Nuove indicazioni dall’Uefa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Entro il 27 maggio le leghe nazionali sono obbligate a presentare i calendari delle partite per terminare la stagione entro il 3 agosto. Per chi non riuscisse a farlo, obbligo di cristallizzare la classifica al momento dello stop dei campionati.

Le federazioni dovranno inviare la lista delle squadre qualificate alle prossime coppe europee in base ai meriti sportivi acquisiti sul campo nell’attuale stagione nel caso di non termine dei campionati.

Approvati playoff e playout per le nazioni che vorranno utilizzarli.

L’altra questione importante è che sono stati decisi finanziamenti per il calcio e per le squadre che hanno dato i giocatori alle nazionali. 70 milioni per quest’anno e 130 milioni per l’anno prossimo. Non è stato chiarito in che forma e quantità e come faranno le altre squadre che non hanno fornito giocatori alle nazionali.

In ultimo la Champions verrà giocata tutta dal 3 al 29 Agosto al termine dei campionati.

Ricordo che attualmente queste sono linee guida che le varie confederazioni probabilmente dovranno approvare e o accettare.

  1. Ciao Ben

    Mi pare che l’Olanda abbia deciso lo stop definitivo del suo campionato…sotto lo si capisce anche come si dovrà evolvere la situazione.

    Tra i vari campionati europei ancora in bilico per l’emergenza Coronavirus, l’Eredivisie è il primo ad avere certezza sul suo futuro.

    Il Governo olandese, infatti, ha preso una decisione definitiva: stop al campionato, si ritorna a settembre. A 8 giornate dal termine, la classifica vede Ajax e Az Alkmaar prime a pari punti, con il Feyenoord subito dietro a 5 punti di distanza.

    La palla passa ora alla Knvb, la federazione olandese, che dovrà decidere se annullare il campionato o assegnare lo scudetto e definire retrocessioni e promozioni.
    In ogni caso, bisognerà prendere una decisione definitiva sui piazzamenti utili per le competizioni europee.

    #iostosempreacasa

    • Il governo Olandese ha fatto bene.
      Qui si gira la testa dall’ altra parte,si fa finta di niente.

      Nessuno comunque pensa che in autunno ci potrebbe essere una recrudescenza del virus. Inutile fare i conti senza l’oste.

  2. andrea (the original)

    Il punto è che non si capisce bene, se la Champions finisse a fine agosto, quando ripartire con la prossima stagione che, essendo quella degli Europei, dovrebbe terminare pure prima del solito.
    Insomma, aldilà della questione sanitaria che comunque è sovrana nel dettare i tempi di una eventuale ripresa, mi chiedo se abbia senso portare a termine questa stagione per poi mettere in crisi la prossima.
    Chiaro, ci son le questioni economiche in ballo ma a questo punto, tra giocare a Giugno e Luglio la fine di questa non si potrebbe partire ad Agosto con la nuova? Economicamente sarebbe un mese in più di perdita, non un anno.

    • Anche questo e’ vero.
      Mah, credo che sia una situazione complicata con interessi che superano la ragione dominante : la sicurezza.
      Ma sto virus,siamo certi che non prenda anche il cervello?

  3. A me…me pare na strunzata.
    Vista la decisione di non decidere sui campionati potevano almeno bloccare le coppe e permettere che si iniziasse la prossima stagione con normalità.
    Vediamo che succede ma personalmente avrei concluso qui, temo che si farà più casino che altro.

  4. Alessandro Magno

    io vorrei capire come fanno a giocare ad Agosto con quali rose visto che non credo si possa obbligare un giocatore oltre il suo contratto.

  5. Oggi il quotidiano Repubblica non è uscito in edicola, il comitato di redazione ha annunciato che anche il sito non sarà aggiornato, per protesta con le modalità della sostituzione del direttore Carlo Verdelli nominato nel febbraio del 2019. In precedenza fra gli altri incarichi lo stesso Verdelli era stato anche direttore della Gazzetta dello Sport, dal 2006 al 2010, e a proposito del giornale rosa molti forse ricorderanno l’impegno profuso a partire dalla primavera del 2006 nella campagna di demonizzazione della Juventus prima durante e dopo il processo calciopoli, “moggiopoli” come la ribattezzò l’allora direttore. Nessun’altra squadra ebbe un simile trattamento, invitato in una lettera aperta da un tifoso juventino a rispondere sul perché il suo giornale fosse anti-juventino rispose che non lo era affatto e che si erano impegnati tanto “solo perché nulla venisse insabbiato, per senso di giustizia”. Già, lo stesso “senso di giustizia” che era evidentemente distratto quando si verificò il patteggiamento di Oriali e Recoba, con annessa sentenza del Tribunale di Udine relegata in un trafiletto delle ultime pagine anziché su 9 colonne in prima pagina in stile-Juve, nonostante abbia avuto in seguito anche molte occasioni di dimostrare che trattava tutti gli scandali nello stesso modo, ma come ebbe a dire a seguito delle pesanti sentenze di condanna della Juventus “ora il calcio e’ ragionevolmente pulito”, anche dopo che chi organizzava incontri clandestini nei ristoranti chiusi divenne designatore arbitrale e prima che l’amore per la giustizia e l’etica sportiva finissero in prescrizione.

    • @Gioele

      Andrea Monti sul giornalino rosa scriveva:
      La Gazzetta fu tra i giornali che documentarono Calciopoli con maggiore impegno e consapevolezza.
      Qualcuno scambiò e tuttora scambia il dovere d’informare con la sete di giustizialismo.
      Posso assicurare che non v’è alcuna gioia nel raccontare uno scandalo o nel vedere che lo stesso fondamento dello sport, cioè la genuinità del risultato acquisito sul campo, è posto in questione.
      Così come non v’è compiacimento nel constatare che i fatti e le opinioni comparsi su queste pagine rosa – riguardassero Moggi e l’allora dirigenza della Juve o Moratti, Facchetti e l’inter – hanno retto la verifica in una dozzina di diversi processi sportivi, penali e civili, Cassazione compresa.
      O che molte, forse troppe, storture documentate nei nostri articoli si siano risolte solo in prescrizione.
      Dieci anni dopo, tirare la morale non serve.
      L’insegnamento sta nei fatti ed è persino banale: etica, trasparenza, equilibrio tra i poteri non sono una concessione agli appassionati, sono il presupposto anche economico per la corretta gestione di un bene che appartiene a tutti.
      Sul punto, c’è qualcuno che non è d’accordo?

      Si, io. Barone50 degli Indomiti !

      • Non solo tu non accetti e non accetterai mai quel la farsa messa su soprattuto da quel giornale, Barone.
        Qualcuno ricorda pure quanto si diede da fare quel giornalino tanto puritano quanto moralista e per amor di giustizia a dare una mano agli inquirenti falsificando tabellini del campionato.

      • Barone

        Vero, erano informatissimi, a maggio 2006 prima ancora dell’inizio del processo scrivevano:
        “La Juve rischia la C1. Ma non avranno il coraggio di mandarcela”
        “Come Tangentopoli. E ci sono le prove”
        “Così il sistema Moggi ha falsato 29 giornate”
        “Così venivano truccati i sorteggi arbitrali”

        E tanti altri titoli su questo tono, per finire con le “sentenze” emesse dal “tribunale mediatico” in cui nascono tutti interisti, 2 mesi prima della fine del processo.
        https://www.gazzetta.it/Calcio/SerieA/Primo_Piano/2006/05_Maggio/15/scudetto_punto.shtml

  6. Mah, recrudescenze che ritornano e ti fanno salire la temperatura. Quanto alla decisione della lega, mi auguro che questo maledetto virus non faccia più vittime e che tutto ritorni come prima. Se il ritorno in campo possa dare questa speranza che ritorni pure il campionato. Quanto alle date e se si giocherà pure a ferragosto, beh qualche soluzione la troveranno.
    Ecco guardiamola come speranza per un futuro che ci riporta alla normalità ma ho seri dubbi che questo potrà avverarsi, a breve.

  7. IL PISTACCHIO PROVOCATO

    Provocato da un tifoso della Juventus su Twitter riguardo alle tanto discusse parole di Lukaku, il giornalista Maurizio Pistocchi ha replicato in questi termini: “Anche gli ipodotati come voi dovrebbero sapere che il 21.1, data di inter-Cagliari, non esistevano casi di coronavirus e non era previsto il tampone. D’altronde, è per questo motivo che la vita vi ha emarginato e retrocesso in serieB”.

    Credo, invece, che un giorno il tutto ce lo spiegherà il Dottor Volpi.

    #iostosempreacasa

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web