Archivio Mensile: Febbraio 2020 - Pagina 4

Juve – Fiorentina – I tanti nemici esterni e i troppi nemici interni.

Articolo di Alessandro Magno

Francamente ho visto una buona Juventus contro la Fiorentina non eccezionale ma buona. Una partita in controllo senza mai soffrire se non in un’ unica parata di Szczesny. Una Juve paziente che ha vinto meritatamente. Sono mancate le conclusioni e questa è una costante dove c’è da lavorare, ma non ho visto la Juve soffrire e nemmeno faticare più di tanto per ottenere un risultato rotondo. Era importante una pronta reazione dopo la sconfitta amara di Napoli e questa c’è stata. Il presidente della Fiorentina Comisso nel post partita ha approfittato per fare uno show degno di una “mariomerolata”. In Juventus Fiorentina ci sono stati due rigori concessi alla Juventus entrambi trasformati da Ronaldo mentre un altro ancora sullo stesso Ronaldo non è stato visto. Ora aldilà del fatto se ci fosse o meno il secondo, mi pare evidente come l’uscita del signor Comisso sia stata un operazione volta a farsi amare dai propri tifosi dopo un annata estremamente deludente. Il signor in questione ha rilevato la viola che lottava per la salvezza e nonostante annunci di mirabilie oggi lotta ancora per la salvezza. Il signor in questione atresì ha dichiarato che la partita è stata decisa dall’arbitro e ha ottenuto subito dai soliti noti giornalisti il palcoscenico che desiderava. Chi ha visto la partita sa che la Fiorentina ha perso meritatamente e soprattutto nel secondo tempo non ha fatto nulla. Bene Iachini che non mi pare abbia seguito il suo presidente in queste illazioni stupide. Fra l’altro ha abbracciato Dybala e dichiarato di nutrirne sincero affetto chissá se a Firenze faranno casino per questo magari Iachini ora è un gobbo di emme. Bene Nedved che con calma e un pizzico di ironia ha difeso la Juve. Malissimo, davvero malissimo i vari, Piccinini, Sconcerti, Pistocchi, Tancredi Palmeri e Varriale, sempre al Top, che hanno stigmatizzato la reazione, fra l’altro molto composta di Nedved, trascurando o in alcuni casi avvallando lo j’accuse di Comisso, che non aveva alcuna ragione di esistere. Non si comprende il motivo per cui un presidente di una squadra possa accusarne un altra e il vicepresidente di questa accusata non possa o non debba difenderla. Questi sarebbero poi a loro detta i paladini della libertá di espressione. Libertá di espressione che evidentemente a Nedved non spetta. Fra l’altro la strategia di Comisso è anche facilmente smascherabile: Come mai dice di aver avuto tanti errori contro altre squadre e lo show lo fa solo oggi contro la Juve?

È molto sgradevole tutta questa situazione. In un campionato finalmente (per loro) combattuto si butta in campo del veleno gratuito giusto per scaldare gli animi. Eppure l’Inter seconda ha avuto molti favori arbitrali (vedi Parma e Atalanta) e la Lazio terza sta battendo tutti i record di rigori a favore. Non credo fossero tutti ineccepibili o non ce ne fossero di generosi. E noi dovremmo gurdarci da questi tanti nemici che abbiamo e invece di guardarci da quelli siamo tutti in lite fra noi. Da un po’ di tempo iniziano a darmi fastidio più gli juventini che gli altri.  Sono rimasto piú sconcertato dalle reazioni alle dichiarazioni di Sarri che dalle dichiarazioni stesse. Dichiarazioni evitabili e forse poco opportune ma certamente non tali da inaugurare una guerra interna senza quartiere. C’è gente fra noi che ha perso completamente la bussola. Insulti, petizioni contro il mister, insulti a Paratici per il mercato, tifosi che hanno intrapreso crociate contro il nuovo mister o contro giocatori, vedi Matuidi, che è stato fischiato al suo ingresso in campo. Un ragazzo che ha sempre comunque dato tutto. Siamo alla follia. Troppi non sono piú in grado di vivere il calcio in maniera normale. Strano perché 8 anni di successi avrebbero dovuto portare alla follia gli altri e invece è il contrario.

Ma al peggio non c’è davvero mai limite. In questi giorni ho ricevuto attacchi sia sui miei social che privatamente perchè io “dovrei” fare qualcosa contro questo o quello. A parte che io non “devo” niente a nessuno e non faccio campagne su richiesta, ma non mi passa neanche per l’anticamera del cervello di fare battaglie preventive contro la Juve. Inoltre vi ringrazio per la stima ma non ho il potere di dire alla Juventus cosa deve o non deve fare. Raccolgo i pareri di tutti laddove sono espressi con civiltà. Fine. Non faccio altro. Il mio stile è raccontare i fatti e le mie sensazioni come ho sempre fatto. Piaccia o no. Non mi sono mai posto sul piedistallo a dirvi cosa era giusto o no. Semplicemente vi ho raccontato i miei stati d’animo da tifoso. Non ho mai chiesto a nessuno nemmeno di esser d’accordo con me. Se volete un Comisso Juventino ce ne sono tanti in giro sui social e su youtube. Quelli che per un like venderebbero la mamma. Quelli cavalcano l’onda e non stanno con la squadra. Quelli se possono fare visualizzazioni cavalcando il malcontento lo fanno senz’altro. Non gliene frega nulla della Juve. Monetizzano quei 4 soldi. Io ho scelto di tifare la Juve e l’ho tifata sempre nel bene e nel male. L’ho elogiata e criticata. C’ero in b ma c’ero con Marchesi, Del Neri, il tanto nominato di questi tempi Maifredi. Non ho mai sperato nemmeno per un minuto che la ”MIA” squadra perdesse per avere ragione o avvalorare le mie tesi o per il bene che volevo a uno piuttosto che a un altro. Io sono cosí prendere o lasciare. Oggi Sarri è il mio allenatore come lo era Allegri. Per altri non so.

Sesso Juve e Rock n’Roll stagione 03 episodio 14

Ore 22 con Ben Antonio Corso Toto Cafasso Michele Fusco Benny Nico Francesco Musina

 

“La Juventus è forte di suo, non ha bisogno degli aiuti degli arbitri”

Scritto da Cinzia Fresia

Queste sono le parole del Presidente della Fiorentina Rocco Comisso, un commento post partita al veleno che insinua l’onestà del risultato finale netto di 3-0 a favore della Juventus.
Maurizio Sarri, risponde con i dati oggettivi della partita, ma niente, il Presidente della Fiorentina con una proprietà di linguaggio di non semplice comprensione, insiste e sottintende che la Juventus spende già una fortuna di ingaggi ai giocatori, che dovrebbero bastare per vincere sul campo.
Una dichiarazione che considerare offensiva è poco, e che dovrebbe essere perseguita in sede opportuna.
Ma parliamo della partita.

E’scesa in campo una squadra ben diversa di quella vista a Napoli, che ha trascorso molto tempo difendersi dal pressing avversario.

Nel primo tempo abbiamo rischiato di prendere tre gol, che abbiamo evitato grazie alla bravura di Sczesczny e ad un po’ di fortuna, tuttavia la Juventus si è impegnata per vincere, difendendosi ma altresì attaccando, e nonostante la Fiorentina fosse scatenata non è riuscita a riaprire la partita.

Primo tempo di sofferenza, fiorentini tonici e dinamici, Juventus a tratti in difficoltà a contenere la carica: il tridente Ronaldo-Higuain-Costa, convince poco, soprattutto l’argentino non entra mai veramente in partita, fa poco e la mancanza della fantasia di Dybala, si sente.
Abbiamo visto la Juventus passata in vantaggio con due rigori, realizzati da Ronaldo, ma il gruppo cerca il terzo gol .. magari su azione.
Arriverà .. su calcio d’angolo battuto da Dybala e arrivato preciso sulla testa di De Ligt, un gran gol.
Maurizio Sarri, però vuole di più dalla sua squadra, velocità e maggiore precisione soprattutto nei passaggi e nei cross.

La vittoria salva “capra e cavoli” e fa dimenticare un po’ la figuraccia fatta a Napoli, La Juventus mantiene saldo il primo posto in Campionato.
Una curiosità: e’ strano ma nessuno ha sindacato la smorfia di fastidio che Higuain ha assunto mentre usciva a favore di Paulo, se fosse stato il contrario ne avrebbero parlato tutti i giornali.

Pagelle Juventus Fiorentina 3-0

Pagelle di Alessandro Magno

 

Szczesny 7 Due Sole parate ma estremamente decisive la prima bella e difficile la seconda forse più spettacolare che difficile. Tiene in piedi la Juve e si riscatta della partita opaca contro il Napoli.

Cuadrado 7 Una grande spinta sulla fascia. Non riesce ad esser decisivo ma davvero ci prova più e più volte. Con un pizzico di precisione in più sarebbe stato devastante.

De Ligt 7 Una prova difensiva da gigante. Tanti anticipi e buonissime letture. Giocate semplici come deve fare un difensore, senza strafare. Alla fine la ciliegina sulla torta del gol.

Bonucci 7 Probabilmente il migliore dei nostri. Intuisce che Pjanic marcato a uomo nella prima parte ha delle difficoltà e lo sostituisce in regia alla grande. Tante aperture e passaggi giusti nei tempi, comprese improvvise verticalizzazioni per le punte che però sono sempre state molto marcate e han dovuto sempre giocare di scarico.

Alex Sandro 6,5 Con Rabiot una prova interessante anche se rispetto a Cuadrado spinge un quarto. Tuttavia pare con Rabiot una corsia più ordinata.

Bentancur 7 Una prova singhiozzante, ma ha dei momenti devastanti come nell’occasione del secondo rigore. Molto utile nel recuperare palloni o stoppare le ripartenze viola.

Pjanic 6 Molto male nel primo tempo non riesce a trovare spazio e perde dei palloni sciocchi. Nel secondo invece forse anche perchè la viola cambia modulo , trova più spazio e più palloni giocabili e cerca di rendersi utile.

Rabiot 7 Bene anche lui ma come Benta a fasi alterne. Bene comunque nel palleggio e nel fisico imponente. Prova anche un bel tiro da fuori che secondo me dovrebbe sfruttare di più. Il pubblico ha apprezzato la sua prestazione.

Douglas Costa 7 Ancora abbastanza avulso dalla squadra tuttavia ha degli strappi davvero interessanti in cui la Juve riesce a metter in apprensione la Fiorentina. Peccato non ha ancora evidentemente 90 minuti appieno.

Higuain 6 Si vede poco purtroppo schiacciato nella mischia di tutti i giocatori nostri e loro , nella metà campo avversaria. Ha un guizzo in cui è bravo il portiere viole. Si rende utile lottando e facendo pressing ma certo è dura.

Ronaldo 7 In realtà non fa una buona prestazione anzi spesso perde palloni facendo ghirgori inutili o fa perdere il tempo di gioco a tutti trattenendo la palla un poco troppo, tuttavia anche oggi segna due gol entrambi su rigore e quindi è decisivo anche oggi.

Dybala 6,5 Una mezzoretta in cui cerca di dare il suo contributo ma la partita si mette in discesa e finisce li.

Bernardeschi 6 Si mette a disposizione della squadra.

Matuidi SV Vergognosi i fischi a Blaise inizio a odiare i tifosi della Juve più degli antijuventini.

 

Juventus 6,5 La Juventus mi è piaciuta pur non essendo stata trascendentale e pur con le difficoltà di trovare la conclusione, tuttavia ha tenuto sempre il pallino in mano del gioco e ha cercato mi pare di fare quello che l’allenatore gli chiede. Era importante vincere per non rischiare di cadere in un periodo di crisi psicologica. 3-0 mi pare una buona risposta. Una buona prestazione soprattutto nei singoli giocatori più che di insieme.

Sarri 6,5 La squadra ha grosse difficoltà contro squadre che si chiudono e partono di rimessa. Non finisco di ribadire che occorrerebbe trovare varianti con il gioco aereo e con i tiri da fuori che in realtà non si vedono. Emblematico un cross ben fatto di Costa sul palo lontano dove non c’era nessuno e l’anno scorso invece c’era Mandzukic che se non segnava rimetteva la palla in mezzo. Ci sono state però alcune varianti interessanti, quella di Costa, che se Ronaldo andasse a fare il centravanti potrebbe portare in un futuro prossimo Dybala al posto di Higuain e soprattutto la mossa molto intelligente di avanzare Pjanic facendolo uscire dalla marcatura a uomo di Cutrone e di far impostare Bonucci, che evidentemente non si poteva marcare a uomo non lasciando libero Pjanic. Bene la vittoria, il gioco ancora così così, ma c’è stata la reazione che ci si aspettava.

Arbitro 7 Per me ha arbitrato bene e soprattutto dimostra molto coraggio perchè dare due rigori alla Juve significa prendersi un mare di critiche indipendentemente dal fatto se poi ci siano o meno. Veniamo agli episodi: primo rigore ineccepibile braccio lontano dal corpo che occupa spazio: nulla da dire. Altro rigore chiesto dalla Juve la mano del difensore è lungo il corpo e non c’è rigore anche se i telecronisti continuano a dire che l’ha presa di petto e non è vero. Secondo rigore a velocità normale io non lo avrei dato e nel calcio di una volta non è ( anche se col contatto Ronaldo- Iuliano ci han rotto l’anima una vita e non era neppure quello), purtroppo per chi lo subisce nell’era della var questo è rigore e c’è poco da lamentarsi perchè un difensore nel prender spazio non può metter le mani sul petto di Benatancur che pure accentua. Ripeto una volta non era rigore oggi al var è rigore e se lo dai o non lo dai ti presti a critiche. Credo che fosse anche rosso per Ceccherini dal momento che dai il rigore non può non esser ultimo uomo. Manca un giallo a Ronaldo per una gomitata a Ceccherini durante uno stacco aereo, mentre il fallo prima di Ghezzal su Cuadrado invece poteva esser da rosso. L’arbitro è stato tollerante in entrambi i casi pensando che non fossero volontari entrambi.

Domenica 2 febbraio 2020 Juventus-Fiorentina ore 12.30 Allianz stadium -Torino

Scritto da Cinzia Fresia

Finita una sfida, ne inizia un’altra: con la schiena piegata abbiamo lasciato Napoli, e domani arriva Firenze, un altro nemico.
La Viola come il Napoli, è nel cuore di Maurizio Sarri, vedremo perciò se il i sentimenti prevarranno sulla ragione.
Dopo una settimana di disorientamento, i tifosi vogliono fatti.
In conferenza stampa, il tecnico si giustifica in merito alle parole dette, dopo il post partita a Napoli, e ritiene che le sue parole siano state strumentalizzate.

Se la Juventus non dovesse vincere contro la Fiorentina, la situazione si mette male per tutti, Juventus compresa. Perciò.. vedremo come andrà a finire.
L

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia