Archivio Mensile: Novembre 2015 - Pagina 3

ricchiuti145

Di Enzo Ricchiuti

Torino e Borussia.

Risultati molto positivi in entrambe la gare. Nel derby s’è giocato alla pari per buona parte dell’incontro, dopo aver controllato anche abbastanza bene. In Germania s’è portato a casa la pelle in un contesto difficile, fuori casa, in rimonta ed in inferiorità numerica. Chi vuol guardare la ciccia può essere soddisfatto. Il resto, polemiche. Chi ama parlare tanto quest’anno può divertirsi, io passo. Fo il carabiniere delle squadra, uso a guardarla tacendo.

La polemica sulle frasi di Tavecchio

Trattasi di una violazione della deontologia professionale di un giornalista sbandierata come atto di libertà e civismo per aver svelato un fatto meritevole di essere conosciuto dalla nazione. Un traffico d’organi ? Una ruberia ? Il colpevole di Ustica ? No, l’opinione privata detta in privato della persona Tavecchio su di un palazzinaro ebreo. Valeva la pena dare spazio a questa porcata per spiare una tavanata irrilevante ? Si vede che assecondando la naturale curiosità umana si tenta di usare la leva scandalistica ma con Tavecchio non funziona. Non è il preside degli studi ciceroniani o il nunzio apostolico, Tavecchio lo cambi solo con Tavecchio.

Si parla di Lavezzi alla Juve e Rugani al Napoli

Lavezzi piace ad Allegri dunque non verrà. Rugani ? Bisogna vedere se riuscirebbe a prendere il posto di Koulibaly. Fare la riserva alla Juve fa curriculum, fare la riserva altrove fa schifo.

borussia mönchengladbach – juventus 1-1. sintesi

Immagine anteprima YouTube

Borussia Monchengladbach-Juve 1-1: punto discreto, prestazione inguardabile

8WG8NWNL3940-kuf-UWjo3n1dZ5xwyu7-700x394@LaStampa.it

 

Articolo di Alessandro Magno

Ho faticato ieri a guardare la Juventus. Una prestazione veramente brutta. Apro i giornali questa mattina e leggo “Cuore di qua” “Cuore di la”… ma quale cuore? Fegato piuttosto. Stomaco. Oppure intestino crasso. Ma guardate che giocavamo contro il Borussia Moenchanvattelapesca non eravamo al Santiago Bernabeu al cospetto del Real o all’Allianz Arena. Questa squadra di bravi e volenterosi tedeschi fino a un mese fa non ne azzeccava una tanto è vero che hanno esonerato il mister. È una squadra composta da giocatori ordinari che non troverebbero spazio in una Juve o Milan, Inter, Roma eccetera. Giocatori da Bologna, Sampdoria o Sassuolo per dire. Nemmeno un individualità di spicco che so io come al Wolfsburg o allo Shalke. E questo loro nuovo mister certo Shubert chi è Mago Marlino che in un mese riesce a far giocare 4 mediocri come fosse una bella squadra mentre il nostro che li ha da Agosto non ci capisce una mazza? E già avevamo fatto diventare fenomeni i granata e il Sassuolo, ma pure questi?

Questi hanno fatto due punti soli in Champions, entrambi contro di noi e qui a Torino non avevano fatto alcun tiro in porta. Non è ammissibile che ieri sera ci hanno letteralmente surclassato. E già in 11 contro 11. Il primo tempo è finito in parità in modo un po’ fortunoso e grazie a un invenzione di Pogba e a un tiro che Lichtsteiner ha azzeccato e non sa neppure come ha fatto. Non voglio sminuire l’azione del gol che è stata molto bella ma è quasi l’unica cosa che si salva. Il primo tempo è stato un monologo loro. Noi a parte Pogba, Morata, Dybala e Lichtsteiner tutti gli altri insufficienti. Il secondo tempo pare iniziare meglio ma dopo il rosso inventato a Hernanes si va nello sprofondo.

Ora, intanto devo dire che da quando seguo il calcio ho visto moltissime squadre vincere in 10, ci sono allenatori come Sacchi che addirittura teorizzavano che bisognerebbe portare le squadre a 10 contro 10 perché si gioca addirittura meglio. Ora rammento a tutti che si era al cospetto dell’ultima del girone che aveva 2 sconfitte e un pari fatto senza neppure un tiro in porta. Ma torniamo alla partita. Il primo cambio è corretto Esce il “fantasista” Dybala (anche se con Allegri fa il centravanti) entra un centrocampista (Cuadrado) al posto del centrocampista squalificato (Hernanes). Ora squadra col 4-4-1. In teoria in mezzo e dietro non perdiamo nulla ma bensì abbiamo solo una punta in meno. Allora come si spiega che ci massacrano, che arrivano da ogni dove, che son sempre primi sulla palla, che ci deve salvare più e più volte Buffon? Allora Allegri fa la genialata entra Barzagli al posto di Morata e Cuadrado va di punta. Si passa al 5-3-1 terzo modulo (al minimo) in un’ora di gioco. Ora se non fosse che già ci massacrano sulle fasce specie dalla parte di Evra e col centrocampo a tre ci massacrano ancora di più, tralasciando che l’unica cosa che sa fare questa squadra quest’anno è il giro palla ultrapalloso e mai come ora servirebbe visto che se abbiamo la palla noi non l ‘hanno loro, tralasciando tutto questo anche sta roba ha la sua logica. Allegri vuol chiudersi a doppia mandata far sì che questi si scoprano e rilanciare il velocissimo Cuadrado in campo aperto. E va buò dai il Milan e l’Inter ci han vinto le Coppe Campioni 50 anni fa negli anni 60 che vuoi che sia. Siamo tornati ai tempi di Altafini.

Va beh dicevo l’intenzione è quella. Minchia fosse riuscita sta cosa una mezza volta. Tutti palloni buttati sulla luna. Cuadrado un pallone che è uno nemmeno lo vede. Ora catenaccio e contropiede è anche un modulo per carità. Mourinho ci ha costruito sopra una carriera ci ha vinto due Champions. Questo modulo però ha due peculiarità: super organizzazione difensiva, infatti gli avversari non devono avere né spazi né occasioni, super velocità di fare il contropiede. Questo modulo in genere prevede 3 massimo 4 passaggi per andare in porta ovvero: recupero palla – rilancio – rifinitura – gol. Questo è l’ABC del “modulo all’italiana” diciamo. Ora noi neppure lo iniziamo che già non ci siamo. Ma dov’è questa super organizzazione difensiva se Buffon deve fare 2-3-4 interventi decisivi? Se gli avversari vanno al tiro venti volte? Ultima considerazione: ma perché la Juve gioca così male c’è un emergenza infortuni, si sono presi dei pacchi in sede di mercato, c’è stata una preparazione sbagliata per cui sono imballati? Per gli infortuni mancava solo Khedira (Asamoah Allegri non ce lo ha mai avuto), pacchi in sede di mercato non ne vedo abbiamo comprato tutti nazionali eccetto Hernanes che lo era, non saranno Vidal, Pirlo e Tevez ma non mi pare di poter dire che siano dei broccazzoni o per lo meno inferiori a questi quattro soldatini tedeschi.

Infine la preparazione atletica. Ma come è possibile che i nostri a Novembre corrano sistematicamente meno di tutti? Allora trovate i colpevoli. Sono molto dispiaciuto di queste prestazioni e non mi trovo d’accordo con chi parla di impresa in dieci. La Juventus invece di migliorare peggiora. Siam passati da partite con punti persi ma dominate tipo Udinese, Frosinone, Chievo a partite dove gli avversari ci dominano in lungo e in largo. L’avevo visto già con Roma e Napoli ma pensavo loro fossero forti e noi in costruzione. Non posso accettarlo con Toro e questo Borussia e i 4 punti presi di sano culo con entrambe non mi stanno bene. Oltretutto abbiamo perso la testa del girone e ci siamo complicati la vita quando bastava vincerne una fra Torino e la Germania, per esser già qualificati. Non vedo davvero cosa ci sia da essere felici se non il fatto di aver evitato una sconfitta. Piccolo particolare: sono della Juve. Sono abituato a vincere non a non perdere. Il calcio insegna che se hai un gioco e i risultati non arrivano stai sereno perché arriveranno, se invece hai i risultati e non hai il gioco preoccupati perché invece arriveranno i nodi al pettine. Speriamo di invertire questa tendenza perché questo andazzo è preoccupante e un anno così sarebbe estenuante. Sommer,Nordveit, Christiensen, Dominquez, Wendt, Traore, Dahound , Xhaxa, Johnson, Raffael, Stindl. Ma chi è ‘sta gente? Ma che è la formazione dell’Islanda? Questi sono quelli che ieri ci han fatto un bucho de c… così. Esaltarsi per un pari con questi proprio no.

Sussurri e grida

image.

Il calcio e’ davvero strano, se penso alla Juventus di ieri che giocava per vincere, e non mi capacito che questa di oggi scenda in campo solo per non perdere.
L’atteggiamento della Juve e’ pari di quando si studiava per avere la sufficienza, e togliersi il problema.
Peccato che nel calcio esistano anche i tifosi, ed io come tale comincio un po’ a scocciarmi a vederli ridotti cosi.
Il mio non vuole essere il processo all’allenatore anche se e’ l’indiziato n.1, ma e’ evidente la sua responsabilita’ nel fallimento di gestione di un’insieme di ragazzini il cui comportamento non e’ conforme in una squadra come la Juventus, rappresentativa non solo in Italia ma nel Mondo.
Non si tratta di una questione personale tra me e lui, ma di triste verita’. Intanto non capisco come la squadra si sia involuta da renderla costantemente vittima e in perenne balia degli eventi, si subisce sempre e l’unica speranza, e’ il ricorso al pareggio e sperare che Buffon sia in buona e le pari tutte, diversamente i ragazzi non hanno strumenti se non affrontare le offensive da dilettanti.
E’ difficile capire il progetto dell’allenatore che il piu’ delle volte “si taglia il naso per far dispiacere alla faccia” creando confusione nella mente dei ragazzi che oltre a non trovarsi, non si sopportano, tant’e’ che il neo acquisto Rugani, se ne vuole a ragione gia’ andare.
E’ un Allegri “procrastinatore” che aspetta sempre l’ultimo minuto nella speranza di ribaltare un risultato, ma Mister … Accade 1 volta su 10 .. La statistica e’ abbastanza bassa, come si fa ad affrontare una Champions con questi presupposti?
E la societa’ che fa?
Mi duole constatare di percepirla assente, o presa da altri affari, salvo intervenire nei casi di sconfitte indecenti, ma sono interventi fine a se stessi che non cambiano fondamentalmente nulla.
Intendiamoci, non voglio sostituirmi al tecnico consigliando una formazione, perche’ questo non e’ corretto, ma anche non volendo oggettivamente giudicare, certe prese di posizione le comprende solo lui e andrebbero spiegate.
L’unica nota positiva di ieri, e’ stato il ritorno di Lichtsteiner, rivederlo in salute e in forma, cosi’ pieno di gratitudine verso i suoi tifosi da regalarci un gol stellare. Per il resto e’ inutile dilungarsi diventando ripetitivi.
Lo svolgimento della partita e’ esattamente lo specchio di quanto descritto prima, la tristezza incombe rendendosi conto di quanto alcuni elementi siano scesi in un livello di mediocrita’ tale da non sentirne la presenza in campo.
Se questo soddisfa la societa’, non accontenta i tifosi, abituati ad applaudire una Juventus con un piglio diverso che lottava per la vittoris e che non si accontentava di un pareggio o di una vittoria piovsuta non si sa come.

Pagelle Borussia M. – Juventus

image

 

Di Alessandro Magno

 

Buffon 7,5 Pareggio per merito suo. Gli arrivano da tutte le parti para quasi tutto.

Evra 5 Giocatore lento. L’esperienza non è tutto. Dal lato suo Traorè passa sempre e crossano tutti quelli che passano di li. Ha il merito di riuscire quasi a pareggiare con un colpo di testa ma è un po pochino.

Chiellini 4 Un disastro. Un perenne pericolo per Bonucci e Buffon. La svirgolata sul gol è fantozziana. Mezzo voto in piu’ perchè a momenti pareggia con un colpo di testa ma è veramente una disgrazia questa sera.

Bonucci 5,5 Lanci sempre completamente sbagliati. Fase difensiva da cardiopalma. Parzialmente giustificato dal giocare a fianco di Chiellini che è un problema serio.

Lichtsteiner 6 La sua fase difensiva è leggermente meglio di quella degli altri tre almeno dal suo lato non c’è proprio una corsia preferenziale per gli avversari. Ha il merito di indovinare un gran gol.

Marchisio 4,5 Nel primo tempo è il peggiore in campo. Sempre saltato non riesce a prendere mai un pallone. Non riesce a interdire e neppure a impostare sempre preso in mezzo dagli avversari. Nel secondo tempo è almeno piu’ presente ma la sua resta una delle prove peggiori che gli ho visto fare.

Pogba 6 Nel primo tempo è il migliore. In un disastro totale prova a prendersi la squadra sulle spalle e impostare. Gli riesce un grande assist per Lichtsteiner. Nel secondo tempo stranamente si perde.

Sturaro 5 Credo che puo’ esser un buon rincalzo in una squadra che funziona. Mi spiace perchè l’anno scorso ero molto contento di lui. Anonimo. Difende benino. Non osa nulla.

Hernanes 5,5 Nel primo tempo è un mezzo fantasma come Marchisio. I primi 20 minuti sono da non pervenuto. Poi trova la posizione e comincia a prendere iniziative. A inizio ripresa è uno dei piu’ vivaci ma l’arbitro lo espelle ingiustamente trasformando un cartellino giallo in un rosso.

Morata 6 Grande sacrificio in un ruolo non suo. Si sfianca .

Dybala 6 Come Morata e Pogba sono gli unici che nel primo tempo si salvano. Sacrificato per esigenze tattiche dovue all’inferiorità numerica.

Cuadrado 5,5 Poveraccio. Non gli arriva un pallone che è uno.

Barzagli sv Da sicurezza alla difesa.

Lemina sv Aiuta a portare a casa questo punticino.

Allegri 4 Se l’allenatore che è subentrato nel Borussia M. in poco tempo riesce a far giocare così bene una squadra di mediocri non si comprende come mai la Juventus dopo mesi giochi cosi da schifo. Il primo tempo è da suicidarsi davanti alla tv. Nella ripresa prova a vincerla col jolly facendo catenaccio e cercando un lancio nello spazio per il veloce Cuadrado che sarebbe anche una cosa logica. Ci fosse una sola volta una che questa cosa sia riuscita. Un punticino strappato con i denti e con le unghie all’ultima in classifica che ci ha surclassato. Squadra che ha fatto due punti entrambi con noi. Un gioco che è una vergogna.

Arbitro 3 Non si puo’ espellere un giocatore cosi’. Hernanes entra con foga ma neppure si scontra con l’avversario a cui in fin dei conti da solo una culata. E’ assolutamente evidente che i due giocatori si contendono un pallone vagande e non c’è cattiveria nell’intervento. Un rosso che condiziona la partita in modo incredibile. Da non far arbitrare piu’.

Martedi’ 3 novembre 2015 Borussia monchengladbach – Juventus ore 20.45 monchengladbach Park – Monchengladbach

image
Scritto da Cinzia Fresia
Ritorno di Champions per la Juventus domani sera che incontrera’ il Borussia Monchengladbach a casa sua al Borussia Park, reduci ed entusiasti dal successo nel derby della mole, la Juventus vuole vincere per dimostrare che la crisi non esiste.

La juventus dovra’ mettercela tutta per combattere contro una squadra molto in forma, il tecnico di Livorno ignora le lacune di gioco della sua squadra mostrandosi sereno, e parlando della conquista della Champions come impresa del tutto fattibile.

E se Cuadrado non fosse arrivato su quel pallone?

1723628-36470934-640-360

 

 

Articolo di Alessandro Magno

 

La soddisfazione per aver vinto il Derby di Torino è tanta. Specie per averlo vinto all’ultimo respiro. Specie per chi come me vive a Torino dove la convivenza con i granata è a volte fastidiosa, soprattutto quando ci stanno sopra che fortunatamente capita molto di rado. Avevano già preso troppo a parlare di noi. In primis Ventura che non perdeva occasione per ribadire quanto è bello stare tot punti sopra la Juve. D’altronde loro vivono per noi, sono i nostri parassiti e nessuno si offenda a leggere questa parola. I granata davvero vivono una vita parallela a quella nostra. Si informano sempre sul risultato della Juve. Tifano ogni squadra che gioca contro la Juve. Addirittura nelle coppe si gemellano con ogni squadra che affrontiamo. Hanno più gemellaggi che tifosi.

Loro sono quelli che salvano la stagione se la Juve perde un qualche trofeo anche se per dire loro retrocedono. Loro per noi sono un fastidio e basta. Una pratica da archiviare in fretta. Lo Juventino di Torino pensa al Toro due giorni prima della partita e se ne scorda due giorni dopo la partita. Lo Juventino di Torino non gode se il Toro perde, semplicemente non gliene frega nulla. Al massimo è argomento per qualche presa per il culo al bar. La cosa fastidiosa invece per lo Juventino di Torino è lo Juventino non di Torino che magari trova anche simpatico il granata (tanto non ne conosce nemmeno mezzo di persona). Beh, il granata in genere è simpatico come un gatto attaccato con le unghie ai testicoli. Diciamo che è un’Interista mancato. Il granata generalmente è un misto fra uno sfigato e un invidioso. E’ quello che gode non del suo bene ma del tuo male. Pensate quanto è simpatico uno che gode del tuo male che già quando le cose ti vanno male hai di che esser triste di tuo ti ritrovi pure uno che gode di questo. Di conseguenza il granata va preso a dosi molto molto limitate. Ho pochissimi amici granata. Molto selezionati. Scelti fra i pochi che non sono accanitamente antjuventini oppure quelli che lo sono, lo sono a casa loro non in mia presenza.

E veniamo alla partita. Detto che si è goduto e parecchio, in altra occasione avrei scritto che i derby è importante che si vincano punto. Non è così. Non può essere solo questa volta così. Non può essere semplicemente perché questa non è una Juve schiacciasassi che affronta il Toro con un distacco siderale in classifica e viene portata da quest’ultimo a giocare a calci piuttosto che a calcio. Perché allora sì che si potrebbe dire: l’importante era vincere. Questa è una Juventus che non pare avere né capo né coda. E’ una Juventus che da dieci partite sta giocando un calcio pessimo. Oggi ne hanno preso atto pure quelli che dicevano che era lecito attendere. E’ una Juve che ha giocato un discreto primo tempo nel derby e un secondo tempo da capelli dritti e bianchi sulla capoccia. Con Quagliarella superstar e Maxi Lopez che sembrava un giocatore d’alto livello. E dico vada per il Quaglia ma Maxi Lopez chi? Ma dai! E la Juventus è stata solo prova dei singoli con qualcuno che è riuscito a dare più di altri. Con Buffon che ha avuto diverse preoccupazioni da una squadra con una rosa che costa quanto il solo Dybala. Una squadra che è composta da 4-5 ”scarti” nostri. Giocatori che da noi non sono stati ritenuti all’altezza di giocare con noi e che da loro sono in maggioranza titolari. E non fa testo che il derby dell’anno scorso si sia perso. Onestamente si era perso con le terze linee visto che si era impegnati in Champions e onestamente si era giocato assolutamente meglio di come si stia giocando ora.

Il risultato è ottimo. Vincere fa morale. Vincere il derby lo fa di più. Davanti ci aspettano. Roma e Napoli non hanno vinto. Sto scrivendo mentre devo ancora sapere il risultato di Lazio e Milan che magari sarà per noi positivo. Abbiamo recuperato due punti sulla prima in classifica e la zona coppe non è poi così lontana. Ma cacchio così non si può giocare ragazzi. La prestazione generale della squadra non è stata per niente incoraggiante. Qualcuno penserà che sono troppo severo o forse che non mi godo appieno la vittoria. Io scindo le due cose. Una è la vittoria. L’altra la prestazione. Ora prima di commentarmi provare a farlo pensando che magari Cuadrado non fosse arrivato su quella palla. Si chiama fortuna. A volte arride altre no! Certo la fortuna non è opinabile.

Juventus – Torino 2-1. Sintesi.

Immagine anteprima YouTube

“Derby de paura”

image
Scritto da Cimzia Fresia

Chi non e’ saltato dalla sedia quamdo Cuadrado ha segnato?
Questi sono i derby che mi piacciono, quando da spacciati o quasi avviene quel miracolo o botta di fortuna chiamatela come volete, che ribalta completamente una situazione.
Quadrado mette la parola fine ad un derby combattutissimo e come sorvegliata speciale la Juventus ancora fresca della sconfitta di mercoledi’. Una partita faticosa per la Squadra che nonostante i conflitti interni, riesce con Pogba ad andare in vantaggio con un gol su azione davvero notevole, da campione quale e’Il Toro sgomento non ci sta a perdere, prova e riprova, essendo in forma, troveranno poi il pari con Bovo, ma non basta il derby va vinto e per la Juventus in difficolta’ a difendere e’ una doccia fredda.
Ho trovato oltremodo lodevole il fatto che i galletti nel pollaio abbiano provato a raddrizzare il risultato non riuscendoci mai, Morata ha fatto poco, mentre Dybala ha tirato molto quasi sempre sulla pancia del portiere, e Mandzukic non pervenuto,
ecco che il salvifico raddoppio arriva da quello che cercava di tenere a bada il centro campo correndo come un dannato, cioe’ Cuadrado a 2 minuti dalla fine.
Ed e’ andata piu’ che bene, il raddoppio a partita quasi terminata, questi sono i derby che ci piacciono.
Ritornando sulla terra, ammettiamo che la partita sebbene combattuta non e’ stata un gran che, ma quando si vince si ha sempre ragione, Pogba e Cuadrado insieme a Buffon sono stati i protagonisti di questa vittoria dell’ultimo minuto, purtroppo l’eccessivo nervosismo ha procurato un giallo a Pogba che si poteva evitare, e anche Buffon oggi autore di una parata importante, ha commesso pericolose sviste.
E tra tutto questo marasma di tensioni e insofferenze ai cambi, il colombiano quatto quatto si imponeva e regalava il suo primo ma importantissimo gol alla Sua Juventus.
Bene, una vittoria va sempre bene, pero’ attenzione abbiamo vinto una partita, e potremmo perderne altre 2 considerato che i problemi sono sempre li’e non si risolveranno tanto presto, a riguardo di Allegri, ho condiviso la scelta di far entrare Alex Sandro, mentre avrei optato per Zaza al posto di Mandzukic, piu’ adatto in quanto coinvolgimento passionale per questo derby della mole.
Sara’ stata la forza della disperazione che in qualche maniera sono riusciti a recuperare qualche punto nella classifica che non e’ poco.
I .. i nostri ha no poco tempo per festeggiare, che a pochi giorni, c’ e’ la champions che ci aspetta.

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia