Strato …Tevez! Il nuovo volto della Juve

Juventus v SS Lazio - Serie AScritto da Cinzia Fresia

 

Mai acquisto fu così azzeccato come Carlos Tevez, la Juventus può essere più che orgogliosa di questo giocatore, che sta calamitando l’attenzione su di sè in questo campionato. Ricordo esattamente il suo arrivo, atteso come una figura biblica, si è fatto subito voler bene subito  dispensando sorrisi a tutti.

Non amato dai giornalisti, i quali  non avevano fatto buone previsioni, considerando il suo passato in altri club piuttosto complesso e non privo di cattivi comportamenti. A quanto pare si tratta solo di “passato” e di “ricordi”, Tevez,  qui in Italia si  comporta benissimo e ha legato immediatamente nel club, i suoi colleghi lo stimano, e lui ha dimostrato immediata serietà, mettendosi nelle mani di Antonio Conte.

Tevez ha avuto pazienza, ha preso sul ridere l’obiezione sul sovrappeso e   le prese in giro circa  il suo aspetto, non proprio seducente, e si è messo a lavorare.

Conte in effetti l’ha fatto subito dimagrire a scanso di equivoci, ma grasso o magro, Tevez ha un talento e un’intelligenza calcistica fuori dal comune, e ahimè, gli altri scompaiono.

Un giocatore come Tevez, garantisce un attacco dal rendimento più lineare, attualmente è capo cannoniere del nostro campionato, è creativo, ma soprattutto sa adattarsi a qualunque situazione, ed è ciò che destabilizza gli avversari, non è mai uguale, riesce ad andare in gol da un’azione anche sbagliata, è davvero un grande campione. E ci voleva in questa Juve di Conte, vincente ma un po’ troppo viziata da Andrea Pirlo che fino all’anno scorso faceva tutto lui.

Parlando sempre dell’argentino, è entrato nel cuore di tutti e lui in Italia si è adattato benissimo, gli vogliono tutti bene, dall’apparenza gioviale, in campo non si fa mai coinvolgere dalle provocazioni, e accetta senza particolari offese le sostituzioni. La sua rinascita è in parte da attribuire ad Antonio Conte, ha trovato nell’allenatore della Juve una figura di riferimento paterna che lo calma, oggi Tevez è un personaggio mediatico,  e condivido l’allenatore  quando dice di non volersi intromettere tra lui e il ct. dell’Argentina che non vuole chiamarlo per i mondiali, egoisticamente di gente in nazionale ne abbiamo tanta, se lui non va, meglio per la Juve, e sicuramente a Tevez non mancherà questa esperienza, tanto gli sta dando il campionato e la futura Champions.

Ma Tevez non è solo un uomo di calcio, non dimentica le sue origini, tiene a ricordare da dove viene, dalla periferia di Buenos Aires, dal quartiere Fort Apache, di cui è orgoglioso. Non si nasconde dietro ad un dito, quando dichiara che il calcio è stata la sua fortuna, che l’ha salvato da un futuro pieno di violenza e dalla morte, sebbene uscito da quella realtà,  non ha dimenticato e si è coinvolto in azioni benefiche a favore dei bambini e dei poveri del suo quartiere, una volta in Italia,  non ha esitato a voler incontrare Papa Francesco, il Papa Argentino di origine italiane, proprio per parlare del loro paese, delle contraddizioni e su come riuscire ad aiutarlo.

Insomma un ragazzo davvero gioioso, dedito alla famiglia e alla sua squadra, e noi siamo felicissimi di averlo, e di applaurdirlo in campo, nell’ultima prestazione, contro il Parma è stato stratosferico e ha rischiato persino la tripletta.

Direi che il suo arrivo non ha solamente giovato alla Juve, ma al calcio in Italia in generale, siamo fortunati ad avere ottimi giocatori e offrirne anche al calcio estero, ma un così talento naturale è un orgoglio averlo qui … Speriamo non se ne vada …

 

 

 

 
 

 

  1. Alessandro Magno

    credo che tevez ha fatto bene alla juve e la juve a lui come ho scritto nel mio ultimo pezzo riprendendo una considerazione di ricchiuti ” tevez non è mai stato cosi forte come oggi” evidentemente si sono create quelle condizioni per cui lui desse di piu’. conte lo ha coccolato lui ha ripagato. non sempre è stato cosia d esempio lo stesso trattamento di tevez conte lo ha riservato a vucinic facendone da subito un supertitolare mai in discussione e sappiamo ad esempio come mirko invece abbia avuto un rendimento altalenante e infine non ha risposto facendo quel salto di qualità tanto atteso e sperato. tevez lo ha fatto, evidentemente dimostrando di avere dentro di se una marcia in piu. bene benissimo bis.

  2. Sì, è vero, Vucinic in effetti non ha il talento di Tevez, e non è così forte, è un giocatore che non è affidabile, Conte gli ha dato 1000 chance probabilmente perchè gli stava simpatico, Tevez ragiona veloce, non si fissa solo su una modalità, ma la cambia a seconda della condizione.
    Speriamo duri!

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia