Archivi Tag: Barzagli

Sesso Juve e Rock n’Roll s02 e35

Questa sera ore 22 youtube con Frank Jfc @Superfly Michele Fusco Benedetto Alessandro Magno Croce @Benny Nico e forse Antonio Corsa e Leomina

 

Immagine anteprima YouTube

Parleremo di Allegri post Allegri e Barzagli soprattutto

L’enigma fascia di Capitano.

Articolo di Alessandro Magno

 

Con l’addio di Gigi Buffon Capitano di lungo corso, dopo il lunghissimo perido Alex Del Piero, si apre una curiosa parentesi per l’assegnazione di questo nuovo ruolo. Fra l’altro oltre a Buffon hanno lasciato Lichtsteiner ed Asamoah due con molte presenze, soprattutto lo svizzero, vincitore di tutti e 7 gli scudetti consecutivi. In verità non ci sono problemi per la titolarità della fascia che sarà assegnata, ed è già stato fatto, a Giorgio Chiellini. Tuttavia dietro a Chiellini a pensarci, si aprono scenari per lo meno curiosi. Andiamo a vedere quali.

Premesso che ormai da moltissimi anni alla Juventus la fascia di Capitano è assegnata al giocatore con piu’ presenze all’attivo, la gratuatoria ufficiale è questa: Chiellini, Marchisio, Barzagli, con i secondi 2 che pero’, per età e qualche acciacco di troppo, rischiano di giocare veramente poco, senza contare che lo stesso Chiellini ormai sono anni che non fa un annata completa, anche lui fermato spesso da qualche frequente problema fisico. In ogni caso tenendo conto di una formazione titolare con Chiellini e in assenza degli altri ”grandi vecchi” il vice capitano designato dovrebbe essere Dybala che ha collezionato ormai 140 presenze con la Juventus. A seguire Mandzukic 129, la coppia Cuadrado e Alex Sandro con 114 , Khedira 110 e Higuain, se dovesse restare, 105.

Ma non è finita qui. La Juventus sta trattando 2 clamorosi ritorni: Pogba e Bonucci. Detto che per il secondo non sarei d’accordo che rientrasse in questa graduatoria ma detto anche che la Juve se lo riprenderà lo riprenderà sicuramente come giocatore effettivo e non come parente povero, entrambi rientrano alla grande e con prepotenza in questa classifica. Pogba con la Juventus vanta 178 presenze quindi piu’ di Dybala, Bonucci addirittura 319 essendo stato inserito anche nel museo della Juventus per aver superato appunto 300 presenze. Contando tutti gli scenari possibili addirittura potremmo trovarci Bonucci Capitano in assenza di Chiellini, che per il sottoscritto è veramente un mezzo incubo, oppure il Polpo o Dybala che sarebbero dei Capitani anche fra l’altro giovanissimi.

Considerando comunque ogni scenario possibile ora al 28 Luglio 2018 la graduatoria è questa:

Chiellini 472
Marchisio 389
Bonucci 319
Barzagli 271
Pogba 178
Dybala 140
Mandzukic 129
Sandro – Cuadrado 114
Khedira 110
Higuain 105

Atalanta Juventus 0-2: meno male che l’ha chiusa Lemina.

atalanta-juve-editorale-650x330

 

 

Articolo di Alessandro Magno

 

 

Le note positive di questa vittoria non sono poche, le negative sostanzialmente una. Per le positive partirei dalla vittoria che è la 17ma in 18 partite. Il calendario mi pare poi piu’ difficile di quello del Napoli e anche se da oggi abbiamo piu’ partite in casa che in trasferta, abbiamo Milan e soprattutto Fiorentina fuori, e non sarà una passeggiata. Era importante tenere il vantaggio sul Napoli in vista di queste partite e lo abbiamo fatto. Altra cosa positiva mi pare sia il risveglio dell’Inter che noi abbiamo già affrontato e il Napoli no. L’Atalanta come da tradizione Italiana checché ne dicano quelli che raccontano la frottola che con noi tutti si scansano, ha dato l’anima. Soprattutto a livello fisico ci hanno pestato bene dall’inizio alla fine complice un arbitro accondiscendente, tanto che mi è parso incredibile come abbiano potuto finire la partita Toloi e Paletta, autori di una serie di falli infinita su Dybala. Ad ogni modo l’Atalanta è poca cosa e se pure molto tutelata dall’arbitro, non ha potuto opporre una grande resistenza.

Il primo tempo è stato un monologo bianconero con loro mai pericolosi, se non in un paio di ripartenze, dove tuttavia sono arrivati al tiro con conclusioni piuttosto fiacche che non hanno rappresentato alcun pericolo per Buffon. Passati noi in vantaggio meritatamente con un bel gol di Barzagli su azione di calcio d’angolo la partita è parsa in discesa con un Pogba che sembrava veramente ispirato e un Mandzukic gagliardo come sempre a fare a sportellate sia in attacco che in difesa. Tutto sembrava assolutamente normale a parte un Pereyra avulso dalla partita. Si aspettava solo di chiuderla ma sembrava una formalità.

Il primo tempo è stato un monologo bianconero con loro mai pericolosi, se non in un paio di ripartenze, dove tuttavia sono arrivati al tiro con conclusioni piuttosto fiacche che non hanno rappresentato alcun pericolo per Buffon. Passati noi in vantaggio meritatamente con un bel gol di Barzagli su azione di calcio d’angolo la partita è parsa in discesa con un Pogba che sembrava veramente ispirato e un Mandzukic gagliardo come sempre a fare a sportellate sia in attacco che in difesa. Tutto sembrava assolutamente normale a parte un Pereyra avulso dalla partita. Si aspettava solo di chiuderla ma sembrava una formalità.

Ora cosa sia successo nel secondo tempo per andare poi a regalare un tempo all’Atalanta io francamento non me lo spiego. Pogba è sceso in campo facendo il giullare inutile come sempre, andando persino a togliere una punizione a Dybala che lo avrei preso a schiaffi solo per questo. Allegri al solito ha preferito fare i cambi dopo averci fatto bestemmiare in tutte le lingue del mondo tenendo un Pereyra in campo che ci ha fatto giocare praticamente in 10, spostandolo di qua e di la per il campo senza comunque riuscirgli a trovare la collocazione tattica adeguata che gli consentisse di entrare in partita. Insomma invece di amministrare la partita con un possesso palla intelligente e un giro palla furbo abbiamo iniziato a spazzare via e regalare il pallone sempre a loro. Attegiamento che non comprendo nonostante mi pare che la squadra a livello fisico stia bene e non abbia avuto ripercussioni per la partita di Coppa Italia. Alla fine dobbiamo ringraziare un lampo di Lemina che è bene dire è una percussione solitaria, che con schemi non ha nulla a che fare, e la pochezza dei nostri avversari davanti alla nostra porta.

Devo dire in tutta sincerità e non è per fare il sofista, non mi piace questo tipo di atteggiamento. Se poi al 90mo prendi un gollonzo magari su angolo come è accaduto all’andata col Frosinone allora poi ti devi mangiare i gomiti. L’Atalanta è un abisso più debole della Juve. Va bene amministrare, ma ritrarsi neanche avessi difronte il Barcellona e difendere strenuamente l’1-0 non mi pare una cosa giustificabile. Poi ti trovi un arbitro sconsiderato che ti d sei minuti di recupero. Immaginate se non avesse segnato Lemina che finale di partita ci sarebbe stato.

Barzagli show!

 

image

Scritto da Cinzia Fresia

Dal complicato e difficile terreno atalantino la Juventus ne e’ uscita vittoriosa con punteggio netto; il risultato e’ stato ottenuto da uomini inaspettati:attenzione Atalanta a Barzagli, quando indossa la maglia rosa diventa implacabile, il nostro immenso difensore ha segnato un gol imprevedibile favorito da Mandzukic. Dopo di che la Juventus per il raddoppio ha dovuto attendere l’ingresso di Lemina, che dopo tre mesi di stop, rientra e segna un gol spettacolare, raccogliendo i complimenti di tutti.

In questo lungo intermezzo, tra il primo e il secondo gol, la Juventus ha attaccato ma con fatica. Come gioco non e’ stata un gran che’, poco spettacolare, a tratti persino noiosa, fortunatamente i cambi sono arrivati al momento giusto, la gestione di Allegri e’ stata un po’ piu’ precisa. Dobbiamo pero’ constatare che Khedira non resiste a lungo, e in questo match non l’ho trovato superlativo, per evitare guai muscolari e’ stato correttamemte sostituito Tra gli attaccanti senza gol, Mandzukic si e’ comunque battuto lottando, e confezionando l’assist che avrebbe realizzato in gol Barzagli, mentre per Dybala non e’ stata la sua domenica fortunata, si e’ impegnato ma non e’ riuscito a segnare, patendo la marcatura.

Rimane irrisolto l’enigma Pogba, che non accenna a migliorare.

Ritengo altresì sia stato inadeguato l’arbitro Valeri eccessivamente permissivo nei confronti della squadra di Bergamo, i cui uomini hanno dato un sacco di botte ai nostri, soprattutto a Dybala.

Concludendo la Juventus insiste e va avanti, la dinamica gruppale fa in modo che le inadeguatezze di certi giocatori vengano rimediate dagli altri, e questo e’ un punto di forza da parte di chi ha assemblato la squadra. La prossima settimana la Juventus affrontera’ il Sassuolo, una delle squadre piu’ in forma della serie A, e dopo, la prova del nove con il Bayern.
Sara’ per la Juventus una primavera impegnativa, il distacco dalle inseguitrici non permette cali di tensione, per vincere occorrera’ stare sempre sul pezzo.

Pagelle Atalanta- Juventus 0-2

atalanta

Pagelle di Alessandro Magno

 

Buffon 6,5 Non particolarmente impegnato fino al 2-0, nel finale risponde da campione su due tiri dalla distanza. Da sicurezza a tutta la squadra.

Lichtsteiner 6,5 Una buona partenza quando è uno dei piu’ propositivi . Si spinge sempre in attacco a dialogare con gli avanti juventini. Difende anche bene e alla distanza preferisce rimanere dietro. Soprattutto quando entra D’Alessandro che ha un bel passo.

Bonucci 6,5 Sbroglia ogni situazione pericolosa. Spesso è costretto al lancio lungo perchè in mezzo c’è poco movimento.

Barzagli 7 Ha il grosso meritato di sbloccare una partita che potrebbe diventare difficile. Mette le manette a Borriello.

Evra 6 Se Khedira è l’essenzialità Evra è la normalità. Non sfigurerebbe a giocare nell’Atalanta. Una sola discesa a metà secondo tempo poi si limita a tenere la posizione e fare il compitino in difesa.

Khedira 7 E’ uno dei mgiliori in campo finchè dura. Tantissimi inserimenti e gol mancati veramente per un inezia. Alla fine forse esce per evitargli noie muscolari.

Marchisio 6 In una squadra che si muove poco fatica a dettare i tempi giusti. Non sbaglia ma non riesce a incidere come vorrebbe. Oggi si vede poco.

Pogba 5,5 L’inizio è incoraggiante poi si perde nelle solite banalità. Come si fa a pensare a un metro dalla porta invece di insaccare di testa, di stoppare elegantemente scartare il difensore e tirare? Infatti la cosa non gli riesce. E’ un vero peccato perchè trovasse il limite quando prende la palla è un pericolo costante. Volevo quasi dargli la sufficienza poi il togliere la punizione a Dyabala che è un atto da 4 per uno che le batte come le batte lui mi fa propendere per il non sufficiente.

Peryera 5 Iniza a sinistra e poi passa a destra. In una specie di 4-3-3 non trova mai la posizione. Nel secondo tempo Allegri nel 4-4-2 lo porta in mezzo e gioca da doppio playmaker con Marchisio. La sua prestazione migliora ma ai fini del Match non risulta in alcun modo determinante. Anzi penso si sia giocato grosso modo in 10 tutta la partita.

Mandzukic 7 E’ il mattatore di questo gruppo. Grande lotta, grandi recuperi in difesa. Su una ripartenza su un calcio d’angolo per noi si fa tutto il campo di corsa e va a chiudere di testa su Borriello quasi nella nostra area piccola. Encomiabile.

Dybala 6 Viene martoriato dai giocatori avversari che lo rimpiono di calci dall’inizio alla fine. Si danna , specie nel secondo tempo quando la squadra cala e lui ha spazi piu’ ampi. Tuttavia nonostante l’impegno ha giocato partite migliori. Deve dimostrare piu’ personalità nei confronti dei suoi compagni di squadra. E’ la seconda volta che dalla sua mattonella prima Cuadrado e poi Pogba battono delle punizioni orripilanti.

Lemina 7 Entra e si mette subito a correre come un pazzo. Trova la via del gol con un azione personale e mette fine alle sofferenze juventine che iniziavano a diventare fastidiose.
Morata sv
Alex Sandro sv

Allegri 5,5 E’ un uomo fortunato perchè nel momento di maggiore pressione dell’Atalanta troviamo il colpo del 2-0 con un azione personale di Lemina. Non ho capito nè il 4-3-3 inziale e nè la presenza così a lungo in campo di Peryera che mi è parso un pesce fuor d’acqua. Poi non capisco come è possibile che la squadra a un certo punto si ritragga pur avendo difronte la squadra dei pescatori di Mazzara del Vallo. E’ un atteggiamento che non mi piace.

Juventus 6 La Juventus ha vinto non rischiando tantissimo e con un risultato netto. Tuttavia come detto sopra questo ritrarsi dietro a difendere l’1-0 come fossimo ai tempi di Herrera e Nereo Rocco non lo condivido. Certo quando si è in vantaggio è bene non scoprirsi in modo sciagurato ma fare quasi catenaccio contro una squadraccia come l’Atalanta non lo trovo logico nè sensato. Ok abbiamo avuto una partita impegnativa in Coppa Italia pochi giorni fa ma io non li ho visti così stanchi i nostri. Non comprendo perchè nel primo tempo giocando a calcio questi dell’Atalanta non vedevano mai la palla e nel secondo tempo si decide di lasciare l’iniziativa a loro.

Arbitro 4 Permette un gioco sconsideratamente falloso ai nostri avversari e dire che al 2do minuto ammonisce Cigarini quasi a far capire che il gioco duro non sarà tollerato. Invece incredibilmente sia Toloi che Paletta riescono a finire la partita nonostante facciano per lo meno 4 falli da dietro a testa oltre tutti gli altri falli fatti. Non concede un rigore su Pogba abbastanza evidente. Alla fine da 6 minuti di recupero che non hanno alcun senso visto che non si è assolutamente infortunato nessuno. Questa sta diventando una costante . Quando la Juve deve recuperare non ho mai visto piu’ di 3 minuti di recupero, quando la Juve vince minimo il recupero è 4 ma si va anche a 5 o 6 come oggi. Sono sottigliezze ma non va assolutamente bene. Perfino Buffon esce dalla porta per andare a lamentarsi di tutto questo recupero.

Pagelle Inter – Juventus 3-0 (3-5 d.c.r)

inter-Juve

 

Pagelle di Alessandro Magno

Neto 5 Da il via alla rimonta nerazzurra con un passaggio sbagliato a Hernanes . Non pare pronto sull’1-0 e non è nemmeno bravo sul rigore che era parabile. Sul 3-0 ha un sussulto di orgoglio e salva la Juve in qualche circostanza.

Lichtsteiner 5,5 Non era neppure uno dei peggiori non si comprende Allegri cosa ha visto per toglierlo. A questo punto presumo avesse un problema fisico.

Bonucci 5,5 Non molla mai ma ha il secondo gol sulla coscienza perchè perde palla scioccamente a metà campo. Molte volte non riesce a recuperare sulla corsa a campo lungo. Mezzo punto in piu’ solo per il rigore decisivo che non era affatto facile , la pressione era molta e l’ha battuto in modo splendido.Da buon capitano ha ammesso alla fine che abbiamo fatto cagare. Per cui non mi faccio intenerire e gli do lo stesso insufficiente tanto come detto il primo che sa che abbiamo giocato di emme è lui.

Rugani 3 Una partita da dimenticare passaggi sbagliati chiusure sbagliate in fine il rigore sciocco. Un incubo. Sarebbe dovuto uscire. Si rifarà ma stasera se la ricorderà per sempre. Menomale siamo passati. Sarà piu’ facile per lui ripartire.

Alex Sandro 6 Forse uno dei pochi a strappare la sufficienza. Sbaglia poco e nel secondo tempo spinge fino al 120mo. Mancini per dargli noia gli mette vicino Biabiany che è uno veloce quanto lui ma alla lunga la vince il nostro.

Cuadrado 6 Come Alex Sandro ma questa sera trova un arbitro che non gli fischia tutti i falli che normalemente prende. Peccato i calci d’angolo battutti veramente male.

Hernanes 4,5 Sul primo gol subisce fallo poi tenta di costruire qualcosa ma piano piano si perde nella serata da incubo di tutta la squadra.

Sturaro 4 Inesistente. Si nota solo per qualche fallo. Non basta la grinta.

Asamoah 2 Un ombra. Cammina per il campo. Da i suoi errori partono moltissime ripartenze dell’Inter. La sua peggiore partita da quando è alla Juve. Come possa Allegri tenerlo in campo fino al 3-0 è un mistero.

Zaza 6 Ha le occasioni per chiudere la partita e questa sera sono davvero poche , la sfortuna lo ferma. Bene il rigore.

Morata 5,5 Tanta lotta ma spesso si intestardisce in azioni solitarie. Ha una doppia chanse negli ultimi secondi ma Carrizzo gli nega la gioia del gol. Anche lui bene il rigore.

Barzagli 6 Entra sull ‘1-0 con ritardo ma non riesce a fermare la furia nerazzurra nonostante sia uno dei meno peggio. Bene il rigore. Da veterano non si tira indietro per il primo che era indubbiamente difficilissimo sul piano emotivo.

Lemina 6 Prova a dare una scossa. Qualche errore ma certamente piu’ corsa e dinamismo degli altri.

Pogba 6,5 Entra a partita compromessa ma riesce a cambaire un poco l’inerzia della partita. Anche lui ha un occasione ghiotta nei supplementari. Giocasse sempre con questa semplicità sarebbe utilissimo. Anche per lui mezzo punto in piu’ per il rigore. Sarebbe lui il migliore in campo perchè quando entra la Juventus inizia a costruire qualcosa ma siccome la Juventus è stata inadeguata e penosa stasera migliori in campo non ne metto.

Allegri 0 Come rovinare una squadra con un atteggiamento indecente. La Juve non prendeva 3 gol dal Barcellona ho detto tutto. Non ha alcun senso stare tutti dietro. Avessimo giocato la nostra partita l’inter non avrebbe mai trovato questa rimonta. Partita preparata male, gestita peggio, letta ancora peggio. La Juventus si desta dopo l’ingresso di Pogba. Con un 3-0 in dote è veramente una cosa inaudita. Ringrazziasse San Kulovic che Palacio ha sbagliato il rigore altrimenti questa sera era sulla graticola.

Juventus 0 Inguardabile. Indecente. Indegna della maglia. La piu’ brutta Juve degli ultimi 5 anni. Bravi solo a calciare i rigori.

Arbitro 5 Una partita allucinata. Dal non fischiare il fallo su Hernanes a non ammonire D’Ambrosio per un fallo simile a quello per cui ammonisce Bonucci. Una gestione dei falli e dei cartellini tutta sconclusionata.

Lunedì 28 Aprile 2014 Sassuolo-Juventus ore 20.45 Stadio Mapei Reggio Emilia

imagesScritto da Cinzia Fresia

Prova di campionato domani lunedì 27 contro il Sassuolo in posizione di bassa classifica, la situazione per la Juventus non è buona, Vidal si è fatto male e molto probabilmente dovrà operarsi  e Barzagli sarà fermo, non sono buone notizie, soprattutto in vista del giovedì.

Non penso la Juventus del Turn over, abbia difficoltà a superare il Sassuolo anch’esso con numerose assenze,  ma con i “chiari di luna” che ci stanno accompagnando negli ultimi tempi, sarà utile tenere gli occhi aperti e non dare nulla di scontato.

Il Sassuolo ce la metterà tutta per restare in serie A, perciò la Juventus è avvisata che non ci saranno regali. Una settimana frenetica per gli uomini di Conte, che già di giovedì si ritroveranno i portoghesi non certo per una visita di piacere.

Coraggio ragazzi ..andate avanti.

Giovedì 20 febbraio 2014 Juventus-Trabzonspor- Europa League – Juventus Stadium Torino

TrabzonsporScritto da Cinzia Fresia

Da domani, inizia la nuova avventura europea della Juventus, eliminata in Champions League dal Galatasaray, riprova con un altra squadra turca, il Trabzonspor. La Juventus si presenta con la difesa orfana di Chiellini e Barzagli, e un centro campo in cui molto probabilmente sarà presente Isla. Considerata la situazione e con il Derby alle porte, il tecnico dovrà saper calibrare bene le forze per evitare scivoloni in entrambi i tornei.

Nel frattempo tuonano le polemiche circa  le dichiarazioni sugli scudetti revocati durante la gestione di Fabio Capello, botta e risposta tra i due e suggerimenti di buon senso dal maestro di entrambi,  Trapattoni.

Sarebbe consigliabile sotterrare l’ascia di guerra e pensare a domani, la Juventus dovrà approfittare del fatto che il suo avversario si presenta senza allenatore titolare, improvvisamente dimissionario, quindi essere più diretta e andare dritto all’obiettivo della vittoria evitando di offrire fianchi deboli. La Juventus per gestire l’immenso impegno, dovrà mantenere la lucidità e procedere un gradino alla volta se vorrà puntare ad entrambi i titoli.

Un grande augurio a tutti i nostri di buon inizio in Europa.

Domenica 9 febbraio 2014 Hellas Verona-Juventus ore 15 Stadio Bentegodi – Verona

VerppmaScritto da Cinzia Fresia

Come si presenta la sfida al Bentegodi? Difficile .. e quando c’è qualcosa di facile per la Juventus?
Mai, nemmeno con una squadra non di prima grandezza come il Verona, che in casa però può  diventare  molto forte, torna Buffon ma forse non ci sarà Barzagli, incerto per una tendinopatia che l’ha costretto ad uscire contro l’Inter.

La difesa della Juventus senza Barzagli non è completa, e Caceres, suo probabile successore non offre le stesse prestazioni, personalmente punterei su Ogbonna. In questa fase potrebbe esordire Osvaldo, il neo acquisto, che ha già fatto dichiarazioni, esprimento un suo punto di vista, anche sul Verona, dicendo di fare attenzione perchè Luca Toni è fortissimo e come tutti gli ex che ci si lasci bene o male, serbano sempre un po’ di rancore.

Cosa accadrà domenica? Spero vincano, perchè il confronto non esiste e non dobbiamo cadere in errori grossolani, concendendo eccessivo contropiede agli avversari, essendo anche più precisi in difesa, e sperando che Buffon non gliene venga in mente una delle sue.

 

 

Juventus-Udinese – Domenica 1 dicembre 2013 – ore 18,30 Torino Juventus Stadium

Juventus-UdineseScritto da Cinzia Fresia

Rieccoci alle prese con il campionato, dopo il mercoledì di Champions eccoci qua alle prese con la neve a preparare la partita di domani in un insolito orario delle 18.30, sempre domani pomeriggio a causa della squalifica dei gruppi di tifo organizzato, le curve ospiteranno i bambini delle scuole calcio e relativi famigliari, un’idea  sostenuta dal Presidente Andrea  Agnelli e dal direttivo della Juventus tutto, iniziativa benedetta dal Comune di Torino a cui ha concesso il patrocinio all’iniziativa “Gioca con me .. tifa con me” saranno presenti 9500 ragazzi.

Nel frattempo l’allenatore Antonio Conte dovrà impostare una squadra senza la disponibilità di Lichsteiner, Isla, infortunati e Asamoha squalificato, ma  si prospetta  un rientro di Barzagli i cui segnali sembrano di positività. Come sta l’Udinese? direi bene vista la vittoria contro la Fiorentina di domenica scorsa, ma  un po’ meno buona è la  posizione in classifica: metà verso il basso.

La squadra del Friuli è un’altra “brutta bestia” non solo per la Juve ma un po’ per tutti, guidata da un allenatore che sa il fatto suo e con la presenza di un bomber come Di Natale se in giornata può “guastare le feste” a chiunque.

La Juventus da ora in avanti finchè non incontra la Roma, sebbene prima in classifica non può permettersi di perdere punti, perciò dovrà vincere se desidera mantenere il primato in campionato e tenere a bada la Roma che è sempre a due “passi” dalla vetta.

 

 

 

  • Page 1 of 2
  • 1
  • 2
  • >
Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web