Bella Juve in Coppa Italia

articolo di alessandro magno

Una bella Juve ha avuto ragione di una buona Roma. È bastato un tempo alla Juventus per chiudere la partita. Il primo tempo infatti è stato dominato con una Roma incapace di reagire. La Juventus non ha creato tantissimo ma è stata molto cinica sotto porta. Ronaldo ha aperto le danze. Segna ormai da molte partite di fila. La sua marcia è inarrestabile. Seppure a volte pecca di qualche eccesso di egoismo la sua incidenza sotto porta è straordinaria. Fra l’altro segna in coppa Italia dove non aveva ancora segnato. Ha funzionato bene il tridente questa volta con Higuain un paio di volte vicino al gol ma costantemente presente nelle azioni. Fra l’altro sfiancandosi in operazioni di raccordo e copertura encomiabili. Gli è mancata un poco di fortuna e di lucidità. Ottimo anche Costa seppure a sprazzi ed evidentemente non calato appieno nei meccanismi, è stato capace di confezionare 2 assist decisivi per Bentancur e Bonucci. Ottima la prova di questi 2 elementi. Benta soprattutto nel primo tempo è stato sontuoso, giocatore a tutto campo capace di difendere palloni con i denti e di sradicarne dai piedi degli avversari. Il gol è un azione di potenza e prepotenza. Non male anche il tocco di punta. Un intuizione da attaccante. A centrocampo sono andati ottimamente sia Rabiot che Pjanic. Entrambi hanno sbagliato a chiudere tardi su Under ma aldilà di questo errore la prestazione è stata ottima. Incoraggiante quella di Rabiot che diventa giorno per giorno più decisivo. Bene anche Pjanic che evidentemente con due mezzeali che corrono e san giocare a calcio si trova decisamente meglio.  Non è un caso secondo me che con Rabiot Pjanic e Bentancur si sia potuto riproporre con successo il tridente.

Ieri è andata anche molto bene la difesa. Lucido Bonucci ma soprattutto sugli scudi Rugani il giocatore che forse fino ad oggi è stato più bistrattato e invece adesso è indispensabile. È sicuramente meglio averlo ritrovato ora che con Demiral e Chiellini fuori i centrali di difesa sono solo 3. Ieri Rugani è stato promosso a pieni voti. Deciso e sicuro come non mai. Spesso elogiato in campo da tutti i compagni non ultimo Buffon. Gigi ha fatto alcuni interventi che non han permesso alla Roma di riaprire il match. Questo giovanotto di 40 e passa anni è ancora un ottimo portiere e quasi un lusso come secondo. Dimenticata in fretta la papera con il Sassuolo è tornato a difendere efficacemente i pali della Juve quando chiamato in causa. 3 parate hanno fatto stropicciare gli occhi: quella di piedi su Florenzi, istinto e riflessi, quella a terra con la mano aperta su cui poi Kalinic prenderà il palo, e l’ultima su colpo di testa a botta sicura di Kolarov, una parata ormai inutile ai fini del risultato (la partita era finita) ma che denota ancora che straordinari riflessi ha questo Buffon.

Ha da esser contento Sarri e noi con lui. La Juve, anche se a fasi alterne, gira. I punti ne arrivano come mai prima d’ora. Se si escludono i due tonfi contro l’ottima Lazio la Juve sta facendo un cammino oltre le più rosee aspettative, visto il cambio di mister e di mentalità. Non è tutto risolto, ci sono problemi grossi alla voce terzini, tuttavia per ora quanto visto è incoraggiante. La Juve si sta adattando a Sarri e Sarri alla Juve. Se poi dovesse ritornare a casa quel francese di cui si parla tanto …

  1. IL TABU DELLO STADIUM PER LA ROMA

    24-01-2012 Juventus Roma 3-0

    22-04-2012 Juventus Roma 4-0

    29-09-2012 Juventus Roma 4-1

    05-01-2014 Juventus Roma 3-0

    05-10-2014 Juventus Roma 3-2

    24-01-2016 Juventus Roma 1-0

    17-12-2016 Juventus Roma 1-0

    23-12-2017 Juventus Roma 1-0

    22-12-2018 Juventus Roma 1-0

    23-01-2020 Juventus Roma 3-1

    Partite giocate 10

    Goal fatti 4

    Goal subiti 24

    Punti presi 0 o gnente

    Ultimo gol prima dell’autorete di Buffon, lo ha fatto Iturbe 6 anni fa.

    Tutto questo nello stadio che non era buono, che doveva crollare.

    Finalmente la decima per voi…potete mettere la stella…quela de latta !

  2. Benedetto va bene tutto quello che dichi…stamattina perdono tutti…ho goduto come non mai.

    Puro stamattina, poco fa, ad bar: buongiorno regalo…dico…che sapete er risurtato de la partita de iersera?

    E quelli de rimando: Barò vattene affanculo.

    Che goduria…porelli!

  3. Correttore di milano2 che non scrive in romanesco…bongiorno regà…

  4. andrea (the original)

    Vero, una bella Juve come scritto ieri e soprattutto, per quanto su livelli e con modi differenti, una bella Juve per la terza volta di fila.
    Si sta vedendo un po’ di continuità nella assimilazione del gioco di Sarri, non so se questo si ripeterà domenica perché sappiamo che a Napoli ci aspettano per fare guerra ma è importante per l’avvicinarsi della Champions.
    Il centrocampo tecnico è un’altra cosa e, sfatando le solite leggende italiche, non è vero crei squilibrio.
    Idem per le 3 punte.
    Restano 2 problemi:
    1-l’incomprensibile propensione di Sarri a schierare poi in campionato il modulo col trequartista che non abbiamo, che esclude lo spaccapartite Costa e che ripropone Matuidi
    2-la rosa ormai ridotta ai minimi termini nei centrali difensivi e nei terzini.

  5. Una bella gara e con qualche soddisfazione in piu’ per le condizioni di Rabbiot e Benta.
    Pressing alto e movimenti giusti.

    Inutile commentare i gol. CR7 sempre incredibile. Non avrei scommesso che quella palla entrasse sul primo gol.

    Sono segnali buoni anche se la roma ha dato una mano a parte la fase iniziale. Anche per la grinta e la volonta’ della squadra ci sono soddisfazioni un po’ su tutti.

    Adesso che continuassero cosi’ eh..

  6. Una buona prova che ha certificato ancora una volta che Bentancur al momento è irrinunciabile.
    Soprattutto nel primo tempo era una furia, pressava tutti, recuperava, impostava ed ha provato spesso l’inserimento nella spazio che gli lasciavano le punte allargandosi.
    Ha la fiducia del tecnico e dei tifosi e in campo si nota. Grande personalità, fisico, agonismo e buona tecnica. Finalmente ha fatto pure gol, se inizia anche segnare e sta attento ai cartellini può essere fondamentale in questa seconda parte di stagione.
    E mentre scrivo, pensando alla sfortuna di Demiral, non posso evitare una grattata.

    • Beh, Kris, in questo momento Bentancur è di una spanna su tutti a centrocampo: indispensabile🤘.

      Così come -a mio avviso-, resta indispensabile Costa (soprattutto in Champions) per questa Juve molleggiata anziché no: è uno dei pochi che ha lo scarpino accelerato.

      Stiamo notando in parecchi che il 4-3-3 è il vestito che la Juve sarriana indossa meglio.
      Magari se n’è accorto anche il tecnico 😅.

      Ciao.

  7. UNO JUVENTINO TORINESE A ROMA

    Ci sono giornate in cui ringrazio di vivere a Roma…
    Da Torinese con l’accento Piemontese è stato sin da subito piuttosto semplice per l’edicolante sotto casa capire che fossi Juventino, quando 18 anni fa avevo cominciato a comprare da lui il Tuttosport ogni volta che la Juve vinceva. Lui, romanista sfegatato, ormai ci avrà fatto il callo alla mia faccetta sorridente che gli chiede il Tuttosport, ma è sempre una gran goduria per me gustarmi la sua reazione nelle giornate come stamattina.
    Evidentemente se lo aspetta, infatti lo sfila dalla pila dei giornali e lo trovo già pronto sul bancone… immagino che in questa maniera cerchi di ridurre al minimo il tempo relativo alla mia presenza dinnanzi a lui…
    Stamattina ho scorto il suo sguardo quando ancora mi stavo avvicinando con lo scooter… e con molta lentezza parcheggiavo di fronte alla sua edicola. Non importa se arrivo qualche minuto dopo al lavoro… ci sono riti che vanno gustati con calma. Dunque, mi fermo, spengo il motore e con molta molta calma mi tolgo il casco, apro il bauletto, prendo il portafoglio… e mi avvicino all’edicola… ho il sorriso stampato in faccia, lui ovviamente evita il mio sguardo, ma tanto già lo conosce, quello però che non può evitare è sentire la mia voce quando chiedo il Tuttosport facendo finta di non aver visto che sta lì in bella mostra sul bancone.
    Cerco di pronunciare la frase accentuando il più possibile il mio accento Torinese:
    ” Buongiorno… per caso è rimasta una copia di Tuttosport?”
    Intuisco che fa male… che anche solo quelle poche parole pronunciate siano fastidiose quanto 3 supposte infilate con poca grazia in quel buco e firmate CR7, Bentancur e Bonucci… Che ti si ripropongono come una bagna cauda nell’alito del giorno dopo…
    Per far terminare il prima possibile questa fastidiosa sensazione vedo che sempre con lo sguardo abbassato, e con l’aria di colui che vuole sembrare essere “in tutt’altre faccende affaccendato” si appresta prendere il quotidiano Torinese e a porgermelo allungando il braccio disteso nella sua massima estensione, nel tentativo di tenermi più distante possibile da lui….
    Capisco che sono gesti istintivi, un animale ferito, una resa nei confronti di chi è manifestamente superiore…
    Senza proferire parole… afferro il giornale e tergiverso un po’ facendo finta di cercare le monete nel portafoglio… l’euro e mezzo ce l’ho, ma mi voglio gustare quel momento un po’ più a lungo… in quel momento ci sono anche altri clienti… 2 li conosco di vista e so che tifano Roma, pago con una banconota da 5 euro così è costretto a cercare il resto, ne approfitto per aprire il giornale e leggere ad alta voce il titolo in prima pagina : “Roma liquidata: 3-1 Micidiali”
    Uno dei 2 commenta “Dovemo pensà a domenica…, tanto se sapeva che a Torino nun se vinceva”…
    Quanto godo nel sentirli rosicare… per fortuna vivo a Roma… Ringrazio per il minuto in più di goduria passato in edicola… Non commento oltre perché non serve… Non ho specchi per vedermi in viso… ma mi immagino di essere il ritratto della felicità stampata in volto… gli altri tutti facce scure da funerale… Prendo il resto dei 3,5 euro in moneta e lo ripongo con calma nel portafoglio.
    Saluto augurando “In bocca al lupo per domenica!” E do’ velocemente le spalle perché vedere ravanate di maroni di prima mattina mi rovinerebbe un po’ la colazione.
    Riprendo lo scooter e mi dirigo al lavoro…
    La giornata è iniziata decisamente bene!
    Grazie Juve!
    #finoallafine

  8. Altra partita di Coppa Italia della Juve diversa da quelle di campionato, ma come l’Udinese anche la Roma ci ha messo del suo prendendo 2 gol in contropiede nella seconda metà del 1°tempo quando ha avuto il pallino del gioco in mano, sia pur senza creare grossi pericoli alla porta di Buffon. Nella ripresa la Juve ha alzato il piede dall’acceleratore e incassato l’ennesima rete da distrazione collettiva, gol che in momento di sbadiglio generale, per ravvivare l’interesse dei telespettatori la Rai ha pensato di far valere doppio, come già riportato ieri sera nell’altro topic Juve 3 Roma 2 è il risultato apparso sullo schermo per una trentina di secondi, con l’ultimo squillo di tromba un minuto prima della fine della partita, il telecronista che sul risultato di 3 a 1 per la Juve esclama: “se la Juve dovesse vincere sarà la decima consecutiva in 8 anni contro la Roma allo Stadium”.

  9. La telecronaca rai di ieri sera non è affatto una novità.
    Siamo sempre lì.
    Si chiama “cultura dello sport”, che -ad esempio- nella società inglese c’è e da noi assolutamente no.

    Purtroppo quando qui si parla di Premier League si vuole intendere anche/soprattutto quello. Ma qualcuno ritiene l’erba del vicino eternamente secca … e la discussione si arena 🤣.

    Buon pranzo.

  10. ER SOLITO COMPLOTTO-LA STELLA
    di Massimo Zampini

    Me ricordo dell’esordio,

    so’ passati ormai 8 anni,

    con il freddo de gennaio

    a teme’ i soliti inganni…

    Sono entrato ‘n quello ssadio,

    devo di’: pareva bello,

    ma temevo che crollasse,

    ‘o diceva Guariniello!

    Coppa Itaia, daje Roma!

    Co’ Boriello ‘n bianconero

    co’ Marone, Estigaribbia

    ce credevo… Poi treazero.

    So’ tornato ‘n primavera,

    quantomeno ‘n po’ più cardo

    qui lo ssadio è sempre ‘n piedi

    ma so’ sempre più spavardo

    Luisseriche ci ha’nsegnato,

    mo’ vedemo ‘r carcio vero:

    famo ‘n gran possesso palla

    ma perdemo quattroazero…

    A settembre c’è ‘r Boemo,

    nun sai quanta commozione

    ché stavorta nun c’è Moggi

    a impedì d’esse campione!

    Daje Mister, li sfonnamo,

    con il tuo quattrotretre

    ma ar ventesimo, ‘ccitua,

    stamo già sotto de tre!

    Ripartimo co’ Garcia

    Amo ucciso ‘r campionato

    e stavorta nun accetto

    d’esse ancora derubato!

    So più carico de sempre

    Sto a ‘aspetta’ da ‘n’anno ‘ntero

    ma De Rossi se fa espelle

    e ce sfonnano treazero…

    Daje, st’anno semo Allegri!

    Ma ‘ndo vanno senza Conte?

    J’ho soffiato pure Iturbe,

    ‘nnamo a conquista’r Piemonte!

    Daje ‘nfatti stamo sopra

    e nun posso crede aji occhi,

    poi perdemo, ma stavorta

    dai, ci ho l’alibi de Rocchi!

    Il ritorno de Spalletti,

    a Lucia’ quant’ero fiero

    de quer quattroduetreuno

    ch’ammaliò ‘r pianeta ‘ntero…

    Ripensando a quer periodo

    io te dedico ‘n cincin

    ma quei tempi so’ passati,

    ce lo fa capi’ Higuain!

    E’ er dumiladiciassette

    Daje, ‘n punto se po’ fa’

    j’ho soffiato pure Schick

    ma ce segna Benatia…

    Che poi all’urtimo minuto

    manna Schick da solo ‘n porta,

    Daje!!! Nooo, m’hai rovinato

    er Natale ‘n’artra vorta!

    Ce riprovo l’anno dopo

    ma perché sempre a Natale,

    coi parenti juventini,

    pe’ la presa in giro annuale?

    Er portiere pija tutto,

    ma ce purga quer croato

    e j’annullano ‘r dueazero:

    amo perso, era scontato.

    E così arivamo a oggi,

    tentativo number ten:

    ormai vado ‘n quello ssadio

    co ‘n approccio quasi zen…

    Figuriamoci quest’anno,

    ci hanno rimandato Rocchi

    oh, vabbé che siete forti,

    ma ce fate così allocchi?

    Nun lasciaje quello spazio!

    Oh, nun fa’ tira’ Ronardo,

    che nun solo è ‘n fuoriclasse

    ma fa rima con Osvardo!

    Poi ‘r secondo, pure ‘r terzo,

    ma non era in fuoriggioco?

    Oh, nun je la faccio più,

    voi m’avete tolto ‘r foco!

    Sai che c’é? Ora festeggio!

    Perché qui so’ dieci vorte

    e pe’ piagne ‘n c’è motivo

    se ‘n se parla della morte…

    Quindi arzo quer bicchiere,

    apro ‘na bottija bella,

    ché stasera se festeggia

    la sconfitta della stella!

    Buon pomeriggio belli !

  11. Dybala alla Juve dal 2015
    46 presenze e 23 gol totali nel 2015-16
    48 presenze e 19 gol totali nel 2016-17
    46 presenze e 26 gol totali nel 2017-18
    42 presenze e 10 gol totali nel 2018-19.
    A leggere questi numeri tutto si pUò dire meno che Allegri (alla Juve dal 2014) ha rovinato Dybala, a confermarlo non sono solo i numeri ma i 68 gol (calci di punizione compresi) di straordinaria bellezza realizzati dal 2015 al 2018, nè penso si possa affermare che quella di Mandzukic sia stata una presenza “ingombrante” o che abbia in qualche misura disturbato la crescita professionale del talento argentino. Detto questo, visto il trend è evidente che le cause che hanno determinato il suo calo di rendimento nella stagione scorsa non siano da addebitare alle scelte non condivise di Allegri, così come in questa stagione la sua “rinascita” non è legata a quelle di Sarri.

  12. OLTRE ALLA RAI C’E’ BONOLIS

    Il concorrente di Avanti un altro sta attirando l’attenzione social.

    Giovanni Males, pastore della provincia di Oristano, ha rivolto una richiesta a Paolo Bonolis: “Vorrei recitarti un augurio in lingua sarda”.
    Il padrone di casa, con il suo fare tra l’ironico e divertito, accetta la richiesta del ragazzo, così quest’ultimo inizia a esclamare la sua “poesia” in dialetto sardo: “Frastimo, ma no isco frastima ca Deus non m’hat dadu su destinu.
    Males cantas renas b’hat in mare e unzas cantu pesat su terrinu. Su cannau ti tostet su Buzinu manzanu a carre lenta a t’impicare. Minutos cantu zirat su rellozu ti dian issacadas de puntorzu.”

    Parole incomprensibili per tutti coloro che non abitano in Sardegna ma che assumano tutt’altro valore nella traduzione in italiano: “Maledico, ma non so maledire perché Dio non mi ha dato la capacità. Ti vengano tanti mali quanta sabbia c’è nel mare e quante once pesa la terra.
    Ti metta la fune al collo Bogino domani per impiccarti. Possano infierire su di te col pungolo tante volte quanti sono i giri che fa l’orologio.”
    Altro che augurio, un vero e proprio anatema rivolto a Paolo Bonolis che non avendo colto il significato sorride: “Grazie, bello è bello”.

    Bonolis, giorni addietro, aveva preso letteralmente per il culo la Juventus, alludendo alle ruberie della stessa squadra, come: se si batte un fallo laterale e la palla viene deviata in rete dall’arbitro è goal o non è goal.
    Il concorrente risponde: non è goal.
    Ma, ribatte Bonolis, non è goal se non ci fosse la Juve…e altre battute sciocche sempre a prendere la Juve di mira.

    Giovanni Meles, forse, non sarà uno juventino ma sicuramente uno di noi.

    Buon pomeriggio

  13. “Bonolis, giorni addietro, aveva preso letteralmente per il culo la Juventus, alludendo alle ruberie della stessa squadra (…)

    Azzz, Baro’, mo ti ci metti pure tu !? Ahahahah

    Alludendo alle presunte ruberie !

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia