Un’eterna illusione

Scritto da Cinzia Fresia
Allegri lo aveva detto, con il Bologna sarebbe stata dura .. e infatti così è stato.
Mi chiedo perché insistere con Locatelli, il quale è un “brav Fieul” (bravo ragazzo), ma come calciatore .. è sopravalutato e non da Juve. Sembra un accanimento terapeutico insistente e senza risultato.
La Juventus non riesce ad uscire dai suoi malesseri. È bastata una squadra che correva un po’ di più .. e il niente totale .. una difesa che dorme un centro campo confuso e Nessuna palla decente per Vlahovic.

45 minuti di bel gioco più tre gol non basta ad aver superato la malattia. Come nel tradizionale gioco dell’oca, la Juventus è tornata a tre caselle precedenti. Niente da fare non c’è Giuntoli che tenga. La squadra si comporta da provinciale .. non tiene un progresso che sia uno, e ha un centro campo che non va.
Per fortuna Dusan è in forma e in qualche maniera l’hanno pareggiata.

Non parlerei degli episodi contro, la Juventus lo sa che è meglio non aspettarsi nulla dall’arbitro lo indica il goal annullato, conosciamo le regole e non ci aggrappiamo agli episodi, abbiamo una rosa che può vincere senza rigori. La verità è sotto gli occhi di tutti ed è che la squadra continua a non funzionare.

A questo punto se il tifoso si arrabbia ha tutte le ragioni.
Si continua a cambiare tutto per non cambiare nulla e rifare sempre e costantemente gli stessi errori.
Se la soluzione a questa malattia in apparenza irreversibile fosse il cambio di tecnico per favore qualcuno lo faccia.
Se Allegri non è in grado di farsi capire dai suoi giocatori .. il rimedio è uno solo.
Se non fosse così allora è grave.
Il cosa ci sia dietro alla Juventus malata che cambia in continuazione e non riesce a guarire non si sa.
Che la Juventus idem Ferrari fanno soldi anche senza vincere .. è anche vero.

Prima di lasciare la Juventus Allegri qualcosa lo vuole vincere, non ci riuscirà con i suoi sistemi se non cambia approccio con i giocatori.
Le urla nello spogliatoio non servono. Serve umiltà nell’ ammettere di aver finito tutte le soluzioni.

  1. Il problema della Juve da anni è sempre lo stesso, inutile sperare che sia il talento di Pogba a risolverlo così come è inutile prendersela con Locatelli, Fagioli o Miretti, comprimari di un reparto senza nerbo e qualità, caratteristiche basilari che questo centrocampo al momento non ha.

  2. Il tg sportivo di mediaset che apre dicendo del Bologna che reclama per 2 rigori non concessi è a dir poco sconcertante, il via all’ennesima caccia alle streghe juventine di un giornalismo mistificante e menzognero che ragiona con la pancia da tifosi, capace solo di argomentare in modo calcisticamente aberrante. Ma c’è qualcosa che sconcerta ancor più di questo, non s’è mai visto una squadra così seguita da tanti milioni di tifosi e allo stesso tempo così indifesa mediaticamente, mai una voce a difesa ma solo il silenzio più assordante, farsi mettere i piedi in testa è diventata la routine di una società capace solo di far causa a chi dopo farsopoli ha provato a difenderla da tutti questi attacchi, tanto indiscriminati quanto pretestuosi.

    • La Juve è da sempre trattata così. La differenza era che prima rispondavamo sul campo prendendo a schiaffi gli avversari e di conseguenza i detrattori invidiosi. Adesso ci prendiamo a schiaffi da soli e il principale motivo sappiamo tutti chi è!

      • Possiamo criticare all’infinito le scelte di Allegri ma il difetto principale di questa Juve resta la mancanza di un regista e di centrocampisti di qualità in grado di far gioco nella zona nevralgica del campo.

        • Possiamo sempre reclamare con il capo servizi rai sport. Quella raccomandata che hanno messo alla ds non può dirigere una trasmissione di quella tradizione. Bisogna farlo notare subito. Ieri erano da censurare assolutamente. Su Mediaset almeno hanno poi trovato il modo di dialogare civilmente ma in rai si è solo cercato di dare addosso alla Juve con una frustrazione e cattiveria mai vista.

        • Gioele, scusami, ma quante squadre in Europa giocano con il regosta?
          Quante Juventus hanno vinto giocsndo con il regista?
          Cosa chiede Allegri a chi gioca davanti alla difesa?
          Esiste questo giocatore?
          Aggiungo, ieri in campo avevamo 2 nazionali francesi ed abbiamo ballato contro il Bologna, dov’è il problema?

  3. SONO RIPARTITI I DELIRI E NOI NON FACCIAMO ECCEZIONE | DI MIRKO NICOLINO

    È solo la seconda giornata, ma il clima in Serie A è già avvelenato, a conferma che la cultura sportiva italiana non ha alcuna intenzione di migliorarsi. Né tra gli addetti ai lavori che commentano in TV, sui giornali o tramite altri canali, né tra i tifosi. E così oggi assistiamo ad un asfissiante tambureggiare per un episodio arbitrale che arriva verso il finire di una partita nella quale arbitro e VAR ne hanno combinate di cotte e di crude. A partire dalle prime due ammonizioni, comminate a Rabiot e Pschi in maniera alquanto fiscale., per proseguire poi con il mani in area bolognese che è stato analizzato da chi ha diretto la partita in maniera molto superficiale, esattamente come il contatto con Chiesa, in cui il difensore rossoblu, oltre ad affossare l’attaccante bianconero, tocca anche la mano con il gomito che si allarga.
    Quando, però, una trasmissione televisiva inizia con “ci sono anche episodi dubbi a sfavore della Juventus PRIMA, ma partiamo dalla fine, ovvero dall’episodio a sfavore del Bologna”, si è già indirizzato il sentimento popolare. Nulla di nuovo insomma, perché addirittura il contatto tra Iling e Ndoye viene oggi definito uno dei più clamorosi, se non il più clamoroso in epoca VAR. Come se Juventus-Salernitana dello scorso anno non si sia mai giocata, o il celeberrimo “palla palla palla” del contatto tra Belotti e Bastoni non sia mai esistito… Potrei proseguire all’infinito, perché la VAR ha inevitabilmente ridotto il numero di errori oggettivi, ma non ha eliminato interpretazioni e discrezione. Anzi, gli errori clamorosi si ripetono ogni settimana, solo che al solito alcuni fanno notizia altri meno. Volutamente.

  4. QUALCUNO POSI IL FIASCO

    Il manico nel pallone lascia in panchina Modric e Kros per far giocare Locatelli e Fagioli insieme a Rabiot.
    Chiesa gioca libero dove vuole lui, no invece per qualcuno gioca dietro a Vlahovic…infatti ieri gli ha passato palloni a iosa.

    • Possiamo criticare all’infinito le scelte di Allegri ma come ho già scritto sopra, resta il fatto che l’assenza di centrocampisti di nerbo e qualità siano la causa principale della mancanza di gioco di questa Juve nella zona nevralgica del campo.

  5. SKY-RAI-MEDIASET

    Caressa esordisce con lo sbaglio clamoroso in Juve-Bologna, il rigore non dato ai felsinei ma dice anche che c’era un rigore in favore della Juve…poi iniziano le immagini facendo vedere tutto in ordine di partita…lo zio dice che il fallo di mano del bolognese non è mai rigore o almeno lui non lo darebbe mai.

    Passo alla rai fanno tanta confusione interrompendo anche le immagini per passare solo ed esclusivamente a parlare del rigore non dato al Bologna e dei torti subiti dalla Juve nemmeno un ben che minimo accenno.

    Mediaset esordisce con torto subito dal Bologna ma reclama anche la Juve…ma tutto va esclusivamente sul rigore non dato al Bologna…
    Non ho potuto seguire più di tanto perché son dovuto correre a vomitare.

    • Ho disdetto l’abbonamento a sky anche per questo motivo ma non posso farlo con la tv di stato, costretto a pagare l’indecenza giornalistica che come tifoso juventino ritengo abbia superato ogni limite di umana sopportazione e allora non ho potuto far altro che cambiare canale per non ascoltare più i loro ra(gl)i.

  6. Se tutti stanno bene io giocherei così: 4-3-3 (giusto x dare un modulo…) In porta chi vi pare; difesa Danilo,Gatti, Bremer, Cambiaso; centrocampo Fagioli, Pogba,Rabiot; attacco Weah, Vlahovic, Chiesa.

    • Se Pogba sta bene credo sia quello il centrocampo…

      • Barone,

        parlavamo di corsa, ecco, Pogbà passeggia.

        L’ho seguito in UK negli ultimi 3 anni a Manchester, la dua velocità è quella di ieri.

        • Ho scritto se Pogba sta bene…e se sta bene non passeggia.

        • Luca a te ma anche a me piace il calcio inglese…ecco allora in Italia dobbiamo inculcare nella testa degli arbitri il comportamento dell’arbitro inglese…così facendo dopo un pò si abitueranno anche i giocatori a restare in piedi…tanto non te la fischiano.

  7. Non è un problema di interpreti di centrocampo ma della lentezza bello sviluppo del gioco e delle posizioni in campo troppo statiche. Non possiamo pretendere che diano i campioni in modo individuale a risolvere le partite, a pallone si gioca in 11 e tutti si devono aiutare ed essere partecipi al gioco.
    Poi se il gioco di squadra ( magari di prima o massimo a due tocchi ) si esprime secondo buoni accorgimenti tattici anche i campioni possono esaltarsi con giocate di fino.
    Mi ripeto per l’ennesima volta, anche perché vedo diverse squadre che giocano ( chi meglio e chi peggio) ed ho la sensazione per non dire la certezza che non ci si muove all’unisono in 4-5 elementi per poter dare più linee di passaggio a chi ha la palla, ma tutti aspettano nel loro rettangolino che la palla arrivi loro ben marcati a zona dagli avversari.
    Non si tratta di tecnica individuale buona o che non si sa più come di stoppa una palla, ma che quando ti giunge devi fare dei miracoli prr poterla controllare perché hai già l’avversario addosso o perché devi spostarti in corsa per poterla colpire e magari devo poi fare senza avere nessuno accanto cui poterla servire.
    Datemi pure addosso ma non capisco il perché Allegri si arrabbi se non li vede ben messi in campo. Non ce li metto certo io in quel modo.
    Poi, ormai con la tecnologia sono statistiche che tutti possono vedere, abbiamo centrocampisti che corrono e si sfiancano il doppio rispetto ad altri di altre squadre che magari hanno un possesso palla superiore. Se vuoi fare poi un pressing asfissiante è chiaro che se sei spompato dopo un po’ devi rifiatare e non ci riuscirai mai per tutti i 90 minuti.
    Poi se vogliamo convincerci che è un problema di non attitudine dei nostri calciatori, io non ci capiró niente ma quando vedo degli emeriti sconosciuti di altre squadre fare dei fenomeni perché ben messi in campo ( vedi quelli del Napoli o della Dea ad esempio) mi convinco sempre più che è una questione di manico.
    Non ho niente contro Allegri ma se a Natale giochiamo ancora partite come quella di ieri, beh, mi auguro che la dirigenza prenda provvedimenti

    • Anto ora la palla ti arriva a velocità sostenuta se ti vuoi sbrigare a giocare…ripeto, Fagioli ha stoppato la palla e questa gli è andata via di 15 metri innescando una azione pericolosa dei felsinei una esagerazione, non è che gli altri facciano meglio eh.

      Gioca sporco invece la rai1 al TG delle 20,00 proprio mentre ti stavo scrivendo hanno messo in risalto il rigore negato al Bologna senza minimamente parlare di quello successo prima…forse di Bello e mariani sono stati fermati per non so per quante partite credo Rocchi avrà sommato anche gli errori fatti durante tutta la partita…quell’affossamento su Chiesa con relativo fallo di mano e il fallo di mano in caduta libera sempre nel primo tempo del giocatore del Bologna.

    • Ieri, Motta, ha bloccato le ali ed Allegri non ci ha capito nulla.
      Nel secondo tempo sulla “garra” abbiamo visto qualcosa, ma abbiamo visto poco…

      È così più forte il centrocampo del Bologna, o la Juve non sa cosa fare in campo.

      Oppure, la butto li, con che criterio compramio o scegliamo i giocatori?

  8. Scusate gli errori di battitura ma dal telefono è dura scrivere per me.
    Un ultima chiosa, che nessuno possa dirmi che Vlahovic non sia di livello, perché se è a posto è devastante. Tra ieri e la partita precedente ha già segnato 4 goal ( 2 glieli hanno tolti non per colpa sua) e ieri ha ottimizzato da vero campione le uniche ( ripeto UNICHE) palle che gli sono arrivate.

  9. Antony

    Credo che girare intorno non sia la soluzione a qualsiasi problema, nello specifico sappiamo bene che Locatelli non è un regista e non lo scopriamo certo ora, motivo per cui è sotto gli occhi di tutti che la Juve fatica maledettamente a fare partire l’azione in modo pulito nonostante la dedizione e la generosità dei giocatori che in campo danno comunque tutto, ma se l’obiettivo è tornare a giocarsi lo scudetto penso serva una qualità superiore che permetta non solo, come giustamente fa notare Barone50, di tenere non dico il pallone incollato ai piedi ma quantomeno vicino senza farlo scivolare a metri di distanza perdendo tempi di gioco prima di decidere a chi appoggiarlo o lanciarlo. Un compito questo che non può essere demandato a chi avvia l’azione da dietro, chè senza avere la qualità e la visione di gioco di un Bonucci dei tempi d’oro, non può far altro che affidare la costruzione del gioco a chi è o dovrebbe essere in grado di far viaggiare il pallone con un tocco e una velocità di pensiero superiore a quelli attuali, che ben inteso credo nessuno di noi pretende debbano essere quelli del miglior Pirlo, ma neppure ai ritmi compassati e all’approssimazione tecnica dell’attuale centrocampo bianconero.

  10. Ciao a tutti.
    Non sono un allenatore, ma da quello che ho visto in queste 2 giornate credo di aver percepito che noi giochiamo con 3 difensori centrali perché l’ultimo difensore centrale acquistato (che ritengo essere forte) non sa giocare a due. Gli altri 2 centrali sono terzini adattati. Probabilmente non si fida degli altri in rosa. A centrocampo in questo momento potrebbe arrivare chiunque, ma lui vede solo i suoi fedelissimi. Non a caso il primo a essere sostituito è sempre fagioli/miretti. In sequenza locatelli se è scoppiato e infine rabiot se ha perso una gamba. Il centrocampo deve essere muscolare e poi si pensa. In attacco abbiamo due giocatori forti, forse devastanti se si riuscisse a farli giocare vicini dialogando nello stretto. Ma si sa che chiesa non è quel tipo di giocatore, soprattutto se lasciato libero nel campo (magari è un bene, non so). Pertanto per me è un problema di manico. Chiaramente anch’io ho notato qualche miglioramento nell’applicazione del pressing con squadra più alta. Ma allo stesso tempo, anche in quel di Udine ho visto molta improvvisazione. Accentuata nel secondo tempo, a causa del calo fisico.

    • Il fatto è che in questa rosa di centrocampo non ci sono giocatori in grado di dettare i tempi di gioco, il solo Rabiot è il prototipo del giocatore muscolare, dotato di indubbia forza fisico-atletica, ottimo incursore e bravo negli inserimenti ma poco propenso alla costruzione del gioco lasciata spesso all’iniziativa di singoli non catalogabili nè fra i pensatori e tantomeno fra i muscolari.

      • Ciao,
        L’osservazione è esatta ma sarebbe giustificabile se fosse stato il primo anno di Allegri. Siamo al terzo, e lui non ha né posto il problema (forse per lui non lo era) ne ha ovviato con altre soluzioni tecniche o tattiche.

        • I nomi c’erano e li ha fatti (Hjulmand, M.Savic, Koopmeiners) i soldi invece no e sappiamo tutti perchè.

    • Il dramma è’ che Allegri non cambia il rapporto che ha con i giocatori. Non gli piace nessuno

  11. X Gioele
    Non è che per forza devi avere un centrocampista che deve fare il regista, forse questa era un esigenza quando si giocava negli anni 70 ma lo stesso Trapattoni ne fece a meno adattando Causio come rifinitore quando cambiarono Capello con Benetti e credo che vedemmo una delle migliori Juve ( tutta muscoli) di sempre.
    Quello che non riesco a capire è la mancanza di un piano b e quello che mi fa specie è vedere ad esempio l’inter o altre come il milan che affondano ed entra con piani studiati in allenamento, come burro nelle difese avversarie. Sono il solo a constatare questo o sono il solo a non capire che alle punte non arrivano palloni giocabili e che si continua a voler fare possesso palla con passaggi fino al portiere senza mai tirare nella porta avversaria?

    • Anto il regista c’era con un nome ben definito: Franco Causio.

      • Il Barone caro amico mio che ne hai preso il “simbolo” era un dribblomane impossibile che giocava sulla destra, crossava da Dio ed aveva un certo Bettega che gli metteva dentro tutti i palloni che gli metteva dentro. Non ho mai visto giocare Franco nostro a centrocampo e sventagliare palloni da dietro, al più partiva con uno due ubriacanti con i compagni. Per tre anni consecutivi fu ( allora esisteva questa statistica) l’assist man più prolifico della serie A. Ma il tipo di gioco che teneva quella squadra era di tipo fisico con Tardelli, Furino e Benetti a centrocampo ( ho detto niente) che facevano legna da tutte le parti

  12. Io noto invece che aldilà delle questioni tecniche e tattiche questa squadra continua imperterrita a smarrirsi sempre alla prima difficoltà che incontra. Non ha nerbo, non ha forza mentale, mai.
    Il pressing alto è un buon modo per mascherare le magagne a centrocampo: se lo fai con convinzione e corri molto, riesci a recuperare palla meglio e più facilmente e quando recuperi palla nella metà campo avversaria il più del lavoro è fatto, perché ti evita di ripartire dalla difesa con i vari problemi di impostazione, regista, non regista, ecc.ecc. Sei già lì verso l’area avversaria.
    Col bologna sono partiti pressando e forzando i loro difensori a lanciare lungo varie volte. Ma se i tuoi 3 centrali difensivi non prendono un solo pallone né di testa né di piede né in anticipo, allora tutto il lavoro del resto della squadra va a svanire. Il bologna ha tenuto su quei 5 o 6 palloni fino a trovare un paio di imbucate, tra cui una parata di Perin e poi il gol. Dal lì in poi come al solito siamo spariti e abbiamo smesso di pressare e fare le cose come prima.
    Poi secondo tempo è subentrata un po di carica agonistica e dopo il pareggio, ti aspetteresti un ulteriore slancio in avanti per vincere e invece non abbiamo più prodotto nulla, anzi rischiato noi di prendere gol.

    Avessimo un pochino di nerbo allora anche le lacune si andrebbero a mascherare, esempio come fa il Milan. Ma pare manchi anche quello a volte.

  13. NON CAPISCO…A VOLTE

    Questo allenatore non capisce nulla di calcio eppure:
    Vinciamo a Torino 2-1 contro il Borussia Dortmund, il ritorno lo andiamo a giocare nello stadio del “muro giallo” che tanto timore ancora fa.
    Non è facile, disse andare in Germania e passare il turno bisogna studiare bene come si comporteranno in casa…”lo spiegò talmente bene che ognuno di noi sapeva quello che doveva fare”.
    Le parole di Patric Evra.

    La Juve vinse 3-0…ah scusate, dimenticavo, a centrocampo c’erano: Vidal, Pogba e Marchisio.

    • Io non ho detto che non capisce di calcio, ma solo che ora non mi sta più piacendo come fa giocare la squadra. Siamo al terzo anno e stiamo ancora aspettando” Godot. ” Gli alibi non sempre si possono esibire per manifestare quello che non va.
      Una partita contro il Bologna dovrebbe essere ordinaria amministrazione per portare a casa i 3 punti. Si può anche commettere qualche errore e farli passare in vantaggio , ma dopo devi metterli nel loro angolo e falli a fette, non aspettarli nella tua area giocherellando con il tuo portiere.
      Spero di essere stato chiaro una volta per tutte, purtroppo Max mi sono stancato di vedere le altre giocare a pallone e noi a due all’ora.

      • Io a te a tresette come compagno non ti ci vedo…io ti chiamo a coppe e tu mi esci a bastoni…lasciamo perdere va

  14. Volevo accendere l’attenzione su un punto che anche Tuttosport oggi mette in prima pagina.
    La noncuranza della società nel lasciare parlare ogni giornalaio e detrattore senza neppure dire “A”.
    Mi ricorda tanto quella compagine di direzione di cobolli gigli e blanc ( il minuscolo è d’obbligo per la loro ignavia) del dopo farsopoli.
    Non credo che debbano essere i tifosi a dover difendere da attacchi mediatici di tutti i tipi la Juventus, ma che si debba iniziare anche a dover alzare la voce una volta per tutte e dire basta.
    Nell’ultima partita la Juventus è stata sfavorita almeno 3 volte ( 2 rigori ed un goal annullato) ed abbiamo assistito ad un attacco ( soprattutto in rai dove l’opinione è di stato) da censura come se quel rigore non concesso al bologna avesse turbato già tutto il campionato. Vedere la Juve perdere per i nostri detrattori con gli occhi rossi pieni di sangue è lo sport principale, pertanto se non si danno una bella calmata con qualche denuncia rischiamo che alla prossima non ci permettono neppure di entrare in campo.
    Non è una lettera aperta questa verso la società, ma un invito a farsi sentire perchè siamo veramente stufi di sentirci dire addosso che siamo dei ladri e non vorrei che a qualcuno saltasse la pazienza e si ritrovasse dalla parte della ragione a quella del torto utilizzando poi dopo altri sistemi poco civili onde sistemare le cose.

  15. Un esempio, sentire quell’arbitro alla rai, tal bergonzi che ( proprio dopo farsopoli )diede due rigori inesistenti in un Napoli Juventus su Lavezzi e Zalaieta, criticare l’arbitro che non ha dato il rigore per lui solare contro la Juve domenica, mi sembra una contraddizione in termini.
    Lui che andava non solo radiato, ma letteralmente frustato chiede seri provvedimenti nei confronti dei suoi colleghi per non aver visto l’irreparabile, ( cioè affossare la Juve con un rigore che li avrebbe potuti far perdere).
    Ho già mandato una email alla Rai per destituire quella conduttrice ” incapace e palesemente raccomandata da chissà chi” che hanno messo a capo della domenica sportiva. Invece di far riavvolgere il nastro e far vedere tutta la partita accendeva gli animi in studio su quell’episodio come se fosse il fulcro di tutta la partita. Vi invito a farlo un pò a tutti.

  16. Antony

    Ho precisato infatti che il problema non è la mancanza di un play alla Pirlo ma che la Juve fatica maledettamente a fare partire l’azione in modo pulito precisando anche nella risposta ad Artaq70 che in questa rosa di centrocampo non ci sono giocatori in grado di dettare i tempi di gioco partendo da dietro. Detto questo aggiungo che quando hai di fronte ci sono squadre come il Bologna (fa notare giustamente Luca967) che chiudono bene le corsie esterne costringono la Juve a far gioco per vie centrali accentuando i limiti in costruzione del gioco bianconero per i motivi già detti, a differenza di quello del Milan che può disporre di interpreti di indubbia qualità come Bennacer, Pulisic, Loftus-Cheek (gli ultimi due provenienti dal Chelsea con tutto il loro carico di esperienza e tecnica individuale), così come credo sia superiore il centrocampo interista con i vari Barella, Mikhitaryan, Chalanoglu ai quali hanno aggiunto Frattesi, sia per esperienza che visione gioco rispetto a giovani come Fagioli, Miretti e lo stesso Locatelli, finanche del Napoli dei due stantuffi Zielinski e Anguissa.

    • Allora l’erba del vicino è sempre più fresca secondo te. non sono d’accordo su questo, amico mio. Pure l’Atalanta ha gente più forte a centrocampo della Juve? Quando vanno via da quella squadra ritornano ad essere quello che erano prima di entrare in quella società.

      • Antony,
        ho cercato di spiegare da un punto di vista puramente tecnico quali sono secondo me le criticità di questa Juve, libero poi ognuno di pensarla in modo diverso, lasciando però da parte questioni di rivalsa sportiva nei confronti di altre squadre.

        • Non ho alcuna rivalsa sportiva nei confronti di nessuno, dico solo che giocano meglio di noialtri con professionisti ( vedi solo il contratto di Rabiot) che proprio perchè pagati meno, dovrebbero essere ( in teoria) meno performanti tecnicamente dei nostri.

          • Poi, e qui finisco, dove è scritto che il gioco debba partire da dietro? Se non va bene questo tipo di gioco fai spazzare sulle ali direttamente dal portiere sulle fasce o intensifica con più calcatori la maglia a centrocampo. quando cercano di attaccarti alto per non dargli l’opportunità di chiuderti gli spazi e per avere l’opportunità di aprirtene tu.
            Non mi dire che a questi livelli quella della Juve non sappiano giocare ad un tocco

            • Oggi giocano tutti così palla a uno dei tre o dei 4 dietro per far ripartire il gioco.
              Siccome da noi non sono tutti bravi ad impostare questo tipo di gioco, io, alla Juve non lo preferisco…più delle volte hanno fatto casini…ti aggrediscono nelle nostre rimesse perchè? Perché sanno che se il portatore di palla juventino viene aggredito va in tilt…ricordiamoci le confusioni fatte tra Scesni e Chiellini o tra Scesni e Bonucci o con Alex Sandro etcetera…e tu continui con la storia dei nostri giocatori sono più forti degli altri perché sono più pagati.
              Questo è il danno che in precedenza è stato arrecato alla Juve…infatti non riusciamo a cedere uno se non qualche giovane con uno stipendio basso.

  17. Entony
    Ti rispondo qui.
    A domanda Franco Causio risponde:
    Il calcio italiano sta riscoprendo le ali: è un ritorno al passato?
    «Ma io non ero un’ala, ero un regista. Diciamo che ero un’ala-regista: il gioco passava tutto da me, anche se stavo sulla fascia e non in mezzo al campo. Era un altro sport, però».

    Chiudiamola qui Antonio.

  18. LA DIRIGENZA SI FACCIA SENTIRE

    Il tifoso juventino non ne può più, tranne quelli che cercano consensi e like sui social sparando a palle incatenate sulla propria squadra.
    Giornali e televisioni non fanno altro che finire di sotterrare questo nostro calcio.

    https://www.facebook.com/reel/317197600701990?sfnsn=scwspwa

  19. Antony

    Forse non riesco a farmi capire, mai scritto che il gioco (premessa con l’attuale trio difensivo) debba partire da dietro ma l’esatto contrario e queste che riporto sono state le mie testuali affermazioni:
    “Un compito questo (quello di costruire gioco) che non può essere demandato a chi avvia l’azione da dietro, chè senza avere la qualità e la visione di gioco di un Bonucci dei tempi d’oro, non può far altro che affidare la costruzione del gioco a chi è o dovrebbe essere in grado di far viaggiare il pallone con un tocco e una velocità di pensiero superiore a quelli attuali”.
    Quanto allo “spazzare sulle ali” ha ben spiegato Luca967 il motivo per cui questa tattica di gioco non ha funzionato e non funzionerà contro squadre che come il Bologna chiudono le corsie laterali impedendo ai nostri esterni di lanciarsi in quegli spazi per aggirare le loro difese, con la conseguenza di obbligare i centrali a produrre gioco in mezzo, cosa che ti riesce male se non hai interpreti con caratteristiche adatte a farlo, ripeto, parlo di qualità nel tocco palla e di velocità di esecuzione, e se non li hai in rosa devi andare a cercarli altrove, come hanno fatto milan, inter, napoli o altre, perchè col solo Rabiot, che ribadisco essere un ottimo giocatore ma con caratteristiche diverse dal costruttore di gioco, non risolvi il problema, e capisci anche tu che tutto questo c’entra poco o nulla col fatto che sia come dici uno dei professionisti più pagati rispetto ad altri.

    • Dinamica identica ma valutazioni come sempre diverse quando c’è di mezzo la Juve.

      • Di Bello è stato sospeso per gli errori commessi durante la partita e non per l’errore commesso…
        Qualcuno dovrebbe fare un comunicato al riguardo…magari iniziasse Rocchi a spiegare come stanno le cose.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia