Archivi Tag: Allegri

Cronaca dell’ennesima rimonta subita

Articolo di Alessandro Magno

Sarà un anno molto duro la Juventus ha deciso di rifondare puntare fortemente sulla rosa dell’anno scorso al netto della cessione di Ronaldo. Io credo che senza Ronaldo questa rosa non sia poi così forte. Non poco forte nei singoli giocatori che onestamente sono tutti nazionali dei loro paesi, quanto poco forte mentalmente. Ho scritto più e più volte che questa è una squadra fragile. Sono ormai due anni e mezzo che subiamo rimonte. Si era già iniziato nell’anno di Sarri ma l’allenatore toscano poteva ancora contare su giocatori attempati ma di spessore come Matuidi, Higuain, Khedira (oltre che Ronaldo) e altri che seppure a fine carriera erano giocatori che nella loro storia calcistica avevano dimostrato una levatura. Con Pirlo hanno ringiovanito e ci siamo affidati a Ronaldo. Ronaldo che in quanto a fame di vittorie e carisma da solo vale mezza rosa della Juve di oggi o anche 3/4. Ad oggi ad Allegri sono rimasti Cuadrado Bonucci Chiellini Alex Sandro ( che non è mai stato un cuor di leone) e una nidiata di conigli bagnati. Ieri Daybala e Morata han fatto un’ ottima partita ma nel mezzo manca proprio carisma oltre che qualità. Fino al 75mo avevamo la partita in pugno e il Milan non aveva neanche fatto un tiro in porta. Poi come accadde perchè sempre accade, prendi gol su un calcio da fermo e la squadra si squaglia. Ha detto bene il mister se fosse durata altri 5 minuti si perdeva. E’ vero. Mancano le palle e le palle onestamente non si allenano o ce le hai o non ce le hai. Questa squadra evidentemente non ha personalità. Io nei giovani la vedo solo in Chiesa e DeLigt se stanno bene e ieri non stavano bene. Chiesa veniva da un infortunio e quel poco che ha giocato non è entrato in partita, De Ligt ultimamente è stato ”panchinato” anche in nazionale dopo aver fatto un Europeo da protagonista in negativo. Negli altri giovani o presunti tali io non vedo grande personalità e non la vedo neanche in Morata e Dybala che ieri sono stati i migliori va detto, ma ad oggi sono estremamente discontinui.

Non ho visto nemmeno questo atteggiamento difensivo in cui tanti amano sguazzare alcuni. Ripeto fino al 75mo la Juve prevaleva serenamente, per un tempo era stata nettamente migliore e per l’altra parte di secondo tempo la partita mi pare fosse più o meno equilibrata. Allegri ha fatto i cambi ruolo per ruolo Cuadrado/ Chiesa – Morata/Kean – Dybala/Kulusevski, non c’è stato nessun atteggiamento tattico volto ad andare a difendere il risultato. Nessun difensore è entrato per un attaccante e nemmeno un centrocampista. La squadra era cambiata in alcuni giocatori ma era rimasta 442 come era partita. Per tutta la gara poi Allegri aveva spronato i suoi a stare avanti e ad andare a fare il secondo. Fra l’altro le occasioni si sono avute più del Milan almeno fino a quel fatidico 75mo. Il Milan tutte le sue occasioni le ha avute dopo il gol del pari. Nel momento di difficoltà pure soffrendo Allegri non ha fatto nessun cambio difensivo i cambi sono rimasti quei 3 anzi ha chiesto alla squadra di mettersi 433 con Kulusevski e Chiesa esterni alti. Dico esterni alti. Si sono viste le immagini chiaramente visibili a tutti dove indicava di fare il 433. Cosa che la squadra non ha fatto perchè i due in questione ci hanno messo 10 minuti a capire che si dovevano invertire. Oggi leggo di Chiesa terzino perchè Federico ha fatto due discese in difesa a coprire una zona che doveva coprire Rabiot che forse era troppo stanco per stare dietro agli avanti del Milan che ormai attaccavano con veemenza spinti dall’entusiasmo. Ripeto Chiesa è entrato al posto di Cuadrado all’ala destra posizione che lo stesso Chiesa ritiene la sua naturale, dopodichè è stato spostato alto in un 433, altra posizione che ha ricoperto spesso e volentieri nella nazionale di Mancini. Poi si è pareggiato 1-1 e non va bene. Ma questo è.

Juve Empoli. Sensazioni negative.

Mg Parma 01/09/2018 – campionato di calcio serie A / Parma-Juventus / foto Matteo Gribaudi/Image Sport
nella foto: Massimiliano Allegri-Cristiano Ronaldo

 

 

 

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Juve Empoli può essere definito un brutto risveglio. Chiusa in maniera amara l’avventura con CR7 ci si aspettava decisamente un’altra risposta. Ciò che invece ci è arrivato è stato negativo sotto ogni punto di vista. Non poteva essere peggio. Tanti pensavano che Ronaldo fosse un freno. Oggi dopo aver perso e demeritato contro una neo promossa l’impressione è che invece Ronaldo mascherava molti problemi e per più di qualche compagno rappresentasse un comodo alibi. Ora il Re è nudo o meglio se n’è andato. Il Re non c’è più viva il Re ma il regno dov’è?

Se Ronaldo fosse rimasto e Locatelli arrivato come avevo previsto, avevo pronosticato una Juve da scudetto. Senza Ronaldo e forse con Kean la Juve al massimo può far parte del gruppone. Niente scudetto facile non sarebbe onesto dirlo.

Ho una brutta sensazione. Allegri si è presa una bruttissima gatta a pelare. Mi pare di vedere il Milan post Ibra e Silva che proprio con Allegri ha iniziato il proprio declino. Non basta il mister che per me è un ottimo mister. In campo vanno i giocatori. Emblematico il labiale di Chiellini “Questi sono. Non siamo squadra”. Ho l’impressione che la società abbia sottovalutato nuovamente il calcio mercato. Ho l’impressione che continua questo loap del noi siamo noi e siamo bravi a fare le cose. Questa continua mancanza di umiltà da parte della società che continua a darci l’impressione di sapere benissimo ciò che fa salvo poi invece navigare a vista. Non escludo che Ronaldo sia scappato perché il calcio mercato è stato quasi nullo e non voleva restare in una squadra che si gioca il quarto posto in Italia.

Fossi Allegri avrei preteso più garanzie oltre che un lauto e lungo contratto. Non vorrei che in poco tempo da salvatore della patria diventasse il curatore fallimentare. Ogni riferimento a quel ultimo suo Milan è puramente voluto. In società sono molto bravi a incensarti salvo poi farti diventare il capro espiatorio alla bisogna. È successo già con Allegri nel suo ultimo anno mai sostenuto e difeso dalla società. Anzi totalmente abbandonato quando era accerchiato da tifosi e media. È successo con Sarri ed è successo con Pirlo. Quindi attenzione caro Max chi oggi ti stringe la mano sarà il primo a voltarti le spalle se sarà necessario.

Ovviamente spero di sbagliare e che si trovino le soluzioni al più presto. Ad oggi il bicchiere è mezzo vuoto se non tutto vuoto. Ripeto abbiamo perso il miglior giocatore della rosa e praticamente non si è fatto mercato. Ora negli ultimi giorni si corre a cercare di tappare i buchi. Mi pare evidente che senza Ronaldo si consegna a Max una Juve più debole dell’anno scorso. Una Juve che già l’anno scorso non aveva brillato. Come ho già detto spero di sbagliare.

Un pareggio incredibile

 

 

Articolo di Alessandro Magno

 

 

Inutile dire che fa ancora male. E’ effettivamente così, fa ancora male e fa soprattutto arrabbiare. 2 punti ormai facili facili buttati nel gabinetto come si suol dire. Un giocatore su tutti sopra il banco degli imputati: Szczesny.

Va detto che la Juventus ha disputato un primo tempo quasi perfetto andando in doppio vantaggio in scioltezza e senza concedere nulla all’Udinese. Va anche detto al netto del 2-2 che sono stati colpiti due legni uno da Morata, l’altro da Bentancur, e nel finale è stato annullato il gol della vittoria a Ronaldo per un fuorigioco di un inezia. Questo per dire che la Juventus ha sicuramente giocato e ha anche altrettanto sicuramente prodotto azioni da gol. Va anche sottolineato come almeno 2 giocatori ovvero Cuadrado ma soprattutto Dybala hanno giocato davvero una grande partita. L’Udinese non è stata a guardare e nel secondo tempo soprattutto ha cercato di rientrare in partita, cosa che ha fatto dopo aver trovato un primo regalo di Szczesny nell’azione che ha portato al primo gol loro. Se c’è da rimproverare qualcosa alla Juventus è sicuramente nella gestione della palla fra il primo e il secondo gol dell’Udinese quando loro ci hanno iniziato a credere di più e noi siamo stati piuttosto superficiali dal punto di vista della tenuta mentale, come lo stesso Allegri ha sottolineato a fine partita.

Ora il danno è fatto, la partita è andata così e resta il rammarico per 2 punti davvero regalati. Tuttavia da oggi c’è da capire perchè la Juventus abbia mollato mentalmente nel finale come già gli capita spesso da un paio d’anni a questa parte. Ora certo non ci si aspettava che Allegri fosse la panacea di tutti i mali ma almeno un attenzione più alta alla prima ufficiale davanti al nuovo allenatore era francamente auspicabile.
Alcuni nodi da sciogliere non aiutano certo il progetto. Ronaldo su tutti. Ha dimostrato con grande professionalità di stare alle decisioni del mister , andando in panchina , entrando nel finale, soffrendo e  festeggiando con i proprio compagni. Se resterà farà il massimo come sempre , tuttavia questa situazione protratta fino all’ultimo giorno di mercato non aiuta. Anche perchè se non si fosse capito , se parte Ronaldo la Juve, almeno per ora, non lo rimpiazzerà.

Altre sirene suonano intorno a McKennie. Certo Wensotn non è un fulmine di guerra, ma il centrocampo visto ieri con Berna, Ramsey e Bentancur non dà tutte queste garanzie. Inoltre ancora non sappiamo quanto importante, e se lo sarà, il supporto che potrà dare Locatelli fin qui accolto come il salvatore della patria ma per ora accomodatosi in panchina per la prima.

Infine ultima ma non meno importante, la grana che oggi ci ha portato Szczesny e ha portato al suo mister, con una prestazione scioccante. Ora Allegri avrà subito una patata bollente da sbrigare: panchinare subito Szczesny prima che ci faccia perdere altri punti importanti per la vittoria finale oppure dargli fiducia in attesa che si riprenda oppure faccia un’ altra papera? E come gestire Perin ora che potrebbe reclamare un posto da titolare davanti alle prestazioni imbarazzanti come quella del numero 1? E quante garanzie in più darebbe Perin qualora fosse impiegato? Se fosse un telefilm mi verrebbe da dire ”questa ed altre storie le scopriremo nelle prossime puntate”.

Insomma Allegri era molto arrabbiato a fine gara e lo ha ribadito quando ha detto che questa vittoria era essenziale.

Domenica 8 agosto 2021 Trofeo Gamper : Barcellona-Juventus ore 21 Estadi Johann Cruiff

Continuano le amichevoli di Agosto.
La Juventus è volata a Barcellona sfidata per il trofeo Gamper.
Un test importante per il gruppo di Massimiliano Allegri, il quale per cautela rinuncia a Paulo Dybala, e i catalani sono orfani per la prima volta di Messi.

Un test pre campionato per entrambe le fazioni in vista della prossima stagione. Massimiliano Allegri potrebbe puntare a Morata – Ronaldo, dietro Chiesa o in alternativa Kulusevski.

Probabili formazioni:
Barcellona: Ter – Stegen, Dest, Pique, Jordi Alba, De Jong, Busquets, Coutinho, Braithwaite, Griezmann, Depay.

Juventus: Szczesny, De Sciglio, De Ligt, Bonucci, Pellegrini, Bentancur, Ramsey, Mc Kenney, Kulusevski, Morata, Cristiano Ronaldo.

Conferenza stampa Allegri – Mercato – Top Planet con Ben Croce

La prima conferenza stampa di Allegri e le frecciate di Agnelli

Juventus-Cesena: le impressioni dopo la prima amichevole estiva

Locatelli, Mercato, Nazionale, Allegri , Juventus UNO CONTRO TUTTI TOP PLANET

Cinzia & Ben Addio Paratici, vertice Continassa, mercato

Juve Night Show s01 e34 SPECIALE ALLEGRI-IN

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia