Archivio Autore: ricchiuti - Pagina 7

ricchiuti52

Juventus Galatasaray

Ha ragione Moggi. Se non gira Arturo è dura. Possiamo anche giocare male, non è un peccato mortale. Anzi di solito le squadre di vertice giocano malino e gestiscono benino. A patto però non si facciano regali. E noi ai turchi di gran lunga inferiori a noi ne abbiamo fatta tanta, di beneficenza.

Il turno delle italiane in coppa perchè?

Perché forse entriamo in forma nei gironi di ritorno. Forse programmiamo di essere pronti nel momento che conta. Forse è così. Poi comunque ci sono squadre come l’Arsenal o il Bayern in cui se non giochi al massimo e non hai qualche aiutino arbitrale non gliela fai mai.

Juve Milan se segna matri esulta se segna pirlo esulta …

E’ un gioco delle parti. Il giocatore esulta perché significa più successo personale, più soldi, più stampa, più figa. Quella sera il pres gli darà un aumento con un sms, la sua ragazza gliela darà meglio. Il tifoso no, non esulta ma alla fine ci passerebbe anche sopra se le tv non inquadrassero l’esultanza del suo ex calciatore.  Il tifoso che ha perso passerà la serata su twitter a fanculizzare il traditore, quello che ha vinto accetterà sportivamente la mancanza di ipocrisia del suo ex a patto che abbia segnato ma anche perduto. Comunque Pirlo esultare non ce lo vedo e l’esultanza di Matri m’è sempre sembrata da dementi.

ricchiuti51

Considerazioni su Toro Juve.

Il Toro è indubbiamente una squadra che si sa difendere. Mi sono piaciuti i loro difensori. Però li abbiamo agevolati perché eravamo lunghi, avevamo Giovinco e non è un periodo nel quale brilliamo. Detto questo, è stato un bene che non si sia stati troppo bravi. Sennò ci avrebbero picchiato di più. Francamente il cuore Toro è una cosa che non capirò mai, una roba da macellai. Una squadra che puzza di morte e di mancanza di libertà. Sono merda e galera. Ogni volta sembrano quelle squadre di detenuti contro i secondini che giocando tra quattro mura della prigione nei loro cuori ne profittano per regolare due conti da ergastolani.

La moviola in campo.

Non mi piace. Il calcio è il calcio perché poi ci sono i vinti che possono recriminare. Se gli levi alibi ai perdenti sarà come togliere la guerra a israeliani e palestinesi. Dopo che cazzo fanno, si guardano il deserto sino alla noia ?

Conosci Musella questo ex giocatore trovato morto?

Lo ricordo da bimbo. Giocava nel Napoli di Krol che ci contese lo scudo ’81. Testa di merda pare, pare fumasse in panchina. Ricordo che quando cercavano di farmi appassionare alla squadra locale mi parlavano sempre di un tunnel fatto da ‘sto Musella ad Anzivino dell’Ascoli. Al che rispondevo “e poi ?”. E poi era finita che Anzivino la seconda volta l’aveva fatto volare per terra e Musella non s’era permesso più. La storia del Napoli a quanto pare, spacconate di paese di eroi da bar. Ho letto che l’hanno trovato con le braghe calate. In Italia oggi giorno, vivi o morti, chi è che non ce le ha.

ricchiuti50

Quando abbiamo iniziato pensavi potessimo arrivare alla cinquantesima puntata?

Non penso mai di poter arrivare alla fine. Anche se di fatto vince sempre lei. Esperienze belle o brutte, amicizie importanti e non, cose a volte talmente irrilevanti da potermi stare sul palmo della mano: tutto finisce senza che lo voglia, senza interpellarmi, come fossi una variabile casuale. Perché non tendo mai a finire nulla, tendo a continuare tutto all’infinito. Perché sono un uomo e ho la sindrome dell’harem: rapporti, nemici, tic, abitudini, cose che non dirò mai. Non abbandono niente perché tutto mi sembra mio. Anche il male. Tutto mi sembra utile per passare ogni notte una notte diversa.
Anche questa rubrica finirà ma non quando lo vorrò.

È stato faticoso ? Se ci pensi sono 150 fra domande e risposte.

E’ stato più faticoso per il lettore leggere. E non mandarsi a cagare per il tempo perduto. Per te non è stato faticoso perché sei un amico che ha cercato di tenere in vita la mia voce. Per me non è stato faticoso perché sono un giornalista e mi viene naturale fregare il lettore.

Premesso che continueremo con questa rubrica quando hai intenzione di tornare a scrivere editoriali? Per me o anche per altri siti.

Il tuo sito ha il tuo stile. Tu sei Springsteen. Onestà intellettuale, vigoria fisica, una scarica di adrenalina pulita e leggibile da tutti. Se scrivessi editoriali per te, sarebbe come se Springsteen ospitasse Hannah Montana, una troietta con mossettine di plastica. Per il resto il panorama è chiuso. Giornalettismo mi ha messo al bando per sempre, altri amici sono impegnati a vivere. Ju29ro è una esperienza morta sul nascere, non posso scrivere sotto dettatura degli avvocati. Juventibus è un rullo autoreferenziale tra barzellettieri assediati, bravi ragazzi con le migliori intenzioni di difenderci da tutto e tutti tranne noi stessi, giornalisti che promanano direttamente dalla casa madre Juve.  Li stimo tutti ma non fa per me. E’ la meglio gioventù ma una volta scrivevo per “La voce del padrone” e credo si fosse più liberi o zotici lì sopra. Intendiamoci, non esiste la libertà. non nella scrittura. E non sono certo uno di quelli che intende il giornalismo come una Woodstock che salvi e illumini le coscienze. Tuttavia anche la libertà condizionata deve essere sexy. Che rimane ? Tuttojuve. Con Criscitiello ebbi un abboccamento tramite Moggi. Facemmo un patto di collaborazione ma Criscitiello a Moggi ormai vuol bene un giorno si e l’altro chissà. IlNapolista ? Non posso continuare a perpetuare per sempre lo stesso pezzo, lo juventino a Napoli che spiega ai napoletani scemi come si possa tifare per la squadra migliore di tutte. Altro non vedo. Quindi zero possibilità, che poi la verità è un’altra. La mattina dell’8 Novembre 2011 Oliviero Beha sollecitato da Giuseppe Simone mi offrì aiuto e collaborazione per una casa editrice. Voleva scrivessi a un certo livello, come d’altronde voleva la buonanima di Carletto Juliano che mi voleva bene e stimava. La sera dell’8 Novembre 2011 mi si è rotto dentro qualcosa. Credo abbia a vedere con il rifiuto della mia scrittura come totalmente inutile visto che al Direttore non era servita a niente data la condanna. Ho mandato tutto in vacca da allora, scientificamente. D’altronde era naturale finisse così. Ricchiuti è Pinball wizard, un bulletto roccocò dal talento inutile reso più alto da parole usate come stampelle. Un ego prolungato dal fascino delle parole che innamorate di lui finivano al posto giusto a ritmi infernali come palline da flipper, un prepotente destinato a uscire di scena che lottava contro il tempo e gente che non sa leggere, sentire, parlare come Tommy. Oggi è rimasto poco. Anzi sono rimasti i ricchiutisti, un branchetto di groupies da far invidia agli One Direction dedite al culto di un fantasma tecnicamente ancora vivo.
Non li capirò mai.

Immagine anteprima YouTube

ricchiuti49

Considerazioni su Inter Juve e Juve Copenaghen.

Con l’Inter siamo stati molli. Arrivavano prima loro sulla palla. Ma siamo riusciti a raddrizzarla e potevamo anche vincere. Col Copenaghen siamo stati superficiali nel primo tempo. Ma poi l’abbiamo trasformata in un tiro al bersaglio quasi parossistico e dovevamo anche vincere. Peccato il tiro al bersaglio sia continuato fuori dal campo, con Conte nel mirino di tanti. Quando si sbagliano venti goal, discutere l’allenatore è sbagliato.

Il tuo giudizio sul turn over e le sostituzioni di conte.

Le condivido tutte. Con l’Inter ha fatto bene a insistere con Vucinic perché anche su una gamba sola è già affiatato con Tevez. In Danimarca ha fatto bene a evitare di intasare l’area con un brindellone come il basko preferendogli un brevilineo come Giovinco.  Certo, sono decisioni opinabili dati i risultati. Due pareggi alla Juve non sono come altrove, da noi si vince o si muore, è la nostra ragione sociale. Quella che esce fuori da questa settimana è una Juve danese, una Juve Amleto. Però nel dubbio, essere o non essere con Conte, sto dalla parte più sicura.

kakà già infortunato era quello che ci si aspettava?

Sarà contento Allegri che così potrà giocare col 4-3-3.

ricchiuti48

Il calciomercato si è concluso con il ritorno in Italia di Kakà. Sensazioni?

Boateng era migliore. Ma è giusto che Allegri sia premiato per i risultati che ha ottenuto.

Le tue considerazioni su queste prime giornate di campionato e supercoppa italiana.

Che siamo forti. Anche belli da vedere nonostante Tevez. Però tutto questo burro non dura, non è intelligente farsi illusioni estive. Pagheremo e a caro prezzo tutto ciò, forse. Perché ? Perché l’Italia è questa. Non è il paese dei conti a posto. E’ il paese dei regolamenti di conti.

Balotelli non si presenta all’incontro con la ministra Kyenge..

Non mi sarei presentato neanche io.

ricchiuti47

Prime sensazioni sui nuovi acquisti Ogbonna, Tevez e Llorente.

L’Oriente come lo chiama Conte, forse perché data l’avvenenza gli ricorda Romeo e Giulietta.  Oppure Alce nel Paese delle meraviglie come lo chiamo io, dato il suo atteggiamento stupefatto e un po’ naif. Boh. Non vorrei che con la scusa della timidezza fosse sotto sotto un gran buzzicone. Al momento i primi tre vaffa della stagione sono tutti suoi, uno per ogni goal già fatto che s’è divorato.

Ogbonna ha classe. Forse un po’ compiaciuto nei movimenti. Sembra che invece di correre si faccia un massaggio profumato a cosce e piedi. Comunque va bene così, la classe in panchina si perde subito.

Tevez è una stronza.

La juve resisterà fino alla fine del mercato a non cedere Vidal al Real Madrid?

A me sta bene che diano Vidal. A un patto. Che ridiano vent’anni e due scarpette da gioco ed un contratto a Pavel Nedved. Se non lo si può riportare tra noi, allora qualsiasi cosa riguardi Vidal altrove non è mai esistita. Neanche dovesse esistere. A costo di negare l’evidenza.

Questo sarebbe il mio approccio romantico. Il mio approccio da 43enne sarebbe invece: allo stadio non sono mai andato e continuo a non andarci.

Considerazioni sulla Supercoppa che si giocherà a Roma.

Uno scivolone della società stritolata in un gioco di politica, affari, false regole e veri amici più grande e più stronzo di lei. Forza Juve.

E buona attesa del mio ritorno.

 

ricchiuti46

Tevez è quello che ci voleva?

Un buon elemento. Buonissimo. Ottimo. Bello anche a vedersi. Per i nostri standard di cattivoni, ovviamente. Tatticamente è un problema di Conte che mi sembrava orientato ad un modulo più europeo, la boa alla Ibra. Complessivamente non è un fenomeno e non ce l’hanno regalato. E non ci ha regalato niente. Chiaro che Galliani avesse smesso di cercarlo senza sconti. Speriamo vada tutto bene, due anni fa è stato fermo per aver rotto i coglioni.

Al Milan pare abbiano accusato il colpo.

Se l’avessero realmente voluto l’avrebbero preso. Sarebbe bastato dargli lo stesso contratto nostro. In Italia per vincere basta anche Matri.

E invece come la prenderanno Vucinic e Giovinco? C’è anche Llorente.

Llorente dei 3 è quello che in Cl potrebbe giocare di più. Vucinic e Giovinco come la prenderanno ? Come San Bernardo. Vedere tutto, sopportare tanto. E giocare un po’ per volta.

ricchiuti45

 

Arriverà questo benedetto Top Player o anche in questa sessione dovremo accontentarci di quello che passa il convento?

Il problema per il convento Juve non è accontentarci il 31 Agosto. Ma dopo la 38°gara.

Ogbonna merita secondo te questo grande sacrificio economico?

Ogbonna viene per imparare. Bisognerà pur spendere qualcosa, tanto vale farlo per un difensore italiano.

E’ vero che in società c’è chi pensa di sostituire Marotta con Nedved?

Marotta è una di quelle classiche persone che possono essere sempre sostituibili. Finché i risultati di Conte sono buoni però sarebbe prematuro. E allo stesso Nedved non converrebbe. Intuendo il temperamento da polacco contro i panzer di Pavel non avrebbe la pazienza di fare questo calcolo. Mi auguro però che chi gli sta vicino sia meno romantico.

ricchiuti44

Jovetic

L’hanno valutato troppo. Anche per Berbatov, anche per i noti fattori ambientali. Non è sulla carta l’uomo che cambia la sorte di una stagione europea: c’è del fascino nel duo slavo con Vucinic ma non fa per me.

Higuain

La penso come Moggi: mi tengo gli italianissimi Matri e Quagliarella.

Ibrahimovic

Era l’uomo ideale per farsi due stagioni ambiziosissime in Cl. C’erano tutte le condizioni: lui ne aveva voglia, noi bisogno, l’età di lui e i tempi di Conte sulla panca Juve erano giusti. Poi s’è fatto marcia indietro montando un po’ della solita panna giustificazionista di queste sbarbine cresciute a business plan e sport americani. I conti, le plusvalenze, il profumo del lavoro e della merenda della mamma per i bravi bambini. In realtà per fare la Juve oggi come ieri bisogna essere al vertice a tutti i costi e con tutti i mezzi. All’italiana, con più amici che regole. Perché la Juve o è padrona o è in prigione.

ricchiuti43

E’ finito il campionato dimmi in breve promossi bocciati e da rivedere.

Della Juve, promossi tutti perché s’ vinto e fatto bene. La società è da rivedere ancora, può decidere finalmente di dare retta alla realtà e meno retta alle strategie. Degli altri promuovo chi nonostante tutto resta sempre a galla: Milan in primis.

Fra i nostri lettori ci si chiedeva perché hai definito “pericoloso” Del Piero per quelli della società.

Perché è l’unico Garibaldi a Caprera che può, emotivamente, rompere le palle a qualcuno di pari età che regge la Juve come la reggerebbe Del Piero. Conto terzi. Del Piero ad Ellkann piacerebbe molto di più del cugino: niente Calciopoli, una immagine meno confindustriale, un gradimento dalle Alpi alle piramidi.

A parer tuo può bastare a ricucire il rapporto la stretta di mano che si sono dati col presidente in occasione della mostra sugli Agneli?

Una stretta di mano non ha mai ricucito ambizioni contrastanti. Può servire a volte a misurarsi reciprocamente le forze. Ma spesso le mani, e le forze, sono sudate.

 

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia