Sabato 6 febbraio 2021 Juventus-Roma ore 18 Allianz Stadium Torino

Scritto da Cinzia Fresia

Oggi è stato il Compleanno di Cristiano Ronaldo: il portoghese festeggia 36 anni e lo fa sui Social ringraziando la sua famiglia e i tifosi. Alla vigilia di uno degli incontri più attesi della stagione, il calciatore più forte al mondo vorrebbe una bella vittoria da poggiare come una ciliegina sulla torta, conoscendolo ..potrebbe riuscirci.

Martedì scorso durante il match del primo round di Coppa Italia, il portoghese sostituito è rimasto in panchina sostenendo i suoi compagni, Andrea Pirlo in conferenza stampa ha dichiarato che non esistono contratti con clausole in cui il giocatore non si possa sostituire  o  di farlo giocare sempre, la squadra lo apprezza anche quando non segna e per il gruppo in generale è di grande supporto. Questa è la posizione di Andrea Pirlo nei confronti di questo giocatore che difende smentendo tutto il “vociferare” in riferimento alla reputazione del portoghese, in permanenza alla Juventus.

Andrea Pirlo dichiara ai microfoni di essere pronto per questa sfida, secondo il suo parere, la Roma è una delle squadre che in questo momento gioca un calcio di alta qualità, e per questo i suoi dovranno evitare i contropiede dei giallorossi.

La Juventus è pronta per giocare una partita con una squadra forte e vedersela con un giocatore che era ad un passo ad arrivare alla Juventus  Edin Dzeko,  il tecnico non è preoccupato ritiene di avere un’ampia rosa a disposizione.

Vedremo come andrà a finire anche questo incontro e che tipo di formazione metterà in campo, soprattutto il centro campo già progredito ma  in fase di ottimizzazione.

 

 

 

Adesso vi do il resto

 

 

 

Articolo di Alessandro Magno

 

 

Allora vediamo se non mi dimentico nulla.

– E’ sempre un assoluto piacere vincere contro l’inter tuttavia non ci cambia la vita siamo noi importanti per loro e non viceversa.

– Il rigore è netto e Cuadrado non finge nulla, se Young è fesso e si attacca al braccio per diversi metri Cuadrado non è tenuto a stare in piedi. Lautaro con una mano sulla spalla di Demiral sviene in area e chiede rigore e per fortuna l’azione viene fermata da fuorigioco dello stesso argentino altrimenti chissà.

– I commenti sul rigore sono squallidi. 15 rigori del Milan e nessuno ha nulla da ridire, un rigore alla Juve e si cerca il pelo nell’uovo. Ieri hanno iniziato ad analizzarlo alle 23 e a mezzanotte e mezza era diventato rigore per l’Inter. Pessima la telecronaca ancora più pessimi nello studio.

– La Juve non ha brillato nel secondo tempo ma contro aveva l’Inter che comunque è una signora squadra e seppure Conte aveva due assenze pesanti, per gli altri 9/11 ha messo tutti i titolari, a differenza di Pirlo che ha fatto un leggero turnover. Fra l’altro a noi manca un certo Dybala dall’inizio dell’anno e non piangiamo. Dybala che, piaccia o no, è stato nominato miglior giocatore del campionato scorso.

– Qualcuno ha avuto da ridire su un giallo troppo leggero ad Arthur. Ci sono tre doppi gialli mancati a Vidal a Young e Barella mentre l’unico fallo che poteva esser passabile di rosso diretto lo fa Sanchez su Chiesa alla fine. Fra l’altro Conte che antipatico ma non è stupido chissà perchè Vidal e Young li toglie. Anche questo non attacca.

– La Juve ha vinto su regali dell’Inter? Il gol dell’Inter è una papera di Buffon mentre sulle altre due occasioni avute dall’Inter, quella salvata da Buffon su Darmian e da Demiral sulla linea, sono due regali di Bentancur che in disimpegno perde palla, quindi anche noi a regali non siamo andati male.

– Chiedere ad Altobelli se ci spiega chi e questo Iunk?

– Conte ha detto che l’Inter meritava molto, molto, molto, molto, molto di più. Ha più ”molto” che capelli veri in testa. L’inter per quanto fatto poteva meritare il pareggio ma la partita è stata appannaggio di una delle due squadre per tempo e in campo vince chi fa un gol in più, il resto sono chiacchiere che se le porta via il vento le biciclette credo sempre i livornesi.

– Bonucci era troppo esagitato? No Bonucci ha fatto solo bene perchè era meno esagitato di Oriali e Conte che sistematicamente mettono pressione all’arbitro ad ogni fischio, quindi Bonucci, che faceva altrettanto, bilanciava solo la questione.

– Pirlo l’ha preparate bene? Ni. Bene secondo me il tunrover in coppa Italia ma deve imparare che le sostituzioni si possono fare anche prima del 65mo perchè nel secondo tempo, fino ai cambi, la squadra ha sofferto davvero tanto e non ci voleva un genio per capire che bisognava far entrare Arthur per tenere di più la palla.

– Una delle cose più belle della partita è la legnata che De Ligt rifila a quell’impunito cronico di Barella e gli fa fare la capriola con annessa risatina con Ronaldo. Immagino il dialogo: Ronaldo – Ammazza che stecca che gli hai dato Matteo? De Ligt – Cosi adesso vedi che la smette di fare il fenomeno ‘sto nanerottolo?

– Il Karma 1 – Bastoni aveva fatto il lancio che pareva Beckembauer nella partita di campionato, Bastoni fa la figura del due. Il due di bastoni appunto.

– Il Karma 2 – Qualche fenomeno da baraccone si è affrettato a ”perculare” Buffon sul gol preso da noi e poi ”Andovai” Handanovic s’è perso per il campo. Che poi Buffon s’è riscattato su Darmian mentre Handanovic niente. Comunque mi dicono che poi Handanovic ha trovato la strada di casa per fortuna.

– Ronaldo segna e segna quando le partite si fanno difficili, e così è ”pagato” anche qualche juventino che parla troppo. Sono 22 gol in 23 presenze ed è stato pure positivo al covid. E’ andato in panchina (secondo me non doveva uscire) e si è fermato in tribuna ad incitare i compagni alla faccia dell’uomo cattivo. Ce lo abbiamo noi godiamocelo. Il secondo gol che ha fatto è una vera goduria.

– Sul calciomercato ”doppato” che han fatto in estate e ora non pagano gli stipendi stendiamo un velo pietoso, altri come il Parma han pagato salato, questi al solito non pagheranno nulla. La potenza di Suning ma con i soldi del Monopoli.

– La Juve adesso ha vinto il primo round ma resta ancora una qualificazione aperta diciamo che se prima era 50 e 50 ora sono 60 e 40 per la Juve e il fattore campo purtroppo con gli stadi chiusi non conta. Se dovesse arrivare la squalifica di Lukaku (meritata) per il casino fatto con Ibrahimovic sarei contento. Non tanto per Lukaku, che credo non faccia tutta questa differenza, quanto è veramente bello vedere Conte sofferente. Una goduria nella goduria.

Ovviamente si fa per scherzare. lo sfottò è il sale del tifo. Astenersi perdi tempo e privi di senso dell’umorismo. Che poi c’è una regola non scritta che andrebbe rispettata: Io vinco e parlo se busco sto zitto.

Da domani ci saremo già dimenticati di questa trasferta e penseremo già alla Roma. Almeno noi della Juve siamo fatti così.

– Vincitore morale certo Wulfgar che su Twitter twitta: Parziale consolazione per gli interisti, il gol su rigore di Ronaldo. Lo aspettavano da ’98.

Pirlo colpisce ancora ..contro ogni previsione la Juventus vince a Milano

Scritto da Cinzia Fresia

La  Juventus vince al Meazza e Andrea Pirlo si toglie un sassolino dalla scarpa, la sua Juventus con qualche errore ce la fa e tiene testa all’Inter di Conte, in fondo l’aveva detto che finalmente avevano capito delle cose.

La partita è stata faticosa ma convincente le due squadre volevano a tutti costi vincere, due tempi dal ritmo altissimo: primo gol di Lautaro che sorprende la difesa compreso Buffon che sicuramente è un evergreen  ma in alcune occasioni non riesce più a trattenere il pallone e non sempre c’è un difensore pronto a recuperare. Da quel momento abbiamo temuto il peggio, un gol così a   pochi minuti dal fischio di inizio poteva tagliare le gambe a chiunque, invece no. Forse per l’Inter era fatta, vinta già nello spogliatoio e  mai e poi mai si sarebbero aspettati comsiderata l’ultima in campionato che Ronaldo And Company effettuasse una reazione di carattere del tutto inaspettata

Il portoghese è stato protagonista di un’ efficace doppietta, un gol su rigore e il secondo straordinario  su azione nata  quasi per scommessa: Handanovic  lascia la porta vuota e Ronaldo tira il pallone che sbatte contro il palo della porta rimbalzando all’ indietro dentro la rete, un gol che ha fatto impallidire tutta la panchina interista.

Quando “te la credi ” troppo poi va a finire tutto male, sul 2-1 l’Inter in emergenza risultato,  ha cominciato a spingere e spesso la Juventus non riusciva a ripartire, si erano troppo abbassati così gridava Ronaldo .. tra i migliori in campo,  nonostante tutto  la Juventus è riuscita a dimostrare di saper difendere e verso la fine come abbiamo già visto contro il Napoli, i bianconeri hanno bloccato nella metà campo i nero-azzurri fermando tutte le ripartenze. Così facendo l’Inter ha sventolato bandiera bianca, pentendosi delle occasioni perdute.

Si è vinto complimenti ai ragazzi, però non è chiaro per quale motivo, Pirlo, non inserisca  la stessa formazione 2 volte  di seguito soprattutto se funziona, tenere in panchina Artur non è proprio consigliato, in virtù del fatto che Rabiot non ha nessuna dote da regista, altro particolare ma perché accanirsi su Kulusevsky come attaccante? Non è il suo ruolo e non si adatta, se la Società è convinta  sia uguale a Dybala,  non è così, se ne facciano una ragione. i due giocatori non hanno nulla in comune, peraltro   Dejan si perde e ha commesso diversi errori di cui una ripartenza dell’Inter che poteva costarci un gol, in ultimo non lega con Ronaldo.

Se Pirlo ha individuato in  Kulusewsky l’uomo  tuttofare della squadra, non è lui,  forse potrebbe essere Chiesa, il quale pare trovarsi bene in ogni dove basta giocare, ma il macedone proprio no.

Il primo round è andato, dovevamo dare una lezione a Conte .. fatto! Adesso dobbiamo fare i conti con il cimitero  di cartellini gialli:  6 ammonizioni sono tante, alcune si potevano evitare altre concesse un po’ troppo alla leggera. A parte il rigore giustamente riconosciuto a Cuadrado l’arbitro si è sbilanciato troppo verso i padroni di casa, e questo penalizzerà i bianconeri alla partita di ritorno.

Per concludere un’altro quesito a Pirlo: perché ha sostituito Ronaldo che stava giocando bene? Non lo ha capito nemmeno Ronaldo. Sono contenta comunque di averlo visto in panchina ad incitare i suoi!


 

Pagelle Inter Juventus

 

Pagelle di Alessandro Magno

Buffon 6 La media fra il 5 del gol subito dove secondo me ha grosse responsabilità e il 7 della paratona che effettua su Darmian a botta sicura.

Cuadrado 6,5 E’ una garanzia anche in una sera in cui è più confusionario del solito e in cui l’arbitro proprio non lo tutela. Per fortuna al Var vedono in rigore su di lui.

Demiral 6 Come Buffon la media per il 5 che meriterebbe per essersi preso un giallo senza senso quasi in area avversaria e il 7 per il gol salvato sulla linea di porta.

De Ligt 6 Questa sera ha alternato buone cose a più di qualche cavolata. Non so se sul gol dell’Inter sia più bravo Lautaro e meno bravo il nostro ad arrivare prima. Forse è un poco arrugginito dallo stare fermo.

Alex Sandro 5,5 Personalmente non mi è piaciuto. Molto indeciso. All’inizio concede molto dal suo lato e si fa sorprendere un paio di volte. Lascia sguarnita la sua fascia in occasione del gol loro e poi prende un giallo perchè si era fatto scappare nuovamente l’uomo. Rivedibile.

McKennie 6,5 Ha fatto altre prestazioni migliori tuttavia corre corre corre e serve veramente tanto perchè l’Inter soprattutto nel secondo tempo prende campo e McKennie serve molto nell’aiutare la difesa.

Bentancur 6 Un primo tempo veramente notevole con begli strappi e bei recuperi anche da migliore in campo. Prima di uscire perde due palloni in malo modo davanti alla nostra area che ne abbassano il voto perchè sono errori troppo gravi.

Rabiot 6 Ha alternato buone cose a momenti di amnesia. Nel primo tempo è stato più vivace anche se nel finale fa un grande recupero su Barella. L’impressione è che potrebbe fare e dare di più come sempre.

Bernardeschi 6 Una buona partita sul paino dinamico e della quantità. Corre su molti palloni ed è a disposizione dei compagni in entrambe le fasi. Peccato i cross che mette non sono veramente buoni. Sfortunato su un tiro che Handanovic para a fatica.

Kulusevski 5 Un mistero che abbia giocato 90 minuti. Un primo tempo ordinato e niente di più un secondo tempo da farci giocare uno in meno.

Ronaldo 7 Qualcuno si lamentava che non segnava più ed eccoti servita una doppietta. Quest’anno ad oggi sono 23 presenze 22. Il secondo gol e da antologia della punta. Convinzione nel poter arrivare prima e nel pensare che gli altri possano sbagliare tempismo tecnica nell’anticipo e nel tiro di prima. Se avesse controllato la palla difficilmente avrebbe segnato. Così ha rischiato di tirare fuori ma era un rischio calcolato.

 

Danilo 6 Da una bella mano alla squadra io non avrei sostituito Berna ma Alex Sandro.

Arthur sv

Morata sv

Chiesa sv

Chiellini sv

 

Juventus 6,5 Una Juve ottima nel primo tempo che merita assolutamente il vantaggio e che è stata padrona del campo. Il secondo tempo maluccio fino ai cambi che purtroppo ancora una volta sono stati ritardati dal mister. Tuttavia bene l’esser riusciti a soffrire e vincere in una partita che per quello che si è visto poteva essere anche da pareggio.

Pirlo 6 Bene il turnover in coppa Italia mi trova d’accordo male la gestione dei cambi al solito ritardatissimi. Con questa flemma qualche volta cambierà gli uomini quando abbiamo subito il gol. Arthur era da fare entrare prima perchè alla squadra serviva un giocatore che sapesse tenere la palla. Onestamente non ho capito neppure il cambio Ronaldo quando c’era un Kulusevski in campo che era un fantasma. Sufficienza perchè abbiamo vinto.

Arbitro 5 Una gestione dei falli e dei cartellini per lo meno curiosa. Io vedo che si sarebbero potuti esser dei doppi gialli a Vidal, Barella e Young ovviamente nessuno lo ha avuto. Anche nel finale c’è un rosso diretto a Sanchez che diventa giallo. Non ha fatto danni ma la partita non è degenerata in rissa perchè ci siamo presi i calci e ce li siamo tenuti.

Martedì 1 febbraio 2021 Inter-Juventus- Semifinale Coppa Italia ore 20.45 Stadio Meazza San Siro

Scritto da Cinzia Fresia

Una Juventus al galoppo reduce da 8 vittorie su 9 partite,  si appropinqua verso la semifinale di Coppa Italia contro chi l’ha castigata malamente in Campionato, l’Inter.

Andrea Pirlo è consapevole che la partita è difficile anche senza  il giocatore trainante dei nero azzurri, Lukaku. Tuttavia ad Antonio Conte le sfide piacciono e darà filo da torcere alla sua ex squadra.

La Juventus perciò potrà approfittarsene  evitando di complicarsi la vita in vista del ritorno se non riuscisse a vincerla.

Lo schiaffo ricevuto in Campionato fa ancora male, la figura è stata pessima per i bianconeri e per il tecnico sarà una possibilità di riscatto.

Giocherà Buffon, assente  Ramsey a causa di un problema durante l’allenamento, ed è in dubbio per la partita contro la Roma.

Nel frattempo Sami Khedira lascia definitivamente la Juventus per l’Herta di Berlino, i rapporti con il turco-tedesco sebbene raffreddati a causa di prese di posizione del calciatore, si concludono con cordialità ed un grosso “in bocca al lupo” per la nuova avventura.

 

 

 

Juve Night Show s01 e18

 

ore 22 Questa sera con Ben Antonio Corsa Arco Lubrano Leomina Frank e Paco Marino

Ancora una buona Juve

 

Articolo di Alessandro Magno

Perfetto anche la Samp come da pronostico è andata con una vittoria. La Juventus dopo il brutto tonfo in campionato con l’Inter ha cambiato registro e ha iniziato un bel filotto di vittorie. Ora sono passate abbastanza in scioltezza Bologna e Samp. Con i doriani più che loro il pericolo è stato il campo e la pioggia. Campo non in perfette condizioni e pioggia che ha fatto il resto. La vittoria è stata netta e meritata forse anche meno netta nel risultato rispetto a ciò che si è visto in campo. Pur senza bombardare Audero di tiri la Juventus è stata padrona del campo. Soprattutto nel primo tempo. Qualche apprensione si è avuta giusto nel finale quando essendo ancora solo 1-0 si è fatta avanti la Sampdoria e sono riapparsi i fantasmi di Lazio Juve. C’è da dire che questa Juve spreca abbastanza rispetto a quanto produce.

Pirlo ha trovato forse la quadratura del cerchio con Arthur finalmente titolare con McKennie e Bentancur ad aiutare in mezzo soprattutto nella fase difensiva e con una difesa posizionata in modo consueto e non altissima tanto per. E’ rimasta la questione della ri-aggressione veloce ma questo lo si puo’ fare con giocatori appunto aggressivi e ora a centrocampo ci sono non certo con Ronaldo che magari te lo fa 5 minuti e poi nulla. Si è giocato anche a volte di rimessa e si sono sprecate alcune ghiotte ripartenze eccetto l’ultima finalizzata da Ramsey. E’ una cosa che sto dicendo da parecchio. Fra Morata, Chiesa, Ronaldo, Cuadrado Kulusevski, lo stesso Dybala quando ci sarà, abbiamo molti giocatori bravissimi in campo aperto e nelle ripartenze. Andare tutti a occupare l’area avversaria intasando gli spazi non la trovo una cosa così intelligente.

Ora però viene il bello a iniziare da martedì quando ci sarà da incontrare l’Inter per la prima di coppa Italia. Di seguito in pochi giorni Juve Roma, Inter il ritorno poi Napoli in trasferta e poi il Porto per l’andata di Champions il 17 Febbraio. Nei prossimi 17 giorni la Juve affronterà tutte partite decisive. Sarà importante vincerne il più possibile per capire quanto e se è maturata definitivamente questa Juve di Pirlo.

Anche sotto il diluvio la Juventus tira fuori le unghie e ce la fa .

Scritto da Cinzia Fresia

La Juventus vince anche a Genova sotto la  pioggia torrenziale di Genova che non conoscerà mai sosta. La Sampdoria sembra una succursale della Juventus, tanti ex a partire da  Ranieri e giocatori come Ekdal, Audero e Quagliarella, che ha rifiutato una proposta di ritorno e  con questo non è stata proprio una sfida tra amici.

La Juventus cresce, lentamente,  ma sta crescendo  e tra i due litiganti ( Inter e Milan) potrebbe esserci lei,  ma non corriamo troppo:  il campionato è ancora lungo e il distacco in punti anche.

Il centro campo comincia a funzionare e l’anziano leone Giorgio Chiellini fa vedere chi è, determinante l’intervento sull’ex Quagliarella, quel tiro era gol.

Continua lo stato di grazia dei Federico Chiesa che  sblocca la partita, il ragazzo si sta rivelando un ottimo investimento  oltre a darsi da fare .. vede la porta come pochi, e la disponibilità nei confronti della squadra  è totale. L’unico problema non risolto  è  l’attacco che deve essere più preciso, troppe  occasioni sprecate. Il  gruppo dialoga e crea gioco, e la difesa ha ritrovato in Chiellini un punto di riferimento, tuttavia la Juventus subisce ancora qualche sparuto black out  e degli istanti di poca lucidità.  Essere in vantaggio di un solo gol non assicura la vittoria, tutto può succedere in un minuto, anche l’ultimo.  Il raddoppio è arrivato quando ormai non ce lo aspettavamo più. Pirlo per difendere l’ 1 a 0 toglie un attaccante per inserire un difensore Alex Sandro,  una scelta giusta ma  poi succede l’inaspettato:  Ronaldo lancia un assist preciso sul piede di Cuadrado, il quale soprende Audero passando la palla a Ramsey che si trovava smarcato.

A  proposito di Ronaldo, il portoghese è digiuno di gol da diverse partite e eccetto  qualche giocata, sembra  in difficoltà. Per fermarlo e sufficiente  marcarlo  in quattro e il gioco è fatto: non riesce a passare la palla nemmeno al vicino in merito a questo Pirlo minimizza sostenendo che cio’ che è importante è che giochi e aiuti la squadra, ci si chiede però quanto Ronaldo si trovi bene e si senta soddisfatto in queste condizioni.  La Juventus si colloca  in terza posizione con una partita in meno e davanti un febbraio da “paura” e martedì c’è l’Inter.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagelle Juventus Sampdoria

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 6 Al limite del senza voto. Un uscita di pugno nel primo tempo una parata in verità piuttosto semplice su un tiro di Quagliarella da posizione defilatissima. Su un altro tiro lo salva Chiellini. Ha solo preso tanta acqua.

Cuadrado 7 Sicuramente uno dei migliori. Spinge e difende con la stessa applicazione ma il contropiede al 90mo con annesso assist a Ramsey come contro il Napoli per Morata è davvero tanta roba.
Bonucci 6,5 In una serata dove impostano e bene Arthur e Bentancur e a far la parte del leone in difesa ci pensa Chiellini a lui non resta che la normale amministrazione.

Chiellini 7 Arcigno come ai bei tempi a Quagliarella non concede quasi nulla e su un tiro che riesce si immola in tuffo quasi a salvare il gol. Da quando è rientrato è sempre uno dei migliori e non si capiscono le critiche gratuite a questo giocatore. E’ anziano e fragile ok ma quando è in forma è ancora uno dei migliori.

Danilo 6 E’ un poco la nota dolente della difesa, d’altronde lui a sinistra non si trova benissimo. Al solito ci mette un poco a carburare e commette qualche errore, poi come un diesel la sua prestazione migliora alla distanza. E’ abbastanza intelligente da capire che è meglio non strafare.

Mckennie 6,5 Cerca di sfiancare la difesa avversaria con continui inserimenti e soprattutto nella prima ora è un motore nel recupero dei palloni. Da un suo recupero nasce il primo gol. Fatica alla distanza ma è anche vero che non si risparmia assolutamente.

Bentancur 6,5 Gioca come McKennie un ora alla grande poi nel finale va un attimo in apnea e perde alcuni palloni anche banali. Credo che Pirlo adesso lo alterni ad Arthur nella costruzione del gioco ed entrambi vanno decisamente meglio.

Arthur 6,5 Giocatore che si sta piano piano prendendo la squadra sulle spalle. Pirlo gli da anche compiti di rifinitura dove ancora non incide come potrebbe tuttavia è sempre più nel vivo del gioco. Primo tempo notevole poi anche lui mi pare non abbia a ancora i 90 minuti.

Chiesa 7 Sicuramente con Cuadrado e Chiellini fra i migliori in campo. Ogni volta che prende palla punta l’uomo e d sempre l’impressione di poter fare qualcosa di importante. Secondo me si pesta un poco i piedi con Ronaldo a sinistra io proverei a invertire lui e McKennie qualche volta. Bellissimo il gol ma ancor più bello il correre dalla panchina ad abbracciare Ramsey per il raddoppio.

Morata 6 Prova di grande sacrificio. Un assist al bacio per Chiesa. Tanto pressing e tanto lavoro sporco. Non va mai al tiro ma apre spazi importanti per altri. Sacrificandosi spesso non è lucidissimo.

Ronaldo 6 Una prova opaca dal punto di vista realizzativo dove ha almeno tre occasioni per far gol e le spreca più o meno tutte lui. Molto bene invece dal punto di vista della rifinitura. Oltre a rilanciare l’azione per entrambi i gol con passaggi fatti con il contagiri è autore almeno di altri tre assist molto belle che meriterebbero maggior fortuna.

Rabiot SV Entra molto bene in campo in un momento dove serviva qualcuno che avesse corsa. Bene.
Alex Sandro SV Entra malissimo concedendo subito due tre chance agli avversari dal lato suo poi per fortuna si cala nella parte.

Ramsey SV In tempo per farsi trovare pronto al posto giusto al momento giusto

Bernardeschi SV Prende un ammonizione inventata

Juventus 7 A me la Juve è piaciuta moltissimo soprattutto nel primo tempo dove è mancata sola la finalizzazione. Nel secondo tempo dopo un altra buona mezz’ora siamo andati un poco in affanno ma questa volta i cambi fatti da Pirlo sono stati azzeccati e i nuovi hanno rimesso le cose apposto.

Pirlo 7 La formazione attualmente mi sembra la migliore ma ho visto segnali positivi da tutti anche dai subentrati. Molto bene aver abbandonato la difesa altissima mentre restano alcune altre cose come la ri-aggressione immediata degli avversari. Bisogna esser solo un poco più concreti ma la Juventus oggi sembra più quadrata e coesa rispetto a un mese fa.

Arbitro 5 Ha avuto i complimenti da Ranieri ma io tante cose non le ho capire. Moltissimi falli non fischiati. Ekdal che poteva esser espulso in almeno due occasioni e niente. Bernardeschi viene ammonito e gli viene fischiato fallo contro quando fa lo stesso intervento che fa Yoshida su Ronaldo solo che è fuori area. Anche Bentancur ammonito in modo del tutto gratuito. Non mi ha convinto e non mi è piaciuto.

Sabato 30 gennaio 2021 Sampdoria-Juventus ore 18 Marassi stadio

Scritto da Cinzia Fresia

la Juventus  è nuovamente in pista a preparasi per la trasferta a Genova contro la Sampdoria di Ranieri, la squadra genovese rappresenta sempre un’incombenza fastidiosa per i bianconeri, Andrea Pirlo non sottovaluta la squadra peraltro allenata da un tecnico ex Juventus, un gruppo che si giocherà il tutto per tutto. Ma la Juventus è in forma con la difesa totalmente recuperata, e intende vincere la partita per recuperare punti in classifica: 2 parole sulla fuitina  di Ronaldo : la fuga in quel di Courmayeur ha fatto arrabbiare tutta l’Italia, il portoghese infatti sarebbe sotto indagine e molto probabilmente sarà sanzionato per aver violato le norme anti COVID che regolano gli spostamenti. Allora: va ammesso che da parte del giocatore non è  stata una furbata e l’aver postato del materiale su Instagram anche peggio. Sebbene la Juventus non abbia commentato l’episodio, se si è sotto contratto le norme andrebbero rispettate. Comprendo che faccia parte di quella categoria di cittadini che non ne può più di restare chiuso in casa, ma la situazione è seria ed aver commesso l’errore lo mette in pessima luce.

il portoghese sembra distante da quest realtà e segna sempre meno, che stia meditando una partenza, ma fino a che resta  dovrebbe effettuare gli interessi dell società ,comunque staremo a vedere come andranno le cose per Cr7 in attesa che si veda sul campo.

 

Plugin creado por AcIDc00L: noticias juegos
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia