Archivi Tag: chiellini

Ben è Uno contro tutti. Top Planet 31-03-2021

Uno Contro Tutti 18-11-2020 Top Planet

Perché Dybala e Ronaldo li abbiamo noi.

Scritto da Cinzia Fresia

La partita contro la Spal sarà ricordata per il primo rigore concesso dal Var che non funzionava, un grande avvenimento veramente che Maurizio Sarri ricorderà per tutta la sua carriera, e ora più che mai si sta rendendo conto di cosa significhi essere allenatore della Juventus.

La partita: come si aveva detto in precedenza, la Spal è risultata facente parte delle seccature e poteva finire male, poiché un pareggio sarebbe stato vissuto pari ad una sconfitta.
Maurizio Sarri, vede una squadra in crescita mentre noi vediamo due giocatori straordinari i quali fanno la differenza, che si chiamano Dybala e Ronaldo.

Insomma la solita fatica e il calo difensivo ha fatto sì che la Juventus caduta nel tranello del fallo da rigore permettesse agli altri di riaprire il risultato.

Ormai è diventata ordinaria amministrazione e non ci sorprendiamo nemmeno più, rischiare un pareggio con una Spal qualunque equivaleva ad una Sconfitta.
I ferraresi hanno speso molto e i nostri li hanno lasciati fare per poi colpire successivamente.

È andata bene così 2-1 in Italia sono sempre tre punti in più, in Europa invece un gol subito fa la differenza.
In poche parole la squadra è questa e non può cambiare tra un turno e l’altro, benissimo Dybala e Ronaldo .. nella media tutti gli altri.

Maurizio Sarri nel post partita, fa un’osservazione molto interessante, dicendo che fino alla permanenza in campo di Chiellini non si sono presi gol, dichiarazione più che azzeccata, ma preoccupante perché pare che la difesa non abbia imparato nulla fino ad ora se necessita dell’onnipresente Capitano e si è fatto un gran parlare del rigore e di come ingenuamente sia stato procurato, se un arbitro deve scegliere se andare contro la Juve, al 99 per cento,
lo fa.

Per il resto nulla di nuovo sotto il sole, il solito centro campo inesistente, i soliti Dybala-Ronaldo tuttofare, e un bel gol di Aaron Ramsey servito da un pool di assist ben confezionati per fargli fare gol, e speriamo sia motivo d’incoraggiamento al gallese per migliorarsi.
Altri tre punti messi via, e la testa già a mercoledì.

L’enigma fascia di Capitano.

Articolo di Alessandro Magno

 

Con l’addio di Gigi Buffon Capitano di lungo corso, dopo il lunghissimo perido Alex Del Piero, si apre una curiosa parentesi per l’assegnazione di questo nuovo ruolo. Fra l’altro oltre a Buffon hanno lasciato Lichtsteiner ed Asamoah due con molte presenze, soprattutto lo svizzero, vincitore di tutti e 7 gli scudetti consecutivi. In verità non ci sono problemi per la titolarità della fascia che sarà assegnata, ed è già stato fatto, a Giorgio Chiellini. Tuttavia dietro a Chiellini a pensarci, si aprono scenari per lo meno curiosi. Andiamo a vedere quali.

Premesso che ormai da moltissimi anni alla Juventus la fascia di Capitano è assegnata al giocatore con piu’ presenze all’attivo, la gratuatoria ufficiale è questa: Chiellini, Marchisio, Barzagli, con i secondi 2 che pero’, per età e qualche acciacco di troppo, rischiano di giocare veramente poco, senza contare che lo stesso Chiellini ormai sono anni che non fa un annata completa, anche lui fermato spesso da qualche frequente problema fisico. In ogni caso tenendo conto di una formazione titolare con Chiellini e in assenza degli altri ”grandi vecchi” il vice capitano designato dovrebbe essere Dybala che ha collezionato ormai 140 presenze con la Juventus. A seguire Mandzukic 129, la coppia Cuadrado e Alex Sandro con 114 , Khedira 110 e Higuain, se dovesse restare, 105.

Ma non è finita qui. La Juventus sta trattando 2 clamorosi ritorni: Pogba e Bonucci. Detto che per il secondo non sarei d’accordo che rientrasse in questa graduatoria ma detto anche che la Juve se lo riprenderà lo riprenderà sicuramente come giocatore effettivo e non come parente povero, entrambi rientrano alla grande e con prepotenza in questa classifica. Pogba con la Juventus vanta 178 presenze quindi piu’ di Dybala, Bonucci addirittura 319 essendo stato inserito anche nel museo della Juventus per aver superato appunto 300 presenze. Contando tutti gli scenari possibili addirittura potremmo trovarci Bonucci Capitano in assenza di Chiellini, che per il sottoscritto è veramente un mezzo incubo, oppure il Polpo o Dybala che sarebbero dei Capitani anche fra l’altro giovanissimi.

Considerando comunque ogni scenario possibile ora al 28 Luglio 2018 la graduatoria è questa:

Chiellini 472
Marchisio 389
Bonucci 319
Barzagli 271
Pogba 178
Dybala 140
Mandzukic 129
Sandro – Cuadrado 114
Khedira 110
Higuain 105

E vincemmo pure quello del “settimo”: non rubare

 

Articolo di Alessandro Magno

Lo scudetto numero 36, il settimo, di seguito è stato il più sofferto e complicato; essendo l’ultimo è stato come sempre il più bello. Il Napoli si è dimostrato avversario tosto quasi fino alla fine. Per lo meno fino allo scontro diretto del ritorno. Molto ce lo siamo complicati da soli in tanti remando contro e il vento contrario di tutti gli avversari è stato molto forte. La Var fin da subito ha dimostrato come fosse stata introdotta per cercare di mettere i bastoni fra le ruote alla Juventus. Rigore dato al Genoa in fuorigioco, ma anche gol annullato a Bergamo contro l’Atalanta per presunto fallo di Lichtsteiner avvenuto molti secondi prima a centrocampo (e ad oggi resta un caso isolato) e rigore negato a Higuain nel finale perché l’arbitro ne aveva già dato uno poco prima poi sbagliato da Dybala. Lo avevamo ampiamente previsto, infatti in quel momento erano tutti favorevoli alla Var e gli errori che erano accaduti alla Juventus erano definiti fisiologici e irrilevanti. Noi gobbi eravamo tutti fiduciosi invece che il tempo sarebbe stato galantuomo e così è stato.

Secondo la legge che in un campionato lungo vince sempre il più forte i valori sono venuti fuori alla distanza. Mi fa ridere chi si lamenta dell’espulsione di Pjanic. Analoghi casi ce ne sono stati contro la Juve vedasi Kurtic della Spal contro Asamoah o Ansaldi nel derby contro Pjanic, ma anche ieri dove Nainggolan è stato più volte graziato dall’arbitro prima di esser espulso almeno al 4 fallo da giallo. Non ne parliamo dei gol irregolari del Napoli su cui si è sorvolato, diversi quelli fatti con spinte evidenti di Koulibaly o in fuorigioco o su rigori veramente regalati. Per non dire dei falli di mano in area. Fra il senegalese citato prima, Mertens e compagnia bella un bel momento nell’area napoletana si giocava a palla a volo. E’ stato molto importante vincerlo con la Var nonostante si lamenteranno lo stesso perché non sanno accettare la superiorità e la bravura dell’avversario. Pero’ almeno gli abbiamo tolto l’alibi che : ”Hai visto con la Var?”. Parliamoci chiaro, io ho visto che con la Var hanno solo fatto in modo di tenerceli vicino quasi fino alla fine, ma il risultato finale poi è stato lo stesso. Fra l’altro, curioso come ad oggi non gli vada più bene neppure la Var. Perché il problema non è l’arbitraggio il problema è non far vincere la Juve.

In questo clima surreale dove giornalisti ormai tifosi conclamati la fanno da padrone vedi Ziliani e Pistocchi,  ancora ieri ha dato il meglio di sé il “rosicone” Varriale facendo un tweet di falsi complimenti in cui calava l’asso degli scudetti che sono 34 e non 36. E poi un altro in cui se la prendeva con Chiellini incapace di godersi la vittoria. A parte che gli scudetti nostri sono 17/18 volte il numero dei suoi e i suoi sono tutt’altro che limpidi per svariati motivi, vedi pisciate nelle fialette della analisi di Bruscolotti all’antidoping al posto di Maradona, vedi squalifiche per doping dello stesso argentino e monetina di Alemao. Per non parlare dello scudetto che pare si vendettero al Milan a causa del totonero. La città dell’onestà e dell’amore. Ma poi lui vuol insegnare come ci si gode delle vittorie? E quando ha imparato in vita sua visto che di vittorie sue ne ha viste davvero poche. Hanno voluto seguire questa strada sbagliata sia Mazzocchi che Cucchi, due che fra i pochissimi si sono distinti per essersi affrancati dall’antijuventinità militante. Un poco li capisco quando ti accusano di esser Juventino devi fare qualche dichiarazione contraria per bilanciare la cosa.

Vorrei ricordare a entrambi che Calciopoli è stata una mega farsa e una mega truffa perpetrata ai danni della Juventus e del calcio italiano. Senza dilungarmi troppo basta ricordare due tre cose fondamentali. Tutti gli arbitri sono stati assolti eccetto De Santis che pero’ è stato condannato per Bologna-Parma, per cui non per la Juventus. Nessun giocatore né allenatore della Juventus risulta mai indagato o responsabile di nulla. Nessuna partita della Juventus risulta alterata. Sono stati tolti 2 campionati alla Juve, di cui uno, il primo, neanche oggetto di nessuna indagine e non assegnato a nessuno e qui bisognerebbe capire perché rimasto vacante… Il secondo invece assegnato a una squadra che poi è stata accusata di illecito come la stessa Juventus, ma su cui non si è fatto alcun processo per avvenuta prescrizione. Infine, negli ultimi tempi Moggi è stato assolto sia per aver definito Facchetti uno che parlava con gli arbitri, sia dall’accusa di aver fatto fallire il Bologna. Quindi a fronte di tutto questo direi che sarebbe bello e utile che Mazzocchi e Cucchi facciano un ulteriore passo verso la giustizia e la verità e siano loro a dire che gli scudetti della Juventus sono 36 e non viceversa. Se una mamma ha 10 figli e gliene ammazzano 2 non è che è felice perché ha 8 figli vivi. Rimane sempre la mamma di tutti e 10. Noi abbiamo 36 scudetti vinti sul campo e quei 2 contano come gli altri. Riaprite i processi ci dimostrino quali partite ha truccato la Juventus e davanti a fatti veri e non congetture rinunciamo pure a quelli.

Vorrei scrivere ancora due righe sulla discriminazione territoriale. Altro obbrobrio che ha partorito la mente malata degli antijuventini. Ieri si è fermata la partita del Napoli per cori dei sampdoriani all’indirizzo dei napoletani. Ma qualcuno ha mai visto, seguito o udito i cori dei napoletani? Cioè a questi viene consentito tutto pure di distruggere gli stadi e di lanciare gavettoni di escrementi sul pubblico avversario ( solo loro fanno questo in ogni trasferta) poi gli dici lavali o gli parli di sapone si offendono? Poveri bambini sono suscettibili. Sono protetti più dei panda in Cina. In ogni stadio da anni si offendo i morti. Dai nostri dell’Heysel in primis. Nessuno sente mai niente. Si sentono solo i cori o contro i napoletani o contro i neri. Fatemi il piacere o li sentite tutti o non li sentite mai. Io è da una vita che vado e sento urlarmi ”Juventino pezzo di m….” oppure ”Juventino figlio di p…..” e non ho mai visto nemmeno una partita che è una sospesa.

Chiudo con Chiellini. Nel post partita Roma sono state molto belle e nette le parole di colui che sarà il nostro nuovo capitano. L’ha toccata piano come si suol dire. Giorgio ha tirato le orecchie a Insigne reo di aver fatto troppo il fenomeno quando avevano vinto a Torino. Va ricordato che tutte le volte che ci avevano perso nessun tesserato li aveva mai presi per i fondelli. E’ un Chiellini motivato che ne ha per tutti. Si è incavolato anche con i giornalisti e anche con chi ha fatto festa con spumante e fuochi perché ricordiamo era a -1. D’altronde anche lui dopo 7 scudetti di fila e 4 coppe desidererebbe ci fosse quella giusta celebrazione che in tutti i Paesi normali del mondo sarebbe scontata, ma l’Italia si sa non è un paese normale. Come diceva Enzo Ferrari: ”Gli Italiani perdonano tutto tranne il successo”.

Amichevole Juventus Barcellona 1-2

Articolo di Alessandro Magno

Difficile capire perchè oggi alla prima uscita stagionale si vada ad affrontare il Barcellona in America mentre una volta si affrontavano squadre dilettantistiche. O meglio facile capirlo, c’è sempre di mezzo il Dio denaro, tuttavia ci si chiede se poi queste amichevoli siano utili al fine della preparazione, il che io onestamente ne dubito fortemente.

Comunque questa amichevole c’è stata e l’andiamo a commentare. La Juventus si è presentata con una formazione assai improbabile una specie di 4-2-3-1 che presto è diventato un 4-5-1 d’altronde gli uomini chiamati a fare il ruolo dei tre trequartisti erano altamente improbabili. Buffon Lichtsteiner Benatia Barzagli Asamoah Bentancur Marchisio Sturaro Khedira Lemina Mandzukic. Di questi nel primo tempo si sono distinti Buffon (anche se sul secondo gol poteva fare meglio) Marchisio e Sturaro. Hanno deluso parecchio Bentancur, Mandzukic (che ha mangiato un gol fatto da un metro sullo 0-0) e soprattutto Lichtsteiner (chiamato a marcare Neymar non l’ha mai visto). Non sono andati particolarmente bene nessuno della difesa. Il Barcellona ha giocato invece con tutti i titolari eccetto Suarez e ha chiuso il primo tempo in vantaggio 2-0 meritatamente.

Nel secondo tempo si è giocato con Sczcesny De Sciglio Benatia (poi Mandragora) Chiellini Alex Sandro Bentancur (poi Rincon) Pjanic Cuadrado Dybala Douglas Costa Higuain. La Juventus con molti big in campo è andata subito meglio. Il Barca nel secondo tempo ha schierato tutte le riserve a parte Suarez. La Juventus è partita subito meglio Dybala si è distinto per delle belle azioni e da una sua percussione nasce l’angolo su cui Chiellini di testa ha accorciato le distanze. La Juventus ha sfiorato anche il pareggio con Higuain che ha calciato alto da posizione favorevolissima su assist di Bentancur, che si è ripreso leggermente prima di esser sostituito. Bene Chilellini Dybala e Sczcesny (ottimo in un paio di interventi) benino Douglas Costa ed Alex Sandro, anche se la loro intesa ha avuto diverse incertezze sul vado o non vado, bene Mandragora. Discreta la regia di Pjanic con qualche errore di troppo rispetto  ai suoi standard, maluccio De Sciglio, che ha iniziato estremamente contratto per poi riprendersi strada facendo, male Cuadrado (troppo spesso ha perso palloni giocabili) , molto molto male Higuain estremamente imballato.

Questo è quanto si è visto. Chiaramente è la prima uscita stagionale. Tutto sommato si ha la sensazione che se si fosse potuto metter in campo una formazione migliore già dal primo tempo la partita sarebbe potuta esser piu’ in equilibrio, tuttavia bisogna considerare il diverso grado di preparazione dei ragazzi. Fra Dybala e Higuain ad esempio ora ci passa il mondo. Ma è chiaro come due fisici e due età diverse hanno bisogno di diversi tempi di reazione. Anche dall’altra parte Messi e Neymar sono apparsi subito molto piu’ tonici rispetto a tutti gli altri. Due cose da segnalare. La prima: senza Rugani, Chiellini e Alex Sandro la difesa è quasi improponibile con Asamoah Lichtesteiner e De Siciglio oggi non all’altezza, Benatia e Barzagli rivedibili. La seconda: un grandissimo Marchisio prende un giallo per proteste dopo l’ennesima ( forse era la sesta settima) simulazione inutile di Neymar. Il buon principino dopo NON  aver colpito il simulatore brasiliano che stramazzava a terra morto, è andato a urlargli in faccia ”piscinero”, uomo della piscina. Severo ma giusto.

Juventus-Barcellona 3-0: solo grazie Juve

Articolo di Alessandro Magno

Juventus-Barcellona 3-0. E’ stata la serata perfetta. E’ stato tutto quello che sognavamo potesse essere. Sono stati tutti bravi i giocatori. E’ stato bravo Allegri ad affrontare il Barca come va affrontato: senza paura. Tutti i migliori loro in campo, tutti i migliori nostri in campo. E’ stata una fantastica serata di calcio che ha dato ragione a noi che pensavamo che la Juventus fosse una squadra realmente forte. Non voglio perdere tempo a parlare di antijuventini in questa serata perché non lo meritano. Dico solo che dopo cinque scudetti di fila (quasi 6), dopo 2 coppe Italia di fila (quasi 3), dopo una finale di Champions fatta bene e persa contro questi qua che non sono propriamente quattro scarponi, bisogna veramente esser dei dementi a livelli inimmaginabili per dire che questa Juventus di questo quinquennio non è forte.
Io non so veramente cosa dire di questa sera. Dico che ho perso 10 kg in sudore per la tensione. Mi sono piaciuti veramente tutti da Alex Sandro a Dani Alves, da Cuadrado a Mandzukic ai due di metà campo. Sono stati strepitosi Buffon e i due centrali di difesa, è stato superlativo Dybala che al cospetto del Re Messi ha fatto meglio, molto meglio del Re.

E’ mancato forse un poco Higuain ma i suoi gol magari ci serviranno al ritorno. E’ mancato molto l’arbitro autore di una prova disastrosa. Non dà un rigore su Khedira e gli fischia fallo contro, ci ferma l’azione del 4-0 per un fuorigioco che non c’è, ammonisce Khedira e Mandzukic per falli che subiscono e grazie sempre Mascherano e Piquè. Una vera sciagura di arbitro che per fortuna non è riuscito a rovinare la nostra grande prestazione.

Sono stanco e soddisfatto mentre scrivo e ora mi sento soddisfatto e svuotato nemmeno avessi giocato io, davvero non ho parole per descrivere la felicità che provo. Non mi frega nulla di analizzare tatticamente la partita forse questo lo faremo poi d’altronde c’è poco da dire quando tutti i duelli uno contro uno sono stati puntualmente vinti dai nostri. Questo è il momento di godere. Poi penseremo al ritorno quando ci sarà in ogni caso da soffrire e il Psg insegna. Ma noi non siamo il Psg la nostra difesa è molto meglio. Sarà ovviamente dura, durissima. Nessuno si faccia illusione che sarà facile. Ma se dovessimo passare e la fortuna ci conserva tutti sani da qui alla fine… beh non è vietato sognare.

Pagelle Juventus Barcellona 3-0

Pagelle di Alessandro Magno

Buffon 8 Due super parate una per tempo una sul 1-0. Importantissima. Poi tanta sostanza in uscite basse ed alte. Se la vogliamo vincere se vogliamo passare ci serve il nostro grande Capitano.

Dani Alves 7 Mi è piaciuto molto ma gli darei mezzo voto in meno perchè ha avuto la palla del 4-0 e ha cincischiato. Certo fra lui e Neymar la sfida la vince lui e Neymar non è proprio uno che si puo’ definire un pischello.

Bonucci 8 Monumentale. Lui e Chiellini fanno la gara tipo. Da far vedere questa grande prestazioni a tutti i ragazzi che vogliono fare i difensori centrali.

Chiellini 8 Come Bonucci ma con gol. Toglie un infinità di palloni a Messi nell 1 contro 1 e si cura di Suarez con le cattive. Professore in difesa.

Alex Sandro 7 Un primo tempo da migliore in campo dove svernicia praticamente sempre un certo signor Messi. Poi piano piano rifiata e lascia sempre un poco di spazio in piu’ agli avanti loro. Alla fine si adopera molto in difesa aiutando a sbrogliare diverse situazioni.

Pjanic 7 Non è abituato a queste partite e non sempre è della partita. Alterna buone cose a momenti di stanca ma nell’insieme positivo. Molte bene le sue aperture a lunga gittata.

Khedira 7 Eccellente. L’arbitro lo penalizza fischiandogli molto contro ma è autore di una prova superba.

Cuadrado 7 In veste di uomo assist e di aiuto a Dani Alves peccato pare spesso avere il colpo del Ko ma rallenta un poco sempre l’azione forse non al meglio fisicamente.

Dybala 10 Al cospetto di uno dei due giocatori piu’ forti del mondo ovvero Messi segna una doppietta di grande fattura e recupera e gioca una serie di palloni veramente da grande campione Chapeau.

Mandzikic 7 Grande prestazione , grande sacrifico. Come Khedira anche lui particolarmente bersagliato dall’arbitro.

Higuain 6,5 Oggi è mancato un poco lui, ha avuto due palloni da buttare dentro uno di testa e l’altro tutto solo davanti a Der Stegen e non li ha capitalizzati. Speriamo che i suoi gol li abbia tenuti per il ritorno.

Lemina sv Entra e perde subito un pallone da fesso forse non aveva ben presente che stavamo giocando contro il Barcellona.
Rincon sv
Barzagli sv

Juventus 8 Partita quasi perefetta che poteva finire anche con un margine maggiore bravi tutti.

Allegri 8 La prepara alla grande schierando la miglior formazione possibile senza tante paranoie , e la vince anche bene.

Arbitro 4 Ammonisce Mandzukic e Khedira che subiscono dei falli, non ammonisce praticamente mai Piquè e Mascherano che godono di un trattamento di particolare favore. Non fischia un rigore su Khedira clamoroso e nella stessa azione c’è rigore anche su Chiellini ma fischia fallo in attacco al tedesco, infine ci si mette pure il guardalinee ad annullare per fuorigioco inesistente l’azione che porta al 4-0 di CUadrado. Un disastro totale.

Una buona Juve asfalta la Samp

marchisio-juve-samp-passaggio-2016-2017-750x450

Articolo di Alessandro Magno

 

Un’ottima vittoria contro la Samp, netta e senza particolari sofferenze. Il ritorno di Marchisio ha ridato dinamismo e qualità al centrocampo. Il Principino ha preso subito le redini della squadra dettando i tempi e quasi tutto ha funzionato per il meglio. Solo il gol regalato ai nostri avversari da un disimpegno scellerato di Chiellini, che si farà perdonare ampiamente realizzando una doppietta, fra le note particolarmente gravi.  C’è ancora da integrare maggiormente nel gioco Higuain e Pjanic. Il primo vive per il gol di conseguenza soffre quando non viene servito con continuità. Il secondo è sempre molto altalenante fra il genio e l’abulico, ieri alcuni palloni persi in malo modo poi il gol del 3-1 a chiudere la partita e alcuni lanci illuminanti di grande fattura. Che poi questo potrebbe esser un solo problema anziché due, ovvero se l’asse Pjanic-Higuain funzionasse un poco meglio se ne gioverebbero tutti. In fondo chi può lanciare a rete Gonzalo meglio di Miralem? Ci siamo permessi anche di far giocare Dani Alves difensore centrale. Esperimento curioso mentre Cuadrado invece ha dimostrato di poter esser più di una riserva di lusso. Idem Mandzukic.

Un’altra considerazione la vorrei fare sull’ atteggiamento iniziale. Quando la Juve spinge di brutto sull’acceleratore diventa difficile per tutti contenere questa grande forza d’urto e infatti generalmente quest’anno è successo che quando si è iniziato spingendo alla grande, la Juve ha segnato più gol nei primi 30 minuti. Sassuolo, Samp, Cagliari tanto per dire. Diversamente quanto si è iniziati compassati e attendisti come piace molto al nostro mister che per sua stessa ammissione predilige vincere con il minimo sforzo (e non è un reato), le cose non sempre hanno funzionato.

Forse è il caso di prendere in seria considerazione la natura di questa squadra che è composta da molti giocatori votati all’attacco: Khedira, Alves, Pjanic, Cuadrado, Sandro. Oltre agli attaccanti di ruolo. Con una potenza di fuoco così ampia, forse sarebbe bene attaccare molto sempre, anche se l’annata è lunga e capisco il mister che vorrebbe sempre risparmiare le forze a causa dei molteplici impegni.

In ogni caso ieri bella vittoria e gioco piacevole, e anche quel poco di turnover che non guasta. Restiamo in testa alla classifica dopo lo scivolone di San Siro e va bene così.

Pagelle Juventus – Sampdoria 5-0

image

Pagelle di Alessandro Magno
Neto 7 Dorme sonni tranquilli per tutta la partita ma si fa trovare pronto su un tiro velenosissimo direttamente su calcio d’angolo e non era facile.

Bonucci 6,5 Prestazione buona coronata da un gol di opportunismo vero.

Barzagli 6,5 Provato curiosamente al centro della difesa non se la cava male anche se invertiti con Bonucci è sicuramente la soluzione migliore

Chiellini 6,5 Rientra e cerca di non forzare per nonr icadere in infortuni ma c’è gloria anche per lui. Gran gol
Lichtsteiner 6,5 Le prova tutte pur di riuscire a segnare

Pereyra 6 Sprazzi di buon gioco poi si perde e si spegne piano piano fino a risultare inutile. Un anno buttato.

Hernanes 7 Prestazione molto buona meriterebbe anche lui la gioia del gol resta il dubbio se è finalmente integrato o se è agevolato da un avversario rpaticamente nullo?

Pogba 7 Si diverte a fare numeri e oggi glielo si puo’ permettere. Prova piu’ e piu’ volte il gran gol che non gli riesce sempre per poco.

Evra 7 Prestazione semplice da quel lato la Samp non esiste. In ogni caso apre le danze.
Mandzukic 6 Gioca bene per mezz’ora poi la partita perde di mordente e forse non è piu’ consona al suo carattere.

Dybala 8 Oltre ai gol un vero piacere vederlo giocare. Fenomeno.

Sturaro 6,5 Meglio del Pereyra del secondo tempo che si trascinava per il campo.

Morata 6,5 Molto bravo ad entrare subito nelle azioni che contanto.

Zaza 6 Volenteroso ma oggi esageratamente egoista quando epr ben due volte va da solo con i compagni liberi dalla parte opposta. Infatti Allegri si incavola.

Allegri 7 Molto bravo a tenere sulla corda i ragazzi e a riprenderli e riportarli all’ordine dopo la prestazione scialba di Verona.

Juventus 7 Agevolata da un avversario remissivo al 100% e dalla superiorità numerica gioca in scioltezza come fosse una partita di allenamento. 5 gol arrivano qausi senza forzare.

Arbitro 6,5 Si fa notare giusto per un paio di cartellini gialli esagerati qua e la .

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia