Juve Night Show s01 e31

  1. Su il Giornale, Tony Damascelli: Alla crisi della squadra e del club si aggiungono le facezie del presidente delle federcalcio, Gravina Gabriele, il quale, preso da passione imprevista, minaccia Andrea Agnelli: o annuncia il ritiro dalla superlega o la Juventus non verrà iscritta alla prossima serie A. Ceferin deciderà poi se non iscriverla nemmeno ad altri tornei europei. Manca soltanto un vertice Figc-Uefa a Norimberga e poi la farsa sarà completata. È chiaro che, come nel duemila e sei, la Juventus è un bersaglio comodo e facile per il tiro a segno, come allora, mancando una controparte vigorosa e rigorosa, l’attacco si ripete quotidianamente, senza una sola reazione degna della storia juventina. Anzi, il silenzio della proprietà dinanzi a tale scempio, è un segnale di fumo grigio. La diplomazia suggerisce di tenere toni moderati e di procedere con le luci basse ma il futuro della Juventus è diventato una trappola mortale, sabbie mobili dentro le quali il club e la squadra sono scivolate. Non vedo all’orizzonte l’arrivo di soccorsi, si riannusa l’aria fetida di calciopoli. Ps: per festeggiare il recente successo, Cristiano Ronaldo ha ritirato a Maranello, alla presenza di John Elkann e Andrea Agnelli, una Ferrari Monza. Un premio per la sua prestazione contro il Milan.

    Un like grosso a Tony.

  2. In effetti..
    Nel 2006 non riuscivo a spiegarmi certi atteggiamenti remissivi della Juve. Il richiamo di Damascelli non è causale e apre,a mio avviso, forti interrogativi.

    Ma non è questo il punto, visto che ci sono solo dei riferimenti. Adesso sembra quasi che bisogna riedificare e che quasi quasi non convenga fare la CL. Secondo alcuni.
    Secondo me si danno i numeri al lotto. Chiaro che sono spese, ma almeno due turni porterebbero entrate.
    No, non facciamo la CL perché non siamo all’altezza, stop. Diversamente comincio a preoccuparmi sul serio.

    • Concordo Tino.
      Sul resto credo si stia solo facendo una gran caciara. Dubito che ci siano esclusioni da competizioni.
      Tra l’altro non avrebbe nessun senso escludere dei club solo perché hanno costituito una società. Anzi questa società potrebbe rappresentare proprio un valido interlocutore per le riforme del calcio, che prima o poi andranno nella direzione abbozzata col progetto superlega.
      Credo sia meglio per tutti dialogare piuttosto che scornarsi.

  3. https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Juventus/11-05-2021/juve-nedved-paratici-frattura-divisi-pirlo-410906072521.shtml

    Se è vero quello che riporta l articolo della gazzetta è il gran capo che vuole mantenere lo status quo ad ogni costo e come dice Alessandro muoia Sansone con tutti i filistei. Alla fine però ci dovrà spiegare il perché, non facciamo gli aziendalisti e difenderlo a prescindere. Ci deve spiegare questa sadica impassibilita’.

    • Francesco, premesso che gli unici articoli da prendere in considerazione della gazzetta sono quelli in cui anticipano le sentenze riguardanti la Juve (lì sono bravissimi…); tuttavia questa volta potrebbe essere una cosa abbastanza vera ma non ho capito una cosa. Quel spingere con Agnelli x mandare via Allegri: cioè, Agnelli era d’accordo o si è fatto convincere? Personalmente (ma io non capisco molto di calcio…) manderei via chi ha preso quella assurda decisione. Chiunque sia: anche fosse Agnelli.

  4. Tuttosport (anche qui da prendere con le pinze) fa tre nomi x l’eventuale nuovo allenatore: Zidane, Gattuso, Allegri. Il mio preferito è Ringhio.

  5. Fonte Il Giornale

    “L’avvocato Mattia Grassani, esperto di diritto dello sport, ha dato il suo parere su quello che potrà succedere in caso vengano comminate pesanti sanzioni: “Sarà verosimilmente aperto un procedimento disciplinare, che si celebrerà davanti agli organi di giustizia Uefa e, in appello, al Tas”,ù questo il pensiero di Grassani.
    L’esperto di diritto sportivo è poi entrato nello specifico e nel tecnico: “L’articolo 51 dello Statuto, la cui violazione verrà verosimilmente contestata ai club, non prevede una sanzione specifica, quindi gli organi di giustizia avranno più potere discrezionale. Non può essere scartata l’ipotesi di esclusione dalle competizioni anche se si potrebbe propendere per misure economiche. Di certo, se i tre club non dovessero raggiungere un accordo con la Uefa, il contenzioso è destinato a non rimanere entro il perimetro dell’ordinamento sportivo”.
    La Juventus non ha abbandonato il progetto Super League, cosa fatta invece da altri due club italiani come Inter e Milan, più i sei inglesi e l’Atletico Madrid. Attualmente i bianconeri sarebbero in Europa League e dunque resterebbero fuori dalla Champions per demeriti propri e non per le possibili sanzioni dell’Uefa che nel caso, però, estrometterebbe la Vecchia Signora anche dalla sorella minore della coppa dalle grandi orecchie.”

    Certo non avrebbe senso escludere questi club anche perchè se dalla lotteria esce il 38, la cabala dice che per giocare (da una parte o dall’altra) sono obbligati a pagare, ma dopo aver pagato la mazzetta potranno giocare un paio di turni e gliene restituiranno una parte per le spese.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia