Archivi Tag: Buffon

Ben è Uno contro tutti. Top Planet 31-03-2021

Siuuuuuuu!!!!!


Scritto da Cinzia Fresia

Si pensava di vedere la Juventus con la testa già a Riad, la Super coppa e’il primo obiettivo stagionale e L’ umiliazione inflitta dalla Lazio in Campionato brucia ancora, invece no.

La Juventus c’è e sta bene, parola di Cristiano Ronaldo, autore di un gol di testa che ci ha lasciato senza parole, il portoghese in serata con Paulo Dybala hanno condotto la Juventus verso una vittoria spettacolare.
Cristiano è tornato tra noi, e il dolore al ginocchio è un lontano ricordo.
Maurizio Sarri, sfodera il “tridente” oggetto di dibattito, già dai primi minuti: la Sampdoria è una squadra puntuta sempre ostica e con Ranieri gioca bene, ma la velocità di Cristiano e Paulo, è unica, e sarà Dybala ad andare in gol con una straordinaria volée mancina.

Peccato per l’errore di Alex Sandro che perde un pallone favorendo Caprari il quale farà gol, il brasiliano ha riparato servendo per entrambi le reti, due cross precisi come la matematica.
Sul 2-1, la Sampdoria non ci sta, e Jancto e Thornsby incitano i compagni a reagire, nel frattempo Matuidi sbaglia un probabile gol davanti alla porta, il centrocampista accusa stanchezza, d’altronde le ha giocate quasi tutte ed è tra i giocatori con maggiore spirito di sacrificio rispetto agli altri.
Peccato anche per l’annullamento del secondo gol a Ronaldo, a causa di un fuorigioco millimetrico.

Ma la Juventus tiene duro, non molla, Maurizio Sarri decide di rinunciare ad Higuain, l’argentino contrariato per il cambio, sembrava fuori condizione e giustamente il tecnico lo ha sostituito.

Sarri per vincere la partita, toglie un attaccante (higuain) e mette un centrocampista: Ramsey, in seguito sostituirà Dybala, per Costa, iniziativa che indebolisce la Juventus, la squadra senza di lui patisce, si abbassa troppo esponendosi nei punti deboli.
Se la necessità era quella di far giocare Costa, è comprensibile ma avrei tenuto in campo Paulo, un po’ di più.
Nel secondo tempo finalmente Rabiot, che raggiunge la sufficienza, lentamente il francese sta venendo fuori.

In definitiva la Juventus deve lavorare sui punti deboli, mentre Ronaldo se sta bene sembra giochi un altro sport, il mancato filtro tra centro campo e difesa rende vulnerabile il reparto.
Si chiude con il record personale di Gigi Buffon di presenze in serie A, che aggancia Paolo Maldini.

La Juventus combatte contro una buona Sampdoria che finisce in 10 per l’espulsione di Caprari, i bianconeri si posizionano momentaneamente in vetta alla classifica, e si dirigono verso la super coppa con fiducia.

L’enigma fascia di Capitano.

Articolo di Alessandro Magno

 

Con l’addio di Gigi Buffon Capitano di lungo corso, dopo il lunghissimo perido Alex Del Piero, si apre una curiosa parentesi per l’assegnazione di questo nuovo ruolo. Fra l’altro oltre a Buffon hanno lasciato Lichtsteiner ed Asamoah due con molte presenze, soprattutto lo svizzero, vincitore di tutti e 7 gli scudetti consecutivi. In verità non ci sono problemi per la titolarità della fascia che sarà assegnata, ed è già stato fatto, a Giorgio Chiellini. Tuttavia dietro a Chiellini a pensarci, si aprono scenari per lo meno curiosi. Andiamo a vedere quali.

Premesso che ormai da moltissimi anni alla Juventus la fascia di Capitano è assegnata al giocatore con piu’ presenze all’attivo, la gratuatoria ufficiale è questa: Chiellini, Marchisio, Barzagli, con i secondi 2 che pero’, per età e qualche acciacco di troppo, rischiano di giocare veramente poco, senza contare che lo stesso Chiellini ormai sono anni che non fa un annata completa, anche lui fermato spesso da qualche frequente problema fisico. In ogni caso tenendo conto di una formazione titolare con Chiellini e in assenza degli altri ”grandi vecchi” il vice capitano designato dovrebbe essere Dybala che ha collezionato ormai 140 presenze con la Juventus. A seguire Mandzukic 129, la coppia Cuadrado e Alex Sandro con 114 , Khedira 110 e Higuain, se dovesse restare, 105.

Ma non è finita qui. La Juventus sta trattando 2 clamorosi ritorni: Pogba e Bonucci. Detto che per il secondo non sarei d’accordo che rientrasse in questa graduatoria ma detto anche che la Juve se lo riprenderà lo riprenderà sicuramente come giocatore effettivo e non come parente povero, entrambi rientrano alla grande e con prepotenza in questa classifica. Pogba con la Juventus vanta 178 presenze quindi piu’ di Dybala, Bonucci addirittura 319 essendo stato inserito anche nel museo della Juventus per aver superato appunto 300 presenze. Contando tutti gli scenari possibili addirittura potremmo trovarci Bonucci Capitano in assenza di Chiellini, che per il sottoscritto è veramente un mezzo incubo, oppure il Polpo o Dybala che sarebbero dei Capitani anche fra l’altro giovanissimi.

Considerando comunque ogni scenario possibile ora al 28 Luglio 2018 la graduatoria è questa:

Chiellini 472
Marchisio 389
Bonucci 319
Barzagli 271
Pogba 178
Dybala 140
Mandzukic 129
Sandro – Cuadrado 114
Khedira 110
Higuain 105

Iniziativa per una statua allo Jstadium

Chiediamo a tutti i tifosi di aderire. Sarebbe davvero bellod avanti allo stadio avere le statue di chi non ha mollato quando tutti scappavano.

Hai visto mai il camaleonte solido!

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Contro l’Atalanta è sempre una sfida tosta. Come a quelli dell’Udinese, o della Samp, o del Genoa, e chi piu’ ne ha piu’ ne metta, anche a questi evidentemente abbiamo rubato le caramelle da bambini. Sarà l’invidia per i piu’ forti fatto sta che ci sono certi campi in cui ci dobbiamo metter sempre l’anima nonostante con questi, come con quelli citati, non ci si è mai giocato nulla di importante. E va be dicevo è stata partita tosta. Pronti via nel nebbione che era quasi da rinviare l’incontro, li abbiamo sorpresi. Oltre al gol la Juve ha disputato un grandissimo primo tempo sfiorando piu’ volte il raddoppio, se non fosse che le maggiori occasioni sono capitate sui piedi poco educati di Matuidi. Higuain è stato un leone. Nessuno lo teneva. Saltava tutti come birilli e si è visto finalmente che sta bene. Si vede che il gol contro il Chievo lo ha galvanizzato. L’Atalanta è risultata abbastanza spaesata, reagirà piu’ di fisico che di testa. Nel quasi nulla creato dai Bergamaschi nella prima frazione spunta fuori poi un rigore dato con la Var. te pareva. Ormai ci siamo abituati , come giustamente mi fanno notare gli amici, c’è piu’ incidenza della Var in una delle nostra partite che in tutte le altre messe insieme. Ora va detto che Benatia e l’Atalantino sono molto vicini e che la palla sbuca sbattendo un poco dappertutto fra avversario e terreno. Sull’involontarietà non ci piove proprio, visto che Benatia se la trova li. Io devo dire che nonostante tutte queste attenuanti avrei dato rigore e questo perchè non si tratta di un tocco lieve ma il nostro, volente o nolente, la palla la stoppa proprio, e se la ritrova li giocabile fra i suoi piedi. Ora quello che non capisco invece è se è rigore questo come è , come fa a non esser rigore quello di Koulibaly in Napoli Bologna? Per non parlare della simulazione-svenimento di Calleijon. In ogni caso Buffon a 40 anni suonati ricorda a tutti che pure succede che i rigori si parano. Hai visto mai!

Il secondo tempo è un poco diverso. La Juve è in buona amministrazione della partita , ma con il passare dei minuti l’Atalanta prende coraggio. L’ingresso di Ilicic e il netto calo fisico di alcuni dei nostri, tipo Khedira, fanno si che il gioco si sposti piu’ verso la nostra metà campo. Va detto che la nostra squadra si difenderà egregiamente e non subirà alcun tiro in porta, tuttavia i contropiedi verso un Higuain, a questo punto poco lucido, e anche un po’ irritante nel voler fare tutto da solo, non sortiscono alcun effetto se non quello di guadagnare a volte dei calci di punizione e far rifiatare i compagni. L’Atalanta ha un sussulto nel finale quando Buffon compie un egregia parata in uscita ma le occasioni loro sono tutte li. Diciamo piu’ che altro molto fumo e poco arrosto. Un minimo di apprensione su qualche mischia, ma la Juve non darà mai l’impressione di poter capitolare. Alla lunga la solidità di questa squadra poco propensa allo spettacolo ma molto molto solida, sta dando i suoi buoni frutti. Non so quanti turni sono che non si prendono gol e l’ultimo , mi pare contro il Verona fu assolutamente ininfluente. Se pensiamo che a inzio campionato si parlava di troppi gol subiti per partite come contro la Lazio o contro l’Atalanta, in Champions con il Barcellona e fino ai 3 presi dalla Samp, questo è un dettaglio che non trascurerei. Stiamo diventando una squadra a cui è molto difficile fare gol. E questo mi piace assai.

Pagelle Atalanta Juventus 0-1

Pagelle di Alessandro Magno

Buffon 7,5 Veramente poco impegnato tuttavia deve parare un rigore poi battuto neanche troppo male e fiondarsi su un uscita spericolata nel finale. A 40 anni suonati è un bel bottino.

De Sciglio 6 Nella nebbia del primo tempo lui Khedira e Costa non li ho potuti mai vedere per cui lo giudico per il secondo tempo. Buone discese e cross discreti. Qualche svarione evitabile nel finale.

Benatia 6,5 Abbiamo una coppia centrale veramente affidabile. Dal mezzo l’Atalanta non passa mai nè con le palle basse e nemmeno con quelle alte.

Chiellini 6,5 Come Benatia. Poi queste partite combattute sono il suo pane. Ruvido quando serve.

Alex Sandro 6 In crescita ma sempre a corrente alternata e soprattutto sempre un poco allegro in fase difensiva dove ogni tanto si perde l’uomo.

Khedira 6 Cerca di inserirsi spesso ma non sempre i compagni lo cercano. In mezzo al campo si fa sentire ma al solito esaurisce le pile dopo un ora.

Pjanic 6 Nulla di particolare da ricordare è in un periodo dove le gambe non sembrano girare al meglio. La classe c’è è cerca di dare ordine ma da lui ci si aspetta sempre il massimo.

Matuidi 6,5 Partita fisica come piace a lui. Corre per tre ed è un costante pericolo per i nostri avversari quando con i suoi inserimenti spesso arriva in zona tiro. Peccato i piedi sono quelli che sono.

Costa 6 Non particolarmente brillante nè volenteroso questa sera dopo l’ottima prova contro il Chievo. Si limita al minimo sindacale.

Higuain 7,5 Partita da 8, oltre a fare un gran gol è su tutti i palloni a tutto campo e fa ammattire tutta la difesa dell’Atalanta. Peccato a 10 minuti dalla fine decide che il pallone è suo e non lo passa piu’ a nessuno tanto da rischiare di rovinare una prestazione da migliore in campo.

Mandzukic 6,5 Prova cazzuta. Nel primo tempo è molto vivace e va a prendersi tutte le palle alte per rimetterle in mezzo (spesso per Matuidi) , nel secondo quando un poco la benzina finisce aiuta in difesa come il primo dei difensori.

Bernardeschi 6 Entra quando la partita si sta mettendo sulla difensiva quindi aiuta piu’ che altro De Sciglio da quella parte dove imperversa Ilicic.

Barzagli sv

Bentancur sv

Juventus 6,5 La Juve gioca un primo tempo veramente importante su un campo difficile e sorprende l’Atalanta in modo evidente. Nel secondo tempo quando l’Atalanta prova il tutto per tutto , la fase difensiva è ottimale tanto è vero che l’unica occasione loro è quasi al 90mo. Poi un poco di affanno nel recupero ma direi tutto sommato una buona prova.

Allegri 6,5 Personalmente avrei fatto giocare Rugani e Bernardeschi dall’inizio ma Allegri limita il turnover a Buffon e Alex Sandro. Vince su un campo duro dove è difficile per tutti. Mette una mattonella verso la finale di Coppa Italia e a questo punto dobbiamo dire che seppure non lasci molto allo spettacolo la nostra squadra è diventata veramente solida.

Arbitro Valeri 6,5 La partita è tosta ma corretta. Lui la arbitra bene. Il rigore di Benatia secondo me c’è, ma è un poco meno rigore di quello di Koulibaly contro il Bologna viste le distanze. Buffon poi ricorda a tutti gli antijuventini d’Italia che i rigori poi vanno segnati.

Il primo round è andato

Articolo di Alessandro magno

Monaco-Juventus 0-2. Una Juve tosta e cinica passa sul campo del Monaco dove quest’anno pare avessero vinto in pochi. Anche a questo attacco atomico è stato messo il bavaglio. E se i centrali per una sera hanno concesso qualcosina è toccato al grande capitano Gigi Buffon abbassare la saracinesca. Quanto mi piace questo Buffon vittorioso e incazzato, che nelle interviste si concede un sorriso solo quando inquadrano la sua donna. Ci vuole concentrazione massima. Bisogna stare sul pezzo. Non dimenticare mai che questa coppa non ci vuole bene. Bisognerà esser più forti di tutti, finanche del destino.

La squadra mi è piaciuta, ha offeso con precisione chirurgica e difeso con acume. Forse sul 2-0 quando loro hanno mostrato un poco di scoramento sarebbe stato utile infierire e fare il 3°. Forse in quel frangente siamo stati troppo buoni o troppo molli. Bravo Allegri ad arginare Mbappè con Barzagli anche se la roccia ci ha messo un poco a prenderne le misure. Strepitoso Dani Alves. Prova da Top Player per distacco. Eccellente Higuain bravo a segnare due gol neanche poi così semplici. Ottima tutta la squadra ad arginare le folate e a colpire nelle debolezze dei nostri avversari. Penso che il Monaco si sia trovato sotto di due gol senza aver capito come.

Bene, molto bene così. Restiamo tutti concentrati. Anche noi tifosi. Come sottolineato da Allegri non abbiamo ancora realmente vinto nulla. È tutto lì a portata di mano ma ancora da conquistare. Quindi eviterei discorsi su ”triplette” e cose varie che poi fra l’altro portano una sfiga immane. Siamo forti restiamo concentrati. Andiamo a vincere questo derby e questo campionato e poi turnover pazzo per le restanti partite. Siamo molto vicini a Cardiff. Molto ma molto vicini.

Pagelle Lione – Juventus 0-1

index

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

 

Buffon 10 e lode. Non so cosa deve fare di piu’ un portiere. Da pallone d’oro. Para tutto anche l’impossibile.

Barzagli 6 Non è una serata molto tranquilla e Lacazette lo mette sempre sotto pressione. In difficoltà spesso anche per la serata no di Bonucci. Lui fra mestiere e bravura se la cava quasi sempre.

Bonucci 4 Qualche buon lancio ma troppe disattrenzioni , troppe sbavature , alla fine procura un rigore è anche un poco colpevole sull’espulsione di Lemina visto che si fa saltare e sbaglia una palla di testa solo da spingere in rete. Ho visto prove sue migliori.

Evra 6 Non proprio nel suo ruolo si applica e alla fine la sua prestazione è molto attenta. Molto bravo nel finale quando tutti sono in apnea a non commettere ingenuità e a chiudere sempre con puntualità.

Dani Alves 4,5  Inutile e irrtante questa sera. Perde una serie infinita di palloni e quasi mai trova il colpo giusto. Giocherella sempre con la palla e francamente questa sera in questo contesto tutto cio’ non c’entrava nulla.

Khedira 5 Impalpabile. Praticamente non si vede quasi mai se non in fase di copertura dove si danna ma certo la sua lentezza non lo aiuta.

Lemina 5 Buon primo tempo ma l’ingenuità del fallo del secondo giallo è grave perchè avviene al 13mo della ripresa con ancora tanto tempo davanti seppure interviene sulla palla.

Pjanic 5,5 Per molta parte dell’incontro è fra i peggiori. Si riprende un poco nel finale giocando davanti alla difesa e aiutando molto nelle chiusure.

Alex Sandro 6,5 Gli darei 7 perchè è un giocatore davvero formidabile pero’ poi dicono che io stravedo per lui. In ogni caso anche stasera saltava tutti come birilli e ha corso fino all’esaurimento fisico.

Dyabala 5 Oggi male non trova mai gli spazi.

Higuain 6 Gli avrei dato 5,5 ma rivendendo la partita le uniche 2 -3 palle gol tirate verso la porta sono le sue. Vero ha sbagliato anche dei gol ma credo la sufficenza la meriti.

Cuadrado 7 Entra e con la sua velocità e imprevedibilità spacca la partita . Forse è il caso che qualche volta parta titolare al posto del barcelloniano.

Sturaro 6 Entra e fa il suo.

Benatia sv

Allegri 5,5 L’atteggiamento iniziale non è male la Juventus parte bene ma dopo il rigore che fra l’altro Buffon para non si capisce piu’ nulla e si perde di mano la situazione. Non ne parliamo dopo l’espulsione in cui siamo in balia dell’avversario. Menomale è bravo o fortunato o entrambe , a capire che poteva esser la partita di Cuadrado.

Juventus 5 Nell’insieme la squadra non mi è piaicuta porta a casa una vittoria importantissima ma con molta fortuna.

Arbitro 3 Indecente. Consente un gioco falloso a loro al di fuori di ogni regola. Sorvola su un pugno volontario dato ad Alex Sandro poi ha il coraggio di buttar fuori Lemina per due interventi di gioco di cui il secondo sul pallone. Pessimo.

Goduria tremenda goduria

mandarone-235

 

Articolo di Alessandro Magno

 

E si è vinto anche il quinto scudetto di fila. Impresa non riuscita a nessuno in epoca moderna (l’Inter lo ha fatto ma con uno scudetto preso a tavolino classificandosi terza). Impresa riuscita alla Juventus per ben due volte nella sua storia e anche questo è un fatto unico. Cinque anni, cinque scudetti, giocate 187 partite, vinte 136, pareggiate 37, perse 14, gol fatti 358, gol subiti 109, punti ottenuti 445….. + 92 sul Napoli, + 104 sulla Roma, + 131 sul Milan, + 141 sulla Fiorentina, + 152 sulla Lazio, + 157 sull’Inter, + 255 sul Torino. 92 punti sulla seconda che ci scapperebbe un altro scudetto. 14 partite perse in cinque anni quando la maggior parte dei club Italiani ne perde circa 14 a stagione. Ma di cosa parliamo? Oggi si è vinto lo scudetto in poltrona. Il Napoli è un ottima squadra tanto di cappello per l’ottimo campionato svolto, ma non ha meritato questo scudetto, non è all’altezza della Juventus e non merita alcuno scudetto dell’onesta nè morale, nè virtuale, come qualche povero tifoso napolista tipo Alvino va ciarlatanando. Il Napoli puo’ arrivare massimo a 82 punti  e solo due volte , una volta l’Inter e un altra il Milan, sono riusciti a vincere il campionato con quei punti. Poi nei campionati a 20 squadre ce ne sono voluti sempre almeno 84. Il Napoli , che ripeto è un ottima squadra, ma non è la piu’ forte e conclude un campionato con zero titoli. Non vince il Campionato, non vince la coppa Italia e non vince l’Europa League. Io fossi uno di quei cronisti che ne ha tanto decantato la magnificenza oltre ai tifosi Alvino e Auriemma, un minimo mi vergognerei. Non basta esser un buon team per vincere lo scudetto , bisogna arrivare prima degli altri. Come non basta esser buoni per arrivare primi, bisogna essere i piu’ forti. Oggi il Napoli ha perso con la Roma con Higuain in campo allungando un trend negativo in trasferta inziato con la Juventus allo Juventus Stadium. E’ stato un piacere vincere lo scudetto con gol di Nainggolan uno che ne dice peste e corna della Juventus. Altro giocatore mediamente perdente che fin qui infatti non ha vinto un beato nulla. Sarebbe stato bello vincerlo con gol di Totti devo dire la verità, ne avrebbe aumentato la goduria, perchè ora non ci si accontenta nemmeno piu’ di battervi quanto veramente di percularvi tutti ad ogni occasione.

E non potrebbe esser altrimenti. Come non ricordare che: al Napoli non sono bastati i palloni invernali che hanno strani effetti, le partite giocate alle 18 nella penombra, quelle giocate alle 12,30 col mangiare sullo stomaco e a un orario innaturale, il giocare prima della Juve e il giocare dopo la Juve, il fatturato, la squalifica ingiusta di Higuain, apoteosi di una mentalità malata. Higuain non solo era giusto squalificarlo ma erano sacrosante le 4 giornate come ogni giocatore si beccherebbe se facesse il matto dopo un’espulsione. Avete messo pure i bambini con le facce di Higuain. Che orrore. Ma non era ancora questo il peggio del peggio. Il peggio del peggio è stato il fango dei siti napolisti e di molti tifosi napolisti in generale. Su Marchisio in primis. Cose da vero vomito. E sulla Juventus in generale. Si è arrivato al fango-live con siti a commentare ogni possibile ”aiutino” alla Juventus nel tentativo veramente becero di delegittimare il nostro scudetto.  Ieri il fuorigioco fischiato a Bernardeschi è diventato ”clamoroso” (0 centimetri) e mandato in pasto al mondo in tempo reale. Il rigore poi dato alla Fiorentina o la mancata espulsione di Rodriguez ovviamente omesse. Della serie: ”Se non lo posso vincere io e lo vince la Juve allora deve passare il messaggio che ci hanno rubato lo scudetto”. Che miseri. Che poveracci. Che taroccatori.

Parlando di noi invece ieri siamo andati a giocarci la Coppa dei poveracci all’artemio Franchi, Coppa che vince solo la Fiorentina se ci batte mentre noi se li battiamo è normale amministrazione. Della serie noi per loro un evento, loro per noi una perdita di tempo. E difatti questi indemoniati ci hanno messo sotto in lungo e in largo, d’altronde hanno avuto un anno per preparare questa finale, mentre noi ne giochiamo praticamente una alla settimana, vedi Milan e Palermo, con qualche rarissima eccezione, vedi Lazio. E’ stata una bella partita ricca di colpi di scena. Un arbitro non all’altezza che ha commesso un mucchio di errori da una parte e dall’altra regalando poi un rigore clamorosamente farlocco che ci ha pensato bene Buffon a neutralizzare. Anche con il rigore segnato, con il risultato di oggi di Roma – Napoli, lo scudetto sarebbe stato nostro lo stesso. Pacificatevi. In ogni caso è stato divertene a Firenze vederli saltare dopo il gol del pari regalato da Bonucci e vederli scioccati al gol di Morata soltanto pochi minuti dopo nel bel mezzo che saltavano. Così come è stato immensamente godereccio vederli ammutoliti dopo il rigore parato. Non ce n’è, non ce n’è. Questa Juventus è anni luce, e come squadra e come società, avanti a tutte le altre squadre Italiane che sono tutte squadrette. Prima ancora che come squadre come concetto.

Una speranza per il calcio italiano pero’ ancora l’avete. Detto che non mi frega nulla del calcio Italiano anzi piu’ andate in malora e piu’ io sono contento, ma a livello di cronaca devo dire che una speranza ancora per voi c’è. Prima Miahjlovic, poi Spalletti, piu’ ancora di tutti ieri quel gran ”gobbaccio” di Paolo Sousa, loro sono la vostra ultima speranza. La speranza di un cambio di mentalità che vi faccia imparare a guardare lo sport per quello che è: non una guerra. Che vi faccia imparare ad applaudire chi è stato piu’ bravo di voi, che vi faccia imparare a cercare il rimedio ai vostri errori nella speranza di migliorare imparando non andando a cercare scuse cervellotiche e/o un colpevole alle vostre sconfitte. Ieri Sousa in conferenza stampa sia in Rai, che a Sky, che a Mediaset, nonostante cercassero di imbeccarlo in ogni modo, ha sempre respinto la scusa per cui l’arbitro Tagliavento li avesse penalizzati o avesse inciso sulla partita. Questo è un uomo di Sport. Ha parlato di mentalità vincente questa sconosciuta. I cronisti invece sono tutti bocciati. E’ colpa loro se il calcio Italiano è vissuto malissimo da tutti. Sono loro che cercano sempre la polemica e mai raccontano la cronaca. Ieri solo Cesari ha fatto una discreta moviola facendo vedere gli errori di Tagliavento pro e contro. Ma resta il fastidio di vedere sempre le partite della Juventus passate al setaccio. Sempre e solo quelle. In Roma Torino della settimana scorsa sono stati dati due rigori, uno per parte, entrambi inesistenti, e ne sono stati negati due alla Roma piu’ che probabili. Avete visto polemiche? Avete visto moviole? Se non c’è la Juventus di mezzo i mass-media non ci sguazzano. Il punto è che poi la cultura sportiva di un intero popolo va a farsi benedire raggiungendo livelli di bassezza veramente peggiori che nel terzo  mondo. Persino il West Ham, che ci ha invitato all’inaugurazione del nuovo stadio a folli tifosi fegati marci italiani che hanno inondato di mail il sito protestando e adducendo di quanto la Juve rubi, han dovuto rispondergli che il West Ham è onorato di ospitare una squadra che domina da molti anni in Italia e che è fra le prime 10 squadre Europee e Mondiali per titoli internazionali vinti.

In ogni caso per chi volesse continuare a discutere dei se e dei ma, dei centimentri, degli arbitri, di chi gli ruba la vita e l’anima, e delle scuse piu’ vaghje, vi dico solo: buon Maalox vi faccia. Noi ne appuntiamo un altro sul petto e sono 34. Cinque di fila. Consapevolmente che: la mia squadra è diversa. E mi fa tanto tanto godere ancora!
Achetez les ACE 15.1 TFACE 16.1 TF aux meilleurs prix sur notre site.

Pagelle Fiorentina – Juventus 1-2

image

 

Articolo di Alessandro Magno
Buffon 9 Migliore in campo per distacco. Quando il gioco si fa duro i duri scendono in campo. Para un rigore regalato ai viola un rigore scudetto. Oltre a questo anche tanti altri buoni interventi. Un gigante.
Vous êtes en train de chercher les Adidas X 15.3 TF, viens sur notre site , on vous donne un grand choix.
Lichtsteiner 6 Non sempre lucido ma al solito un gran combattente. Latita nei cross.

Barzagli 6 Gran fatica anche per lui in una serata dove la Fiorentina fa un pressing asfissiante, ma ne esce bene.

Bonucci 4 Non è insufficiente la sua partita ma l’errore di cazzaggiare in mezzo a due da ultimo uomo è molto grave e lui sicuramente lo sa. Fortunatamente la raddriziamo subito.

Rugani 6 In difficoltà anche lui se la sbriga comunque con bravura e mestiere. Rischia un rigore.

Evra 6,5 A differenza di altre volte questa volta è lui a spingere piu’ del soito e dal suo lato arriva qualche cross. Attento in difesa ci metto lo zampino sul gol di Morata.

Khedira 6 Primo tempo eccellente poi forse a corto di fiato cala vistosamente pur cercando di dare il meglio per aiutare la dietro. Alla fine Allegri lo lascia in campo e toglie Pogba ma non so se era la scelta giusta.

Lemina 7 Migliore in campo per circa un ora poi forse la disabitudine a giocare si fa sentire ma resta una prova molto molto positiva.

Pogba 6,5 Croce e delizia. Serve a Mandzukic l’assist dell’1-0 poi ha anche la palla del 2-0. Al solito a volte si perde in inutili dribbling di troppo e fa arrabbiare Allegri che lo toglie. In verità con lui in campo si ha sempre l’impressione che si possa inventare qualcosa da un momento all’altro.

Mandzukic 6,5 Partita per lui, di botte prese e date e di grande intensità. Segna un gran gol al volo.

Dybala 6,5 Buona prova. Spesso imprendibile e sempre pronto al tiro a giro velenoso.

Morata 7 match winner. Al posto giusto al momento giusto.
Cuadrado sv
Asamoah sv

Allegri 7 Gestisce bene una Juventus stanca al cospetto di un avversario che pare giochi solo le due partite con noi e poi se ne frega di tutto il resto. Urla come un pazzo per tutto l’incontro alla faccia di chi lo definisce un flemmatico. La Juventus se pure messa alle corde mostra una grande capacità nervosa e di tenuta.

Juventus 7 Partita non giocata bene ma sicuramente con una grande capacità di sacrificio e di sofferenza. Bella la reazione sul gol viola. Indomiti.

Arbitro 4 Forse gli fanno arrivare all’orecchio che il gol di Bernardeschi era buono ( ma di quelli che si possono anche sbagliare) e di un probabile rigore su Alonso e allora passa tutto il secondo tempo a fischiare pro viola non espellendo Rodriguez (per ben due volte) fino al rigore palesemente inventato. Una grottesca simulazione trasformata in un rigore. Menomale noi abbiamo Buffon .

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web