Pagelle Atalanta Juventus 0-0

 

Pagelle di Alessandro Magno

 

Szzcezesny 6 70 minuti di dormire visto che l’Atalanta non tira mai poi una grandissima parata da 7 in pagella salvarisultato con palla deviata provvidenzialmente sulla traversa subito dopo una palla non trattenuta su un tiro che arrivava da casa mia a momenti concede il tap in, così fra alti e bassi.

Gatti 5,5 Una partita abbastanza sufficiente giocata in modo diligente poi erroraccio sul finale quando si fa saltare come un pollo su una palla che ormai sembrava in suo possesso.

Bremer 6 Il meglio della difesa nonostante due piedi non proprio educati ma alla fine evita che gli avversari ci facciano male e si permette pure un lancio di 50 metri da cui nasce un azione pericolosa per noi.

Danilo 5,5 Molte volte si perde l’avversario e spesso e non del tutto convincente se la cava con mestiere e con le cattive contro una squadra che spesso usa le cattive.

Mc Kennie 6 Una delle poche garanzie di questo inizio di stagione la sua corsa il suo impegno la sua propensione ad aiutare la squadra non sono in discussione, poi a volte fa pure gol con i suoi inserimenti anche stasera ci prova una volta ma non è la sua volta.

Fagioli 6 Uno dei pochissimi con i piedi buoni in questa squadra impegna Musso con un bel tiro a giro e cerca di giocare la palla con la testa alta. Io lo scambierei di ruolo con Locatelli.

Locatelli 6 In questa sera è sicuramente utile a volte va a fare il centrale difensivo e così facendo chiude tutti gli spazi ai nerazzurri almeno dalla parte frontale. Salva un mezzo gol sulla linea e gioca con ordine mancano sempre le illuminazioni.

Rabiot 5,5 Bruttino questo inizio di stagione per lui che non sembra ancora quel giocatore trascinante dell’anno scorso. Per molto tempo non si vede poi si sveglia un poco nel finale ma troppo poco.

Cambiaso 5,5 Dopo Udinese Juventus sembrava già il nuovo pallone d’oro e invece avevamo ragione noi che predicavamo prudenza. Buon giocatore con buone giocate e impegno ma spesso come ieri si perde un po’ e non risulta così utile ne davanti ne dietro.

Kean 5,5 Più che altro fa a sportellate ma combina poco li davanti. Per assurdo è invece assai utile dietro su azioni da palla inattiva quando davvero si rende utile in difesa.

Chiesa 6 Anche lui una partita piatta senza particolare infamia ne lode tuttavia al solito si mette in mostra per esser il giocatore più pericoloso della nostra squadra che a volte in questa pochezza è già qualcosa.

Kostic 6 Più utile di Cambiaso

Miretti 6 Aggiunge fisicità dove Fagioli ormai l’aveva finita.

Weah 5,5 Non riesce a fare pienamente quello che vorrebbe fare

Yildiz sv

Rugani sv

Juventus 6 una Juventus rimaneggiata e piuttosto piatta strappa un buon punto a Bergamo contro un Atalanta che onestamente non pareva imbattibile. Per paura di perdere forse non si è andati con convinzione a cercarla di vincere in fondo sarebbe bastato un gol.

Allegri 6 La squadra è ordinata dopo Sassuolo e concede poco all’Atalanta dopo non aver concesso niente al Lecce e da questo punto di vista c’è sicuramente una crescita. Restano le poche occasioni offensive che erano una costante anche dell’anno scorso. Ora la coppia Chiesa Kean non saranno Trezeguet Del Piero ma 4-5 tiri in porta penso fossero auspicabili.

Arbitro 5 Al solito quando veniamo a Bergamo veniamo presi a calci come se non ci fosse un domani e prendiamo botte e ammonizioni. Anche questa volta stesso copione che non si smentisce.

Domenica 1 ottobre 2023 Atalanta – Juventus ore 18 Gewiss Stadium Bergamo

Scritto da Cinzia Fresia

Parlare solo di Allegri.

Massimiliano Allegri è senz’altro il tecnico più chiacchierato della serie A, si parla di lui sempre, e pare più importante della Juventus stessa. una situazione nuova per noi  abituati diversamente. Comunque è una noia il dover sentire parlare solo del tecnico  anziché di calcio. Bisogna ammettere che in conferenza stampa le risposte in merito alle scelte tecniche sono sempre le stesse.

Atalanta: un’altra trasferta in territorio ultra-nemico, dove i nostri faticheranno non poco e dovranno darsi  da fare soprattutto correndo.
L’Atalanta un po’ come il Sassuolo fa parte di quel gruppo di squadre   dai ritmi alti che mordono ai fianchi per dare fastidio al gruppo di vertice.

Senza Milik e Vlahovic a  casa per problemi muscolari. la squadra  dovrà ripiegare sulla coppia d’attacco Kean- Chiesa. La novità è la convocazione del giovanissimo attaccante Tommaso Mancini, astro nascente della Next Gen, le cui caratteristiche e l’operato in  Primavera ha attirato l’attenzione di Max Allegri.

Cristiano Giuntoli:

Non mi aspettavo che il neo Ds arrivasse a fare il vendicatore e il tagliatore di teste. La missione è stata chiara da subito: ridurre gli ingaggi, abbassare l’età media della rosa, riparare ai conti ancora in rosso della Società, effettuare scouting alla scoperta di nuovi talenti e sperare di arrivare al quarto posto.
i colpi di scena non sono previsti.

Al posto suo, per prudenza, avrei evitato la sviolinata in diretta all’allenatore, decisamente fuori luogo che ha suonato più come una provocazione verso chi non  condivide la guida tecnica.
Se questa è la strategia di riavvicinamento ai tifosi, siamo fuori strada. Per come si comporta la squadra, non è ancora il caso di darsi  delle arie. La parola d’ordine consigliata sarebbe tacere e lavorare.

 

 

 

 

Una settimana abbastanza tranquilla

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Settimana relativamente tranquilla questa dopo la vittoria seppure di misura 1-0 sul Lecce che purtroppo si conclude con due non belle notizie, proprio contro l’Atalanta mancheranno i nostri centravanti più prolifici Vlahovic e Milik entrambi alle prese con degli acciacchi fisici. Toccherà al non sempre buon Kean tutto il peso dell’attacco in una di quelle partite ad alto rischio, soprattutto fisico. Atalanta Torino Milan inizia un bel tritico di partite che dovrà dirci se la Juventus è più matura oppure se è veramente scarsa, o se, come negli ultimi due anni, viaggia sulle montagne russe, con grandi cadute e altrettanti risollevarsi. A margine di questo c’è stata una bellissima intervista di Giuntoli a Tuttosport che ha chiarito varie cose. Ovviamente non ha detto quello che il Jtwitter malato e i capiscer de no artri volevano sentirsi dire ma questo mi pare assai ovvio. E’ naturale che un DS serio di questi elementi se ne infischi bellamente.

Mi è piaciuta però la parte relativamente alla sua juventinità, che era un fatto risaputo, ma che ci ha tenuto a rimarcare con degli aneddoti goduriosi, come mi è paCIuto avere conferme su questioni di cui ho detto e azzeccato questa estate come lo scambio Lukaku Vlahovic, che era uno scambio Vlahovic 40 milioni più che altro e dato che i 40 milioni il Chelsea non li ha messi lo scambio non si è fatto. Erano i soldi che interessavano alla Juve e poi certo il fatto di avere anche il sostituto di Vlahovic faceva comodo, ma Lukaku non era una prima scelta e non era una scelta proprio, visto che si è deciso di non prenderlo neppure in prestito, scelta che poi ha fatto la Roma. Idem ho avuto ragione su Berardi che non è arrivato perchè non sono arrivate proposte considerate indecenti per Chiesa. Giuntoli non ha negato che davanti a proposte indecenti qualcuno poteva esser sacrificato tuttavia nessuno era stato messo sul mercato a cuor leggero.

Ottima anche la smentita sul DS nemico giurato dell’allenatore addirittura per qualcuno preso per farlo fuori. Ormai abbiamo un JTwitter e vari capiscer che inventano notizie a manetta, come era inventata la notizia dello spogliatoio in subbuglio con Chiesa e Dusan andati in sede a chiedere l’esonero del mister, altra stupidaggine colossale che ho smentito più volte in varie trasmissioni, e non perchè sapessi o meno della cosa, ma perchè era semplicemente un qualcosa che non si sarebbe potuta realizzare per una serie infinita di motivi, in primis la mancanza di quello status che ti permette una cosa del genere da parte di due giovani giocatori che ancora hanno tutto da dimostrare.

Purtroppo viviamo in un momento storico in cui ognuno inventa una cazzata e tutti i caproni gli vanno appresso. Ultimo Chiesa che avrebbe preso per il colletto Allegri litigandoci durante una partita. Stupidaggine che qualcuno ha inventato prendendo un fermo immagine da un esultanza dopo un gol e trasformandola in qualcosa che non era, visto che era semplicemente un esultanza bella carica di Chiesa insieme al mister e non contro il mister. Il periodo già di per se della Juve non è che sia divertentissimo per usare un eufemismo ma tutta sta lagna intorno è anche peggio. Per fortuna ci sono persone serie come Giuntoli che sanno dove si trovano e lavorano testa bassa e pedalare e non vendono fumo negli occhi.

Juventus Lecce 1-0 pagelle

Juventus Lecce 1-0 pagelle

pagelle di Alessandro Magno

Szczesny Sv Il Lecce non riesce a effettuare nemmeno un tiro in porta e quindi dopo la serata da incubo vive una serata da assoluto spettatore.

Danilo 6 Qualche piccola imprecisione in fase di impostazione ma anche grande sicurezza in fase di interdizione. Vince quei pochi duelli dove gli avversari provano a saltarlo.

Bremer 6,5 Ha l’avversario più vivace questo Krstovic che in verità qualche grattacampo glielo dà ma alla fine riesce a ricondurlo a più miti consigli.

Rugani 6 Rispolverato dopo lungo tempo si limita all’essenziale e probabilmente fa bene. Non c’è bisogno di strafare occorre solo grande attenzione a non concedere regali agli avversari.

Mc Kennie 6 Al solito parte vivace e si lascia servire molto ma questa sera non riesce a esser particolarmente incisivo anche se si rivela un giocatore piuttosto utile per generosità e applicazione.

Fagioli 6 È una partita difficile da decifrare. Perde discreti palloni e anche contrasti tuttavia è l’unico in un centrocampo un poco piatto che prova a dare una sferzata alla serata con qualche iniziativa diversa dal consueto.

Locatelli 5,5 Qualche sventagliata di qua e di la io capisco che è importante vincere e non rischiare ma io questo tipo di regia cosi minimalista non la riesco proprio ad apprezzare.

Rabiot 6 La sua prova è nuovamente insufficiente per tutto il primo tempo così come lo era stata con il Sassuolo, poi l’assist (pregevole) per

Milik lo galvanizza e nel secondo tempo sembra spendersi di più e con più frequenza per i compagni.

Cambiaso 5,5 Volenteroso ma questa sera più che altro è andato a sbattere contro gli avversari. Attento in copertura meno efficace in impostazione.

Milik 6,5 Una partita spesa a fare sponde e a metter la palla giù nel tentativo di far salire la squadra. Un po’ in ombra ma alla fine trova il guizzo giusto ed è un guizzo da tre punti.

Chiesa 6,5 Resta il migliore dei nostri anche nel finale quando va a chiudere con estremo sacrificio su chiunque. Certo se contiamo le occasioni sprecate meriterebbe qualche punto in meno tuttavia io immagino questa Juve senza Chiesa e non è un bell’immaginare.

 

Gatti 6 Come Rugano si limita a non fare caz…. e fa bene.

Kostic 6 Entra in un momento dove la partita richiede più che altro applicazione dietro e lo fa con costrutto.

Miretti Sv

Weah Sv

Vlahovic Sv

Juventus 6,5 Servivano come il pane questi 3 punti per la classifica e per mettersi alle spalle la bruttissima prova con il Sassuolo. Ora la classifica è più bella e si può lavorare con maggiore serenità. Queste sono le partite dove c’è tutto da perdere che tanto se vinci hai battuto solo il Lecce e se non vinci è bel casino. In questo momento per assurdo il Lecce era pure la sorpresa del campionato imbattuta e ci stava persino davanti quindi direi che vincere è stato assolutamente utile.

Allegri 6,5 Sicuramente questa Juve non può bastare e deve crescere perché fa molta fatica ma intanto questa è vinta e si ritorna a vedere una classifica più sorridente. Ha lavorato molto sulla testa i ragazzi hanno cercato soprattutto di essere ordinati e di non fare regali all’avversario. E in questo ci sono riusciti.

Arbitro 6,5 Non vedevo da tempo un arbitro che ammoniva per simulazione. Poi con la Juve non lo vedevo dalla preistoria.

Un malessere cronico

Scritto da Cinzia Fresia

Comincio da questa eloquente espressione di Federico Chiesa  incredulo  a ciò che sta succedendo. Il malessere della Juventus continua.

Che il Sassuolo sia una brutta bestia non solo per la Juventus è risaputo. Che non perde occasione di umiliare la vetta della classifica è cosa nota, la Juventus però ha esagerato.
I tifosi sono basiti e stufi di ascoltare dichiarazioni di circostanza pre-confezionate, pur di tacere la verità. Sempre che ce ne sia solo una.

Nemmeno il direttore sportivo più ambito della serie A non riesce a trovare la cura. Abbiamo cambiato tutto, mandato via chi sembrava fosse la causa di tutte le negatività, niente da fare. La Juventus gioca bene qualche partita e dopo sprofonda nella mediocrità.
Al Mapei non si comprende cosa sia successo. Poiché se Szczesny ha problemi di vista, come si vocifera, metta gli occhiali o  le lenti a contatto, ma se la difesa e centro campo ha  problemi non abbiamo soluzioni se non un cambio di allenatore.

Dal dopo Sarri, l’ultimo scudetto vinto, la Juventus è stata un’inesorabile debacle torturata da questioni extra campo.
Ci sono stati provvedimenti seri e drastici serviti a niente. Giuntoli pareva il pezzo mancante, colui che avrebbe rigenerato l’area tecnica, nulla da fare.
La Juventus continua a soffrire di malesseri cronici e Massimiliano Allegri è arrivato al capolinea.
La Rosa vale poco? Probabilmente si. I mancati investimenti giustificano la tiritera del quarto posto. Ma tra essere tra le prime quattro a “dilettanti allo sbaraglio” ce ne passa.

Cosa ha fatto perdere la testa ai bianconeri non si sa. La Juve non avrebbe vinto, ma poteva pareggiare. Come possibile consentire dopo qualche secondo due rimonte? E nel momento in cui rosicchi gli ultimi minuti per recuperare il risultato fai un autogol? Ma stiamo scherzando?
Qualcuno ha valutato il monte ingaggi globale compreso lo stipendio di Max Allegri di circa 145.000 euro annuì .. tra i più alti della serie A.

Come sempre tutto tace, se non le solite frasi trite e ritrite sinceramente insopportabili. Colpa dei giocatori che non capiscono una mazza?Che non si allenano?  Che non sono degni  della maglia?
Tutte domande senza una risposta, e mentre questo si sollazzano di milioni noi paghiamo per vedere Gatti che fa autogol mandando in visibilio la tifoseria del Sassuolo.

Alla Juventus va bene così? E a noi tifosi?

 

Juventus Lecce Presentazione

 

A proposito della prossima partita, il turno infrasettimanale di stasera, tanti auguri .. Se un Sassuolo qualunque solo un po’ più “fisicato e palestrato” ci ha messo in crisi, aspettiamoci pure che succeda anche stasera e da qualunque altra squadra che fa la partita della vita quando incontra la Juventus.
Quali previsioni? Nessuna.
Ormai sappiamo che tutte le partite sono difficili, che la palla è rotonda, e che gli avversari sono fortissimi e che ci vuole il giusto approccio, che non bisogna perdere la concentrazione.
E’ davvero un peccato che ad inizio stagione si pensi già’ a dire “vada come vada” ma qualora i fatti non smentiscono è legittimo pensarla così.
Stasera sarà durissima psicologicamente  e. non si tollereranno errori.

 

 

 

Pagelle Sassuolo Juventus 4-2

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

 

Szczesny 3 Per gli errori che fa sarebbe anche da 2 ma effettua anche due belle parate fra l’altro anche difficili una in tuffo su un colpo di testa e quella nel finale che devia la palla sulla traversa. Il primo gol è una roba imbarazzante di una goffaggine più unica che rara. Il secondo errore grave è quando respinge in mezzo una palla che dovrebbe bloccare o respingere di lato (lo insegnano alle elementari dei portieri). Il terzo secondo me è che ha un 30 % di colpa anche sull’autogol di Gatti. Gli dà una palla che ha l’uomo addosso e gioca una palla in mezzo quando lui è fuori dalla porta. Una serata da dimenticare.

Gatti 3 Una serata storta dove sbaglia tantissimi passaggi e sarebbe già da 4 ci mette la ciliegina sulla torta con un autorete epocale che mette una pietra tombale sulle residue speranza di agguantare almeno un pari. Qualcuno si dovrebbe ora dare una risposta sul perché giochi Alex Sandro.

Danilo 5,5 Qualche sbavatura ma da vero Capitano cerca di tirare su la squadra sia sul campo che con la testa. Da tutto e di più del tutto ma non è in una grana serata nemmeno lui. Berardi gli va via una sola volta ma è quella decisiva.

Bremer 5,5 Nessun errore grave ma sembra sempre un poco troppo timido e anche nel palleggio a volte è sempre sul punto di commettere qualche leggerezza. Insomma non da grande sicurezza. Sul gol di Berardi non corre a chiudere in mezzo restando in una posizione ibrida dietro Locatelli che non ho ben capito.

McKennie 6 È uno dei più vivaci e spesso si fa dare la palla e cerca il fondo per i cross. Su un suo bell’inserimento provoca l’autogol del momentaneo pareggio.

Miretti 5 Stranamente bellino da vedere questa sera con belle piroette e passi e doppi passi. Costrutto poco molto poco.

Locatelli 5 Torna a esser il solito Locatelli lento e prevedibile. Qualche buona apertura ogni tanto ma troppo poco. Troppo poco come difensore troppo poco come centrocampista.

Rabiot 5 Completa la serata nera del centrocampo juventino. Una delle più brutte prove da forse un anno a questa parte. Curiosamente poco preciso e poco reattivo a recuperare palloni. Anche lui iscritto alla saga dei passaggi sbagliati.

Kostic 5 Fumoso. Cerca di accendersi come al solito trotterellando ma non ne azzecca molte. A volte crossa male altre non crossa e torna indietro. Insomma aldilà dell’impegno quasi nulla.

Chiesa 6 La sua prova non è un granché anche lui sbaglia tantissimi palloni ne perde altrettanti e si incaponisce a tenere troppo palla non vedendo mai i compagni liberi al suo fianco, tuttavia nella pochezza generale della serata riesce a sfornare un gol e un assist per cui la pagnotta se la guadagna anche questa sera.

Vlahovic 5 Serata no anche per lui dove sbaglia troppo e in alcuni casi anche cose semplici come un gol da solo davanti al portiere che calcia fuori in malo modo sul 2-1. Esce contrariato non so se con il mister a cui da il 5 o con se stesso, una cosa è certa in svantaggio deve uscire dal campo più velocemente. Cosa che non fa e sbaglia.

 

Fagioli 5,5 Un poco meglio di Miretti riesce a servire Chiesa in area per il gol ma anche con lui in campo il centrocampo non cambia marcia anche se oggi è il meno peggio dei centrocampisti centrali.

Weah 5,5 Qualche accelerata ma si perde nel marasma generale. Peccato perché appena entrato ha forse un occasione grossa per tirare ma preferisce metterla in mezzo dove i difensori del Sassuolo intercettano.

Illing Junior 5,5 Come Weah prova a dare una sferzata alla partita e fa un po’ meglio di Kostic ma anche lui si perde quasi subito.

Kean Sv Forse allegri doveva buttarlo dentro prima almeno combatte.

Milik Sv

 

Juventus 4 Serata da incubo con 4 gol regalati 3 in modo assolutamente imbarazzante. 2 autoreti. Non ricordavo la Juve che si facesse due autoreti non so da quanto. C’è poco da dire. Solo sperare che tutti l’orrore fatto questa sera si sia esaurito oggi. Buttati via i 3 punti conquistati nello scontro diretto con la Lazio.

Allegri 5 Tre gol sono su errori individuali il primo il terzo e il quarto. Il gol di Berardi invece è lo stesso gol che prendiamo con la Lazio con una palla persa in uscita e la difesa schierata male. Su questo deve lavorarci. Sulla testa dei giocatori non saprei. L’anno ripresa due volte la partita ma poi le sciocchezze sono continuate.

 

Arbitro 5 Al 60mo della partita commette un errore molto grave che ovviamente nessuno sottolineerà, non espelle Berardi che maldestramente commette un fallo da rosso. Non si capisce perché dal var gli dicono che è tutto ok. Il fallo è assolutamente da rosso ma il var ormai non segue nessuna regola precisa. Per il resto non fa altri danni.

Sabato 23 settembre 2023 Sassuolo – Juventus ore 18 Mapei Stadium Reggio Emilia

Sassuolo-Juventus

Scritto da Cinzia Fresia

La Juventus riprende il Campionato in trasferta a Reggio Emilia. E’ il turno del Sassuolo, e l’allenatore ricorda come questa squadra sappia essere fastidiosa e difficile anche per le migliori.



Conosciamo i  cliché di Allegri in conferenza stampa, il tecnico non si sbilancia se non nel dire che è ancora troppo presto per le  considerazioni. In effetti è proprio così, la Juventus deve puntare a vincere più  partite  per raggiungere l’obiettivo del quarto posto. Nessuna novità quindi nelle parole di Allegri se non di circostanza.

Il tecnico ha parlato della visita di Luciano Spalletti neo allenatore  della nazionale, lo scopo della visita è di reclutare giocatori e ci sono indizi che l’interesse sia su Kean. Ovviamente Allegri non risponde se non dicendo che la Juventus deve fornire giocatori alla nazionale. E qui mi fermo e chiedo perché?
Suppongo ci sia una motivazione economica, poiché come Juventus non darei un bel NIENTE dei giocatori che ho alla Nazionale, per come il sistema ha trattato anche solo in questo ultimo anno la Società.
Non è che ci si ricordi della Juventus solo quando c’è da prendere. Forse perché le altre hanno solo stranieri?

 

 

 

 

 

 

 

 

La Juventus .. la vedremo sempre cosi?

https://fb.watch/n8p6v7BT6p/

Juventus Lazio Considerazioni

 

 

 

ARTICOLO DI ALESSANDRO MAGNO

 

 

È stata una vittoria bella e netta anche se il racconto dei media ormai è volto sempre a sminuire le vittorie della Juventus in favore di qualche polemica strumentale. Questa volta è la palla forse uscita controllata da Mc Kennie e i cartellini gialli a detta dei laziali troppo pochi nei confronti della Juventus. Nel primo caso sul fallo laterale non c’è gol line tecnology per cui bisogna fidarsi del guardalineee, non lo dico io lo dice la regola. Né il guardalinee né l’arbitro hanno ravvisato che la palla fosse uscita del tutto e quindi a mio parere qualora fosse intervenuto il var come è intervenuto fra l’altro, avrebbe fatto un grave errore regolamentare, ma non è la prima volta che si usa il var in modo particolare solo giusto appunto per la Juve. Tuttavia anche al var non hanno potuto stabilire con certezza che la palla fosse fuori. Con questo il gol è regolarissimo con buona pace di tutti gli antijuventini compresi i finti amici laziali. Ricordo che la palla deve esser completamente oltre la linea se fosse anche solo per un millimetro sulla linea la palla è considerata in gioco. Ricordo altresì a gente che le regole le dovrebbe sapere e su Twitter fa magre figure da tifoso come il pluridirettore di tutto Clemente Mimun che la palla non deve toccare per forza la linea essendo sferica.

I cartellini gialli poi sono qualcosa di veramente surreale. Alla Juventus sono stati dati alcuni cartellini tipo a Bremer senza alcun senso. Mentre qualche laziale tipo Zaccagni e Luis Alberto sono stati letteralmente graziati. Alla fine il conto è 5 cartellini per la Juventus e 1 per la Lazio all’80 a Pellegrini ma per proteste. Se c’è una squadra che dovrebbe lamentarsi dei gialli è certamente la Juventus e non la Lazio. Hai finti amici della Lazio rammento che forse dovrebbero preoccuparsi di esser stati letteralmente presi a pallonate dalla Juventus che poteva fare ben più di 3 gol e solo grazie a Provedel e alla mancata buona mira di qualcuno dei nostri il risultato non è stato così pesante. Ma sicuramente se la Lazio ha perso 3 delle prime 4 partite subendo 7 gol alla media di quasi 2 a partita è colpa degli arbitri e non dei giocatori e del mister.

A proposito del loro mister ha dichiarato di non esser particolarmente emozionato a venire a Torino dove ha vinto l’unico scudetto vinto in carriera. È bene sapere che alla maggior parte dei tifosi della Juventus la cosa fa lo stesso effetto. Nonostante sia stato l’allenatore dell’ultimo scudetto della Juventus Sarri non ha lasciato non solo un buon ricordo ma penso di poter dire che non ha lasciato proprio un ricordo. Non ci si è mai amati per cui alla fine ci si è lasciati fra l’indifferenza. Non capirò mai i tifosi della Juventus (pochi) che si sono stracciate le vesti per quest’uomo che è tutt’altro che simpatico e amabile. Fra l’altro per dovere di cronaca Sarri quasi sempre quando incontra Allegri perde. Se non erro ci sono stati 13 incontri fra i due con 7 vittorie per Allegri 3 pareggi e 3 sole vittorie per Sarri.

Tornando al campo la vittoria è stata più netta di quanto il risultato non dica. La Lazio ha effettuato un paio di tiri in porta solamente con Tek che è stato quasi sempre inoperoso. Il gol dei Laziali è un gentile regalo della nostra difesa dove Bremer si è fatto una bella dormita. I nostri attaccanti Chiesa e Vlahovic stanno affinando l’intesa e in campo si trovano bene. Adesso vanno spesso a rete. Nelle prime 4 giornate in due occasioni sono andati in gole entrambi e in tutte e 4 le partite ha segnato almeno uno di loro. I gol risolvono tanti problemi perchè mettono le partite in discesa e aiutano l’autostima del gruppo e della squadra. Possiamo parlare qui all’infinito di tattiche e di schemi ma alla fine di tutto contano i gol e i punti in classifica. Vincere aiuta a vincere.

Solo per voi

Scritto da Cinzia Fresia

Quanto è bella questa immagine. Ci fa venire in mente i vecchi tempi, quando ridere e gioire era normale, e quando giocare  alla Juventus era un privilegio.
Oggi la Juventus sono loro: Chiesa e Vlahovic.
Ed è un piacere vederli. Insieme formano una coppia forte in campo altrettanto fuori. Lo ha confermato Dusan ai microfoni parlando della profonda amicizia che li lega da anni, il serbo è   finalmente soddisfatto del suo operato e della squadra.

Posto che la Lazio sia sempre difficile da battere, la Juventus non ha da rimproverarsi nulla, tranne l’istante in cui abbassandosi ha preso subito un gol : la reazione di squadra è stata  immediata.

Finalmente una  Juventus bella da vedere, e vorremmo che le partite fossero tutte così. Non si pretende molto,  se non  una squadra che comunica, non si ostacola e  che sa  reagire alle avversità  e agli errori.
il risultato è corretto,  anzi un paio di gol in più ci stavano anche,

Alcune considerazioni:
La Nazionale ha fatto bene a Locatelli  di recente contestato e fischiato all’uscita dal campo. Non è mai bello sentire i fischi soprattutto chi li riceve, tuttavia alcuni giocatori per svegliarsi hanno bisogno di prendersi una bella “facciata”.
Locatelli ha lavorato bene e speriamo continui così, idem per Mc Kennie il quale ha reso bene a destra generando la base del primo gol e del terzo.
Dopo di che Chiesa-Vlahovic show.

Difesa c’è da lavorarci su

La nostra difesa non è male ma serve una maggiore precisione soprattutto da Bremer.

“Non giocando le coppe perché non puntare allo scudetto?”

Allegri lo sa e perciò anche noi, per lo scudetto manca la panchina, cioè i ricambi adeguati. Possiamo fantasticare finché si vuole, ma dobbiamo  fare i conti con le squadre in forma. Giusto perciò puntare su un obiettivo probabilmente raggiungibile cioè il quarto posto.

il silenzio stampa della Lazio
Non capisco il motivo del  perché prendersela con l’arbitro. La validità del primo gol è stato confermata dal Var, Maresca ha ammonito mezza Juventus per futili motivi .. con questo la Lazio ha fatto pena.

,Maurizio Sarri

per me quest’uomo resta un enigma. Le cose tra lui e la Juventus sono andate male come previsto, La Società non si è comportata bene  con lui è vero. Però andrebbe valutato  altresì il  positivo cioè l’unico scudetto vinto dal tecnico ora laziale è stato a Torino.
Si è ammalato gravemente ed è stato curato, ha allenato Ronaldo e dei giocatori molto forti,  quell’ anno  direi non sia stato  buttato, e comunque la stessa città non gli ha voluto così male.
Sarri non l’ho amato ma nemmeno odiato, ma riconosco che ha fatto girare bene la squadra con il migliore attacco del momento Dybala e Ronaldo vincendo lo scudetto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web