Mercoledi 29 settembre 2021 Juventus – Chelsea – Champions League ore 21 Allianz stadium Torino

La Juventus affronta la campione in carica d’Europa e lo fa privata dei due attaccanti piu significativi della rosa.

Il Chelsea anch’essa con assenze di riferimento come Cante’ resta comunque una squadra forte e più che collaudata.
La Juventus si presenta con quello che ha e come può ma a testa alta pronta a dare il meglio di se’.

Lo confermano le dichiarazioni del Capitano Giorgio Chiellini, il quale rassicura che il morale è alto, e che non vedono l’ora di misurarsi con giocatori più forti.

Il Capitano ritrova una vecchia conoscenza, l’amico-nemico Lukaku, ma mette in guardia da tutti gli altri.

Sulla carta la partita è difficilissima nelle condizioni mentali in cui versa oggi la Juventus, ma proprio perche il calcio è imprevedibile potremmo avere delle sorprese.

  1. CI VORREBBERO UN DE MARIA E UN TRAP

    Luciano De Maria un “mago” a rimettere in piedi gli infortunati…e Giovanni Trapattoni, il più grande in senso assoluto.

    Anche lui etichettato difensivista da gente che quella Juve manco l’ha vista.
    Provateci un pò voi a mettere in campo due centravanti, uno Bettega e l’altro Boninsegna, un funambolo offensivo come il Barone Causio, Tardelli a svariare e due terzini fluidificanti come Gentile e Cabrini…praticamente dal centrocampo in su l’unico che rientrava a dare una mano in difesa era Giuseppe Furino.

    Nonostante quelli che predicano il tutti avanti, credo che se solo uno si azzardasse a giocare e pure a vincere come alla Trap verrebbe preso per uno sprovveduto.

    Trapattoni cercava di correggere chi aveva un piede solo…finito l’allenamento prendeva Cabrini, lo faceva mettere davanti al muro e lo faceva calciare solo di destro.

    Oggi si corre troppo e non c’è tempo per far rimanere a fine allenamento chi ha delle mancanze nei piedi e pure nella testa.

    Altri tempi, i tempi belli del Barone.

    • Vero,

      il Trap è passato alla storia come difensivista, ma per dirla con i numerini:

      Zoff
      Gentile, Scirea, Brio, Cabrini
      Bonini, Tardelli
      Bettega, Platini, Boniek
      Rossi

      Oppure qualche anno dopo:

      Tacconi
      Favero, Scirea, Brio, Cabrini
      Bonini, Manfredonia
      Mauro, Platini, Laudrup
      Serena

      Chiedo ovviamente scusa per la poca attinenza tra la zona e la zona mista, ma era per dare un’idea

    • Su De Maria,

      mi strappai il muscolo posteriore della coscia, un male allucinante, il massaggiatore della squadra provo lui con dei massaggi profondi e dolorosi, poi mi mandò da un fisioterapista con massaggi ancora più profondi e dolorosissimi, uniti a stimolatori elettromagnetici, con scarsi risultati.
      Tutto subito ero a posto, poi allenamenti ed appena scendevo in campo ero punto a capo. La mia vicina mi disse, vai da mio nipote, ma no lascia stare non vorrei disturbare, vai, insistette, ti do il biglietto da visita.

      Come vidi il biglietto, mi chiesi: è Lui o non è Lui?

      Era Lui eccome se era Lui, uguale alle foto sui poster, solo che invece della tuta ariston, aveva un normalissimo camice bianco.

      5 sedute, forse 6.

      Una lampada a scaldare il muscolo, e poi un breve e leggerissimo massaggio.

      Mai più problemi qualche partita correndo come al solito, e qualche gol mi fecero tornare il sorriso.

  2. Lo riporto in questo topic che mi sembra più attinente…
    Sfida importante stasera contro il Chelsea.
    È vero che non è decisiva ma questa squadra ha bisogno di entusiasmare e soprattutto di entusiasmarsi. C’è sconforto nell’ambiente e poca sicurezza nei giocatori, è una grande occasione per un’iniezione di fiducia.
    Si può andare senza paura, se si perde si è perso contro i campioni d’Europa e c’è ancora margine per qualificarsi, ma se si vince o si fa comunque una grande prestazione può essere una di quelle partite che ti fanno svoltare.
    Allegri che è furbo credo che lo sappia bene. Ovviamente giochi contro una squadra forte e può finire male lo stesso ma ho l’impressione che l’intenzione della Juve sia quella di provare a stupire.
    Speriamo bene ed in bocca al lupo ai ragazzi.

  3. Primo tempo praticamente perfetto a livello difensivo. Squadra compatta, giocatori che si aiutano e Chelsea depotenziato.
    Abbiamo anche creato le situazioni più pericolose, quindi direi un buon primo tempo.
    Ora bisogna vedere se fisicamente riusciamo a mantenere questa situazione.

  4. Buon primo tempo. Un po in balia del loro centrocamponei primi 15 minuti. Dopo qualche ritocco di Allegri decisamente meglio. Chiesa monumentale.
    PS prepartita esilarante con lo zio Pat.

  5. Va bene tutto 1-0, ottima difesa, applicazione…ma fare 3 passaggi di fila. Tanta differenza tecnica tra le 2 squadre. Portiamoci questa vittoria a casa con primo posto. Speriamo che faccia crescere la squadra fal punto di vista della consapevolezza.
    Forza Juve

    • Naturalmente i difetti restano Artaq, ma per questa sera lasciamo perdere; conta solo aver ritrovato lo spirito Juve.

  6. Bonucci,Locatelli,Bernardeschi e Chiesa.
    Zoccolo duro italiano.
    Come ai vecchi bei tempi.

  7. Umiltà,Cuore,e il vecchio spirito Juve…bravi

    zio Pat fantastico

    • Miki finalmente abbiamo rivisto la nostra vecchia Juve. Quella che sa soffrire è che da l idea di un gruppo granitico compatto. Erano due anni che non rivedevo questo spirito. E questo è solo l’ inizio.

  8. TORNATA LA JUVE GUERRIERA

    Il mio commento pre partita vale anche per il post partita.
    Perché era un match facile da decifrare, con la Juve arroccata e il Chelsea in possesso. Che però già contro il City aveva mostrato dei limiti di idee.
    Praticamente annullare Jorginho era il mandato pienamente assolto.

    Ed era perfino facile indovinare il nostro marcatore: Federico Chiesa.
    Per questa sera direi che può bastare.

  9. Finalmente possiamo scrivere belle cose su questa Juve!
    Innanzitutto c’è da fare i complimenti ad Allegri, è stata una sua vittoria, c’è la sua impronta sulla squadra. Ha fatto tutto bene, fin dalla conferenza da cui già si capiva l’intenzione di stupire. Avevo invitato un amico a postarla che mi era piaciuta, ma non si è fidato delle mie intenzioni 😜🤣
    E poi ovviamente complimenti ai ragazzi che hanno interpretato l’incontro alla grande, sia dal punto di vista tattico che mentale.
    Speravo che questa squadra stasera riuscisse a entusiasmare e personalmente posso dire che ci è riuscita.
    Non che si sia visto uno spettacolo dell’altro mondo, ma è stata una Juve bella nella testa. Difensiva, ma senza affanni, sempre reattivi e concentrati.
    Ottima prova sia a livello di gruppo che a livello individuale di molti. Quel diavolo di Chiesa ovviamente su tutti.
    Forse l’unico difetto che ad un certo punto nel secondo tempo abbiamo smesso di ripartire pericolosamente come fatto nel resto dell’incontro. Lì abbiamo subito le azioni più pericolose.
    Un aspetto da migliorare, perché anche nel momento in cui decidi di abbassarti a difendere il risultato è comunque necessario continuare a spaventare l’avversario in ripartenza.
    Come scrivevo pomeriggio, questa partita non era decisiva ma poteva essere importante perché sono quelle occasioni che possono permetterti di svoltare, a livello di fiducia, di convinzione e di coesione. Spero sia la partita in cui sia scattato questo click.

    • No Kris non era per mancanza di fiducia ma per mancanza di tempo…ho postato e dialogato con voi tra un reparto e l’altro del Bambino Gesù di Palidoro…controllo di routine.
      Sono contento che sei contento…forse per trovare posto sul carro(?)
      🤣

  10. Una gara interpretata semplicemente come si doveva fare. Una vittoria che serve non solo per la classifica, ottenuta tatticamente con successo. Gli inglesi 66% di possesso palla, buon capitale, per zero significato, certo hanno attaccato, ma dietro eravamo quasi perfetti.
    Perfino Berna nonostante qualche peccato non è stato male, si poteva fare il gol sicurezza, ma quello che conta è il risultato e come si è ottenuto, anche sapendo difendersi. Bravo mister.

    Allegri bravo a cucire la difesa su misura e a sopperire alla mancanza di punte con la giusta tattica. Merita un voto alto, ottima strategia su una squadra forte, certo più di noi. Insomma, un punto per ripartire mentalmente e una leva per costruire questa Juve.
    Non è stata fortuna.

  11. Stasera contro una squadra forte s’è vista una Juve concreta e attenta per tutti e 95 minuti, vedremo nelle prossime partite se ci sarà continuità di prestazioni e con il rientro dei migliori anche una crescita sul piano del gioco.

  12. Solo una battuta che mi rende orgoglioso: “il gatto mangia sempre il topo”. Peccato non avere avuto la fortuna di incontrare squadre inglesi in champions negli ultimi anni

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia