36 anni dalla tragedia dell’Heysel

36 anni da quella tragedia del 29 maggio 1985 allo stadio Heysel si perpetrò un massacro premeditato di 39 persone in  maggioranza cittadini italiani , 4 belgi , 2 francesi ed un irlandese .
Quella sera Bruxelles si portò via sotto gli occhi bendati di una Europa sorniona , che guardava altrove , non voleva leggere i segnali di pericolo che ci sono stati prima . In quei attimi di paura , quando cercavi di salvarti la vita e non finire schiacciato contro quel muretto , chi cadeva in ginocchio non si alzava più . Quelli che attacavano erano conosciuti in tutto il mondo , talmente erano ubriachi da non rendersene conto che facevano paura alla gente normale con bambini e donne a seguito , famiglie . Imagini indelebili .
Come Comitato Per Non Dimenticare Heysel ogni anno onoriamo la memoria delle 39 vittime che anche dopo 36 anni scandire uno ad uno i loro nomi è una ardua impresa , l’emozione è tanta e non diminuisce col passare degli anni . Il monumento alla memoria dei caduti Heysel si trova nel Parco di Via G. Matteotti , unico nel suo genere ed è opera dello scultore fiammingo Vanlessen . Una opera molto fragile che non era stata concepita per essere esposta all’esterno ma nelle sale , riparata al coperto . Noi ci prendiamo cura affinchè nulla possa succedere come in un passato recente . Constantemente monitorato .
Da quest’anno la Regione Piemonte ha istituito la Giornata della Memoria 29 maggio 1985 così come per Heysel anche per Superga il 4 maggio 1949 . Tutti ciò grazie al Presidente Alberto Cirio e dal suo esempio anche altri Presidenti potrebbero istituire giornate di memoria , una giornata Nazionale di raccoglimento .
Perché solo uniti si può portare avanti un progetto PER NON DIMENTICARE .
Morire per una partita di calcio è inammissibile !
Non dimenticare è troppo poco , bisogna fare molto di più . Dare l’esempio con una cultura sportiva forte perchè lo sport dev’essere fair play non di parole ma di fatti , un filo conduttore e portatore di positività . Solo così una società si può riconoscere come civile . Perchè portare l’odio in quei luoghi di spensieratezza non giove a nessuno .
Nessuna persona è morta finchè vive nel cuore di resta +39RISPETTO
COMITATO PER NON DIMNETICARE HEYSEL DI REGGIO EMILIA
PRESIDENTE Iuliana Bodnari .

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia