Abbiamo consegnato la carrozzina a Gianni

Il video della carrozzina che abbiamo consegnato all’amico Gianni . L’iniziativa no profit e benefica che ha messo in campo tante persone che hanno dato il loro contributo per ricomprare a Gianni invalido al 100% una carrozzina elettrica nuova in sostituzione di quella che gli era stata rubata. Consegna il 2 Maggio.

  1. Ok
    Sono contento per Gianni.

  2. NE SONO STATE DETTE TANTE

    Quest’anno con Sarri saremmo a ridosso se non avanti all’inter.

    Rispetto allo scorso anno quest’anno è mancato solo Dybala.

    La colpa è di chi lo ha messo a Pirlo.

    Certo, 2 punti solo rimediati contro Benevento e Fiorentina la dice lunga.
    Ma lo stesso Conte che cercava di assemblare la squadra non mi pare che era primo in classifica nel girone di andata…e anzi, è stato sull’orlo dell’esonero e/o dalle dimissioni.

    Nessuno tiene conto delle ASL e dei loro favoritismi?
    Saluti

  3. Idem, felicissimo per Gianni. Sei stato grande Ben, un iniziativa che ti nobilita oltre ogni aspettativa. Grazie ancora a nome di Gianni che speriamo possa vivere meglio.

  4. Alessandro,
    consentimi di concludere il dibattito iniziato nel topic precedente (anche con Kris) dicendoti che la stessa inter di Conte alla stessa giornata di campionato ha 2 punti in più rispetto alla Juve di Sarri che l’anno scorso è stata giudicata per distacco la più forte di tutte. Quest’anno nel quale invece, come dicono i ben informati, i rapporti di forza si sarebbero capovolti e c’è chi dice che la rosa della Juve sarebbe addirittura inferiore ad almeno un altro paio di serie A, mi domando e chiedo sopratutto a quanti in questo momento criticano ferocemente Pirlo (giudicandolo un non allenatore) in che modo secondo loro un vero allenatore (magari anche lo stesso Sarri) avrebbe potuto lottare alla pari o quantomeno insidiare il primato a Conte, con una squadra che per di più per oltre metà campionato ha dovuto rinunciare far a Dybala, giudicato il miglior giocatore in assoluto della passata stagione e che senza ombra di dubbio, al pari di Ronaldo credo sia stato determinante per la conquista dell’ennesimo scudetto consecutivo della Juventus dell’era Andrea Agnelli.

    • Io sono dell’idea che questa Juve poteva almeno giocarsela. Invece non c’é mai entrata nella lotta scudetto, e credo che il principale motivo sia l’inesperienza (ancora non possiamo parlare di incapacitá ) di chi é stato messo alla guida.
      Il modo per insidiare l’Inter era ovviamente non perdere tanti punti in partite che erano ampiamente alla portata.

      • Forse l’errore è nel dare per scontato che l’inesperienza sia solo quella di Pirlo e non anche le difficoltà di inserimento di quelli appena arrivati, l’impossibilità per diversi motivi di schierare una formazione che potesse dare qualche certezza in alcune zone del campo dove in certi momenti della stagione causa assenze per covid e per infortuni vari diversi giocatori sono stati schierati fuori ruolo o come appunto nel caso di Dybala non schierati affatto per oltre mezzo campionato.

        • Tranne Arthur che ha avuto qualche problema fisico, gli altri nuovi sono partiti tutti bene: McKennie, Morata, Chiesa e perfino Kulusesky che all’inizio ha fatto bene. Poi sono naufragati col resto della squadra.
          A livello di gioco invece siamo stati messi in difficoltà da chiunque. E qualsiasi avversaria, anche con rose estremamente inferiori, ci ha affrontato alla pari, ottenendo anche punti.
          Penso che gli indizi vadano tutti verso la panchina.

          • Difficoltà d’inserimento a livello di squadra per un allenatore alla ricerca di una formula di gioco che potesse far rendere al meglio tutti. Difficoltà che qualsiasi allenatore nuovo incontra il primo anno in tutte le squadre in cui va ad allenare e lo stesso Sarri non mi pare che sotto questo punto di vista abbia avuto un compito facile tanto che a parte qualche eccezione non ricordo sincronie di gioco e movimenti collettivi memorabili in molte prestazioni della squadra nella scorsa stagione e in alcune partite di Champions con picchi verso il basso davvero poco qualificanti per un allenatore della sua esperienza.

    • Secondo me è utile oltre che doveroso, andare a scorrere la storia di questa che sarà la Juve di Andrea o la Juve dei 9 scudetti consecutivi, a seconda di come si evolverà il futuro della Juve.
      Si comincia con Marotta e Del Neri, prima mossa la rinuncia a tale Garet Bale, bloccato da Bettega, ma si sa, dirigenza nuova idee nuove.
      Il debutto fu allucinante 7° posto, ma soprattutto una Juve impresentabile, fuori i gironi di EL.
      Si riparte l’anno successivo con Conte e con l’iniezione di giocatori di indubbio valore. Si comincia in attacco, si chiude in difesa, arriva il Primo scudetto dopo una stagione incredibile ed emozionante che mette tutti d’accordo.
      Conte rimane tre anni alla Juve, si contano
      2011/12 Scudetto – finale Coppa Italia
      2012/13 Scudetto – semifinale Coppa Italia – Quarti CL
      2013/14 Scudetto – quarti Coppa Italia – Fase a Gironi CL – Semifinale EL
      Quindi arriva Allegri 5 stagioni alla Juve, si contano
      2014/15 Scudetto – Coppa Italia – Finale CL
      2015/16 Scudetto – Coppa Italia – Ottavi CL
      2016/17 Scudetto – Coppa Italia – Finale CL
      2017/18 Scudetto – Coppa Italia – Quarti CL
      2018/19 Scudetto – Quarti Coppa Italia – Quarti CL
      Arriva Sarri un campionato
      2019/20 Scudetto – Ottavi Coppa Italia – Ottavi CL
      Arriva Pirlo ad oggi
      2020/21 Pos. CL parziale – Finale Coppa Italia – Ottavi CL
      Insomma, non si nota una crescita ed un calo naturale delle prestazioni.
      Si nota la costante scudetto, ma in coppa si nota un salto prestazionale della Juve nelle coppe con l’arrivo di Allegri, seguito però da un lento ed inesorabile calo da Cardiff in poi nonostante Allegri e nonostante i cambi in panchina.
      Se devo guardare ai risultati quindi non posso dare meriti o demeriti particolari agli allenatori, Pirlo e Del Neri a parte gli altri hanno ottenuto risultati simili scudetto e piazzamenti in coppa. Si vede una netta prevalenza di Allegri su Conte soprattutto nelle coppe, con la rosa simile a quella del tecnico leccese, Sarri invece con una rosa simile a quella di Allegri ha ottenuto risultati paragonabili, scudetto, finale di CI contro quarti, ottavi di CL contro quarti.
      Insomma guarderei altrove, e non agli allenatori. Più che altro ad una nuova dirigenza sul lato sportivo, quindi via Paratici, Nedved e Pirlo.
      Quindi tutto nuovo, la Juve ha contratti ed una struttura che può e deve guardare ad uno sviluppo sportivo slegato dalle plusvalenze, concentrato su un miglioramento costante della rosa.
      Di dirigenti non me ne intendo, certo Agnelli al suo posto.
      Come allenatore servirebbe un allenatore di carisma capace di costruire una squadra non solo metterla a posto nel breve periodo.
      Vedo un Mancini in questo, capace di costruire un City e capace di dare nuova vita alla Nazionale, andando a trovare talenti che neanche le squadre sapevano di avere. Zaniolo? Proprio lui.

  5. Baró prima o poi doveva accadere che la Juve dovesse capitare in un anno no.
    Prendiamone atto è inutile leccarsi le mani e pensiamo al futuro. Sono pienamente convinto che in società stiano tirando le cosiddette somme e si stia facendo outing per capire gli errori commessi.
    Noi come tifosi un idea ce la siamo fatta, non credo che si debba smantellare tutto, si deve solo ritoccare e capire quali potrebbero essere gli interventi da eseguire.
    Se si rimane nel giro della Champions, sempre che non si riapra un ulteriore contenzioso con la fgci che ci tiri fuori dai giochi per via della super Lega ( cosa che non credo visto pure quel servizio che tu stesso hai mandato di tutto sport) , un allenatore e 2/3 buoni rinforzi cercando di saper sfoltire nel giusto modo.
    Nel caso peggiore, cioè quello di non rientrare nelle prime 4, beh, una bella sforbiciata di capelli rimettendo i conti a posto ( senza più senatori e cr7) e magari ripartire più forti di prima consci di aver messo su una squadra più forte dell’attuale.

    • Antò perdonami ma non credo sia io la persona che vuole buttare tutto.
      Assolutamente no.
      Forse sono rimasto l’unico a difendere Pirlo.
      Poi se la società liberasse dai pesi in eccedenza la squadra…sono almeno 4…Bonucci, Buffon, Chiellini e Ronaldo, credo che anche Pirlo potrebbe far meglio.
      Ciao

  6. Leccarsi le ferite 🙄😂😂

    • All’intrasatta come svanita la superlegs è svanito anche il calcio dei tifosi.
      E non finisce qui…

  7. Alessandro Magno

    #Juventus Uno contro tutti @TopPlanet63 Ben Croce @SessoJuveRnR @BennyAleMagno https://youtu.be/6LHfWHHcGkI #mdn #radiomdn #calcio

  8. Bravo Ben,complimenti per la lodevole iniziativa

  9. Grande Ben. Un ringraziamento particolare a chi ha messo a disposizione la carrozzina ed un saluto a Gianni.

  10. Fantastica prestazione del Chelsea che passa sopra ad un Real che non è riuscito a tenere il ritmo. Gli inglesi hanno morso le caviglie per 90′ e sono ripartiti costantemente con azioni velocissime che potevano fare molto più male.
    Finale meritata.

  11. MIRACOLO OLTRE MANICA

    Che dire, a distanza di due anni il calcio inglese porta di nuovo due squadre in finale di Champions League.

    Veramente il calcio è un terno al lotto, perché si diverte a far vincere squadre senza tattica e senza fuoriclasse, e che sono rimaste al “palla lunga e pedalare” 🤣.
    Proprio vero: la restaurazione è il futuro del calcio!😅🤭

  12. Finalmente 😀

  13. Hanno tanto rotto il cazzo con la superlega ed ora con la coppa italia fanno lo stesso. Ora i vari moralisti delle istituzioni dove sono? Contrario a questo format.

  14. DA ZIDANE A TUCHEL

    Dopo il 2-0 Zidane si è girato verso il collega avversario e gli ha detto: Touchè in segno di rispetto ammettendo la sconfitta.
    Questo è quanto mi è sembrato di capire.

    Forse per alcuni è arrivata l’ora di scendere dal carro di Zidsne e salire su quello di Tuchel come era stato fatto discesa e salita sul carro di Pochettino e quello di Guardiola.

    A proposito di Guardiola vorrei ricordare che è riuscito a portare in finale il City dopo 5 anni e forse dopo 5 anni a vincere la Champions.
    Ricordo invece che il Chelsea riuscì nell’impresa addirittura con Di Matteo.

    Il calcio è semplice.
    Buongiorno ☕

    • Barone,
      Semifinali di Champions, sfide di alto livello. Qui non ci sono carri, si viaggia in business class!
      Buongiorno!

      • Tu, umano, orsù dimmi: su quale carro ti eri posizionato?
        Così famo prima…il Barone è difficile da capire, si ‘o so…comunque tu non eri nei miei pensieri.
        Ciao

        • Lo so Barone che non ero nei tuoi pensieri. Era una riflessione sul livello che si è visto tra quarti e semifinali👍🏼

          • Allora ricorderai altri quarti e altre semifinali in un quinquennio non molto tempo fa…c’era chi dava anche lo o,01% di probabilità di passare il turno.
            Ciao

  15. IL GRANDE BLUFF

    Vedremo l’incontro-scontro Infantino-Ceferin causa le dissidenti per la superlega?

    Ancora minacce da parte di Ceferin a Real, Barcellona, Juventus e Milan con la possibilità di farle rimanere due anni fuori dalle Coppe…sicuramente sarà un bluff e come tale va trattato.
    L’inter non è nominata nella lista Ceferin (ormai lo sanno tutti come fare per indispettire i tifosi juventini), in atto prove di sottomissione al boss della uefa.
    Ma come cazzo fa sta squadra di madre a salvarsi da tutto e da tutti dopo essere stata dentro ai fatti fino al collo?
    Ma infatti non mi sarei aspettato il contrario da questa società dopo gli eventi del 2006.

    La scampano pure dai BLUFF.

    Buongiorno ☕

    • Ps
      Infantino presidente della Fifa contro chi vuole punire i club della Super League: “Certe sanzioni potrebbero avere conseguenze importanti e poi bisognerebbe prendersene la responsabilità”.
      Stilettata netta a Ceferin: “Si chieda perché si è arrivati a questo”.
      Ergo, meglio mediare.

  16. LA FINALE

    Sabato in Premier andrà in scena un curioso anticipo della finale di Champions -nient’affatto scontata-, tra Manchester City e Chelsea.

  17. C’ERANO UN LECCESE UN NAPOLETANO E UN PORTOGHESE

    Mourinho, Conte e Sarri passati tutti, chi prima e chi dopo, al Chelsea non sono riusciti nell’impresa di far approdare almeno alla finale di Champions il Chelsea(a dire il vero nemmeno ad avvicinarsi alla finale) arriva questo sacchetto di Tuchel e la porta a Istanbul.

    Mo, dico io, che chance potrebbe avere contro il City, e non perché è il City, ma per il semplice fatto che tra le due squadre ci sono 19 punti di distacco.
    Questo distacco magicamente nella finale di Istanbul si azzera, partono alla pari e Tuchel è un buon marcatore.

    Comunque anche il Real ha la sua bestia nera e questa bestia si chiama proprio Chelsea:

    Le due finali di coppa uefa 1970-71 (perché ripetuta)

    Chelsea 1-1 Real Madrid

    Ripetizione:

    Chelsea 2-1 Real Madrid

    Finale Supercoppa uefa 1998 –

    Real Madrid 0-1 Chelsea

    Semifinale UEFA Champions League 2020/21 –

    Real Madrid 1-1 Chelsea

    Chelsea 2-0 Real Madrid

    È diventato il loro incubo

    Buona giornata

    • Tuchel ha sostituito Lampard, vecchia gloria del Chelsea, a Gennaio, mentre la squadra navigava nella parte destra della classifica, portandola in finale Champions.
      L’amicizia tra allenatore e calciatori è una jattura. Sempre.
      Meditate gente.

  18. Considerazioni varie su quanto visto dalle semifinali di Champions che hanno premiato Chelsea e Manchester city.
    Questa volta non sono i nomi più “ in” quelli che passano e vincono, e mi fa meraviglia che la squadra di Guardiola sia quella con i fatturati tra i più alti perché ha in squadra solo De Bruyne come stella vera e propria attorniato da una serie di ragazzotti di belle speranze o del futuro prossimo. Idem il Chelsea liberato di Willyan e Hazard che addirittura nel Real fa parte del gruppo delle figurine non più appetibili.
    Il calcio è sorprendente e quando un allenatore sembrerebbe in ascesa ha le sue rivincite come Guardiola che non si ritrovava in finale di Champions da forse una decina di anni o come l’allenatore del Chelsea appena esonerato dal Psg.
    Ho il solito rammarico di non vedere la nostra Juve tra le prime perchè nonostante “l’annata no”, credo che avrebbe potuto giocarsela tranquillamente, contro queste. Negli ultimi anni capitano sempre delle strane situazioni astrali che ti dovrebbero favorire ma che alla fine ti svantaggiamo in modo diverso. Quello che spiace è essere arrivati a questo punto dell’anno e constatare che si sia buttato letteralmente tutto l’investimento tecnico ed economico alle ortiche con un errore di presunzione come quello di dare in mano una Ferrari in mano ad un neo patentato.
    Dagli errori si dovrebbe imparare, speriamo se ne faccia tesoro.

    • L’anno scorso invece quello che la patente ce l’aveva da trent’anni, in Champions ha schiantato la Ferrari contro il muro. 😀

    • Antony,
      perdonami. Mi non posso fare a meno di intervenire: ci sono un paio di affermazioni che mi obbligano.

      Quando dici che la nostra juve “avrebbe potuto giocarsela tranquillamente, contro queste” stai scherzando, vero?
      Non tanto per il giocarsela, quanto per il “tranquillamente”

      Poi spero che la dirigenza stia veramente facendo tesoro: vedo anche qui affermazioni critiche che detta da altri suscitavano polemiche.

      Questa formazione NON E’ UNA FERRARI
      Forse ne ha la forma, ma non il motore
      Forse ne ha il Motore ma non il Telaio

      Il problema di queste ultime annate è che si si sono ingarbugliati così gli ingredienti e gli Chef che non si capisce più quale sia la causa di questa poltiglia. Al punto che alcuni non senza ragione posso dire che è colpa della pentola.

      Torno nel mio silenzio. Se non rispondo è per pacifiscmo

      • Sono delle considerazioni soggettive, Furino. Tu hai una certa età come me e sai che il passato nel calcio ci ha riservato sorprese cui nessuno credeva. Calciatori di grosso livello tecnico non possono diventare dei brocchi damblè. Ci sono molti fattori che intervengono per spiegare i momenti di forma o altre situazioni che si vengono a creare in un gruppo di buoni professionisti.
        Io sono arrivato a pensare ( ma posso anche sbagliare, ci mancherebbe altro) che oggi la squadra sia in piena confusione tattica e che non abbia più quelle certezze che aveva ad inizio dell’anno. Incertezza dovuta a determinate sconfitte che destabilizzato la fiducia nei propri mezzi.
        Lo dice anche GIOELE, forse è un problema tattico che nasce già dall’anno scorso dove per inerzia almeno il campionato lo abbiamo portato a casa.
        Per farti un esempio con la formula 1, visto che siamo in tema è come voler mettere un motore con più cavalli su un telaio che in curva non tiene. I CALCIATORI DELLA juventus non hanno caratteristiche tali da poter fare un pressing come quei ragazzi del Chelsea di ieri. Quelli si sono mangiato il Real cui gli è andata anche bene a non finire con un punteggio tennistico perchè quei ragazzotti inglesi erano pure ingenui sotto porta.
        Un allenatore è oltre ad un buon psicologo pagato per capire le potenzialità e le capacità tecnico tattico del capitale umano che ha a disposizione e, quello bravo è colui che riescie a sfruttarne al meglio,
        Per dirtene una, ieri a Modric non potevi chiedere di pressare su ragazzi che correvano il doppio di lui, ma questo,( per fare un esempio terra terra).
        Sarri, non può mettere in campo allo stesso modo il Napoli e la Juventus così come Guardiola non metterà mai in campo il suo attuale Manchester come metteva in campo il Barca di Iniesta Xavi e Messi. Sono stato più chiaro?
        Non si tratta di essere pacifisti o guerraioli, quassù ognuno ha le proprie idee e le manifesta così come la pensa e senza avere quella presunzione di essere il possessore della verità. Il calcio è bello per questo.

    • Si Antony,
      É stata una vera sfortuna trovare il Porto sul nostro cammino piuttosto che questi ragazzotti :mrgreen:
      Ironie a parte, vedendo le semifinali credo che avremmo fatto una fine peggiore di quella della Roma. Non voglio neanche immaginare cosa avrebbe combinato il solo Kante contro il nostro centrocampo. Per non parlare del ritmo imposto dagli inglesi che ha fatto sembrare lento il Real.
      Insomma, condivido lo stupore di Furino su quel “giocarsela tranquillamente”. Se alla Juve hanno questa stessa umiltá si spiegano tante cose.

      • Sicuro Kris? Ci manca la controprova, comunque con Pirlo o con Sarri allenatore credo che tu abbia ragione. Questa Juve l’avrebbero massacrata.
        Quanto alla Roma, nel primo tempo stavano addirittura vincendo contro l’altro Manchester, poi …… lasciamo stare, è proprio per quanto accaduto che hanno subito chiamato un restauratore come Mourigno ( che a me non piace, intendiamoci).

        • Si, perché invece quella vista contro l’Ajax sarebbe uscita trionfante ieri sera😅

          • Non voglio aprire vecchie diatribe tra allegriani e sarriani, siamo juventini e basta e finiamola lì.
            La sconfitta con l’Ajax ha rappresentato la fine di Allegri e nessuno sta discutendo questo, per cui ricordare o aprire altre vecchie ferite non ha alcun senso. Avrebbe potuto avere anche degli alibi come una squadra fuori condizione nel momento migliore, ma questo lo ha destabilizzato dalla Juve lo stesso, pertanto pensiamo ad oggi e lasciamo perdere il passato.

            • No no, nessuna diatriba, ma sei tu che hai specificato che ci avrebbero massacrati solo con Pirlo e Sarri. Ho solo ricordato che anche prima abbiamo avuto problemi coi ragazzotti…

      • per risponderti su Kante, voglio ricordarti che una volta il bravo allenatore metteva sempre un uomo ” d’ordine” sull’avversario che avrebbe potuto fare del male alla propria squadra. volta x volta si poteva chiamare Gentile o Tardelli e all’occorrenza anche qualche macellaio tipo materazzi ( beh il minuscolo è il minimo) per fermare i Zidane della situazione. Oggi ti fa addirittura paura Kantè? maaaa daiiii direbbe Mughini 😀

  19. BREVI SUL CALCIO INGLESE E DINTORNI

    Ragà, comunque a me a parte il resto, quello che ha lasciato basito, è stata la condizione atletica del Chelsea: spaventosa. Se è vero come è vero che al 90° pressavano ancora come degli ossessi lasciando praticamente mai il tempo di pensare ai fuoriclasse del Real.

    Inoltre -lo avrete notato-, nei primi 5 minuti quelli del Chelsea (Christensen!) avevano già fatto due/tre entrate sull’uomo ai limiti del regolamento!
    Tanto che Zidane se n’è lamentato col quarto uomo …

    Sul City: l’organizzazione del suo gioco è un’architettura costruita nel tempo, e dimostra che solo i furbi e gli ingenui possono pensare che il calcio sia una cosa semplice. Se lo fosse non ci sarebbe bisogno un Guardiola che guadagna 30 milioni all’anno. La distribuzione delle risorse nel gioco dei movimenti ha infatti rapporti quasi matematici. Lo si nota perfino nelle segnature distribuite negli undici con criterio euclideo. Tutti i giocatori di Guardiola dimostrano sul rettangolo di gioco sapere cosa significhi “andare nello spazio per liberare altro spazio”.

    PS Noi ovviamente siamo stati sfortunati perché invece di incontrare queste squadrette inglesi siamo incappati nei fenomeni del Porto🤣

    • Luigi se hai una squadra tecnica a disposizione devi metterla nelle condizioni di non far vedere la palla ai propri avversari che non hanno la tua tecnica individuale. E’ questo il compito del buon allenatore. Quando Guardiola allenava il Barca la palla non te la facevano proprio vedere e ai voglia a correre come gli scemi. la differenza appunto tra chi piglia 30 milioni o anche 12 come Conte e gli altri è proprio questa. il calcio diventa semplice poi, quando sei riuscito a mettere a punto il tuo tipo di gioco in relazione alle caratteristiche di chi hai a disposizione.

    • Credo che mai e poi mai il calcio sia una cosa semplice. Pensarlo in posti decisionali è anzi catastrofico.
      Questo pensiero si deve essere annidato anche nelle mente di Andrea Agnelli questa estate: prendo l’appena nominato tecnico dell’Under 23 che non ha mai allenato e gli affido la prima squadra, risparmiando un sacco di soldi, tanto il calcio è una cosa semplice.

      • Scusa,Luigi, se vuoi ribattere solo pe pijà pe culo fallo pure…ma perché secondo quale cervellotica mossa è stata messa in campo se non la semplicità più semplice di giocare al calcio solo perché se ne ha voglia?
        Ciao

      • Baro’, sono stato serissimo.
        E mi pareva di aver espresso un concetto facile da capire. Ma lo ripeto.
        Agnelli forse per superficialità, forse per arroganza, forse per disperazione ha affidato la Juve (mica la Grottolese) all’allenatore già chiamato da lui stesso all’Under23.
        I risultati estetici e matematici sono sotto gli occhi di tutti. Una prece.

        • Non mi riferivo a quello di cui tu ti riferisci e ne vai fiero della scoperta…il mio discorso è sulla semplicità con cui sia Tuchel che Zidane hanno affrontato la partita. Ha vinto chi più meritatamente ha messo in campo la voglia di giocare al calcio.
          Nel mio ragionamento non ci sono sotterfugi di nessuna entità.
          La semplicità regna in me caro Luigi…e dovresti saperlo.

        • Baro’, tranquillo, non vado certo fiero per aver scoperto … l’acqua calda😅

  20. La battaglia tra Super League e Uefa promette scintille a livello legale.
    Da fonti vicino Nyon è rimbalzata la voce di una possibile esclusione dalle competizioni europee per 1-2 anni dei club che non faranno passi decisi per uscire dalla società che istituiva la nuova competizione ma, secondo quanto filtra dai club coinvolti, il rischio è basso visto esiste una sentenza del tribunale di Madrid che lo impedisce chiaramente.
    Se l’Uefa si appella all’articolo 51 dello Statuto che proibisce “alleanze tra club” senza il via libera del massimo organismo del calcio europeo, la Super League cita un’ordinanza cautelare del tribunale commerciale numero 17 di Madrid che vieta a Fifa, Uefa e leghe nazionali di adottare provvedimenti che “vietino, restringano, limitino o condizionino in qualsiasi modo, direttamente o indirettamente” la Super League affermando che l’Uefa andrebbe contro la libera concorrenza in Unione Europea.

    Giudici e avvocati nei comitati disciplinari dell’Uefa non possono ignorare un ordine del tribunale perché andrebbero incontro a sanzioni severe, anche in Svizzera, vincolata da un trattato a rispettare qualsiasi ordine proveniente dal tribunale di Madrid.

    Resterà poi da valutare la posizione della Figc (sono attese sanzioni non economiche nei prossimi giorni) e soprattutto e la cosiddetta “clasuola Gravina” che nega l’iscrizione alla Serie a a chi partecipa ad una lega esterna.

    #ilcalciodeitifosi

  21. Gli indizi e gli indiziati in panchina, ovvero mai mettere un ex calciatore ad allenare i suoi ex compagni… a meno che non si chiamino :

    Roberto Mancini, appena ritiratosi rimane nei quadri della Lazio e il 19 luglio 2000 intraprende la carriera di allenatore come vice di mister Eriksson, ma appena 6 mesi dopo torna a giocare a calcio con gli inglesi del Leicester City e a fine stagione, a neanche 37 anni, inizia la carriera da allenatore alla Fiorentina che lo aveva chiamato per sostituire l’allenatore turco Fatih Terim, fra le polemiche degli addetti ai lavori, poiché Mancini non era all’epoca in possesso del patentino di allenatore di prima categoria.

    Simone Inzaghi, a maggio 2010 annuncia la rescissione, con un anno di anticipo, del suo contratto di calciatore con la Lazio rimanendo comunque nell’ambiente biancoceleste in veste di allenatore degli Allievi Regionali. Nel 2016 dopo l’esonero di Stefano Pioli e senza patentino da allenatore di 1a categoria diventa l’allenatore della prima squadra, nella stagione successiva viene inizialmente rimpiazzato dall’argentino Marcelo Bielsa che però si dimette poco dopo per via di divergenze con il presidente Claudio Lotito il quale decide di ridare in mano le redini della squadra al tecnico piacentino già sul treno per Salerno.

    Jurgen Klopp, ha giocato 325 partite con la maglia del Magonza (Mainz) dal 1990 al 2001, segnando 56 gol, di cui 52 in campionato. A febbraio del 2001 la società lo sceglie per sostituire il tecnico appena esonerato. Con i biancorossi del Mainz Klopp ha raggiunto la qualificazione alla Coppa UEFA nella stagione 2005-2006. Dal 1°luglio 2008 è entrato nella storia del Borussia Dortmund vincendo 2 volte la Bundesliga, 1 Coppa e 2 SuperCoppe di Germania, per 3 volte allenatore tedesco dell’anno, dal 2015 allena il Liverpool e nel 2019 ha vinto la Champions League, la SuperCoppa europea, il Mondiale per club e nel 2020 la Premier League.

    • Vorrei aggiungere Vialli al Chelsea.
      1998/99 vincitore di una supercoppa UEFA.
      1999/00 vincitore di una FA Cup.

      Proprio Mancini merita una riflessione, siamo sicuri che serva il corso a Coverciano?
      Neanche Zoff lo seguì.

      • Si anche Vialli, a proprosito di Mancini il polemico Aldo Agroppi qualche anno fa si è scagliato contro di lui proprio perchè non aveva fatto il corso di Coverciano e il patentino gli è stato regalato, accusa seguita da una battuta sulla “meritocrazia calcistica”, perchè a suo dire doveva fare lo stesso corso come tutti gli altri, ma proprio nel suo caso la tua osservazione non poteva essere più azzeccata, frequentare quel corso ad Agroppi è servito a poco visto che a 50 anni era già un ex allenatore, a differenza di Mancini che a 53 anni è arrivato ad allenare la Nazionale.

    • Gioele
      A parte tutto quello che metti per le ricerche ma uello che più
      mi fa piacere leggere i tuoi post è la schiettezza che li rende inattaccabili.
      Grazie ancora.

      Ps
      Grazie anche a Luca per il completamento o la giunta della lista.

      • Ti ringrazio Barone, senza voler fare polemica con nessuno devo dire purtroppo che l’abitudine di lanciare il sasso contro tutto e tutti per poi ritrarlo sta rendendo il blog un monologo fra sordi.

      • Grazie Barone!

    • Scusate, ma di tutti questi allenatori quanti sono stati messi in una squadra favorita per lo scudetto e quanti l’hanno vinto subito?
      No, perché una volta sentivo che alla Juve non c’è tempo, che vincere è l’unica cosa che conta ecc…
      Da ricordare anche che molti di questi già da anni facevano parte di staff prima di allenare. Pirlo era nel vigneto, forse avrebbe bisogno di un pochino di pratica no?
      In ultimo, ogni situazione è diversa, quella della Juve attuale non era certo la più indicata per metterci uno a fare pratica.

      • Perdio Kris, ora te lo dico con tutti i crismi del caso: hanno preferito mettere Pirlo pur di togliersi dai coglioni Sarri. Punto!

      • Vialli ad esempio, arrivava direttamente dalla squadra, gioco addirittura qualche partita come capitano/allenatore

        • Si, quel Chelsea era un caso particolare, stava tornando a certi livelli dopo anni di crisi. Gía prima di Vialli credo fu Gullit a fare da giocatore allenatore.

      • Queste le quote scudetto rilevate mediamente dai bookmakers nel mese di luglio 2020:
        Juventus 1.60, inter 4.00, Lazio e Napoli 12.00, Atalanta 15.00, Milan 25.00, Roma 50.00.

        Ad agosto 2020 dopo l’annuncio di Pirlo allenatore della Juve:
        Juventus 1.70, inter 3.75, Napoli 12.00, Atalanta 13,00 Lazio 14.00, Milan 26.00, Roma 40.00.

        In che modo e quanto ha inciso la scelta di Pirlo allenatore al posto di Sarri sulle quote iniziali e sulla Juventus data favorita per lo scudetto?

        • Gioele,
          Mah, credo che sulle quote influisca anche che arrivavi da 9 scudetti, che hai Ronaldo, il miglior fatturato ecc…
          Poi non capisco cosa c’entrasse Sarri nel discorso, ma se proprio si vuole andare a vedere l’incisivitá, invece che a dati aleatori, basta guardare alla classifica. Quest’anno non si é mai lottato per lo scudetto ed a 4 partite dalla fine non sappiamo se entriamo in champions. Sull’atteggiamento della squadra in campo meglio sorvolare.

          • Kris

            Cerchiamo di capirci, hai chiesto perchè hanno messo Pirlo ad allenare una squadra favorita per lo scudetto come la Juve, ti ho risposto che il cambio fra Sarri in carica fino al 7 agosto 2020 (capisci ora perchè c’entra anche Sarri?) e Pirlo in carica dall’8 agosto 2020, non ha cambiato l’ordine delle favorite fra le prime 3 e non ha prodotto variazioni sostanziali fra le quote scudetto calcolate nel mese di luglio 2020 e quelle del mese di agosto 2020.
            Acclarato che questa fosse la situazione di partenza e che non sta a noi stabilire quali parametri hanno determinato le rispettive quote ma quelle sono, è superfluo aggiungere che nel corso della stagione calcistica i risultati sul campo e le rispettive classifiche delle squadre hanno stravolto l’ordine delle favorite e le relative quote scudetto. Gli altri sono temi sui quali abbiamo già ampiamente discusso nel blog in questi mesi e sui quali non ho intenzione di tornare a discutere, ma come già scritto sopra, a differenza, tua non dò per scontato che i motivi per cui la Juve non ha finora soddisfatto le aspettative dei tifosi siano attribuibili esclusivamente a Pirlo.

            • Ma è ovvio che non abbia cambiato immediatamente l’ordine delle favorite. Io stesso l’ho sempre considerata tra le favorite la Juve.
              Le quote scudetto si riferiscono alla Juve,non al solo Pirlo. Appena annunciato l’allenatore sono subito iniziate a salire con quel dato che riporti, ma nelle settimane successive sono salite ulteriormente e sono calate per esempio quelle dell’Inter. Prima ancora che cominciasse il campionato.
              Tra l’altro gran parte dell’opinione pubblica definì Pirlo azzardo o scommessa.

              • settembre 2020
                “Juventus ancora in prima fila
                Nonostante la vittoria del 9° Scudetto consecutivo, tra le squadre di vertice è la Juventus quella ad aver operato i maggiori cambiamenti: il deludente cammino in Champions League ha portato la proprietà a chiudere il progetto legato a Maurizio Sarri dopo una sola stagione e a rivoluzionare una rosa che ha vinto tantissimo ma che ormai cominciava a dare segnali di logorio.
                I bianconeri sono ancora i favoriti d’obbligo per la vittoria del titolo, con una quota di 1,80: le incognite certo non mancano, come la mancanza di esperienza in panchina di Andrea Pirlo, scelto a sorpresa da Agnelli come erede di Sarri, o la tenuta atletica e mentale di una squadra che rischia di sottovalutare gli impegni domestici in nome di quella Champions League tanto desiderata dalla proprietà.”

                Come vedi in questo contesto la tua tesi non trova riscontro, ma se vuoi alla prossima ti riporto anche le quote di aprile 2021, numeri che sicuramente soddisferanno in pieno sia il tuo pensiero che quello della gran parte dell’opinione pubblica.

                • Come non trova riscontro, prima dell’inizio era ad 1,85 e l’inter scesa a 2 e qualcosa.
                  Te lo dice l’articolo: favoriti d’obbligo.
                  Dopo nove scudetti e con Ronaldo in squadra chi doveva essere favorito?
                  Ma proprio questa fiducia nella squadra dimostra il fallimento della scelta Pirlo.
                  Puoi portarmi anche quelle di maggio, io guardo i fatti e quelli dicono che la stagione é fallimentare.

                  • Kris

                    “…nonostante la vittoria del 9° scudetto, una rosa che comincia a dare segnali di logorio, le incognite come la mancanza di esperienza di in panchina di Pirlo o la tenuta mentale di una squadra che rischia di sottovalutare…”
                    Dunque nonostante tutto questo dopo 10 giornate, a dicembre 2020, chi come te ha guardato i fatti dovrebbe aver notato che la Juve e Pirlo in quel momento erano quarti a 1 punto da Napoli e inter e 5 dal Milan con una partita da recuperare dopo la cancellazione del 3 a 0 a tavolino contro il Napoli, tanto che le società di scomesse (che non giocano con i soldi finti del monopoli ma con quelli veri degli scommettitori) davano queste quote:
                    Juve inter Lazio Atalanta Roma Milan Napoli
                    snai 2.75 3.50 50.0 6.50 33.0 6.50 6.50
                    goldbet 2.75 3.50 50.0 6.00 35.0 7.00 7.00
                    eurobet 2.30 3.00 50.0 8.00 50.0 7.50 10.0
                    betfair 3.00 3.60 41.0 4.50 36.0 7.50 6.50
                    888 2.50 3.25 6.50 41.0 41.0 7.00 8.00
                    sisal 2.50 3.00 50.0 7.50 50.0 7.50 9.00
                    pltwin 2.45 3.25 51.0 6.50 41.0 7.00 7.00
                    starv. 2.50 3.25 41.0 6.50 41.0 7.00 8.00
                    bet365 2.50 3.50 51.0 6.50 41.0 8.00 9.00

                    Se li guardi allora con più attenzione ti accorgi che i fatti dicono che Pirlo e la Juve a dicembre 2020 non erano affatto “falliti” come dici, col senno di poi invece… sono piene le fosse.
                    Le stesse fosse in cui si sono autoconfinati i leoni di tastiera che (s)parlano da mesi della rosa bianconera, giudicandola neppure da 4°posto, ma che nel contempo continuano a sparare ad alzo zero su Pirlo colpevole di non aver lottato per vincere il campionato. Gli stessi pronti a buttar giù dalla torre Andrea Agnelli e l’intera dirigenza, da “bruciare” tutti sulla pubblica piazza perchè colpevoli di aver indebolito la rosa, una rosa che però fino al campionato scorso era in assoluto e per distacco la più forte d’Italia, tanto che come più volte sottolineato dopo la conquista di 8 dei 9 scudetti consecutivi, a detta loro la Juve avrebbe comunque vinto lo scudetto con qualsiasi altro allenatore. Quest’anno invece no, non è come gli altri anni, la rosa sarebbe inferiore a quelle di altre 2/3 della serie A ma la stagione è comunque fallimentare perchè Pirlo, il solo e unico colpevole, non è riuscito a giocarsela per lo scudetto con l’inter di Conte. Tutto questo per dire che se da un lato comprendo, ed è anche il mio, il loro disappunto per una stagione che come tifosi ci ha riservato finora più amarezze che soddisfazioni, dall’altro non si capisce invece come coloro che mostrano certi atteggiamenti di superiorità e disprezzo nei confronti dei colleghi di tifo che la pensano diversamente, non si rendano conto che le contraddizioni che emergono dai loro scritti finiscono per renderli personaggi caricaturali di tafazziana memoria.

  22. Complimenti Ben. Iniziativa Lodevole.
    Un abbraccio a Gianni.

  23. SCUSATE IL FUORITEMA

    Avevo aperto il topik per scrivere quello che di molto importante ho fatto oggi: la prima dose del vaccino anti Covid-19 (Pfizer).
    Organizzazione esemplare in tendopoli, tutto ben organizzato: chiamata per orario(ore 10 il mio turno) a gruppi di 4.
    Arriva il mio turno e un infermiere mi misura la temperatura, mi fanno accomodare per verificare la documentazione da me riempita in precedenza e firmata.
    L’infermiere addetto al vaccino mi fa accomodare dopo che mi sono scoperto il braccio, il dx.
    A questo punto inizia una bella storia tra me e quel ragazzo infermiere, mi chiede se fossi mancino…visto che avevo porto il braccio dx…e io gli rispondo, no non sono mancino sono destro…allora facciamolo al braccio sx.
    Ok, faccio io, ma mi raccomando non mi rovini questo stemma.
    -azz e allora mo te sistemo io…
    Alt, fermi tutti, mica per caso è interista? Se lo è vado da un altro a farmi vaccinare.
    Una risata, e, non si preoccupi sono della Doria.

    Azz, faccio io, anche mio figlio simpatizza per la Samp(uno dei miei gemelli, l’altro è più juventino di me. Ho scoperto che era amico con i miei gemelli).

    Tutto bene, sto bene, nessuna reazione.
    Racconto questo perché molti di voi quassù e anche altrove mi conoscono e sanno della mia lealtà.
    Allo stadio con la maglietta e il nick stampato sopra…senza paura e soprattutto senza barare.

    Insomma, chiudo dicendo, non sono un incappucciato, non ho nulla da nascondere…chi va chi viene e senza un minimo di vergogna.

    Saluti

  24. Alessandro Magno

    chiacchierata con @mirkonicolino superlega sondaggio su mancini rumors su zidane https://www.twitch.tv/videos/1013276570

  25. Ancora sulla nostra amata, su allenatori e dirigenti, oggi punto il dito sui dirigenti.
    Se guardo alle migliori squadre europee, non posso che guardare a quelle che si sono giocate le semifinali di CL.
    Se dovessi paragonarle con la Juve per vedere il diverso agire sul mercato, posso guardare al City, al Chelsea al Real, lascio da parte il PSG per l’unicità della squadra.
    Vado ad analizzare l’11 sceso in campo nella semifinale, al netto di infortuni per avere un idea, il dato preciso non influenza un analisi generale, per la Juve invece vado ad analizzare l’11 di Udine.
    I dati che prendo in considerazione, sono: Spesa media per giocatore, anni di presenza media nel club e anni di ingresso nel club.
    Chelsea Spesa media 31.24mln – presenza media 2.7anni – età acq 24.7anni
    City Spesa media 43.5mln – presenza media 3.4anni – età acq 24anni
    Real Spesa media 38.38mln – presenza media 5.5anni – età acq 23.5anni
    Juve Spesa media 40.86mln – presenza media 2.5anni – età acq 25.8 anni
    Insomma se immagino di fare un leasing sul giocatore e vado a calcolare il costo all’anno per ogni giocatore nelle singole squadre ottengo quello che già i dati prima lasciavano immaginare.
    Costo medio annuo per giocatore:
    Chelsea: 11.45mln/anno
    City: 12.93mln/anno
    Real: 6.9mln/anno
    Juve: 16.05mln/anno

    Eh si adesso si capisce perché hanno mandato via Marotta, e perché è forse ora di sostituire Paratici.
    Dai risultati, direi che l’area tecnica della Juve è spoglia, non riesce a produrre una politica di scouting e di ingaggio dei giocatori in linea con i tempi, i dati parlano chiaro.
    Anche se andiamo a vedere l’età media siamo di fronte a:
    Chelsea: 27.2
    City: 27.3
    Real: 29
    Juve: 28.3
    Insomma solo il Real è superiore a tutti ma ha anche una spesa per giocatore bassissima, vuol dire che negli ultimi anni ha risparmiato, ha in pratica spalmato il costo dei cartellini su più anni rispetto alle concorrenti, la Juve invece non ha un età media così più alta rispetto alle inglesi, ma è altissimo il costo annuo per giocatore vuol dire che non è riuscita a spalmare il costo su più anni ed adesso il rinnovo costerà di più.

    In buona sostanza meno plusvalenze, più politica sui giovani, più scouting per trovare i talenti prima degli altri, maggior prudenza sugli acquisti, e spese mirate su giocatori capaci di dare un di più. I veri fuoriclasse sui quali vale spendere un qualcosa in più.
    Alla luce di quanto si vede gli 80mln per De Ligt sono assolutamente ben spesi, non sono invece ben spesi i 35mln per il ritorno di Bonucci a 32 anni, sarebbe stato meglio lasciarlo libero, o rateizzare la spesa del Milan.

  26. Per chi sta vedendo Roma Manchester . Vorrei capire se sto vedendo “scherzi a parte “ o se vogliono giocare scapoli- ammogliati.” Poi ci sarà sempre un Pio, un Bertoncelli ed un prete a sparare cazzate “ ( liberamente tratto dall’avvelenata di Guccini) . Errori da dilettanti allo sbaraglio e difese messe lì per caso. È finito il primo tempo ed è solo 1a0 per gli inglesi ma siamo solo all’inizio. Intanto cip e ciop se la commentano come se fosse una partita vera. Cercano pure lo scorpione dice Ciop Caressa , quando sono soli contro il portiere.

    • Antò, la sto vedendo io…stai attento che ti posso smentire.
      No, a parte gli scherzi, io sto vedendo una squadra che altro non aspetta solo di disputare una partita salva-stagione. La penultima di questo “maledetto” campionato.
      Ciao

      • Dici che si stanno preparando per quella partita onde ricordarsi di mettere dietro il pullman ? Mah,

      • Comunicazione di servizio:
        il Manchester si sta cagando sotto 🤣

        • Infatti hanno tirato lo sciacquone sul 2-2

        • Solo per pura combinazione il Manchester non è andato sotto 3-1 su gol che sembravano già fatti …
          E questo a prescindere da ciò che dicevano i due commentatori.
          Che poi a te la Roma stia antipatica, lo sappiamo bene😅

          • Si, antipatica è troppo italiano, usando, invece, del buon francesismo posso dire che mi sta sulle pal…pebre.

            Ok, del 3-1, vittoria meritata ma addirittura che come diceva Caressa qualificazione aperta…oddio mi pare proprio assai.
            Ma da come lo ripetava-no sembravano convinti.

            Ed ecco chebil tifoso sentendo certi commenti, invece di ragionare con la sua testa superiore, abbocca alle cazzate di si Fabio, e guarda bene Beppe.
            Due idioti più idioti e che tra poco hanno finito di rompermi le palle perché sky non trasmette più nulla se non tre partite tre di campionato.
            Ciao

            • La qualificazione poteva essere messa in discussione solo col momentaneo 3-1 della Roma …Se poi il tifoso abbocca alle cazzate di Caressa, caxxi sua 🤣

  27. PAOLO DI CANIO

    Si sa, lui è un aquilotto dentro e antiriomma a vita.
    In un’audio rubato e caricato su Youtube Paolo Di Canio si esprime in maniera molto negativa sull’operazione.

    Parole forti di una conversazione privata che non doveva venir fuori, l’ex Lazio non sapeva di essere registrato: “Avete preso il peggio che c’è in questo momento, capisco che serviva un nome ma è come quando prendete un giocatore che è finito, Mourinho è andato a cercare una panchina con i soldi, terzo esonero in quattro anni, cacciato da tutte le parti per incompatibilità di carattere e lui prima era forte in quello.
    Adesso è stato cacciato dal Tottenham per i risultati e per l’incapacità di portare la squadra ad un altro livello dopo due anni e con tutto quello che hanno speso.
    Poi per l’ambiente Roma andrà bene ma voi vi aspettate chissà che cosa ma vi dico che avete preso il peggio del peggio.
    Non fa neanche calcio, fa l’anti calcio, vi divertirete in qualche conferenza stampa perché fa polemica fa casino, vi fa il teatrino”.

    Buona serata

    • Da come la vedo io è stata una vigliaccata.

      Si vede chiaramente che Paolo sta parlando per telefono con uno che reputa suo amico e non con un giornalista.

      Non cambierebbe la tesi, ma le parole assolutamente si.

      Comunque su quello che ha detto Di Canio concordo perfettamente.

      Ma non c’è via di uscita, il livello del calcio in Italia è questo, e ci metto dentro anche la Juve, è un calcio che non vive di programmazione di progressi di piani industriali, ma di furbate, di intuizioni, con tutto quello che ne consegue.

      Spese folli, allenatori assolutamente inadeguati, giocatori impreparati, manager improvvisati, spettacolo inesistente in campo, risultati che sono quello che sono, competitività al limite.

      Dobbiamo ammettere che il nostro calcio sopravvive per quel po’ di campanilismo che ancora lo sorregge, per quel poco di storia che rimane.

      • Oggi su tuttosport danno Zidane come prossimo tecnico della Juve, Luca. Azz proprio ora che hai cambiato idea su Zidane? 😀 😀 😀

        • All’epoca delle voci su Guardiola, spiegai che per la nostra signora, sarebbe stato meglio un allenatore come Zidane, perchè la squadra aveva un impianto, sarebbe stato solo da correggere qualche difetto, cosa che fece Zidane alla grandissima.

          Quest’anno invece alla Juve non c’è niente di riconoscibile, tanto che non saprei cosa manca o dove spendere soldi.

          Quindi propendo per un allenatore alla Mancini, uno che ha dimostrato, di saper costruire squadre da zero inserendo anche giocatori insospettabili.

      • Luca

        C’è da dire che anche le squadre inglesi a partire dal loro rientro nelle competizioni europee dopo la tragedia dell’Heysel, sono praticamente sparite dalle protagoniste delle competizione europee per club, fino all’incredibile vittoria del Liverpool nel 2005 offerta su un piatto d’argento dal Milan, in vantaggio di 3 gol alla fine del 1°tempo. C’era stata è vero 6 anni prima anche la vittoria in Champions del Man.Utd., in una finale rocambolesca in cui gli inglesi sotto di un gol al 90° segnarono 2 gol nei minuti di recupero sfilando la Coppa che era già nella bacheca del Bayern Monaco. Quasi vent’anni di anonimato nel calcio che conta, con stadi vecchi e obsoleti, il fenomeno degli hoolingans non ancora debellato, fuori dalle coppe da 5 anni e con un’altra tragedia di proporzioni spaventose accaduta nello stadio di Sheffield in cui ci furono 96 morti. Ma per essere diventati quelli che sono attualmente, la rinascita dei club inglesi è passata dalle mani dei Wenger a quelle dei Mourinho e paradossalmente a quelle dei maestri italiani che hanno affinato gran parte delle loro lacune tattiche senza snaturare il loro modo di intendere il calcio. Da allora la Premier ha ricominciato a guadagnare posizioni nel ranking europeo e visibilità internazionale, fino ad essere il torneo più divertente al mondo e nel contempo la culla di un’avanguardia calcistica in cui la tecnica individuale e la velocità supersonica si sposano alla perfezione nell’ambito di un collettivo capace di muoversi in campo in perfetta sincronia. Uno spettacolo del calcio che arriverà probabilmente al culmine del suo splendore a fine mese, negli stadi di Istanbul e Danzica con 3 club inglesi su 4 finalisti nei due maggiori tornei continentali.

        • Giole
          vero preparazione con tecnici stranieri e competenza economica

        • E’ assolutamente vero Gioele.

          Va ricordato che l’attuale Premier League nasce nel 1992, dopo che 22 squadre affiliate alla First Division decidono di uscire dalla Football League per ragioni economiche. In particolare per trattare individualmente i contratti televisivi e di sponsorizzazione.
          Detto fatto la frattura non fu definitiva, venne in pratica creata una lega parallela alla Football League che rimase con 3 campionati contro i 4 precedenti e rimasero uguali i principi di promozioni e retrocessioni.

          E’ pensabile secondo te giustificare il riassetto economico, contrario ai principi che regolano la nostra Lega ed anche la UEFA, il seme del successo del calcio Inglese nel mondo?

  28. Alla fine a Roma ha pure vinto, altro che scherzi a parte , semifinale spettacolare per chi ama il wrestling. Hai ragione Baró raccolgono le forze per la gara della vita.

    • Ieri ho visto l’Arsenal contro il Villareal.

      Bella partita, ben giocata, equilibrata.
      Spettacolare nel finale quando l’Arsenal ha messo sotto gli spagnoli, ma la fortuna non è stata dalla parte dei sudditi di sua maestà britannica ma ai borbonici e così si è evitato il cappotto inglese, già bello che pronto.

  29. Si certo il mercato, la strategia di mercato degli ultimi anni, hanno pesato, ma Pirlo?

    Ce ne anche per lui.

    Intanto sfatiamo il mito dell’inesperienza, già analizzato in precedenza.

    Possiamo perciò dire che Pirlo ha mostrato tutti i suoi limiti.

    Alla fine se guardo la classifica, noto che l’Inter, la capolista è ad 82 punti mentre la Juve è a 69 punti, con un distacco di 13 punti.

    Se guardo i risultati la Juve ha perso 5 punti con la fiorentina, 2 punti contro il torino, 5 punti contro il benevento e 2 punti contro il crotone, per un totale di 14 punti.

    Tutte squadre che presentano distacchi dalla testa della classifica che vanno dai 47 ai 64 punti.

    Poi c’è lo scontro diretto, perso in campionato, vinto in CI la settimana successiva!

    Se c’era Allegri, ma anche Sarri, non so se saremo stati primi ma lo scudetto non sarebbe a Milano, non ancora.

  30. ALLENATORI INVERTITI?

    Nessuno lo dice perché sembra brutto, ma ad allenatori invertiti Juve-Inter, a quest’ora lo scudetto sarebbe già a Torino.

    Qualcuno ha dei dubbi?

  31. Beh, ci vuole poco a capirlo che lo scudetto se lo è auto scucito da sola la Juventus. Scommessa Pirlo “ no buona”, ma ho l’impressione che se finisce con la coppa Italia ed un secondo posto, qualcuno della dirigenza potrebbe pure riconfermarlo.
    Spero sempre di sbagliarmi ma ho molti dubbi che la Juve potesse uscire vittoriosa contro il Milan domenica sera.

  32. luigis e Luca967

    I motivi economici ai quali accennate sono senza dubbio alla base della rinascita del calcio inglese, tempo fa mi chiedevo che razza di idea fosse quella degli inglesi di offrire il prodotto calcio tutti i giorni (persino in mezzo alle feste di fine anno) e alle ore più impensate della giornata, poi s’è capito che alla base di tutto c’era l’idea di andare a vendere i loro diritti in Oriente e di programmare l’orario delle partite sulla base del prime time asiatico. Ecco spiegato allora il motivo delle partite a mezzogiorno e soprattutto dei big match in quell’orario per attrarre l’attenzione di milioni telespettatori nel mondo. Una scelta rivelatasi vincente che ha portato la Premier ad incrementare i ricavi televisivi sino a raggiungere quote vertiginose di miliardi di euro in un anno, da riversare ai club non solo per il core-business ma prima ancora per la costruzione di impianti di proprietà moderni e funzionali. Ma non è tutto, la diffusione capillare dello spettacolo calcio ha generato un indotto di attività commerciali estremamente remunerativo, compresa la possibilità tra le pause di una partita e l’altra di giocare online su siti legali e non ultimo, come ovvio, il richiamo dei maggiori investitori e sponsor internazionali con annesse partecipazioni finanziarie direttamente proprorzianali alla folgorante crescita del calcio made in UK.

  33. Oggi ha parlato Zang eh, insomma Austerity sembra la parola d’ordine.
    D’altro canto i debiti superano il valore della società.

    • chissà come la prenderà conte.

      • Io vorrei che si rimettessero a posto le dita medie e che si ricomponi la Juve. Conte alle m.. di Milano mi fa girare letteralmente le eliche .
        Andrea Agnelli ora credo che stia esagerando sia nella presunzione che nel voler vincere assolutamente una battaglia morale e non ha capito che è l’umiltà che ti riporta a vincere se hai il giusto partner.

        • Pare che non sia solo Andrea il problema, pare che i cugino non lo vogliano più vedere neanche in foto.

          Nonostante che a quanto pare, Conte si ridurrebbe addirittura l’ingaggio pur di tornare

        • Ma come si può parlare di allenatori come Zidane e Conte che hanno ingaggi stratosferici alla Juve? lo stesso Conte con l’inter che ha oltre 800 mln di debiti se vorrà continuare ad allenare dovrà ridursi drasticamente l’attuale stipendio di 12 mln netti annui perchè in questo momento i top club hanno già tutti top allenatori alla guida e lui non ha soluzioni alternative.

          • E’ che in realtà i debiti della Juve sono alti ma la società è solidissima.
            Lo stesso non si può dire dell’inter che è in forte crisi di liquidità

  34. Ora è ufficiale, la Superlega non esiste più. Tramite un comunicato, infatti, l’Uefa ha annunciato di aver stretto un accordo con nove club usciti dal progetto presentato lo scorso 18 aprile. Come da statuto, dunque, la Superlega decade vista l’uscita di scena di 9 club. “In uno spirito di riconciliazione e per il bene del calcio europeo – si legge nella nota – nove dei 12 club coinvolti nel progetto cosiddetto “Super League” hanno presentato alla UEFA una “Dichiarazione di impegno del club” che definisce la posizione dei club, compreso il loro impegno alle competizioni UEFA per club e alle competizioni nazionali per club.

    La UEFA ha convocato un pannello di emergenza del suo Comitato Esecutivo, che ha preso in debita considerazione lo spirito e il contenuto della Dichiarazione di impegno del club e ha deciso di approvare varie azioni, misure e impegni presi dai club. Una conferma formale degli impegni e delle modalità di reintegrazione e partecipazione dei club alle competizioni UEFA per club è stata concordata e firmata dalla UEFA e da questi nove club. Le misure di reinserimento approvate sono complete e definitive.

    Quei nove club riconoscono e accettano che il progetto della Super League è stato un errore e chiedono scusa ai tifosi, alle federazioni nazionali, ai campionati nazionali, ai club europei e alla UEFA. Hanno anche riconosciuto che il progetto non sarebbe stato autorizzato in base agli Statuti e ai Regolamenti UEFA.

    In particolare, ogni club:

    – riconosce e accetta senza riserve la natura vincolante degli Statuti UEFA
    – rimane impegnato e parteciperà a qualsiasi competizione UEFA per club ogni stagione per la quale quel club si qualifica per merito sportivo
    – rientrerà nella European Club Association, che è l’unico organo di rappresentanza per i club riconosciuti dalla Uefa.
    Calciomercato.com

    Si prevedono sanzioni pesanti per Juve, Barca e Real.

    • Successivamente è arrivato un comunicato dei ribelli.

      A quanto pare non arretrano di un passo, ma danno la disponibilità a sedersi ad un tavolo.

      Accettano la non esclusività ma non arretrano di un passo sulla necessità di creare la superlega.

      In seguito arriva un comunicato di Infantino che afferma di essere dalla parte dell’UEFA, ma di dover fare in modo, per il ruolo che ricopre di favorire il dialogo.

      Niente da fare, quest’estate ci sarà da divertirsi!

      Intanto Alciato, ha detto che la Figc dovrà escludere la Juve dalla serie A.

      Dovesse accadere, sky farà le capriole, e Dazn chiederà i danni. Stando a quanto successo nel 2006/07.

  35. I media parlano di forte rischio di esclusione dalla CL.

  36. Buongiorno a tutti. Sarà una scusa in più per giocarsi qualche amichevole in più con Barca e Real i giorni in cui ci saranno delle partite di Champions.

  37. Chi mi sa spiegare perchè Juve, Barca e Real,come mai non si piegano a questo diktat uefa?

    • perché hanno dei bilanci da paura, ma invece di contenere i costi continuano ad aumentare i ricavi per poi sperperarli così come, se fossero veri, i 23 mln di commissione a raiola per donnarumma.

    • C’è una misura cautelare imposta da un tribunale di Madrid che impedirebbe alla UEFA di applicare sanzioni fino al momento in cui non arrivi una decisione sul fondo della questione.
      La misura cautelare è stata richiesta in nome della società della SuperLega (non ricordo il nome), bisogna vedere quali saranno i risvolti del documento firmato dai 9 club che hanno fatto marcia indietro…perché fanno parte della società costituita per la SuperLega.

  38. Ciao ragazzi. Un saluto a tutti in compagnia della… quarantena.🤷

  39. LA RITIRATA DELLE GIACCHE NERO-BLU

    A ogni loro mossa o sotterfugio ci deve essere una convenienza palese…

    La Juve non bacia le mani a niuno o e non si scusa di fronte alla delinquenza fella uefa e della fifa.
    Se si deve cambiare si cambia ora.
    La legge Bosman è stata fatta proprio per combattere le mafie dei vari comitati facenti parte sia dells uefa che della fifa.

    Chi ha leccato il culo, parlo dei 9 club ritiratosi, e il progetto dovesse proseguire non li farei rientrare più.

    Se Juve, Real e Barcellona sono coperti da esperti avvocati con normative già prestabilite e conosciute ne vedremo delle belle.

    Indomitamente avanti a battagliare.

    Buona serata

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web