Sassuolo-Juve 1-0: che rabbia!

acerbi-dybala-gomitata-660x330

 

Articolodi Alessandro Magno

 

Sassuolo-Juve 1-0. Predicavo prudenza dopo la buona vittoria con l’Atalanta. Auspicavo due vittorie contro Sassuolo e Torino per fare un primo bilancio. Siamo subito caduti al primo ostacolo. A questa Juventus va detto che non va bene nulla. Un arbitro sconsiderato ha contribuito non poco a mettere in difficoltà la Juve. Chiellini espulso con due gialli eccessivi Acerbi, Berardi e soprattutto Peluso pluri-graziati. Due rigori per la Juventus da rivedere di cui uno abbastanza evidente su Sturaro nei primi minuti. Va detto anche che il Sassuolo segna con l ‘unico tiro in porta prendendo un Jolly che nemmeno Sansone sa come ha fatto. Una palla che si insacca veramente dove crescono le ragnatele. In ultimo va detto che la Juventus in 10 ha schiacciato il Sassuolo e nonostante tutto avrebbe meritato il pari. Ma con i se e i ma non si scalano le classifiche.

I ragazzi si impegnano. Danno tutto. Purtroppo questa Juve è fragile. È una squadra senza un’anima che prende troppi gol e segna poco. È una squadra in cui giocatori che sembravano mediocri come Bonucci e nel corso degli anni sono migliorati fino a sembrare Campioni oggi pare siano tornati mediocri. E in tutto questo si perdono anche i nuovi che alternano prestazioni buone ad altre molto meno. E in tutto questo si perde in primis Allegri che ha una gestione cervellotica della squadra. Le colpe del mister sono tante ancora a Novembre non ci ha capito nulla. La Juventus di quest’anno è solo un giro palla ultrapalloso. Una manovra lenta. Si gioca a due all’ora e tiri da lontano il più delle volte sulla luna. E Khedira che in questo momento pare indispensabile, invece di toglierlo magari mezz’ora dalla fine con l’Atalanta lo fa rifiatare in trasferta quando già manca Marchisio. Ed Hernanes ha sbagliato una partita con il Napoli, fra l’altro in un ruolo non suo ed è già stato accantonato. Continua ad insistere con Mandzukic che onestamente non dà quello che da Morata. Anche a livello psicologico non mi pare una cima. Ha fatto crescere a dismisura l’attesa per questo Alex Sandro che il giocatore stesso gioca col freno a mano tirato sapendo di avere mille occhi addosso.

Le colpe, lo sappiamo, sono ancor maggiori quelle della società, che ha comprato 3-4 giocatori negli ultimi giorni di mercato come se non fosse ovvio che avrebbero necessitato di tempo per amalgamarsi. E in ultimo Marotta a cui davvero non bisognerebbe mettere un microfono sotto il naso vedi ultime dichiarazioni su Hernanes. Ad ogni modo qua bisogna reagire: abbiamo una classifica da zona retrocessione che come ha detto il presidente Agnelli è semplicemente inaccettabile. Io lo avevo scritto già qualche settimana fa ma avevo deciso di dare ancora tempo a una squadra che è ampiamente nuova. Ora il tempo però è alla fine. Serriamo i ranghi e vediamo di vincere sto derby.

  1. iuliana bodnari giulia

    SI !! Tanta rabbia ieri sera siamo rimasti bocca aperta dallo spettacolo indegno dell’arbitro , poi dei nostri ragazzi . Bonucci un palo della luce come lo chiama Rossano , legnoso , stinco aggiungerei io , tutti i suoi tiri sbilenchi finivano agli avversari , inguardabile . Mandzukic troppo fermo in area e poi sai che cosa ? non sappiamo più correre senza pallone , son tutti lì che aspettano come statue di sale . Abbiamo preso tanta di quella acqua , inzuppati come biscotti ma almeno fosse stato il risultato positivo .

  2. Per me il tempo è scaduto.
    I colpevoli (dirigenti e staff tecnico) vanno cacciati in IMMEDIATO!!!!!

  3. Gli allenatori in Italia stanno trasformando le squadre di serie A in nuclei di dilettanti, troppo schematici ed eccessivamente radicati allo schemino, basta un’anomalia che si inceppa tutto, nessuno sa più cosa fare.
    Se in Europa non vinciamo una mazza ci sarà un motivo, e se siamo arrivati in finale l’anno scorso è stata sicuramente bravura di certi giocatori che non ci sono più, ma anche un di un certo allineamento degli astri.
    Non possiamo continuare a vincerne 1 e perderne 3, non possiamo continuare a vedere giocatori che una volta sembrano fenomeni, la volta successiva no.
    Per vincere serve continuità di risultati, diversamente non vinceremo mai.
    Buffon ha avuto ragione.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia