Juventus-Udinese: campioni d’Italia tostissimi.

editoriale-juventus-udinese

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Juventus-Udinese 2-0. Seconda partita. Seconda vittoria. Seconda prova sopra le righe di questa Juve targata Allegri. Nuovo corso si dice. In parte è così. Difficile migliorare una squadra che ha frantumato ogni record, eppure bisogna provarci. Il Mister Allegri ha detto che pecchiamo in gestione della partita. Effettivamente si poteva e doveva chiudere prima. Si è rischiato anche molto appena s’è tirato il fiato, di conseguenza se tiri dieci volte in porta e fai un solo gol e gli altri con due tiri a momenti ti pareggiano, certamente c’è da correggere. Altresì se chiudi sempre le partite con una marea di occasioni come con Chievo e Udinese hai anche la consapevolezza che correggere non significa stravolgere. Che aggiustare non è certamente costruire (o ricostruire).

Si gode a vedere Tevez, Llorente, Pogba, Marchisio, Lichtsteiner. Si gode a vedere i nuovi così ben inseriti Evra, Coman, Morata. Persino chi ha avuto qualche problema come Ogbonna mi pare stia acquisendo sicurezza e continuità di prestazioni.

C’erano tanti rischi per Allegri. Trovare una squadra appagata, giocatori con la testa altrove. Giocatori che per tre anni anno lavorato con uno staff con metodi diversi da quelli attuali e quindi non per forza di cose, trovarseli pronti o anche solo adatti a nuovi metodi di lavoro e nuovi preparatori. Non dimentichiamo come gli stessi giocatori che con Del Neri non giravano, l’anno dopo con Conte volavano. Non tutto è scontato.

Invece a Torino pare proprio non sia cambiato niente. La squadra macina gioco che è una meraviglia ed è assoluta padrona del campo. Non so se per colpa delle avversarie ma a me addirittura, queste due prime uscite mi paiono meglio delle ultime dell’anno scorso dove per forza di cose i giocatori risultavano abbastanza provati. Con Allegri mi sembra di rivedere la prima Juve di Conte. Famelica. Assoluta padrona del campo, con un possesso palla francamente imbarazzante, per le altre.

Ripeto, non so se per colpa di Chievo e Udinese. In questo senso forse il Milan ci chiarirà qualcosa in più. Resta la piacevole sorpresa di poter continuare a vedere le partite della Juve e godere di una squadra veramente tostissima.

  1. Partita piacevole con lunghi tratti di gioco ben orchestrato con belle azioni molto pericolose che non si sono concretizzate per troppa sicurezza o superficialità.
    Una squadra già collaudata che si è adattata agli schemi del nuovo mister fornendo prestazioni convinventi sin da subito.
    I nuovi acquisti si sono inseriti bene con un Evra devastante sulla fascia sinistra capace di mettere al centro dei palloni molto invitanti.
    Per adesso tutto bene, forse anche meglio del previsto.
    Siamo solo agli inizi e quindi la prudenza e non lasciarsi andare a facili entusiasmi è d’obbligo, però se continuiamo su questa strada riusciremo a toglierci soddisfazioni in Italia e penso anche in Europa.

  2. mi spiace ma non mi fido ne del Chievo ne dell Udinese..neanche del Milan… la prova di maturità l avremo in champions…Udinese e Chievo se la sono fatta sotto… solo contropiede … che noi non abbiamo concesso… scusate ma non mi fido

  3. Comunque, questa squadra e’ stata confezionata l’anno prima e vivra’ di rendita per un po’, ma non puo’ durare.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia