Pagelle Torino Juventus 0-1

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

 

 

Szczesny 6 Serata di ordinaria amministrazione . Mi pare abbia fatto un solo intervento poi osserva i palloni dei granata andare nel parcheggio dello stadio.

Danilo 6,5 E’ lui il cuore della squadra. Un sei e mezzo tendente al 7. Molto attento in difesa e regista almeno fino a quando c’è Bremer. Notevole anche nell’azione del gol quando ci mette la capoccia per l’assist dell’ 1-0.

Bremer 6 Una prova attenta. In verità sempre poco impegnato dai granata che preferiscono girare al largo. Esce fra i fischi per un problema ma sembra non patire più di tanto il clima.

Alex Sandro 6,5 La sua miglior partita quest’anno. Meglio da centrale che da esterno evidentemente. Anche se qualche apprensione ce la fa prendere su palloni in cui arriva a prenderli a un pelo prima degli avversari.

Cuadrado 6 E’ vero è appariscente più per gli errori che per le cose buone ca fa tuttavia una prestazione molto grintosa con tanti spunti in mezzo al campo. Anche negli uno contro uno questa sera è più coriaceo del solito. Alla fine lo mette in difficoltà Karamoh ma di riffa o di raffa lo contiene.

McKennie 5 Continua a non convincermi tanti palloni sbagliati e un continuo caracollare per il campo senza un apparente meta. E’ innegabile l’impegno ma non riesce a brillare nemmeno contro questo Toro. Ci sarà un motivo. Non capisco come abbia potuto finire la partita.

Locatelli 6 Questa sera il meno peggio del centrocampo. Tanti palloni sbagliati anche lui ma almeno è sempre nel vivo dell’azione e soprattutto si sacrifica molto nell’aiutare la fase difensiva. Potrebbe esser più preciso tante volte. Il portiere gli nega un gran gol.

Rabiot 5,5 Mi è piaciuto di più altre volte questa sera l’ho visto un poco troppo avulso dal gioco. E’ cresciuto alla distanza facendo valere maggiormente il fisico nel secondo tempo ma trovo che contro questo Toro avrebbe potuto fare meglio.

Kostic 6,5 Uno dei migliori questa sera. Parte in modo confusionario e all’inizio non è molto preciso ma cresce nel corso della partita e si propone con costanza soprattutto a ricevere le sventagliate di Vlahovic. L’impressione che ho avuto è che i compagni potevano sfruttare meglio le sue incursioni.

Kean 5,5 Un bel passaggio per Vlahovic. Tanto impegno e tanta corsa. Quasi tutte le scelte di campo sbagliate. Un gol davanti al portiere buttato in rimessa dal fondo in malo modo come se non vedesse dove fosse la porta. Comprendo bisogna dargli delle opportunità ma non mi pare la spalla ideala per Dusan.

Vlahovic 7 Lavora tanto e sbaglia altrettanto. Male sul gol dove vuol piazzarla di scavetto. Però non si abbatte anzi sembra uno dei più determinati sia a gesti che a parole. Ci riprova con un grande stacco di testa dove il portiere avversario si supera. Alla fine segna alla Paolo Rossi un gol pesante perchè porta tre punti e un po’ di serenità.

Bonucci 6 Senza infamia nè lode si mette al centro della difesa e dirige le manovre. Si prende qualche sgridata per qualche lancio fuori misura.

Milik 6 Giocatore che penso stia stupendo tutti per la qualità con la quale gioca a calcio. Prima palla una fucilata lui la stoppa con nonchalance la mette giù e la smista per il compagno. Pochi minuti ma gestiti bene.

Paredes Sv.

Juventus 6,5 La Juve ha giocato discretamente e ha prodotto diverse azioni da gol. Non è guarita perchè si sono visti moltissimi errori di misura però è stata una Juve più attenta del solito che ha concesso pochissimo all’avversario e ha impegnato abbastanza Milinkovic Savic. Vittoria di misura ma meritata che da serenità per qualche giorno.

Allegri 6 Continuo a vedere ancora ragazzi spaventati che però si sono fatti coraggio con il passare die minuti. La difesa a 3 con Sandro personalmente la ritengo un incubo non ne parliamo con Sandro e Bonucci ma ha avuto ragione lui ed è andata bene. Non capisco perchè continuare per tutta la partita con McKennie e Rabiot quando si poteva far entrare Miretti e Paredes spostando Locatelli a fare la mezzala. O forse lo capisco. Pausa di fare le sostituzioni per non fare qualche casino e questo non è un bel segnale. Bene comunque i tre punti. Erano basilari.

Sabato 15 ottobre 2022 Torino-Juventus ore 18 stadio Olimpico – Torino

Torino – Juventus

scritto da Cinzia Fresia

Notte prima degli esami .. notte di polizia .. certo qualcuno te lo sei portato via …Ed Ecco il derby.
Si è parlato talmente tanto della Juventus e dei suoi insuccessi che la si da per spacciata prima ancora di scendere in campo.
Il Toro non vede l’ora: conta i minuti, i secondi, le frazioni di secondo. è già la’ .. perché per l’altra squadra di Torino è una vera occasione, vietato buttarla.

La Juventus che perde con dei dilettanti non è cosa da tutti i giorni .. meglio approfittarsene.
Cosa dice Max Allegri? nulla ..
il tecnico della Juventus ripete le stesse cose ogni conferenza stampa: che si tratta di un brutto momento, che bisogna stare uniti .. che c’è tempo per recuperare .. in campionato.

Frasi fatte, ripetute, riscaldate.
Nega ogni congiura o atteggiamento di ribellione da parte dei suoi giocatori,
L’evidenza però è un’altra.
La Juventus si è trasformata in un gruppo anarchico dove ognuno si sente libero di fare quel che vuole ignorando le direttive dell’allenatore.

Se l’approccio alla partita è il medesimo del Maccabi Haifa, i fischi saranno la conseguenza minima.
I tifosi sono esasperati, increduli e delusi .. un’altra sconfitta sarà una bella mazzata.

Juve in ritiro: basterà?

Il principio della fine

Andrea Agnelli

Chi l’avrebbe mai detto che l’artefice di una rinascita gloriosa e vittoriosa che ha segnato un’epoca e ha scritto la storia .. distrugga in pochi anni quanto fatto.
La Juventus cade ad Haifa e si espone all’eliminazione in Champions e tra pochi giorni c’è il derby.
Non ho voglia di parlare della partita, perché è offensivo ed è un insulto al calcio serio, quello giocato. Il calcio che ha prodotto atleti il cui sacrificio ci ha fatto assistere a spettacoli meravigliosi, non ha nulla a che vedere con quanto visto.

No Presidente non serve vergognarsi occorre fare autocritica.
Deve essere conscio che sta guidando il principio della fine: La Juventus non esiste più.
La squadra più prestigiosa d’Italia rischia di rimanere un ricordo. Ha perso tutto .. appeal e credibilità.
La Società da lei guidata non ne fa una giusta: se vuole salvare il salvabile tolga Massimiliano Allegri di lì, Quell’uomo sta distruggendo quanto da lei fatto, cambi tutti i manager, assuma persone competenti finché in tempo, o se si tratta di un giocatore anziano che sta guidando un ammutinamento se ne liberi!

I tifosi sono esasperati e si stanno allontanando dalla squadra, i prezzi non sono giustificati, la gente fa sacrifici a pagarsi “la passione” per avere che cosa? Una sconfitta da una squadra israeliana da serie C?
È davvero ciò che vuole Presidente? Guardi in faccia la realtà: le decisioni spettano solo a lei.
Qui non c’è più nessuno, Avvocato, Dottor Umberto, Gabetti, Chiusano e Grande Stevens, nessuno ci difende. Siamo alla mercé dell’ultimo arbitro e non più in grado di produrre una squadra.
La decisione spetta a lei se fare concretamente qualcosa o voltarsi dall’altra parte.
Se decidesse per la seconda convinca l’Exor alla vendita .. conceda ai tifosi un’altra chance.

 

pagelle di alessandro magno

Premesso meriterebbero tutti 0 ma siccome l’ho già fatto altre volte non vorrei passasse il messaggio che non ho voglia di fare le pagelle quando facciamo di queste figure di merda.
E allora the show must go on…

Szczesny 4,5 Papera sul primo gol dove finisce in porta con il pallone dopo essersi tuffato come un salame anche sul secondo gol prende gol sul palo suo direi non proprio da manuale del calcio. Poi para pure qualche cosa ma come è accaduto già in passato nelle sere decisive lui è indeciso.

Danilo 4 Scherzato dal suo avversario in lungo e in largo ormai come Bonucci pure lui più bravo a parlare che a giocare. Sarebbe ora di stare muti.

Bonucci 4 Come Danilo preso in giro dai nostri avversari . Come Danilo più bravo a parlare che a giocare con l’aggravante che è anche bravo e compulsivo a twittare. Basta state zitti. Non dite più niente che diventate patetici e noiosi oltre che irritanti con questi buoni propositi che puntualmente si infrangono davanti a questo schifo visto stasera come altre volte.

Rugani 4 Che dire? Complimenti ad Allegri per l’Allegrata. Oltre tutto è un talismano proprio. C’era con l’Ajax, c’era con il Villareal. Non ricordo adesso ma è probabile ci fosse con il Lione (correggetemi se sbaglio ma sono troppo arrabbiato per controllare). Insomma in ogni disfatta europea Rugani c’è. Come porta fortuna è un capolavoro. E giustamente Allegri che è più forte della sfiga lo schiera.

A.Sandro 3 In una difesa che fa letteralmente piangere poteva elevarsi Alex Sandro? Giammai. Nessun pallone giocato davanti tutti giocati indietro. Sempre timoroso. La quinta essenza del coniglio bagnato. Ormai lo sono tutti mica solo lui ma la sua involuzione è senza fine.

McKennie 4,5 Forse un po’ meno peggio degli altri perchè corre e ci mette la grinta ma davvero ricevere un passaggio azzeccato da lui è come vincere al superenalotto. Dovrebbero soprannominarlo flipper. Un giocatore che non è nè carne nè pesce. Io provo pena veramente per i nostri quando vedo che i giocatori del Maccabi fanno passaggi meglio dei nostri.

Paredes 3 Doveva esser il faro di centrocampo di questa squadra gioca con la stessa grinta e la voglia di uno che gioca sulla spiaggia di Copacabana con un moijto in mano. Ma se questa gente ha preso la Juve come una vacanza pre mondiale toglietegli lo stipendio. Questa sera snervante.

Rabiot 5,5 Almeno fa a sportellate e si danna come un diavolo. Ci capisce poco pure lui ma è davvero solo contro tutti. Se a qualcuno ho pensato di dare 6 per l’impegno solo lui e Cuadrado.

Cuadrado 5,5 Si incaponisce in azioni personali e alla fine sembra lui contro il Maccabi. Io ho la vaga impressione che sia uno dei pochi che soffra per questa situazione e che ci tenga davvero alla maglia.

Di Maria 2 Un altro che è in vacanza pre mondiale e mi dispiace dare questo voto ma noi abbiamo i nostri obiettivi e a questi qua li paghiamo. Ad ogni dolorino pensa al mondiale. Adesso magari salta il derby eccetera e quante ne ha già saltate per un motivo o un altro. Per adesso a parte qualche lampo sta rubando lo stipendio.

Vlahovic 5 un colpo di testa al 45mo del primo tempo che poteva anche riaprire la partita forse chissà. Quello in mezzo al nulla suo e della squadra.

 

Milik 5 Si mette anche oggi al servizio della squadra ma pure lui non vede mai biglia perchè non c’è la squadra a cji prestare servizio. Il voto è comunque per l’abnegazione.

Kostic 5 Se la Juve nel secondo tempo va un poco meglio è perchè probabilmente lui e gli altri entrati ci mettono almeno la voglia.

Locatelli 4,5 Il peggiore dei subentranti ma riesce comunque a fare meglio di Paredes. Almeno Locatelli era mobile e non un palo del semaforo.

Kean 5 Apprezzabile nell’impegno come Kostic pur sena acchiapparne una.

Soulè 5,5 Lui non c’entra in questa serata disastrata. Non è colpa sua se entra per partecipare alla tragedia.

Juventus 0 Vergognosa figura. Contro una squadra di israeliani credo non abbiamo mai perso nella nostra storia. I giocatori dovrebbero consegnare lo stipendio del mese di settembre e ottobre perchè non se lo meritano il mister dovrebbe rassegnare le dimissioni. Rischiamo seriamente di finire ultimi quindi nemmeno in EL. C’è solo da vergognarsi.

Allegri sottozero Non ci sta capendo niente e il suo metodo soft sta portando sempre più nello sprofondo. La squadra non solo non migliora ma peggiora. Spero che abbia presentato le dimissioni e gliele abbiano respinte perchè come ho scritto sopra non ci sta campendo più nulla ed è palese. Non so la società dove vuol arrivare se nessuno cambia registro. Ora vanno in ritiro tre giorni. Fino al derby. Ma fino al derby di ritorno dovevano andare in ritiro sti cialtroni.

Arbitro 5 Penso che ci fosse un rigore su Cuadrado il resto mi pare ok.

Martedì 11 ottobre 2022 Maccabi Haifa – Juventus Champions League ore 18.45 Stadio Sammy Hofer – Haifa (Israele)

Scritto da Cinzia Fresia

La Juventus arriva in Israele in piena celebrazione della festa dello “Sukkot”. Questa festività e’ la terza appartenente a quelle del pellegrinaggio il cui significato non è solo religioso ma altresì storico e agricolo.
Chiamata festa delle capanne e del raccolto o della frutta “Sukkot” ricorda l’uscita dall’Egitto e la permanenza nel deserto per 40 anni, in abitazioni precarie (capanne o in ebraico Suka).
I giocatori del Maccabi Haifa usciti dal giorno dell’espiazione accolgono in un clima di festa i nostri giocatori, i quali se vorranno vincere dovranno dimenticare la partita di sabato scorso.
Gli israeliani in forma hanno creato dei problemi anche apsg perciò non vanno sottovalutati.

“Qualcuno si era illuso della vittoria”

Caro Massimiliano Allegri .. ma chi si e’ illuso?
Due vittorie contro squadre da bassa classifica e molto al di sotto come livello tecnico, non illude proprio nessuno.
Il bicchiere e’ mezzo vuoto, e siamo nella totale indifferenza dirigenziale il cui atteggiamento genera paura.

Forse non ci ricordiamo più dei vari Di Livio, Torricelli, Ravanelli, Vialli .. e via dicendo avevano forse paura?
E la paura è giustificata se i bianconeri non passano il turno di Champions.

Maccabi-Juve: tre punti tutt’altro che scontati

“Ci vuole una lunga riflessione”

Milan-Juventus

scritto da Cinzia Fresia

Mentre la dirigenza ridacchia, la Juve viene colpita e affondata.
La prova del 9 non è venuta. Non potevano le vittorie con due avversari di sotto livello annunciare la fine della crisi.
Infatti come volevasi dimostrare è bastato un Milan che non è nemmeno il primo della classe ad evidenziare la verità.

Confesso che al secondo gol ho abbandonato il “terreno di gioco” e li ho lasciati al loro destino, siamo lontani da quella squadra che prendeva 2 e ne segnava 4 e vederli precipitare fa decisamente male.

Un errore arbitrale, c’è ed è sicuro, ma non possiamo usare alibi per sempre. Mancava Di Maria, Tizio .. Caio e Sempronio .. ormai i tifosi non ci credono più.
Ci troviamo al solito con squadre non equilibrate. Giocatori a fine carriera che non si integrano con i nuovi e svalutano i più bravi. Un allenatore che ha finito il suo ciclo, e una paura tremenda che genera insicurezza.

La Juventus è da metà classifica.. anche un po’ meno. Altro che rinnovo a Rabiot.

Piovono critiche e altresì disdette ad abbonamenti.
La squadra è talmente messa male che bisogna mettersi l’animo in pace e pensare ad altro.
Poiché con questo allenatore non andremo molto oltre, non basteranno letterine di circostanza a recuperare la fiducia.

In ultimo serve un corso in “acquisizione nuovi giocatori”. Questo Paredes per esempio?
Il solito ci vuole tempo .. non funziona la Juventus non ne ha. La Società continua a sbagliare ostinandosi ad investire su giocatori che non si adattano.

La realtà della Juventus è durissima, il rischio di essere fuori dalla Champions e lontano dalla zona scudetto toglierà stimoli ai giocatori già delusi e demotivati.
E siamo solo ad ottobre.

Pagelle Milan Juventus 2-0

 

pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 6,5 Fa la sua parte. Sul primo gol non può nulla. Sul secondo la para anche ma la palla finisce in porta lo stesso. Nel finale evita il 3-0. Anche sul palo di Leao sembrava poter intervenire. Più di questo era difficile fare.

Danilo 6 Uno dei pochi a salvarsi. Una partita ordinata con qualche sortita in avanti. Soprattutto nel secondo tempo quando a molti tremano le gambe.

Bremer 6,5 Anche lui è autore di una prova importante. Non è coadiuvato affatto da Bonucci che incappa in una prestazione molto insufficiente, di conseguenza il peso della difesa nella parte centrale è tutto su di se. Anche lui non si risparmia qualche sgroppata in avanti nel tentativo di scuotere la squadra.

Bonucci 4 Iniza già male sparacchiando in tribuna 2-3 palloni che poteva facilmente giocare con i compagni dando un segnale di poca lucidità. Continua con 2-3 cambi di campo , soprattutto verso Cuadrado ma anche su McKennie nella ripresa direttamente buttati in fallo laterale. Purtroppo il peggio lo da nell’uno contro uno dove non brilla da sempre e dove questa sera viene sempre saltato. Grave il non aver fatto il fallo su DIaz nell’occasione del 2-0.

A. Sandro 4 Dormita sul primo gol loro tutta la squadra sale e lui tiene in gioco Tomori. Poi il solito gioco confuso a scartarsi da solo dove esce poco di salvabile. Nel finale anche provato fisicamente praticamente non riesce più a stare dietro ai nostri avversari.

Cuadrado 5,5 Aveva iniziato benino, infatti dai suoi pedi stavano nascendo le migliori azioni della Juventus. Poi perde un poco le misure e il passo nel contrastare Hernandez. Purtroppo nell’occasione del calcio d’angolo che porta al primo gol subisce un grave fallo e perde le staffe quindi poi Allegri lo toglie probabilmente per evitargli un secondo giallo.

Locatelli 5,5 Credo che Allegri lo preferisca a Paredes per avere una maggiore corsa e su questo Locatelli non si risparmia. Tuttavia anche lui ha varie occasioni per servire le punte e non serve mai palloni precisi.

Rabiot 6,5 Probabilmente ancora il migliore in campo. Soprattutto nel primo tempo macina chilometri su chilometri e spesso recupera palloni che riporta celermente in avanti. Alla fine esce spompato ma non gli si puo’ rimproverare proprio nulla.

Kostic 5 Non una gran prova. i soliti 15-20 minuti promettenti e poi il solito sparire dal gioco. E’ un gregario e non un fenomeno e lo sappiamo tuttavia giocare nella Juventus comporta prendersi qualche responsabilità in più.

Milik 6 Gioca una buona partita al solito con grande predisposizione nel far giocare la squadra. Tutti i palloni che tocca sono sempre giocati con criterio. Peccato non abbia questa sera la zampata vincente per riaprire il match. Era necessario.

Vlahovic 4,5 Mezzo voto in più di Bonucci e Sandro perchè Dusan si ammazza di impegno da veramente e si vede. Purtroppo tantissimi palloni persi (direi tutti) e nessuna occasione da gol creatasi. Inoltre l’errore nel giocare quella palla orizzontale in malo modo, che porta al 2-0, chiude la partita in modo grave. Errore grave e decisivo.

 

 

McKennie 5,5 Come Cuadrado in sostituzione di Cuadrado non è che cambi molto. Ce la mette tutta ma non riesce a dare alla sua prestazione quel qualcosa in più per cambiare l’inerzia della partita.

Miretti 5 Ha carattere ma gli manca tanto altro. Una serie di palloni sbagliati abbastanza grossolana.

Paredes 5,5 Di buono ha che verticalizza praticamente sempre senza sbagliare quasi mai. Il problema e l’ho notato proprio oggi è che gioca da fermo. Eppure non ha 40 anni.

Kean SV Entra bene questa volta e crea dei pericoli al Milan.

Soulè SV Abbastanza evanescente.

 

Juventus 5 La Juve nell’insieme non ha giocato neanche una partita così orrenda. Almeno fino al 2-0 per cui per circa un ora. Dopo il 2-0 solo un paio di fiammate con Milik di testa e con Kean, ma occorreva fare di più. Molto di più. Il punto è che loro han fatto i gol sfruttando le loro occasioni e i nostri errori (Sandro-Vlahovic). Noi non lo abbiamo fatto e quindi abbiamo pagato. Questa Juve ancora una volta non riesce a svoltare.

Allegri 5 Se giochi questa partita e perdi così a Milano e hai vinto con Monza Salernitana e Sampdoria io credo che ci possa anche stare. Ma se sei all’ultima spiaggia e continua a sprofondare non ne esci mai. Credo che con questa sconfitta il campionato sia andato. Non credo che sia tutta colpa del mister ma certamente è anche colpa sua se questa squadra è così fragile.

Abitro Orsato 5 Gestione dei falli ad cazzum come dei cartellini. Sul primo gol non c’è il calcio d’angolo visto che c’è fallo su Cuadrado e anche ammonizione per Hernandez. Il rigore richiesto dal Milan non c’è perchè Vlahovic ha le mani dietro la schiena. Più di così. Invece ci sono un paio di falli di mano dei giocatori del Milan in mezzo al campo su cui lascia correre così come se si giocasse a palla a volo. Arbitraggio non convincente.

Sabato 8 ottobre 2022 Milan-Juventus ore 18 Stadio Meazza – San Siro (Milano)

Scritto da Cinzia Fresia

Una partita una sfida.

Milan-Juventus non ha bisogno di presentazioni.
I bianconeri incontrano i campioni di Italia in carica reduci da due vittorie. Per la Juventus è una prova del nove.
Vedremo perciò come se la caveranno gli uomini di Allegri in uno scontro diretto.
I bianconeri dovranno rinunciare a De Sciglio in difesa e a Di Maria squalificato. Dall’ultima prestazione contro il Maccabi Haifa la presenza dell’argentino si è dimostrata imprescindibile.
Da questo risultato sarà più chiaro su cosa aspettarsi la Juventus sul Campionato. Sebbene il Milan non sia primo in classifica resta pur sempre una squadra strutturata e collaudata.

Vlahovic e compagni sembrano pronti ad affrontare la partita di difficile pronostico e condizionata sicuramente da episodi.
La speranza è di vedere i nostri in attacco, ma soprattutto combattivi e senza paura.

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia