuto schierare mck al posto di danilo che è un difensore a centrocampo: per come stiamo messi ogni goccia va portata al mare.

  11. A me sembra che i tre cretini, perché questo sono stati, non siano oggi il problema della Juve.

    Anche perché nessuno di loro avrebbe giocato oggi.

    Il problema oggi è Andrea Pirlo, che ormai purtroppo ha assunto le sembianze di Ferrara.

    Oggi, ma non solo, ha sbagliato tutto, tutto.
    Sia dal punto di vista tattico, sia da altri punti di vista.
    Squadra svuotata, messa in campo male, ma male.
    Giocatori fuori ruolo, un gioco senza senso.

    La rosa ha dei problemi, ma santo cielo, con i giocatori in rosa qualcosa di meglio è lecito aspettarselo.

    Oggi Lippi è l’unica soluzione.

    C’è troppa confusione, da fuori pare di assistere ad una Juve che non sa cosa fare.
    Niente di grave ci siamo già passati ma la stagione deve essere salvata.

    Lippi in panchina, fino a fine stagione, poi lo stesso Lippi al comando, scelta del futuro allenatore compreso.

    Se la società non fa niente, la Juve non va in CL e la tragedia è servita.

    • Vero però l’esclusione dei tre cretini a detta di paratici è stata una scelta di pirlo che la società ha avallato a cui ha aggiunto la multa. Anche qui pirlo ha le sue responsabilità.

  12. Nell’ editoriale scritto per il “Corriere della Sera”, anche Mario Sconcerti fa anche il punto sulla deriva tecnico-organizzativa che sta vivendo la Juventus:

    “La Juventus è davanti a un crollo che era nell’aria ma che sta assumendo colori troppo intensi. C’è una deriva comune che riguarda tutto il suo mondo.La Juve ha tutto il diritto di perdere una stagione senza rendere conto a nessuno, ma è la somma della gestione che fa pensare.

    Dalla cacciata di Allegri e Sarri, tecnici comunque con lo scudetto in tasca, al caso Suarez, forse il più indicativo quanto a leggerezza di gestione, alla situazione economica, alla scelta di Pirlo e alle responsabilità inopportune che gli sono state date, fino al comportamento dei suoi giocatori più volte denunciati per violazioni delle leggi sul Covid Quando tre giocatori decidono di violare le regole del Paese e direi a questo punto, soprattutto della squadra, vuol dire che il senso della società sta venendo meno. Agnelli deve riflettere bene, la ripartenza non può partire solo dalla squadra”.

    • Luì hai fatto un po’ di confusione: gli impianti dentali e la corrente c’entra poco con pirlo almeno che non lo vogliamo mettere sulla sedia elettrica che mi sembra eccessivo :mrgreen: :mrgreen:

  13. Occhio al ritorno del vero maestro.

    Stando a quanto afferma Il Giornale, in un pezzo a firma di Tony Damascelli, ieri, Andrea Agnelli ha seguito il derby insieme a Massimiliano Allegri. Ecco il retroscena rivelato dal noto giornalista: “Non so quale possa essere il futuro professionale di Andrea Pirlo – ha scritto Damascelli – ma so che ieri a Forte dei Marmi, Massimiliano Allegri ha seguito in tivvù il derby, ospite di Andrea Agnelli nella dimora versiliana, sita in via Agnelli. L’incontro aveva, forse, contorni nostalgici ma, giunti a questo punto, il presidente della Juventus si sta rendendo conto che, con la mozione degli affetti, non si possa andare avanti; Pirlo è stato un maestro, – prosegue Damascelli – in campo, ma in panchina non è nemmeno un supplente e la sua didattica a distanza dimostra lacune pericolose”.

  14. DARE A CHI MERITA GLI INCHINI DOVUTI

    Marcello Lippi subentra a Trapattoni nel Campionato 1994-95, il primo campionato in cui si assegnano 3 punti per la vittoria.
    Primo anno per Lippi ed è subito scudetto, ne vinse altri due prima di essere ​sostituito da Ancelotti nel 1998-99.

    Inoltre vinse anche una Champions e una intercontinentale, una coppa Italia, 2 supercoppe italiane, una Supercoppa europea.
    Non superò 2 scudetti consecutivi.

    Dopodiché i 2 anni deludenti di Ancelotti ritorna al capezzale della sua signora il buon Marcello ed è subito scudetto e si ripete l’anno successivo, il 2003…vinse anche due Supercoppe italiane…purtroppo perde un’ altra finale di Champions e subendo anche una uscita agli ottavi.
    A lui subentra Capello che vince 2 scudetti consecutivi ma niente di più.
    Nessun allenatore dopo Carcano riuscì a vincere tre scudetti consecutivi in Italia ( lasciamo stare Mancini con l’inter, non fa testo con una Juve massacrata da Calciopoli)…l’unico a vincerne 3 consecutivi è stato Antonio Conte poi superato di gran lunga da Massimiliano Allegri.

    Chi resta e chi verrà è da scoprire importante e non far riscaldare troppo la pietanza.

    Buon pomeriggio

  15. IO LO AVEVO DETTO

    Da più parti sortiscono quelli del “io lo avevo detto”…e lo dicono con spiritoborgoglioso e gonfiando il petto.
    Non mi sento di dare patenti(a quelle ci pensa il delinquente )di tifo a nessuno ma qualcuno fa veramente senso.

    A questi mi sento di dire solo un saggio di Aristotele: “Il saggio non persegue il piacere, ma l’assenza di dolore”.

    Buon pomeriggio

    • Quelli del l’avevo detto,amico mio sono solo di chi gioisce che la propria moglie non possa godere perché tanto idioti da non sapere quale sia il vero piacere.
      Non amano perché non in grado di saper amare perché narcisisti ed egoisti. Non sanno cosa si perdono, ma contenti loro…. che ci puoi fà? So solo dei veri gran coglio…no😂😂😂

  16. Intanto buona Pasqua@ a tutti gli abitanti del blog”.
    È inutile versare lacrime amare su quanto è riaccaduto ieri e pensare a cosa sarebbe successo “ se”.
    Dobbiamo prendere atto che 3 idioti si sono fatti beccare ad una festa privata senza preoccuparsi delle conseguenze e si è scatenato un putiferio.
    Intanto abbiamo assistito ad una partita con Danilo centrocampista accanto ad un altro anche se Bentancur almeno di ruolo lo è.
    Intanto rivediamo sui piedi sbagliati le ali Chiesa e Kulu anche se il primo riesce a supplire a questa deficienza.
    Intanto la squadra continua a passare la palla dietro per dare la possibilità di segnare agli avversari.
    Intanto ci rendiamo pure conto che il dopo Buffon è ancora da rivedere.

    Ho le mie perplessità su Lippi supervisore perché come ricordato da qualcuno il buon Marcello è bravo solo nel suo ruolo naturale da allenatore mentre ha già fatto guai quando ha messo bocca sulle scelte da prendere. Non è stato ricordato inoltre che fu lui addirittura a perorare Ventura alla Nazionale e credo che il ricordo di quanto è accaduto è ancora fresco.
    Personalmente e dopo aver visto quello schifo di partita di chi sta vincendo questo campionato credo che la Juve abbia abbandonato da sola l’opportunità di vincere questo ennesimo scudetto e non mi allargo oltre ( con quanto si siano genuflessi al potere del palazzo) perché sono molto deluso da questo accettare supinamente senza mai reagire.

  17. In realtà non sappiamo quali siano le reali responsabilità di Lippi, sull’arrivo di Ferrara, certo è che su Cannavaro e Grosso erano tutti d’accordo.
    Su Ventura invece, fu una scelta della Figc.
    Fu invece vero che Ventura accettò per la presenza di Lippi.

    A mio avviso oggi serve il Van Gaal della situazione, chiedo chi può essere?

    Cioè serve uno capace di portare la squadra al quarto posto, quindi di porre le basi per la stagione successiva.

    Dall’allenatore alle scelte di mercato, alla riorganizzazione della gestione sportiva del club, magari con l’inserimento di qualche ruolo in società da concordare con Andrea.

    Compito delicato, serve qualcuno d’esperienza e di carisma, serve qualcuno capace di avere una visione dei vari aspetti.

    Serve qualcuno libero da giovedì.

    Chi c’è con queste caratteristiche oltre Lippi?

    Allegri ad esempio, sarebbe capace di dare la scossa e farci arrivare al quarto posto, ne sono più che sicuro, ma in società? In prospettiva?

    Altro problema, alla fine è fermo da due anni, e senza stipendio da uno per lui sarebbe legarsi ad un passato e negarsi forse definitivamente un futuro altrove, assumendosi un rischio notevole.

    Altre soluzioni non ne vedo, si vocifera di Tudor, ma fallire il quarto posto, vorrebbe dire ricominciare veramente da zero.
    Ronaldo lo saluti, a quel punto non ci sarebbe l’unità di intenti.
    Per Morata non ci sarebbero i soldi.
    Dybala, già sulla soglia lo perdi.
    De Ligt è con Raiola, un anno o due senza CL?

    Ma poi chi viene senza CL?

    Ecco che si, potrebbe nascere una squadra nuova, magari guidata da Negelsmann, un bel progetto, ma rischieremmo di perdere molto se nel prossimo anno non potremmo raggiungere la CL, correremmo il rischio di dover cominciare tutto da capo perché questa squadra ha solo appena cominciato a comparire nei mercati internazionali.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia