Dybala non sorride più

Paulo Dybala scritto da Cinzia Fresia

Juventus-Udinese: le telecamere e i commentatori sono appollaiati come avvoltoi su Paulo Dybala: lo sguardo, un alzata di sopracciglio, un sorrisetto, un segno .. qualunque pretesto per poi legittimare la fatidica domanda “ ma era per…”

Il caso sta scatenando i tifosi nettamente divisi in due fazioni, quella pro-giocatore e quella contro.

Posto che di ufficiale non c’è nulla, non si conosce nessun dettaglio della cifra e non sappiamo cosa sia successo successo di preciso tra le parti. L’unica verità confermata è l’insulto dall’Ad al giocatore e la risposta dell’attaccante il quale ha detto due cose sostanzialmente importanti: “sono successe tante cose” e “non devo dimostrare più niente a nessuno” .

Lui dopo il gol senza Dybala Mask non ha esultato, se non uno sguardo in tribuna che non significa nulla, e chi cercasse veramente non c’è dato a sapere.
A quanto pare, l’argentino è arrivato al limite e si è stufato di farsi prendere in giro, perché il tira e molla del rinnovo è di fatto una presa in giro.

La trattativa sembrava conclusa e confermata con annuncio ufficiale. Ma la firma non arrivava mai e c’eravamo illusi che dovesse accadere da un momento all’altro. Invece no. Ripensamenti su ripensamenti dopo di che la beffa finale..

Se Dybala ha deciso di non rinnovare il contratto lo comprendo benissimo. Come fare a dare fiducia ad una dirigenza instabile che prende tutto sul personale e che ogni tre per due cambia idea e piuttosto di ragionare consegna i suoi talenti ai diretti concorrenti?
È evidente che questa amicizia tra il Presidente Agnelli e il sig. Zhang sta influendo sugli interessi della Juventus. L’Inter ha avuto in “regalo” Conte, Marotta e perché no anche Dybala e magari Deligt. Tutti in nerazzurro.

Ma la verità potrebbe essere un’altra, che sia la Juventus improvvisamente a non volerlo più?

Se Dybala vuole andarsene lo posso assolutamente capire. Paulo è attualmente il giocatore che produce il gioco migliore in Juventus, confezionando assist per tutti e rimediando agli errori (continui) degli altri.
In questi anni si è adattato a fare di tutto, ha giocato con Higuain, con Ronaldo, ha accettato tutte le richieste dei suoi allenatori, quindi deve dimostrare cosa?

Ora .. non sono convinta che Paulo voglia andare all’Inter ma piuttosto di restare a 28 anni a piedi va bene anche quello.
Considerato l’attaccamento del Campione alla Juventus, l’idea che approdi in terra nero azzurra, fa rabbrividire.

Questa vicenda al limite del paradossale finirà e chi vuole che il giocatore se ne vada subito, mi racconti come potremo fare con Rabiot, Ramsey, Kulusevski ai quali nom sembra gli venga richiesto di dimostrare di essere da Juventus.

La società non vuole più il giocatore, lo mandi via.
Non usi mezzucci per far passare il ragazzo dalla parte del torto, perché così non funziona. Non illuda di un rinnovo di cui non si è persa l’ intenzione.

Egoisticamente vorrei restasse ma per il suo bene gli consiglierei di cambiare aria. La Juventus non ha più niente da dare e ha un allenatore non in grado di far crescere giocatori, E il progetto della Società è inesistente volto a collocare la squadra a metà classifica.

Il caso Dybala getta ombra su una buona vittoria

Articolo di Alessandro Magno

 

Ho visto una buona Juventus contro l’Udinese. Una squadra che ha avuto quasi sempre in mano la partita e anche quando l’ha persa un poco di vista, tipo all’inizio del secondo tempo, non ha rischiato nulla. Ho visto una Juve non trascendentale ma concentrata, che poi per battere le ”piccole” basta appunto questo, dato che la qualità della rosa dovrebbe esser di per se maggiormente elevata. Altrimenti non si spiegherebbero i soldi dati ad alcuni giocatori. Nella Juventus hanno sicuramente brillato Dybala, McKennie e De Sciglio. Mi è piaciuta molto la coppia centrale con De Ligt sugli scudi e devo dire anche Arthur ha giocato un buon primo tempo. Non mi hanno invece convinto per niente Pellegrini, tanto osannato in sostituzione di Alex Sandro, che in realtà non ha combinato nulla, e Kulusevski che sembra sempre di più un anima in pena. L’Udinese è una buona squadra, molto fisica, che dopo aver cambiato il mister ha ottenuto anche discreti risultati migliorando la propria classifica. La Juventus questa volta però non ha davvero rischiato mai e ha condotto la partita fino a chiuderla sul 2-0. Forse si poteva tirare un poco di più in porta ma nè Morata nè Kean da questo punto di vista han dato una grossa mano seppure entrambi hanno giocato abbastanza bene per i compagni.

Poteva filare liscia la serata per una volta e invece ci ha pensato Dybala ad alimentare le polemiche con un atteggiamento scontroso verso la tribuna , in occasione del gol del vantaggio. Ovviamente in favore di telecamera la cosa non è sfuggita proprio a nessuno e tutti gliene han chiesto conto a fine gara. Dybala è da sottolineare, ha continuato a giocare bene, ma ovviamente nel finale non poteva sfuggire proprio ai microfoni dei giornalisti. Il ” non ho nulla da dimostrare” e il ” non so del rinnovo sono successe tante cose” unito al ”salutavo un amico che non trovavo” non lasciano dubbi sul fatto che questo rinnovo ad oggi sia tutt’altro che una formalità e che fra le parti sia calato il gelo. Non era un Dybala felice che rispondeva a distanza a un altrettanto Arrivabene infelice. Non so chi ha ragione sinceramente. A naso sembra che la Juve non sia più convinta del rinnovo che aveva proposto a Paulo in autunno e se non è convinta penso non lo sia principalmente per le condizioni fisiche del giocatore che ad oggi ha giocato a singhiozzo. Di contro Dybala forse si è stancato di questo continuo rinviare e soprattutto evidentemente non ha gradito il ritornare nuovamente su accordi che sembravano già chiusi. Vediamo come si evolverà. La situazione fra le parti non è per niente rosea e ad oggi non sembra esser imminente ne scontata una fumata bianca.

Pagelle Juventus Udinese 2-0

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

 

 

 

Szczesny 6 In realtà l’Udinese non lo impegna veramente mai ma io ho l’impressione che lui sia molto sicuro e che dia molta sicurezza al reparto. Bella la parata nel finale ma credo che il tiro sarebbe comunque andato alto.

Cuadrado 6,5 Grande voglia e qualità. Si vede che il riposo lo ha rigenerato. L’ho visto bene nel dribbling e sia in fase propositiva che in fase difensiva.

Rugani 6 Un solo errore piuttosto marchiano nel finale sul quale però lui stesso riesce a recuperare poi una partita abbastanza ben giocata sempre lasciando a De Ligt le incombenze più difficili ma da un giocatore che non gioca praticamente mai non si può chiedere la luna.

De Ligt 6,5 Grande prestazione difensiva soprattutto dal punto di vista fisico. Gli avanti dell’Udinese sono ben strutturati e lui certo non si tira indietro se c’è da lottare corpo a corpo. Alla fine vince praticamente tutte le battaglie.

Pellegrini 5 Inizia passando la palla indietro 5 o 6 volte come nella miglior tradizione di Alex Sandro. Quando poi evidentemente Allegri gli chiede si saltare l’avversario e andare al cross fa solo confusione.

Arthur 6,5 Gioca molti palloni si propone spesso per iniziare l’azione e cerca di dettare i tempi alla squadra. Secondo me gioca un ottimo primo tempo coronato dall’imbucata per Kean che poi porta al vantaggio di Dybala. E’ probabile che esca perchè ammonito. Sull’ammonizione parecchio ingenuo.

Bentancur 6,5 Nel primo tempo è probabilmente il migliore in campo sia dal punto di vista dinamico che da quello dell’interdizione. Peccato perchè nel secondo tempo ha un calo vertiginoso che poi lo porta ad esser sostituito. Tuttavia la sua resta una buona prestazione.

McKennie 7 Il giocatore più pericoloso della Juventus con Dybala e non è un caso che la chiuda lui. L’unico centrocampista che ha inserimenti interessanti e gol nel curriculum. In questa Juventus certamente uno dei giocatori più importanti.

Kulusevski 5,5 Una specie di Pellegrini avanzato. Molta confusione. Tante palle perse. Troppe. Resta la partecipazione con continuità alle azioni della Juve ma è davvero poco.

Dybala 7 Segna il gol che la sblocca con un bell’inserimento e grande freddezza. Spesso viene in mezzo a cercare di sbrogliare situazioni intricate. Gioca un ottima partita aprendo fra l’altro per De Sciglio nell’azione del raddoppio. L’esultanza polemica cerca di smorzarla nel dopo partita ma il ” non ho nulla da dimostrare a nessuno” conferma che c’è del gelo con la dirigenza.

Kean 6 Gioca una partita di grande sacrificio cercando di far salire la squadra e smistare per i compagni. Non sempre gli riesce però gli riesce nell’azione del 1-0. Non è attaccante che fa reparto da solo ma la rosa questa è.

Bernardeschi 6,5 Da un poco di pepe con il suo ingresso in campo e soprattutto io vedo che è uno dei giocatori nostri con più gamba. Peccato in uno dei suoi migliori strappi si perda portandosi la palla sul fondo.

Locatelli 6,5 Anche lui entra bene seppure nei primi minuti del secondo tempo la Juve sembri patire la verve dell’Udinese. Trovate le posizioni in campo e le misure mi pare giostri bene nel mezzo e distribuisca palloni come Allegri gli chiede.

De Sciglio 7 Vero crack del secondo tempo. Con il suo ingresso in campo arrivano finalmente i cross da sinistra e su uno di questi si raddoppia. Bravo anche nella fase difensiva dove spesso e volentieri recupera palloni oppure si prende falli.

Morata 6,5 Molto bene anche lui. Propositivo e con gamba. Riesce ad impegnare i suoi avversari con continuità. Evidentemente ha ritrovato un poco di serenità e fiducia.

Rabiot SV

Juventus 6,5 Una Juve in controllo per tutta la partita con un lunghissimo possesso palla (66%). Forse si poteva concludere qualche volta in più. Ma dato l’anno che stiamo vivendo una delle partite meno sofferte.
Allegri 6,5 Riesce a vincere a non prendere gol e a fare un poco di turnover. Una serata tranquilla una volta tanto.

Arbitro 6,5 Mi pare abbia arbitrato bene.

Sabato 15 gennaio 2022 Juventus – Udinese ore 20.45 Allianz Stadium – Torino

Juventus – Udinese


Scritto da Cinzia Fresia

Probabilmente a molti di voi me compresa di Juventus – Udinese importa poco.
Dopo aver visto lo scempio in Super Coppa ascoltato commenti di una Dirigenza instabile, noi poveri tifosi non ci resta che sì seguire ..seppur contro voglia .. riponendo speranze in tempi migliori.
Eh ci voleva proprio .. complimenti vivissimi ai “DIRIGENTI” che si sono “giocati” il millimetro di speranza per ottenere la Super Coppa è evidente che la “crisi” economica del club non è così ingente.
Comunque .. questo è.

Cosa sta tenendo banco più che Juventus vs Udinese, è il gelo causato dalla ipotetica intenzione di Dybala di non rinnovare alle condizioni della Juventus, dico ipotetica poichè non ci sono al momento ancora conferme ufficiali nè da parte della Juventus nè dal giocatore. Intanto si farneticano voci di calcio mercato su Dusan Vlahovic in bianconero ..

Ora vedremo come reagirà Dybala nelle partite a venire, con questo clima da singolar tenzone tra la Juventus e l’Inter.

Comunque .. con la speranza di vedere “qualcuno in silenzio”, Allegri sembra un disco inceppato dove ripete le stesse cose su tutte le squadre: ” sono fisici, precisi, giocano bene e hanno un grande allenatore, e possibilmente non perdere se non affermando che Dybala arrivato da bambino (meglio dire ragazzo?” è stato cresciuto da lui medesimo .. e che è un grande giocatore e che ci si aspetta tanto da lui.
Perciò vedremo …

Inter Juve Supercoppa commenti post partita

 

IL VIDEO

https://youtu.be/IqYgMV6TpKw

 

 

Pagelle Inter Juventus Supercoppa Italiana

 

Pagelle di Alessandro Magno

 

Perin 6,5 Prestazione da veterano. Non viene impegnato con tiri molto difficili eccetto Sanchez nel finale ma anche tutte le parate che fa del tipo “normali” danno molta sicurezza al reparto.

De Sciglio 5,5 Una prestazione in sofferenza che ha il suo apice nel rigore molto ingenuo che commette. Bravo a raddrizzare la barra dal secondo tempo in poi ma non basta.

Rugani 5,5 Soffre con Chiellini tutti e 4 gli attaccanti dell’Inter. Qua e là riescono a metterci alcune pezze tuttavia non mostra grande sicurezza. Si facesse vedere da un otorino perché per ben due volte non sente Perin che gli chiama la palla.

Chiellini 6 Una prestazione simil Rugani ma con la grinta che lo contraddistingue. Anche lui patisce soprattutto Lautaro che addirittura lo anticipa un paio di volte di testa tuttavia il suo carattere e il suo non mollare mai lo fa elevare un poco rispetto agli altri.

Alex Sandro 0 Una sciagura. Già la prestazione era da 4/ 4,5 poi l’errore finale in cui secondo me la vuol passare di petto a Chiellini è la ciliegina sulla torta alla partita e alla sua stagione.

Bernardeschi 6,5 Croce e delizia di questa partita. È quello che corre di più della nostra squadra ed è quello che si crea più occasioni. Le sbaglia anche tutte. A voi giudicare se contano più le cose buone che quelle cattive fatte. Io l’ho visto così.

Locatelli 6 Non una prestazione eccelsa più di sciabola che di fioretto. È anche soprattutto un difensore aggiunto. Questa volta non riesce ad alzarsi neanche con Arthur in campo ed è un peccato ma resta estremamente utile.

Mckennie 6,5 Uno dei pochi centrocampisti che abbiamo che vede la porta. La sblocca con un bello stacco in mezzo a due e devo dire tiene botta finché ne ha. Finisce in apnea.

Rabiot 5,5 Alcune buone cose difensive nel primo tempo sono le diagonali sulle quali ormai si sta specializzando visto che sono le poche cose sottolineabili dell’ennesima prestazione scialba. In fase propositiva impalpabile.

Kulusevski 6 Una prova di sacrificio in marcatura a Brozovic. Credo che questo gli abbia chiesto Allegri e lo fa anche abbastanza bene tuttavia essendo uno dei nostri attaccanti io lo vorrei vedere anche attaccare qualche volta.

Morata 6 Bella l’azione del gol di McKennie dimostra che si trova meglio laterale che al centro poi praticamente quasi null’altro.

Arthur 6 Qualche buon pallone tenuto e distribuito meglio di altri come lui sa fare ma non riesce a dare una scossa come contro la Roma.

Kean 5 Veramente evanescente. È giocatore che non riesce a giocare da solo in attacco ma non fa neanche nulla per cercare di riparare a questa situazione.

Bentancur 6 Entra per dare più che altro quantità al centrocampo e credo che il suo pur senza eccellere lo faccia.

Dybala 5 Impalpabile quasi come Kean. Venendo un po’ più indietro a centrocampo riesce a prendersi qualche fallo e niente altro.

Juventus 6,5 La Juve disputa una buona partita di contenimento e date le assenze si può dire che tenga anche bene il campo. Peccato non si sia stati cinici su alcuni contropiedi che potevano essere letali.

Allegri 7 Piaccia o no con De Sciglio Perin Rugani dentro senza Chiesa DeLigt Danilo Cuadrado Bonucci Pellegrini all’ultimo il fesso di Szczesny che salta una finale perché non si è fatto il vaccino per tempo e Dybala in queste condizioni, la incarta in tutto e per tutto all’Inter che è ahimè più forte di noi ed è al completo. Con un minimo di attenzione in più si era andato ai rigori e poi chissà…

Arbitro 5,5 Arbitra abbastanza bene in generale anche se ha un poco i cartellini dimenticati. Concede un rigore per somma di rigori richiesti visto che gli interisti sono sempre in terra. Fra l’altro a me sembra più Dzeko che va su De Sciglio a cercare il contratto che il contrario. Detto che a velocità normale pare rigore netto e che di questi rigori se ne danno mille l’anno dispiace solo che quando li prende così Cuadrado si gridi al crimine e al criminale. Verso il 90m c’è un rigore per una manata in faccia di Bastoni a Mckennie ricordo un rigore dato cosi con il Var a Chiellini su Mertens se non erro invece in questo caso il Var controlla ma sorvola. Comunque se Sandro non fa quello che ha fatto tutto questo poteva restare anche poco influente.

“Tutto è perduto fuorché l’onore” (Francesco I – re di Francia – 1525 disfatta di Pavia)

Weston Mc Kennie

Come da previsioni l’Inter ha vinto.
Dispiace solo come ..
La Juventus ha cercato di reggere la pressione della partita, poteva farcela .. ma .. non è successo.
La squadra ci ha provato e non possiamo prendercela con i giocatori perché loro sono come sono e l’allenatore fa come puo’ e con quello che ha.
Per risalire bisogna toccare il fondo, direi con questa sconfitta la Juventus ci sia arrivata, se non riemerge significa che è finito un ciclo e che non c’è nessuna intenzione di riaprirne un altro.

Mai come in questa finale ci siamo resi conto di quanto questa Società sia ormai lontana da tutto e tutti. Prepariamoci a collezionare insuccessi e ad avere giocatori mediocri a lungo.
Sentirsi i migliori, i più forti produce quello che abbiamo visto, chi si ostina a vedere dei campioni in questa squadra oltre ad invitarlo al mutismo gli regalerei un paio di occhiali.
Di Campioni ne abbiamo 3, uno è infortunato, l’altro si è scocciato e l’altro ancora è stato insultato ben due volte consecutive in diretta prima di scendere in campo.

Questa è la Juve?

Stile Juve e DNA .. lasciamo perdere ..
Sono cose del passato .. quella Juve non c’è più, manca la base ..
Manca la capacità critica di leggere le partite, la competenza tecnica e l’umiltà.

Consiglierei al vertice di mettersi in silenzio stampa fino a fine stagione: e’ meglio per tutti.
Ho sentito delle dichiarazioni di Allegri sinceramente imbarazzanti dettate della circostanze e nel suo interesse sarebbe meglio tacere.

La Juventus è una squadra che non è più forte e lo dicono i dati, guardate lo screening tecnico della partita, e peraltro non ci vuole quello per accorgersene.

Non possiamo che dispiacerci .. e aspettare (si spera) tempi migliori.

D’altronde sono loro i dirigenti sanno cosa fare vero?

E mi spiace altresì che l’errore fatale sia scaturito da uno come Chiellini.
Comunque l’analisi di questo o quello non serve più, dispiace dirlo ma questa non è la Juventus, per lo meno non la mia.

Mercoledi 12 gennaio 2022 Finale di SUPERCOPPA italiana : Inter – Juventus ore 21 – Stadio Meazza S. Siro

Inter – Juventus


Scritto da Cinzia Fresia

La Juventus affronta la prima finale dell’Allegri bis.
Una vittoria stratosferica quella di domenica ma dalle dure conseguenze: a causa di infortuni, espulsioni e ammonizioni Cuadrado, Deligt e Chiesa non saranno presenti, inoltre a Szcezsny bloccato da problemi burocratici legati al super green pass.

L’infortunio di Chiesa è stata una doccia gelata per la squadra che ha provocato una reazione “folle” durante la partita che lascia però una voragine nel collettivo.
Massimiliano Allegri minimizza .. mostrandosi sicuro della rosa che ha.

L’Inter è la favorita, non ci piove.

La Juventus potrebbe vincere solo se porterà la rabbia e la disperazione di domenica scorsa.

Juve Night show s02 e12 Questa sera ore 22

w

Il Calcio è imprevedibile e la disperazione fa miracoli

Maurizio Arrivabene

Scritto da Cinzia Fresia

Confesso che stare in Juventus oggi non deve essere un gran chè se il livello dei dirigenti è quello della foto.
Per cortesia qualcuno gli tappi la bocca.
Povero Avvocato cosa ti tocca vedere e sentire.
Ne abbiamo viste tante e a quanto pare ne vedremo ancora, ma occorre che qualcuno glielo spieghi come funziona l’ambiente del calcio e che è consigliabile stare zitti prima di rimediare qualche figuraccia.
Già si concede un lavoro ad uno che non sa niente .. ma proprio niente di cio’ di cui dovrebbe occuparsi. Meritarsi il posto che si occupa?? Verissimo ..cominciamo da lui.

La partita:
70 minuti da incubo.
Io non ho mai visto una squadra in queste condizioni. In difficoltà perenne .. e in continua sofferenza.
Felice per Paulo che ha segnato un gran gol e ha tenuto finchè ha potuto, nelle sue condizioni fisiche è stato tantissimo.

Malissimo Kean. A questo punto direi al sig. Arrivabene che il posto che occupano se lo devono meritare in tanti, in particolare uno che è costato 40 milioni ed è totalmente inutile.
Confesso che sul 3-1 mi sono arresa e ho detto va beh .. lasciamo stare è brutto abbandonare la visione ma non si può continuamente soffrire.
Poi il colpo di scena .. una Juventus brutta, incasinata e umiliata, con la forza della disperazione e persino in 10 risorge e vince.

Cosa è successo?

Sicuramente la Roma sentendosi forte sul 3-1 ha mollato. I nostri proprio perchè non c’era nulla da perdere si sono improvvisamente resi conto del colore della maglia e hanno compiuto un miracolo.
Ora questa vittoria rocambolesca non dice nulla, ma dimostra che se si vuole si può .. basta giocare.

E’ successo di tutto: abbiamo perso Chiesa, preso 2 gol in pochi minuti, rimasti in 10, parato un rigore e con De Sciglio e Morata abbiamo trovato la vittoria.

Se per vincere dobbiamo lasciare Allegri in tribuna .. Landucci per tutta la vita.

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia