Solo sbadigli


scritto da Cinzia Fresia

Confesso che questo match è stato una noia mortale.
Non finiva mai.

Ci aspettavamo una partita combattuta da ambo le parti e farcita di gol, è finita con un misero 0-0.

Un risultato strano, che non aiuta nessuna delle due, e anzi penalizza ulteriormente la Juventus.
Quasi una passeggiata da parte dei bianconeri nessun tiro in porta che potesse impensierire il Milan.

Ritenere il migliore in campo solo il portiere è preoccupante.
Ma d’altronde giocare esclusivamente in difesa produce quel genere di partite che non vorremmo mai vedere.
Il repertorio delle scuse era già pronto gastrite di questo o quello, stanchezza ecc. ecc. ma bisogna fare complimenti ai ragazzi.

Intanto non so per quale motivo vadano fatti i complimenti ai ragazzi, perché non hanno preso nessun gol?
E’un po’ poco considerata l’infelicissima posizione in classifica.

Nel frattempo piovono critiche da ogni dove. Pareri negativi da ex calciatori, come Marco Tardelli che della Juventus ha promosso solo il portiere e bocciato l’attacco.
Dybala troppo arretrato, Morata e Kean non pervenuti.

Forse un giorno Allegri capirà che collocare Dybala (pare non stesse bene, il tecnico ha parlato di gastrite) così indietro non segnerà mai ..
E in ultimo, un giocatore che non rinnova ed un altro che pare non sarà riscattato con quale spirito scenderanno in campo?

Delusione da ambo le parti.
Una partita dalle interessanti aspettative si propone come un incontro di routine quasi da rimborso del biglietto.

Notizia fresca: Dusan Vlahovic vuole la Juventus, e non c’è niente da fare.
Il serbo ha fatto presente alla Fiorentina che quella è la sua volontà.

Pare ci sia una trattativa in corso, con la proposta di una formula che potrebbe soddisfare il club viola e lasciare andare il serbo verso Torino.

Dovesse andare in porto l’affare, per la Juventus sarà una boccata di ossigeno, un investimento su un giocatore di 22 anni dall’altissimo potenziale.

Tuttavia perché Dusan renda al meglio, andrebbero risolti problemi ambientali che non sono pochi. Spero non si faccia il consueto errore che si ripete da anni a questa parte :
“Dusan salvaci tu”, ma venga inserito in un progetto di rinascita concreto che motivi tutti i giocatori a dare il meglio.

Vedremo perciò cosa succederà dopo la nazionale.

Juve Night Show s02 e13 ore 22 come ogni lunedì

Pagelle Milan Juventus 0-0

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 6,5 Non è impegnatissimo se non con qualche tiro dalla distanza tuttavia è sempre molto molto attento e para tutto con estrema facilità.

De Sciglio 6 Più intraprendete nel primo tempo nel secondo cerca di limitare più che altro Theo Hernandez e ci riesce abbastanza bene.

Rugani 6,5 Fra i migliori soprattutto nel primo tempo quando appare molto sicuro e tempestivo su ogni intervento. Si limita a difendere senza mai avanzare lasciando a Chiellini questo compito.

Chiellini 6,5 Molto bravo a limitare Ibra prima e Giroud poi. Nessuno dei due riesce ad esser pericoloso. Bravo anche in alcune scorribande che interrompono la monotonia della partita.

Alex Sandro 6 In leggera ripresa non commette sciocchezze. Spiace che molte volte ha delle praterie su cui fiondarsi ma spesso e volentieri si spinge fino a un certo punto salvo tornare indietro.

Cuadrado 6,5 Anche lui fra i migliori in una partita molto piatta è l’unico che punta con costanza l’uomo e fra l’altro in un occasione si mette anche in proprio andando al tiro di sinistro. Credo esca per stanchezza visto che stava facendo dei falli abbastanza inutili per poca lucidità tuttavia uscendo lui si è spenta ulteriormente la Juve.

Locatelli 6,5 Una buona partita in entrambe le fasi neanche troppo in pensiero per il giallo preso quasi subito fra l’altro anche abbastanza ingiusto. Probabilmente Allegri lo toglie perchè ammonito ma a me sembrava fosse abbastanza lucido ancora.

Bentancur 6 Ci sono stati degli ottimi momenti nella partita dove ha recuperato tanti palloni e ha fatto esclamare che fosse la volta buona. Peccato in fase di impostazione rovini quasi sempre tutto. Nel secondo tempo in uno dei pochi contropiedi tre contro tre sbaglia il passaggio per McKennie.

McKennie 6,5 Uno dei pochi con Cuadrado a giocare verso la porta del Milan e non verso la nostra porta. A volte sia lui che Dybala sembrano predicare nel vuoto.

Dybala 6 Una partita molto a sprazzi con lunghe pause dove non è nel vivo del gioco. Nonostante questo quando riesce ad accendersi riesce a districarsi fra le maglie del Milan e a distribuire buoni palloni per i compagni che poi puntualmente sprecano.

Morata 5,5 Solito Morata che non sta in piedi e non tiene un pallone e riesce anche a sbagliare gli appoggi di due metri. Ha un occasione e la tira fuori di moltissimo.

Arthur 6 Un altro che non per colpa sua predica nel deserto. Si smarca per ricevere e poi non sa a chi darla se non indietro perchè sono tutti fermi.

Bernardeschi 5,5 Evanescente. Sostituendo Cuadrado era chiamato a fare qualche strappo in più.

Rabiot sv

Kulusevski sv

Juventus 5,5 L’impressione è di un occasione sprecata. Questo Milan era battibile ma serviva voglia di vincere. Mi pare prevalsa la voglia di non perdere.

Allegri 5,5 Un buon punto in trasferta ma l’ennesima prova di maturità fallita. Ancora quest’anno non abbiamo battuto una squadra che ci precede e oggi perdiamo 2 punti dall’Inter e dal Napoli.

Arbitri 5,5 Non mi è piaciuta la gestione dei cartellini dal giallo dato a Locatelli che non c’era a quello negato a Brahim Diaz (regolamento inventato). Poi perdona anche Cuadrado e McKennie perchè da quel punto le trattenute sono diventate regolamentari. C’è un rigore su Morata che non vede ma doveva esser richiamato dal Var che invece si vede era spento.

Domenica 23 gennaio 2022 Milan-Juventus ore 20.45 Stadio Meazza San Siro – Milano

Milan-Juventus

scritto da Cinzia Fresia

Prova del nove.

Massimiliano Allegri parte verso Milano con la sua Juventus. A suo dire pronta per affrontare una tra le prime quattro con le quali non ha ancora vinto.

Il tecnico rassicura .. Dybala è sereno e sta bene fisicamente.

La Juventus è coinvolta psicologicamente in un periodo dove trovare la concentrazione è difficile.
Pettegolezzi, attacchi, minacce e come se non bastasse il vertice ci mette del suo.
Per Allegri il lavoro è doppio, quello sul campo ma di sicuro isolare mentalmente i ragazzi non è da poco.

Stasera vedremo la Juventus come se la caverà con una squadra dal calibro diverso.
Si potrà evidenziare se davvero il collettivo dispone di campioni così come ha affermato Arrivabene.

Intanto dilagano le notizie di calcio mercato, tuttavia senza nessun riscontro ufficiale.
È scontato che i bianconeri dovrebbero vincere, il Milan anche per non perdere posizioni in classifica e rimanere in corsa per lo scudetto.

Il punto della situazione post Samp e pre Milan

Sarà stata imboccata la strada giusta?

Paulo Dybala si “tappa” le orecchie e segna!

Paulo Dybala

Sulla partita c’è poco da dire: Un avversario troppo modesto, in crisi e con ritorno di allenatore, a parte un brivido, non avrebbe dovuto impensierire lo schieramento bianconero che ha vinto 4-1.

Solito scenario di ogni partita: la difficoltà realizzativa soprattutto del centro campo in costante sofferenza.
Tuttavia da un ” dai che ti ridai ” contro una squadra così modesta, ne sono usciti 4 gol. Il primo bello di Juan Cuadrado, il secondo da un estemporaneo Rugani e poi a partita riaperta, Paulo Dybala appena entrato piazza un gol che mette al sicuro il risultato, si chiude con un rigore ceduto a Morata.

Siamo abituati a questo modo di essere di Paulo, sempre molto generoso con gli amici, forse anche troppo.
Il risultato è rotondo e dà ragione alla Juventus che eccetto un momento di calo ha dominato la partita in entrambi due tempi.

Eppure, il match non sembrava avere così importanza, le telecamere e i commentatori seguivano l’attaccante argentino, quotidianamente sotto i riflettori.

Non so se Arrivabene con le sue infelici dichiarazioni intendesse scatenare le attenzioni della a stampa, se così fosse .. c’è riuscito.
Di solito la Juventus non si è mai esposta a fornire informazioni prima del tempo e domande su questo o quello non sono mai state gradite da parte di nessuna testata.
Ogni giorno se non ogni ora ci sono notizie o supposizioni sul Dybala Gate, su cosa farà, dove andrà, se ci sarà o meno un rinnovo.

Vittoria a parte, la bellezza di questa serata è stata la solidarietà del pubblico dimostrata a Paulo, boati, applausi e cori solo per lui.
Stasera il giocatore ha mostrato di non aver nessun problema in campo e con i compagni.
Il suo ingresso ha cambiato ritmo alla partita che i Doriani stavano per riagguantare, c’è capitato spesso ultimamente con squadre del medesimo livello.

Fortunatamente le cose sono andate bene, una vittoria che tira su il morale e prepara al prossimo match di domenica sera, che sarà tutta un’altra storia.

Pagelle Juventus Sampdoria 4-1

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

 

 

Perin 6 Potrebbe esser anche un senza voto. Onestamente subisce un solo tiro in porta ed è abbastanza imparabile, anche se la tocca. Per il resto non viene davvero mai impegnato.

De Sciglio 6 Delle buone sgroppate nel primo tempo sempre molto soft senza forzare più di tanto che comunque li davanti Cuadrado è scatenato.

Danilo 6 Un rientro soft per saggiare la tenuta. Lascia a Rugani le incombenze offensive e le iniziative e si limita a una serata di controllo. Un buon rientro.

Rugani 7 Un ottima partita dove controlla molto bene gli avversari soprattutto Caputo ma si toglie lo sfizio di andare spesso in zona gol fino a trovare la rete meritata del 2-0.

Alex Sandro 6 Gioca meglio del solito e spinge con costanza. Peccato perchè rovina in parte la sua prova girandosi di schiena sul tiro di Conti non opponendosi bene alla conclusione. Altrimenti avrebbe avuto un mezzo voto in più.

Cuadrado 7 La sblocca con un bel tiro su punizione ma per tutta la partita è una spina nel fianco degli avversari. Riesce spesso a saltare l’uomo davanti a se e ad andare al tiro o al cross con costanza.

Locatelli 7 Lascia la regia ad Arthur e lui prova a fare da uomo dell’ultimo passaggio. Prova più volte e non sempre l’azione va a buon fine fino a quando recupera un pallone invitante al limite e serve l’assist a Dybala su un piatto d’argento.

Arthur 7 Una partita molto bella sempre in movimento sempre a giocare con i compagni con tempi giusti e servendo sempre la palla in modo pulito. Riesce anche lui a servire un assist al bacio , quello del gol di Rugani. Una prova davvero incoraggiante per un giocatore che si sta ritrovando.

Rabiot 6,5 Tanti palloni recuperati e portati nella metà campo avversaria tuttavia manca ancora molto in zoa tiro ed è un peccato perchè ci arriva spesso questa sera, tuttavia delega quasi sempre agli altri le conclusioni. Comunque nell’insieme una prova buona.

Kulusevski 6 Al limite. In una serata dove va tutto bene forse la sua prova non è molto sufficiente e questo dispiace. Un giocatore che ancora non si è ritrovato al 100% anche se almeno in un occasione serve a Morata un assist al bacio e in un altro paio tira ma fiaccamente. Diciamo 6-.

Morata 7 Se solo tirasse di più. Mi ha fatto rimpiangere Ronaldo quello che quando vedeva uno spiraglio faceva partire le sue cannonate. Questa sera Morata davvero esagerare nel servire sempre gli altri. Lui come altri a volte sembra che rifiutino le responsabilità. In ogni caso la sua prova è positiva e alla fine ben coronata dal rigore segnata.

Dybala 7 Entra alla grande e ci mette 5 minuti a fare gol. Un gran bel gol con tiro secco di prima senza pensarci. Bella la scelta di lasciare al compagno Morata il rigore. Stasera anche cori di ovazione da parte del pubblico nei suoi riguardi.

Chiellini 6 Entra in un momento in cui la Juve dilaga quindi quasi non tocca palla.

Akè 7 Tocca due o tre palloni e li gioca tutti bene. Si prende anche un rigore. Insomma sfrutta la chance al meglio.

Bentancur 6 Come Chiellini si nota poco.

Kaio Jorge SV

Juventus 8 La Samp sembra davvero poca cosa tuttavia la Juve non si fa intenerire e vince largamente. Una delle vittorie più larghe di quest’anno.

Landucci 7 Non fa rimpiangere Allegri. La squadra gioca molto bene e mette alle corde l’avversario. Un piccolo black out quando la Samp si fa sotto 2-1 ma ci si rimette quasi subito apposto con un atteggiamento giusto.

Arbitro 7 Un bel gol annullato a Morata con l’aiuto del var dove penso che abbia ragione. Un rigore ineccepibile. Direi una partita facile arbitrata in maniera serena.

Dybala non sorride più

Paulo Dybala scritto da Cinzia Fresia

Juventus-Udinese: le telecamere e i commentatori sono appollaiati come avvoltoi su Paulo Dybala: lo sguardo, un alzata di sopracciglio, un sorrisetto, un segno .. qualunque pretesto per poi legittimare la fatidica domanda “ ma era per…”

Il caso sta scatenando i tifosi nettamente divisi in due fazioni, quella pro-giocatore e quella contro.

Posto che di ufficiale non c’è nulla, non si conosce nessun dettaglio della cifra e non sappiamo cosa sia successo successo di preciso tra le parti. L’unica verità confermata è l’insulto dall’Ad al giocatore e la risposta dell’attaccante il quale ha detto due cose sostanzialmente importanti: “sono successe tante cose” e “non devo dimostrare più niente a nessuno” .

Lui dopo il gol senza Dybala Mask non ha esultato, se non uno sguardo in tribuna che non significa nulla, e chi cercasse veramente non c’è dato a sapere.
A quanto pare, l’argentino è arrivato al limite e si è stufato di farsi prendere in giro, perché il tira e molla del rinnovo è di fatto una presa in giro.

La trattativa sembrava conclusa e confermata con annuncio ufficiale. Ma la firma non arrivava mai e c’eravamo illusi che dovesse accadere da un momento all’altro. Invece no. Ripensamenti su ripensamenti dopo di che la beffa finale..

Se Dybala ha deciso di non rinnovare il contratto lo comprendo benissimo. Come fare a dare fiducia ad una dirigenza instabile che prende tutto sul personale e che ogni tre per due cambia idea e piuttosto di ragionare consegna i suoi talenti ai diretti concorrenti?
È evidente che questa amicizia tra il Presidente Agnelli e il sig. Zhang sta influendo sugli interessi della Juventus. L’Inter ha avuto in “regalo” Conte, Marotta e perché no anche Dybala e magari Deligt. Tutti in nerazzurro.

Ma la verità potrebbe essere un’altra, che sia la Juventus improvvisamente a non volerlo più?

Se Dybala vuole andarsene lo posso assolutamente capire. Paulo è attualmente il giocatore che produce il gioco migliore in Juventus, confezionando assist per tutti e rimediando agli errori (continui) degli altri.
In questi anni si è adattato a fare di tutto, ha giocato con Higuain, con Ronaldo, ha accettato tutte le richieste dei suoi allenatori, quindi deve dimostrare cosa?

Ora .. non sono convinta che Paulo voglia andare all’Inter ma piuttosto di restare a 28 anni a piedi va bene anche quello.
Considerato l’attaccamento del Campione alla Juventus, l’idea che approdi in terra nero azzurra, fa rabbrividire.

Questa vicenda al limite del paradossale finirà e chi vuole che il giocatore se ne vada subito, mi racconti come potremo fare con Rabiot, Ramsey, Kulusevski ai quali nom sembra gli venga richiesto di dimostrare di essere da Juventus.

La società non vuole più il giocatore, lo mandi via.
Non usi mezzucci per far passare il ragazzo dalla parte del torto, perché così non funziona. Non illuda di un rinnovo di cui non si è persa l’ intenzione.

Egoisticamente vorrei restasse ma per il suo bene gli consiglierei di cambiare aria. La Juventus non ha più niente da dare e ha un allenatore non in grado di far crescere giocatori, E il progetto della Società è inesistente volto a collocare la squadra a metà classifica.

Il caso Dybala getta ombra su una buona vittoria

Articolo di Alessandro Magno

 

Ho visto una buona Juventus contro l’Udinese. Una squadra che ha avuto quasi sempre in mano la partita e anche quando l’ha persa un poco di vista, tipo all’inizio del secondo tempo, non ha rischiato nulla. Ho visto una Juve non trascendentale ma concentrata, che poi per battere le ”piccole” basta appunto questo, dato che la qualità della rosa dovrebbe esser di per se maggiormente elevata. Altrimenti non si spiegherebbero i soldi dati ad alcuni giocatori. Nella Juventus hanno sicuramente brillato Dybala, McKennie e De Sciglio. Mi è piaciuta molto la coppia centrale con De Ligt sugli scudi e devo dire anche Arthur ha giocato un buon primo tempo. Non mi hanno invece convinto per niente Pellegrini, tanto osannato in sostituzione di Alex Sandro, che in realtà non ha combinato nulla, e Kulusevski che sembra sempre di più un anima in pena. L’Udinese è una buona squadra, molto fisica, che dopo aver cambiato il mister ha ottenuto anche discreti risultati migliorando la propria classifica. La Juventus questa volta però non ha davvero rischiato mai e ha condotto la partita fino a chiuderla sul 2-0. Forse si poteva tirare un poco di più in porta ma nè Morata nè Kean da questo punto di vista han dato una grossa mano seppure entrambi hanno giocato abbastanza bene per i compagni.

Poteva filare liscia la serata per una volta e invece ci ha pensato Dybala ad alimentare le polemiche con un atteggiamento scontroso verso la tribuna , in occasione del gol del vantaggio. Ovviamente in favore di telecamera la cosa non è sfuggita proprio a nessuno e tutti gliene han chiesto conto a fine gara. Dybala è da sottolineare, ha continuato a giocare bene, ma ovviamente nel finale non poteva sfuggire proprio ai microfoni dei giornalisti. Il ” non ho nulla da dimostrare” e il ” non so del rinnovo sono successe tante cose” unito al ”salutavo un amico che non trovavo” non lasciano dubbi sul fatto che questo rinnovo ad oggi sia tutt’altro che una formalità e che fra le parti sia calato il gelo. Non era un Dybala felice che rispondeva a distanza a un altrettanto Arrivabene infelice. Non so chi ha ragione sinceramente. A naso sembra che la Juve non sia più convinta del rinnovo che aveva proposto a Paulo in autunno e se non è convinta penso non lo sia principalmente per le condizioni fisiche del giocatore che ad oggi ha giocato a singhiozzo. Di contro Dybala forse si è stancato di questo continuo rinviare e soprattutto evidentemente non ha gradito il ritornare nuovamente su accordi che sembravano già chiusi. Vediamo come si evolverà. La situazione fra le parti non è per niente rosea e ad oggi non sembra esser imminente ne scontata una fumata bianca.

Plugin creado por AcIDc00L: key giveaway
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia