Un pareggio incredibile

 

 

Articolo di Alessandro Magno

 

 

Inutile dire che fa ancora male. E’ effettivamente così, fa ancora male e fa soprattutto arrabbiare. 2 punti ormai facili facili buttati nel gabinetto come si suol dire. Un giocatore su tutti sopra il banco degli imputati: Szczesny.

Va detto che la Juventus ha disputato un primo tempo quasi perfetto andando in doppio vantaggio in scioltezza e senza concedere nulla all’Udinese. Va anche detto al netto del 2-2 che sono stati colpiti due legni uno da Morata, l’altro da Bentancur, e nel finale è stato annullato il gol della vittoria a Ronaldo per un fuorigioco di un inezia. Questo per dire che la Juventus ha sicuramente giocato e ha anche altrettanto sicuramente prodotto azioni da gol. Va anche sottolineato come almeno 2 giocatori ovvero Cuadrado ma soprattutto Dybala hanno giocato davvero una grande partita. L’Udinese non è stata a guardare e nel secondo tempo soprattutto ha cercato di rientrare in partita, cosa che ha fatto dopo aver trovato un primo regalo di Szczesny nell’azione che ha portato al primo gol loro. Se c’è da rimproverare qualcosa alla Juventus è sicuramente nella gestione della palla fra il primo e il secondo gol dell’Udinese quando loro ci hanno iniziato a credere di più e noi siamo stati piuttosto superficiali dal punto di vista della tenuta mentale, come lo stesso Allegri ha sottolineato a fine partita.

Ora il danno è fatto, la partita è andata così e resta il rammarico per 2 punti davvero regalati. Tuttavia da oggi c’è da capire perchè la Juventus abbia mollato mentalmente nel finale come già gli capita spesso da un paio d’anni a questa parte. Ora certo non ci si aspettava che Allegri fosse la panacea di tutti i mali ma almeno un attenzione più alta alla prima ufficiale davanti al nuovo allenatore era francamente auspicabile.
Alcuni nodi da sciogliere non aiutano certo il progetto. Ronaldo su tutti. Ha dimostrato con grande professionalità di stare alle decisioni del mister , andando in panchina , entrando nel finale, soffrendo e  festeggiando con i proprio compagni. Se resterà farà il massimo come sempre , tuttavia questa situazione protratta fino all’ultimo giorno di mercato non aiuta. Anche perchè se non si fosse capito , se parte Ronaldo la Juve, almeno per ora, non lo rimpiazzerà.

Altre sirene suonano intorno a McKennie. Certo Wensotn non è un fulmine di guerra, ma il centrocampo visto ieri con Berna, Ramsey e Bentancur non dà tutte queste garanzie. Inoltre ancora non sappiamo quanto importante, e se lo sarà, il supporto che potrà dare Locatelli fin qui accolto come il salvatore della patria ma per ora accomodatosi in panchina per la prima.

Infine ultima ma non meno importante, la grana che oggi ci ha portato Szczesny e ha portato al suo mister, con una prestazione scioccante. Ora Allegri avrà subito una patata bollente da sbrigare: panchinare subito Szczesny prima che ci faccia perdere altri punti importanti per la vittoria finale oppure dargli fiducia in attesa che si riprenda oppure faccia un’ altra papera? E come gestire Perin ora che potrebbe reclamare un posto da titolare davanti alle prestazioni imbarazzanti come quella del numero 1? E quante garanzie in più darebbe Perin qualora fosse impiegato? Se fosse un telefilm mi verrebbe da dire ”questa ed altre storie le scopriremo nelle prossime puntate”.

Insomma Allegri era molto arrabbiato a fine gara e lo ha ribadito quando ha detto che questa vittoria era essenziale.

  1. oddio se quello della Juve è stato un primo tempo quasi perfetto, vuol dire che stiamo parlando di una squadra di mezza classifica, ma non è così.

    La Juve con una rosa il cui valore si aggira sui 650mnl la più costosa del panorama italiano è di diritto sul podio delle favorite alla vittoria finale.

    E se così non è caccia ai colpevoli tra i quali non vedo però Szczesny.

    Sul primo gol non trattiene vero, ma De Ligt resta a guardare.

    Sul secondo, quello che doveva buttarla via non è il portiere polacco ma il Bonucci che nel dare indietro la palla lo mette nei guai vista la presenza di ben due giocatori dell’Udinese.

    Ma così sarà nella storia ed ormai Szczesny tra i primi 5 portieri continentali fino allo scorso anno, è ormai una pippa.

    C’è poco da recriminare.

    Vero i due pali, vero il gol di Ronaldo annulato per pochi cm.

    Ma lo score vede l’Udinese vincere per 12 tiri a 10.
    Dei quali 6 in porta, mentre la Juve in 90 min ne ha prodotti solo 3dei quali 2 in gol.

    Il possesso palla a nostro favore seppur di poco sommato alle occasioni da gol ci racconta quello che abbiamo visto in campo, una squadra che gioca in orizzontale e che fa fatica a trasformare il gioco in azioni da gol.
    Più che altro fa una fatica immane ad uscire palla al piede dalla propria metà campo, quando aggredita.
    Il baricentro molto basso fa il resto.
    La Juve lascia il campo a chiunque.
    Al Monza, all’Atalamta, e ieri all’Udinese.

    Il 2 a 0 è stata una manna regalata da 2 dei nostri fuoriclasse.

    Farsi rimontare è stata una sconfitta. Che fa male.

    Sul mercato poco da dire.

    Chiunque da noi gioca peggio che nella squadra d’origine o nella nazionale del proprio paese.
    Chiunque arriva dopo un paio di stagioni diventa un esubero. Un problema.

    Lo sono stati Rabiot e Ramsey, ieri lo è diventato Dybala, oggi lo è Ronaldo.

    • alessandro magno

      Hai ragione il primo tempo per essere perfetto doveva finire 6-0 e szczesny non ha sbagliato nulla merita una sufficienza piena infatti tutti lo stanno lodando in lungo e in largo :mrgreen:

      • Non è questo il senso.

        La mia è una lettura a prescindere dal risultato numerico.

        Se no perché guardare le partite?
        Basterebbe il televideo.

        Su Szczesny.
        Tutti daranno la colpa a lui perchè è comodo ed immediato.
        Come in passato fu colpa di Evrà oppure di Bonucci oppure di Dybala.

        È facile trovare un colpevole, è immediato.

        Purtroppo la realtà è complessa analizzarla ed affrontarla in modo attento può darci delle risposte più aderenti alla realtà delle cose.

        Quando Allegri in conferenza stampa, nel post partita diceva che il pallone va tirato in tribuna, a chi si riferiva?
        A Szczesny o a Bonucci?

  2. Un esempio

    Van Der Sar.

    Broccaccio, saponetta olandese. oppure Campione?

    Bocciato da tutti, anche da me, lascia la Juve per trasferirsi a Manchester, sponda United dove vince tutto, anche la Champions.

    Tralascerei la storia di Henry, scartato sempre da quella Juve e poi diventato pallone d’oro.

    Perché ricordo queste storie?

    • alessandro magno

      Se fa un paio di anni male li fa e viene bocciato se poi da un altra parte si riprende bravo per lui a riprendersi ma i due anni fatti male alla Juve restano come le papere di szczeny. Non sono voti su una carriera sono i voti su una singola prestazioni.

    • Su Var Der Sar ti posso stare dietro, Luca ma mi dici cosa c’entra Henry in questo discorso?
      Nella Juve ne sono passati tanti, buoni e meno buoni, qualcuno che poi si è rivelato quello che tecnicamente sembrava promettente si è poi proclamato campione fuori dalla Juve. Io torno indietro e ricordo Fanna ad esempio che nella Juve fu un mezzo disastro ma che divenne poi un pilastro fondamentale per quel Verona di Bagnoli che vinse pure uno scudetto.
      Sapessi quante ne ho sentite negli anni. Pensa che all’arrivo di Scirea dall’Atalanta, molti soloni del tempo dicevano che non poteva essere un giocatore da Juve perchè troppo timoroso e tenero come difensore. Per il sottoscritto e non penso solo per me che l’ho ammirato tante volte, il più forte di tutti i tempi nel suo ruolo duplice di difensore e centrocampista aggiunto.
      I calciatori così come gli uomini in genere hanno un momento di maturità che varia in relazione a tante cose individuali, pertanto bisogna avere pazienza ed aspettare per alcuni mentre c’è poco da fare per altri che non esploderanno mai pur essendo dei buoni prospetti.
      A proposito di grandi incompresi, ricordo gli esordi di Van Basten che arrivò ( allora dissero) come complemento di Gullit.
      Io lo vidi giocare in due partite di coppa uefa nello stadio del via del mare perchè il Milan aveva San Siro squalificato, e capii subito che era un livello superiore. In quelle partite non segnò e molti critici e giornalai importanti( quelli della figa come li chiamo io) dicevano che era un centravanti inconsistente ed inutile. Un ragazzo di oltre 190 cm al pari di Pogba dei giorni d’oggi, che trattava la palla in quel modo ed ad una velocità superiore a chiunque altro non l’avevo mai ancora ammirato.
      Penso che la Juve abbia il miglior materiale umano e tecnico non solo in Italia, ma anche a livello europeo, non sarà facile poter amalgamare tanti campioni in una squadra, ma se Allegri trova la giusta quadra, sono convinto che ci divertiremo.
      Spero di poter vedere il Dybala dell’altra sera in modo costante, poi con Chiesa e Cr7 saranno cavoli amari per tutti.

      • alessandro magno

        Infatti si commenta una partita non una carriera. Se szcEsny ha fatto molto pena si scrive senza se e senza ma

  3. L’ho vista come Luca967, senz’altro avremmo vinto senza l’addormentato che abbiamo in porta, senz’altro sono state create occasioni come i due pali e il gol annullato di cr7 nel finale.
    Ma rimane la sensazione che questa squadra trasmette, cioè la poca sicurezza, lascia sempre il campo agli altri appena possibile, e soprattutto hai sempre l’idea che prima o poi arrivi il solito errore a riaprire la partita.
    Questa è la squadra che aveva Pirlo, gli uomini che anno scorso trasmettevano insicurezze le trasmettono pure quest’anno con Allegri. Lo stesso Allegri deve fare un grosso lavoro per ottenere di nuovo una squadra come quella di 5 o 6 anni fa’, si permettevano di stare in difesa a riposare rintuzzando ogni attacco avversario e al primo gol vivevano di rendita. Con questi qua non lo fai di sicuro.
    Il primo tempo è finito 2 a 0 grazie a una bella azione corale, mi pare una delle pochissime, e a un contropiede ben gestito.
    Il centrocampo ha giocato qualche pallone solo all’inizio, poi sull’1 a 0 abbiamo lasciato il campo agli avversari, le azioni non si sono più viste, le uscite dal basso ne è riuscita qualcuna solo quando ci siamo appoggiati su Cuadrado sulla fascia o Dybala spalle alla porta, il regista Ramsey l’ha toccata spesso indietro o al compagno vicino, certo non ha fatto niente di più di ciò che avrebbe potuto fare uno dei giovani che ci ostiniamo a prestare in giro inutilmente.
    Ora l’Udinese non avrebbe combinato nulla senza gli aiuti del polacco, ma lasciare sempre campo agli avversari, rinunciare a costruire un’azione, fare sempre e solo passaggi indietro o laterali dimostra che la squadra non ha forza, è debole, e lo vedi dalla Tv e lo vedono gli avversari, infatti alla prima crepa ecco che ti puniscono, poi hai voglia a dire i 2 pali e il gol annullato per 1 cm al 94′.
    Potevamo vincere 4 o 5 a zero e la sensazione rimane la stessa. Contro queste squadre la vinci (aggiungo io, con un portiere decente), ma la sensazione che ne ricavi è una insicurezza e poca forza nel comandare la partita per lunghi tratti.
    Oltretutto pensi agli stipendi, gente da 7 o 8 milioni annui che non è in grado di superare il pressing dell’Udinese, che prende si e no un decimo di loro. Ma perchè? Può essere sempre che gli altri corrano di più e meglio di noi? Sempre da 3 anni a questa parte? Su, non è plausibile.
    Per fortuna Dybala e Cr7, in Italia, fanno la differenza contro chiunque, ma fuori dai confini non basta assolutamente.

    Il polacco non verrà panchinato da Allegri, non credo la farà. Ma chiediamoci perchè prende 6,5 milioni, per quale motivo? Buffon non ne ha presi sempre 6? Buffon era meglio del polacco anche a 42 anni, facciamoci qualche domanda su questi stipendi che hanno incatenato alla Juve e resi invendibili una marea di giocatori mezzo-mediocri e mezzo-scarsi.

    • Commento molto equilibrato, senza paraocchi, e soprattutto senza sconti verso nessuno.

      La sensazione di una squadra senz’anima è una costante di molti tifosi ormai.
      Così come il tasto stipendi è all’origine di molti dei mali che affliggono la squadra.

      Buona serata.

  4. Henry poi ha vinto Champions…anche chi non lo ha voluto, poi, ha vinto Champions.

    Ma perché ostinarsi a tifare per forza una squadra quando ora quelle che si amano si possono guardare su sky amorevolmente.

    Poi se vi vendono anche Dybala con Ronaldo potrete ammirare anche loro non con la maglia a strisce bianche e nere.

    Saluti

  5. OSIMHEN SALTA LA JUVE

    Altra partita che si giocherà al ritorno?

    Mio cugino voleva sapere.

Lascia un commento


NOTA - Puoi usare questiHTML tag e attributi:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web