Quaquaraquà 1 – Soldatini 2

558935_4541837515460_410755276_n

 

 

Articolo scritto da Alessandro Magno

 

La Juve è già a Monaco. Non c’è tempo per soffermarsi troppo sulle vittorie ma quattro cose su Inter Juve le dobbiamo dire. In primis ci tengo a sottolineare come questa partita a me non crea nessuna emozione particolare. Non mi frega neppure nulla della partita di andata e non la considero una rivincita. Io sono fedele al detto del buon Gaucho Camoranesi per cui gli interisti si cagavano addosso quando ci vedevano in campo. Sono 3 punti buoni da prendersi come in tutte le altre partite. Poi certo soffro durante la partita, ma soffro anche a vedere Chievo Juve finchè non si è perlomeno sul 3-0 per noi.

La partita in sè è stata dominata per lunghi tratti. A loro abbiamo concesso solo delle ripartenze (anche se pericolose) e gli ultimi dieci minuti, quando ci siamo chiusi troppo. Un certo pressapochismo nel mezzo dell’incontro ci ha fatto prendere il gol del pareggio, è un difetto che ci è costato svariati punti quest’anno (Roma, Milan, Sampdoria). La nostra non è una squadra in grado di gigioneggiare, per rendere, deve giocare e stare sul pezzo. Fortuna vuole che ci siamo subito ripresi dopo il gol loro, e che l’Inter attuale escluso Handanovic e Palacio è veramente poca cosa.

La nostra coppia d’ attaccanti Matri e  Quagliarella si è comportata egregiamente al di la dei due gol fatti. Sono più incisivi che che se ne dica. Personalmente li farei giocare sempre come coppia titolare. Questi due giocano poco ma i gol li fanno con una certa frequenza e no gol no party nel calcio, poi in altri sport non so. Capisco di interpretare un pensiero minoritario fra i tifosi per cui Vucinic è intoccabile ma resto della mia idea, se pure Vucinic ha a volte dei colpi di genio incredibili che lasciano senza fiato, sono altresì estremamente rari. Se devo aspettare questi colpi di genio che avvengano ogni 6-7 partite io faccio giocare Quagliarella che in 6-7 partite 2-3 gol me li fa sicuro. Sarò minoritario ma non sono fesso. Senza contare che magari il buon Mirko messo un pò più in discussione magari rende pure meglio.

Agli interisti al solito non è rimasto che attaccarsi a qualche lamentela arbitrale, d’altronde hanno fatto della piangina la loro ragione di vita. Dire che c’è un rigore abbastanza netto prima per la Juve sull’1-0 e poi dire che ce n’è uno anche per l’inter ma sul 1-2 non è dire una bugia mi pare. Stramaccioni ha tirato fuori che Handanovic si tuffa nello spazio, si hai visto mai ‘sto novello Felix Baumgartner. Ma mi facesse il piacere! Così come dire che Perreira è un miracolato di Rizzoli visto che ha fatto almeno 5 falli da giallo ed è stato solo ammonito non è dire una bugia. Rizzoli poi, che dire di questo arbitro?  Un arbitro chiamato a non decidere; a non interferire sullo svolgimento della partita costi quel che costi. Se arbitrare significa non prendere nessuna decisione importante e lasciare che i giocatori giochino come fossero in piazzetta invece che alllo stadio allora posso arbitrare pure io! Magari davanti a una birra.

Concludo con le parole di Conte che in conferenza stampa hanno tanto scandalizzato alcuni giornali e diversi tifosi. Personalmente ho visto quella conferenza stampa e le parole di Conte non mi hanno creato nessuno shock particolare. Mi sono parse le parole di un giovane allenatore che ci teneva a chiarire che vuole fare la carriera di allenatore. Possibilmente alla Juve ma se così non fosse dovunque gliene sia data l’opportunità. Sono state sicuramente parole un poco imprudenti questo si. Se avessimo perso apriti cielo, avrebbero titolato: ” Conte il traditore”. Tuttavia se ci pensate sono parole abbastanza ovvie per chi ha intrapreso un certo percorso professionale. Lo stesso Conte disse, mi pare ai tempi dell’Atalanta, che sognava di allenare la Juve ma che avrebbe comunque fatto l’allenatore anche se non fosse arrivato ad allenarla. L’unico obiettivo che si era prefisso era allenare una grande entro 4-5 anni. E’ utile ricordare a quella frangia di tifosi moralisti a buon mercato che Trapattoni non era Juventino quando arrivò ma milanista, così come non lo era Lippi di cui si dice che si sentì in dovere di andare a chiedere scusa sulla tomba del padre per aver accettato la panchina bianconera. Allora cosa mi venite a raccontare? A un mister si chiede di esser bravo non di esser tifoso e Conte bravo lo è. Fra l’altro è anche tifoso della Juve ed è risaputo, ma questo non è discriminante. Mi frega sia bravo ad allenare. Pure il povero Maifredi era tifosissimo della Juve e sappiamo come è andata.

Concludo dicendo però che queste dichiarazioni di Conte mi hanno dato una certa piccola soddisfazione, se ripenso a più di qualche tifoso che ha fatto le pulci e le contropulci ad Alex Del Piero per una dichiarazione detta o non detta su questo o su quell’argomento. Quelli che vogliono che le persone siano come dicono loro e non come sono effettivamente. Eccovi ripagati… moralisti dei miei stivali.

 

Gli articoli di Alessandro Magno escono su:

ilblgodialessandromagno.it ,  Juvamania.it ,  ladivinajuventus.it , ilbianconeronews.blogspot.it

  1. Benny non sono d’accordo sull’utlima parte del tuo articolo, correggi mi se ho inteso male e se mi stai dando della moralista. In realta trovo e non sono l’unica, che Conte sia impattato in una caduta di stile che a mio avviso aveebbe dovuto evitare. Siamo tutti sul mercato e vero, però dirlo non era il caso. Io penso ad Alex che per non fare torto ai tifosi della juve ‘e volato in Australia.
    Io credo che tutti, davvero tutti debbano imparare a parlare e a tenere un atteggiamento dignitoso di fronte a queste vicende, sappiamo quanto la stampa goda a strumentalizzare, ma il dovere di un professionista e’ quello di mantenere un certo distacco. Evitando di creare polemiche, chiacchiere e distorsioni.
    E poi ti diro un’altra cosa, mi ha infastidito tutte ste sviolinate prima e dopo il match.

  2. tu la conferenza l’hai vista oppure ne hai solo letto i resoconti?
    io l’ho vista.
    A domanda se un domani potrebbe allenato l’inter conte ha risposto ” SE FOSSI UN domani l’allenatore del milan dell linter o della lazio ne diverrei il primo tifoso in questo senso e’ chiaro che sono un professionista anche se sono tifoso della juve” e’ una cosa veramente ovvia e banale. Poi ci sono quelli che vogliono che il mister dica “mai sulla panchina dell’inter” magari poi come borriello o capello cambiano idea e chi se ne frega ma intanto piglian bene bene per i fondelli i tifosi. In questo senso apprezzo molto la sincerita’ di conte anche se e’ stato imprudente. Sui moralisti che han fatto la morale a del piero perche’ non sarebbe stato chiaro su farsopoli ecc….(tutti pretesti) sono contento che conte gliel’abbia messo in quel posto perche’ se lo meritano. Le brime banderuole sono loro. Su del piero? Io so che di del piero ce ne’ uno e mi basta quello nemmeno pretendo che gli altri siano come lui.

  3. Io l’ho vista e sentita. Ho capito benissimo cosa intendesse dire, si e’ anche espresso male, e di questo solo lui e rsponsabile. Ritengo che in un momento simile era meglio nom esprimersi piu di tanto proprio per”non creare” piu polemiche di quelle che ci sono. Un conto essere vittime un altro andarsele a cercare.

  4. anche io l’ho reputata una risposta imprudente tanto da averlo scritto anche nell’articolo dove ho scritto che se avessimo perso apriti cielo tuttavia torno a ripete che le cose dette in quella intervista sono ovvie e a me non hanno destabilizzato niente ne tanto meno shockato.

  5. Alessandro Magno

    poi mi ripeto piu’ penso a gente che ha detto che ”del piero è un furbo un opportunistà ecc…ecc…..”’e che ”conte è un vero juventino” e più mi viene da ridere hi hi hi hi. ma non perchè conte non lo sia chiariamo subito, perchè tutti e due son juventini ma tutti e due fan un lavoro per cui il ”matrimonio” lo si fa in due. C’è tanti che han rimproverato a Del Piero di aver dichiarato che probabilmente se fosse rimasto Capello sarebbe andato via e questo non lo faceva un grande juventino. RIPETO ECCOVI RIPAGATI. E RI RIDO HI HI HI HI

    ovviamente tu con questo non c’entri nulla luna

  6. , Alex poteva andare dove voleva, se fosse rimasto in Europa sarebbe stato lecito, per come si sono chiusi i rapporti, ma vederlo con la maglia di Inter o Milan lo ritenevo improbabile e non penso che l’avrebbe fatto.
    E’ necessario che torni ordine e non ci si esprima alla carlona, sull’onda dell’emotività del momento, il calcio sta diventando un mondo senza nessuna regola di buon gusto, da ambo le parti e da gente che guadagna milioni di euro mi aspetto di piu.
    . i giornalisti dovrebbero anche smetterla con queste domande cretine. Tanto, qualunque verita non la diranno ne’ a sky, alla rai o ai giornali. Mi ricordo quando chiesero a Mourinho, se avrebbe mai allenato la Juve, ha sorriso dicendo nulla. Un’ottima non risposta, dettata dal buon senso.

  7. Alessandro Magno

    ha senso che uno non dica il vero o dica il falso per accondiscendere i tifosi? lippi ha alleneato l’inter dopo la juve trapattoni l’inter e la fiorentina. se conte andasse all’inter un domani dopo aver chiuso con la juve non ci troverei nulla di trascendentale certo mi dispiacerebbe ma so che questo è un modno cosi. di del piero ce n’è uno e basta. ricordo quando si parlava di nedved all’inter io ero uno di quei pochi che scrissi che se andava il mio amore per lui non cambiava in quanto era la juve che lo aveva allontanato. troppi tifosi sono umorali, soprattutto dopo farsopoli. quindi o si cambia o si va a giocare all’estero perchè non si puo’ vivere in questo perenne clima di guerra.

  8. Ti dirò questo, quando Lippi torno’ in Juve dopo l’Inter io non ero proprio folle di gioia, e se non ricordo male Moratti lo accuso’ di aver fatto gli interessi della Juve anche da loro. Dichiarazione che Lippi non commento’. Oggi il mondo ad allenatori del loro calibro hanno chance di arricchirsi ovunque. Non credo Lippi fosse tifoso della Juve a livello personale, e poi non ha mai parlato a vanvera.
    Dobbiamo tenere presente che la Juve di Lippi era in una posizione ben diversa da quella attuale e che Conte stesso tra le squalifiche e tutto ciò che lo ha riguardato e nel mirino di tutti e tutto. A riguardo di Nedved non sarebbe mai amdato all’inter, la sua lealtà e amicizia nei confronti della famiglia Agnelli e’ totale.

  9. ottimo articolo, al solito, benedetto!! sull’affaire conte credo che il nostro allenatore si sia fatto furbo e abbia dato la risposta più furba in vista di un match già sovraccarico di tensione… concordo un match da tre punti identico agli altri, e vi assicuro affrontato dagli stessi tifosi interisti allo stadio con rassegnazione.. la classifica non mente, lo sanno bene e sanno che squadra hanno per le mani.. solo l’allenatore la spaccia pubblicamente per una grande facendo training autogeno, quando a parte due-tre individualità di spicco questa è una squadra media, senza pero’ la carica agonistica delle medie quando ci incontrano.. e l’isteria di alcuni interventi non aveva niente a che fare con la carica, ma solo con l’incapacità!!! su mirko sai come la penso, per me è titolare fisso con uno tra matri e quagliarella.. pero’ è autolesionistico insistere in alcune partite a tenerlo in campo, si perdono quei 20 minuti preziosi per giocatori umorali come il quaglia, ovvero entrare a inizio secondo tempo si ha un certo impatto, a un quarto d’ora dalla fine uno è anche un poco scazzatiello!!! quindi se in condizioni fisiche accettabili mirko sempre e una prima punta, se non è giornata, e la si vede subito, le guerre di religione sui giocatori e il loro impiego costante non hanno mai fatto il bene della squadra, se non a inizio anno e per i nuovi, vedi nedved e zidane.. domani è dura ma ci arriviamo piuttosto bene, quindi ce la giochiamo se non altro al 100%, senza rimpianti di assenze o infortuni.. vediamo il nostro vero valore!!

  10. Alessandro Magno

    nedved non ha fatto promesse nedved ha valutato e ha agito come riteneva giusto. fra l’altro non pretendo che tutti siano nedved. io sono orgogliosissimo di nedved ma lo sarei stato anche se avesse fatto un altra scelta. certo un poco piu’ deluso ma non cambiava tutto il bene fatto per noi. nel mondo cel calcio i matrimoni si fanno in due del piero è stato allontanato nonostante volesse rimanere anche altri tipo ravanelli dilivio torricelli juventini doc quindi il fatto che conte non escluda a priori che un giorno la juve per qualsiasi motivo lo possa allontanare non mi crea nessun batticuore particolare. montella ha dichiarato che non intendeva promettere ai viola che non avrebbe mai allenato la juve e a firenze hanno fatto meno casino che qui.

    grazie fabry tu sei molto simile a me riesci ad accettare le persone per quello che sono per cui è veramente facile per te accettare la mia disamina un poco complessa su questo inter juve 😉
    su vucinic che devo dire? innegabile che ha colpi da grande campione ma deve aumentarne per forza la frequenza.

  11. in italia non ce n’è sulla polemica di conte anche io seppure sorpreso non mi scandalizzo piu di tanto per le sue frasi. nel contesto in cui sono state dette erano frasi ovvie. poteva dire cose ad effetto giusto per la piazza ma preferisco anche io la sincerità alla paraculaggine.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia