Udinese Juventus – svolta o illusione?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Udinese Juventus 80 minuti di nulla assoluto e poi vittoria. Gioia incontenibile alla fine con 3 punti presi con la forza della disperazione. Qualcuno ha paragonato questa rimonta nel finale a quella scudetto di Inter Juventus 2-3 con i gol di Cuadrado e Higuain. Certamente l’emozione può esser stata la stessa anche se il contesto è abbastanza diverso. Messa da parte la gioia per una vittoria insperata resta l’analisi del match che è molto negativa. A mio parere la Juventus non può e non deve essere questa. Una squadra senza gioco senza anima e senza grinta. Una partita che è ”svoltata” per un episodio e per un uomo. Quest’uomo è Ronaldo che secondo me con Cuadrado e Chiesa è stato uno dei pochi continui in questa annata. Qualcuno leggendo questo storcerà il naso ma i gol segnati a una media di uno a partita fanno testo. Ronaldo pur avendo sbagliato alcune partite (le hanno sbagliate pure Chiesa e Cuadrado) alla veneranda età di 36 anni, con una bacheca piena di titoli e un conto in banca straripante, ha ancora evidentemente la voglia di battere la poco blasonata Udinese a dispetto di tanti giocatori che abbiamo che sembrano invece dei conigli bagnati e non riesco proprio a capacitarmi come mai non hanno la stessa voglia e capacità di emergere visto che a differenza del portoghese molti non hanno ancora dimostrato nulla in carriera.

Spezzo una lancia in favore di Morata e Danilo che soprattutto nel girone di andata sono stati fra i migliori anche se oggi sono in fase calante. Tutti gli altri chi più chi meno, quest’anno sono andati abbastanza male. Su Ronaldo devo dire di non comprendere perchè ad alcuni questo giocatore, che è stato preso per far gol e i gol li fa a una media che solo Sivori ha tenuto sia così inviso.  All’83mo segna un rigore che si è procurato, prende la palla in porta e la riporta velocemente a centrocampo per provare a vincere e poi al 90mo si fionda su questo cross di Rabiot e porta alla vittoria la squadra. Segnando va ad abbracciare tutta la squadra in primis il terzo portiere e l’allenatore. Fra gli altri anche Dybala che è rimasto in panchina con il giubbotto addosso perchè piove.  Ripeto: non hanno tutti questa voglia, e senza Ronaldo quest’anno la squadra non sarebbe neanche in lotta per l’EL. Mi pare evidente. Fra l’altro non è facile poi segnare tutti questi gol con il nulla assoluto alle proprie spalle. Perchè questa Juve ad oggi un gioco non ce l’ha e quasi tutte le individualità non sono all’altezza di questa maglia.

Detto questo io spero vivamente che questa vittoria dia una scossa, perchè con il Milan non si potrà giocare come nei primi 80 minuti con l’Udinese. Bisognerà esser concentrati sin da subito e non regalare più gol come invece stiamo facendo da molto tempo a questa parte. Opterei per Buffon titolare perchè Szczesny mi ha stufato con queste mani molli, e mi augurerei che Pirlo non facesse esperimenti tipo Bernardeschi titolare. In queste partite fondamentali in teoria dovrebbero giocare i migliori ma siamo a un punto così alto di confusione che non solo non lo sa Pirlo chi siano i migliori ma non lo sappiamo neanche noi. La Juve non ha avuto il coraggio di esonerare questo mister quando andava fatto. Non ho nulla contro di lui ma dopo Porto o Benevento andava fatto. Ora si è scelto di giocare alla roulette russa fino a che Dio ce la mandi buona. La squadra ha almeno dimostrato di essere con lui e l’abbraccio finale ne è l’emblema. Io spero davvero che possa bastare perchè per noi arrivare in Champions è di vitale importanza.

  1. Topic precedente: ora, premesso che a me Mou x certe caratteristiche non sarebbe dispiaciuto (sa tenere a bada i giocatori, squadra competitiva ecc.) ma se vogliamo fare questo salto di qualità a livello di gioco in Europa, Mou fa del marchio di fabbrica quello che chiamate catenaccio. Qualcosa non mi torna se poteva essere un opzione.

  2. Ben,
    Questa squadra l’anno scorso fino ad un certo punto aveva fatto anche bene. Poi peró la situazione interna é degenerata, ed infatti abbiamo visto a luglio che ognuno in campo andava per i cazzi suoi e non c’era piú collegamento con l’allenatore. Ebbene, qualcuno in societá ha creduto alla favoletta che lo scudetto l’avessero vinto i giocatori da soli ed ha pensato bene di fare autogestire i ragazzi mettendo un allenatore solo di facciata. Da questa bella pensata viene fuori l’attuale annata.
    Perché la squadra sará anche debole e costruita male (come del resto l’anno scorso) ma non cosi tanto da non entrare mai nella lotta scudetto o da perdere 10 punti su 12 con squadre come Benevento o Fiorentina.
    Sono d’accordo con te sui giocatori che salvi. Ronaldo si puó criticare sulla singola partita, ma é evidente che senza di lui altro che Europa league, credo che staremmo nel lato destro della classifica.

    • Kris, scusa, xrò non solo in società. Molti tifosi hanno disprezzato o sottovalutato gli ultimi scudetti di Allegri dicendo che l’avrebbero vinti anche la loro nonna in panchina.

      • Si Germano, ma i tifosi non fanno danni. Che lo pensi la società è diverso, soprattutto quando la squadra è arrivata al capolinea e le concorrenti si stanno rinforzando.
        Poi, comunque, c’è nonna e nonna… conosco qualche signora che sarebbe riuscita a motivare la squadra più di Pirlo😅

        • Kris, possiamo rigirarla come vogliamo ma gli scudetti non erano affatto scontati. Sono grandissime imprese e alcuni non se li sono goduti. Peggio x loro, che ti devo dire.

        • Germano,
          Io credo che gli scudetti se li godano tutti i tifosi, solo che alcuni sono più goduti altri più scontati quindi meno esaltanti.
          Ma il problema non è tanto non aver vinto lo scudetto quanto non aver proprio gareggiato. E l’ulteriore problema è che non si è neanche costruito nulla, in campo la squadra si vede sempre peggio.
          Ora, non sono io a decidere se debbano cambiare o no allenatore, ma se un’annata te la sbaglia un Klopp o un Guardiola gli dai tranquillamente fiducia. Se te la sbaglia Pirlo è complicato, perché non hai riferimenti, non sai fino a che punto è capace. E tenerlo rischia di essere un doppio azzardo.
          Questo per quanto si vede da fuori, poi magari chi è dentro crede nelle potenzialità di Pirlo. Chi vivrà vedrà, disse qualcuno…
          E finì a schifio😅

    • Dici bene Kris.
      Perfino lo scaccolatore lo scorso anno diede la paga a Conte, demolendo il suo ego sia nelle singole partite, sia vincendo il campionato a tre giornate dalla fine. Quel Conte che ora viene osannato dalla critica.
      Perché tra un allenatore e un dilettante allo sbaraglio ci sarà sempre una differenza.

      Purtroppo nel professionismo l’amicizia spesso non è una buona consigliera.

    • Alessandro Magno

      sarri era comunque un allenatore a differenza di pirlo che ancora non lo è

  3. Alessandro Magno

    la chiacchierata con Mirko di questa sera http://www.twitch.tv https://www.twitch.tv/videos/1010931556

  4. All’occorrenza anche Pep Guardiola fa il catenacciaro e gioca a gatto e topo. Contro il Psg, il City che a livello tecnico vale la metà, se gioca 10 volte, ne vince 9 su 10. Una la pareggia😂😂😂
    Strano che l’inventore del tiki taka e che vince con quel modulo dopo si adatti a giocare come un Allegri qualunque. Il calcio è bello perché non esiste un solo modo per poter vincere.

  5. Ben ma nell’abbraccio finale Pirlo è all’esterno del gruppo…casualità?

  6. Scusa Ben, tu sai come la penso. Ronaldo è uno dei due più forti al mondo ma quando x me è criticabile, lo critico, così come quando gli devo fare i complimenti glieli faccio. Quando è decisivo come domenica, nonostante fino a quel punto aveva fatto pena come tutti, lo elogio: quando sbaglia un gol clamoroso come quello della partita precedente a 10 cm dalla porta (colpo di testa mancato), lo critico. Che poi abbia più voglia e più mentalità vincente di tutti nonostante quello che ha vinto è palese. In fondo qualcuno quando era ancora al Real, lo fece indirettamente notare a Dybala dopo un Inter-Juventus. Te lo ricordi?

    • Alessandro Magno

      No non me lo ricordo sinceramente.
      Comunque nel bene e nel male avere questa feroce determinazione fa la differenza

  7. Semifinale di ritorno largamente dominata dal City, anche se il PSG ha dovuto fare a meno di Mbappè.
    Poi ci si è messa pure la grandine e per i velocisti parigini è stata notte fonda.

    Come già nella partita di andata, col passare del tempo il palleggio inglese ha fatto saltare i nervi ai parigini. Ma la capacità della squadra di Guardiola di andare nello spazio è da alta scuola calcio.

  8. Troppa differenza in campo…passa la più forte.
    Il PSG senza Mpappe si sono ‘mpappinati.

    Buongiorno ☕

  9. L’AGNELLO INFURBITO

    Un Lupo che beveva in un ruscello
    vidde, dall’antra parte de la riva,
    l’immancabbile Agnello.
    — Perché nun venghi qui? — je chiese er Lupo —
    L’acqua, in quer punto, è torbida e cattiva
    e un porco ce fa spesso er semicupo.
    Da me, che nun ce bazzica er bestiame,
    er ruscelletto è limpido e pulito… —
    L’Agnello disse: — Accetterò l’invito
    quanno avrò sete e tu nun avrai fame.

    • Ps

      Allo stesso ruscelletto erano giunti un lupo(Massimo) e un agnello (Andrea), poichè assetati.
      Il lupo (Massimo) allora, poichè voleva mangiarsi l’agnello (Andrea) cercò un pretesto “valido”(?) per sbranarlo.
      Lo accusò più volte: “Mi hai intropidato l’acqua; hai sparlato di me…” Ma questi pretesti non erano fondati, tantè che l’agnello(Andrea), molto facilmente si difese dalle accuse…io non ero ancora nato.
      Allora il lupo (Massimo) lo accusò ingiustamente un’ altra volta: “Sarà stato tuo padre(Umberto) allora”.

      Buona giornata

  10. …E SE RONALDO NON C’ERA

    Ben, dici bene se non ci fosse stato Ronaldo nemmeno in EL …
    Ancora non è detto, potremmo arrivare secondi come pure non qualificarsi per la Chsmpions o peggio ancora per l’EL anche con Cristiano.

    Ma il punto dove io mi batto e batterò sempre è uno solo: sto cristiano non era stato preso per la Champions?
    Possibile che con tre/2 allenatori non si è riusciti a superare i quarti?

    Se non ci fosse lui.
    Scusami Ben, se non ci fosse lui al suo posto poteva esserci un Dzeko, o un Suarez, ma pure un Pacione (per dire che la società qualcuno lo avrebbe preso al suo posto) che non avrebbero segnati i 29 goal, magari avrebbero segnato quelli che Ronaldo si è mangiato…e forse sarebbero stati quelli che avrebbero contato di più (vedi Porto …e poi muori).

    Buona giornata

    • Alessandro Magno

      La prima cosa secoNdo me è uscire dall’equivoco Ronaldo uguale vincere la.champions. è assodato che un solo giocatore non vince la Champions non ne ha vinte Neymar non ne vince più messi da quando non ha una squadra che lo supporta.

      La seconda cosa i gol fanno sempre bene e fanno sempre testo non sono mai personali ad esempio Higuain con il Napoli fece il capocannoniere e il record di gol superando nordal quel Napoli non vinse nulla neanche lo scudetto ma va da sé che Higuain fece una grandissima stagione e con lui il Napoli dato che quella è la migliore stagione che han fatto delle ultima.

      Se non ci fosse Ronaldo ci sarebbe qualcuno altro ma chi?
      Se ci fosse stato Dzeko con la stagione che sta facendo a Roma probabilmente saremmo messi peggio. Se ci fosse stato Suarez che sta facendo una buona stagione all Atletico forse saremmo uguali un po’ meglio un po’ peggio non saprei. Non mi sento di dire a naso molto meglio ma è una mia sensazione.

      Io resto dell’idea che se togli Ronaldo e metti un altro comunque dietro non c’è una squadra e soprattutto non c’è un allenatore

      • Però se non ci fosse stato ronaldo ci sarebbe stato qualcun altro meno prolifico del portoghese sicuramente, ma forse avresti dovuto dare quanto meno un minimo di idea di gioco, magari i gol sarebbero stati distribuiti più equamente tra attaccanti e centrocampisti, magari avresti avuto un equilibrio di difensivo migliore, insomma con i se e i ma non si va da nessuna parte. Non discuto ronaldo, quanto piuttosto il suo atteggiamento nei confronti della squadra, e spero che domenica con l’abbraccio sia cambiato qualcosa, ma soprattutto il suo costo e la sua età. Ripartire da lui il prossimo anno sarebbe, secondo me, un errore: se hai la ferrari ma non hai soldi per la benzina che la tieni a fare.

  11. Comunque andrà a finire l’annata Juventus, sarà la peggiore degli ultimi 10 anni, ma è così che se la meritano i tifosi ed i dirigenti “ incontentabili” che seguendo il sogno di un nuovo gioco “ europeo “ hanno fatto sì di rovinare un bel giocattolo.
    Oggi si ritorna all’antico. Pure Guardiola il tecnico più apprezzato dell’ultimo ventennio, non avendo a disposizione campioni del calibro di Xavi, Messi e Iniesta, si adatta a far sfogare le figurine del PSG per prenderli in contropiede come il miglior catenacciaro.
    Infine ieri, ed oggi su tutti i media si parla del ritorno di Mourinho( forse il più reazionario allenatore quanto ai suoi schemi tattici) come un Messia.
    Chissà se metteranno nel dimenticatoio le dissertazioni di ex calciatori ( tra l’altro pure scarsi che non hanno mai vinto nella loro inutile carriera niente) alla Adani che si permetteva di tenere testa ad Allegri ( tra l’altro pure vincente) . Solo una mera considerazione niente di più. Giovane Battista Vico parlava di Corsi e ricorsi storici, e mi sa che aveva ragione .
    Il calcio si evolve, ma chi vince lo fa in diversi modi, e non sempre con il gioco che a qualcuno può sembrare il più bello .

  12. Alessandro Magno

    Ho trovato una bella statistica che spero di poter postare. Sui passaggi che riceve Ronaldo in zona gol. E bene non ci crederete ma meglio che ci crediate è addirittura undicesimo. Primo è Lukaku guarda un po’. La differenza da chi ha un gioco e chi non ne ha uno. Se riesco la posto o la trascrivo

    • Lascia stare Ben, nessuno critica in prima persona Ronaldo. Doveva essere la ciliegina come lo fu Platini, ed il suo contributo bene o male l’ha dato, è il contesto attorno che andrebbe analizzato più serenamente. Allenatore e probabilmente un centrocampo adeguato a questa squadra in grado di poter supportare meglio un determinato tipo di gioco, che guarda caso non c’è mai stato. Ora sembra ( in mancanza di sicurezze) tutto in mano di Dio o della provvidenza come direbbe Manzoni

  13. Oggi è 5 maggio, peccato non poterlo festeggiare come sempre😂😂😂

  14. Alessandro Magno

    Fra l’altro chi pensa che con la vendita di Ronaldo si ricavi tanti soldi sbaglia. Si recupera sicuramente qualcosa sul monte ingaggi ma oggi Ronaldo non è vendibile a un prezzo alto per ragioni di età anzi forse avendo un anno di contratto non è vendibile. Togliersi gratis Ronaldo fa risparmiare 30 milioni di ingaggio.

    Con 30 milioni dovresti intanto rimpiazzarlo e chi prendi con 30 milioni compreso di ingaggio? Neanche Scamacca

  15. La Juve vi ha portato all’ossessione anche de rimbarzo, quando la Juve non c’entra proprio, vedi Mourinho alla riomma.

    Burdisso: “Mourinho traditore? Non è andato alla Juve”.

    Materazzi: “Mourinho meglio alla Roma che alla Juve”.

    Buon pomeriggio

    • No Max ma il fatto in altro. Premesso che ho sempre scritto che un professionista deve andare dove vuole e infatti x me Conte non è un traditore. Ma se lo pensa un tifoso ci può stare. Se invece un addetto ai lavori o ex addetto dice che Conte non è un traditore ma un professionista mentre Mou se fosse andato alla Juve sarebbe sì un traditore… allora c’è qualcosa che non va.

      • Germà che me lo dici a me?
        Io ho riportato le parole de du stronzi.

        • Ma infatti era x completare il discorso. Non era certo x te. Volevo dire che se un tifoso da del traditore a Conte (che ripeto, x un tifoso ci sta pure…), viene massacrato da quelli che come sempre si mettono sopra un piedistallo e giudicano tutto e tutti dall’altro della loro arroganza e superbia. Se un ex calciatore dice che Conte passando dalla Juventus all’Inter è un professionista mentre Mou se facesse la stessa cosa sarebbe un traditore… allora tutto ok.

  16. L’anno scorso alla 34a la Juve di Sarri aveva totalizzato 80 punti, frutto di 25 vittorie 5 pareggi e 4 sconfitte, 69 gol fatti e 31 subiti.
    Quest’anno alla 34a la Juve di Pirlo ha fatto finora 69 punti, con 20 vittorie 9 pareggi e 5 sconfitte, 67 gol fatti e 31 subiti.
    Dunque la Juve di Pirlo a causa di 5 vittorie in meno, 4 pareggi e una sconfitta in più, ha 11 punti in meno rispetto a quella di Sarri, ma questi numeri credo che dovrebbe anche far capire la vera differenza fra la Juve del neofita Pirlo e quella dell’esperto Sarri, che finora è nei 4 pareggi e 1 sconfitta in più fatti quest’anno. Allora magari con un pò di attenzione, in termini di gioco ci si potrebbe accorgere che i 4 pareggi in più fatti quest’anno contro le c.d. piccole, l’anno scorso furono altrettante vittorie col minimo scarto dopo partite giocate in modo orrendo come quelle contro Brescia, Spal, Genoa e Torino, mentre ritengo che quella pareggiata l’anno scorso a Lecce (e Antony può esserne testimone) in termini di gioco sia stata la brutta copia di quella malamente persa quest’anno in casa contro il Benevento.

    Poi va bè nel calcio certe cose ognuno le vede (e a volte neanche le vede) a modo suo, allora leggi che l’anno scorso se la Juve ha vinto lo scudetto il merito è stato di chi era in panchina, un vero allenatore, ma dimentica che senza i 20 gol segnati da Ronaldo e Dybala nel girone di ritorno, parecchi decisivi, molto difficilmente sarebbe riuscito nell’impresa, quest’anno invence con Ronaldo e Dybala (che praticamente non c’è mai stato) che di gol al ritorno ne hanno segnati appena 11, la colpa di essere così lontani dalla vetta dev’essere per forza di chi non è mai stato allenatore.

    • No no, la responsabilità è di chi l’ha messo là.

    • Alessandro Magno

      tante cose hanno concorso ai punti in meno è evidente tuttavia secondo me con un allenatore allenatore anche fosse Sarri noi avremmo 7-8 punti in più che vorrebbe dire secondo posto e ancora in lotta poi magari con questa rosa non era cosa lo stesso di vincere il campionato

      • Alessandro,
        la stessa inter di Conte (che è reputato uno dei migliori allenatori) alla stessa giornata di campionato ha 2 punti in più della Juve di Sarri che l’anno scorso è stata unanimemente giudicata per distacco la più forte di tutte. Quest’anno in cui come dicono i ben informati i rapporti di forza si sarebbero capovolti e c’è chi dice addirittura che la rosa della Juve sarebbe addirittura inferiore ad almeno un altro paio di serie A, mi domando e chiedo a quanti in questo momento criticano ferocemente Pirlo (giudicandolo un non allenatore) in che modo invece secondo loro un vero allenatore (magari anche lo stesso Sarri) avrebbe potuto lottare alla pari o quantomeno ad insidiare il primato di Conte, con una squadra che fra l’altro come accennato sopra, per più di metà campionato ha dovuto far a meno del miglior Dybala, giudicato il migliore in assoluto della passata stagione e che senza ombra di dubbio, al pari di Ronaldo è stato un giocatore determinante per la conquista dell’ennesimo scudetto consecutivo della Juventus dell’era Andrea Agnelli.

    • Gioele
      Credo che lo scorso anno una grossa mano l’abbia data soprattutto Dybala.
      Al contrario quest’anno è stato sempre assente…quindi, rispondo anche a Benedetto, quei 7-8 punti in più di cui parla li avremmo potuti avere con le presenze e l’aiuto di Paulo.

    • dovrebbero anche far capire..

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web