La decadenza

Scritto da Cinzia Fresia

Abbiamo la conferma che le squadre italiane sono antipatiche, l’arbitraggio di Porto Juventus è atato da ergastolo e di questo passo vincere una champions league per un’italiana diventa un’utopia.

Detto ciò la Juventus ha svolto una prova al limite del vergognoso a parte Chiesa e Rabiot sono tutti colpevoli.

Va analizzata la realtà senza fronzoli e  sentimentialismi: Squadra in passeggiata, lenta e prevedibile, praticamente  inguardabile.

Un gol dal primo minuto non succede neanche nei principianti , e il resto  abbiamo visto un’inesorabile decadimento.

La Juventus non solo gioca male, non esiste e ci stiamo chiedendo dov’è  finito Cr7 , forse scoraggiato da una squadra che non gli piace e in coppia in attacco con un giocatore costato un’esagerazione con il quale non comunica, fatto sta che il portoghese non arriva alla sufficienza.

Cristiano non si impegna  nemmeno il minimo sbaglia passaggi, non tiene la palla e quando tira lo fa addosso al portiere, un disastro tale  il cui rischio è l’eliminazione dal torneo.

Una partita brutta e una Juventus anche peggio, giocatori svogliati che camminavano anziché correre. Gli unici passabili  sono stati Chiesa e Rabiot il resto il nero totale.

A questo punto Andrea Pirlo deve smetterla di creare  false aspettative, abbiamo tutto che non va, dalla preparazione atletica alle condizioni  dei giocatori i quali cercano continuamente alibi: chi è sensibile, chi è depresso, chi è stanco, chi non ne ha voglia e chi ha la testa già in vacanza e nel frattempo gli stipendi sono a sei zeri.

Il metodo Pirlo non funziona, forse in  qualche partita ci siamo illusi, ma alla fine non va. Non è chiaro   cosa : se si tratta dell’allenatore dalla evidente inesperienza che fa l’ amico che   giustifica tutto e tutti, o se alla  Juventus non siano più in grado di riconoscere un giocatore di talento che duri almeno una stagione e che non abbia una condizione psicologica fragile.

Altro problema: la condizione atletica.

Anche li’ .. un record tra giocatori stanchi, rotti e contusi. Indubbiamente insistere nel mettere in campo Chiellini equivale ad averlo spesso in infermeria,  l’eta’ non consente un recupero veloce, lo staff di preparazione atletica non è all’altezza della situazione considerato lo stato di forma dei ragazzi poiché il calendario fitto di impegni lo hanno anche le altre?

E mentre ci facciamo queste domande ripensiamo ai vari Vialli, Ravanelli, Di Livio, Torricelli, Del Piero, Pessotto .. abbiamo una rosa di Campioni .. a detta di tutti fortissimi,  persino il più forte del mondo .. ma i risultati sono scarsi la Societa non può fare finta di niente,

 

 

Pagelle Porto Juventus 2-1

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 3 Una prova decisamente incolore. Concorso di colpa sul primo gol, secondo gol preso sul suo palo, uscite in cui perde la palla, continue giocate di piede forzate. Per fortuna almeno un tiro lo para.

Danilo 5 Spesso quando ha giocato terzino ha spinto oggi sembra anche lui preoccupatissimo. Anche in qualche conclusione impreciso. Fra l’altro lui è un ex e ha un curriculum europeo di tutto rispetto. Mi aspettavo di più.

De Ligt 5,5 Non ha colpe specifiche sui gol che avvengono sul lato sinistro della nostra difesa però pretendere da lui che imposti invece di Chiellini è pretendere troppo? Resta in campo infortunato.

Chiellini 4 In tempo per fare 3 o 4 lanci sbagliatissimi poi puntuale come la Domenica arriva il suo infortunio. Non è più giocatore affidabile anche se quando sta bene è sempre forte.

Alex Sandro 5 Anche lui questa sera poca roba il Porto è tutto al centro dovremmo cercare di usare le fasce ma nè lui nè Danilo spingono. Una delle migliori cose la fa quando spende un cartellino giallo sul finale.

Chiesa 6 Ha il merito di trovare il gol che ci tiene in corsa. Al solito è uno dei più motivati anche se questa sera combina poco. Almeno lui prova a spingere.

Bentancur 0 L’errore al primo minuto è talmente grave ma talmente grave che il resto della prestazione non è neppure considerabile. Oltretutto era più e più volte che provava a fare segnare gli altri. Ha scelto proprio la serata giusta. Un errore così mette a rischio non solo la partita ma tutta la qualificazione.

Rabiot 6 Sicuramente è stato il migliore in campo nello schifo generale,  il più reattivo e il più intraprendente. Da un suo strappo nasce il nostro gol, anche se sul loro secondo gol ha la colpa di non seguire fino in fondo quello che ci segna e chiudere con una diagonale.

McKennie 5 Non riesce mai trovare gli spazi per inserirsi e questa sera a differenza di altre volte anche in interdizione non è brillante.

Kuklusevski 5 Come McKennie fatica a trovare spazi prova degli strappi ma si scontra sempre con il muro del Porto.

Ronaldo 5 Zero palle giocabili per lui ma anche 0 tiri cosa che in genere lui si crea da solo. C’era un rigore su di lui. Se lo avessero dato.

Demiral 6 Gioca una buona partita anche se si trova corresponsabile con tutta la difesa nell’azione del secondo gol dove in 7 contro 3 sono tutti in bambola.

Morata 6 Il suo ingresso in campo cambia la partita. Pur non facendo nulla di trascendentale i suoi smarcamenti fanno sì che lo si possa trovare con qualche lancio lungo e creano scompiglio.

Ramsey SV Cambio intelligente che meritava maggiore fortuna.

Juventus 4 Il risultato è fortunato anche se alla fine c’era un rigore che poteva portarci addirittura pari. Prestazioni di squadra inaccettabile. Indecente. Senza idee. Senza grinta. Senza attenzione.

Pirlo 4 Se il nostro gioco è questo mamma mia è veramente terribile. Una squadra completamente senza idee e anima. Complimenti vivissimi per la costruzione dal basso un vero attentato al gioco del pallone.

Arbitro 3 Primo tempo ha deciso che si può fare wrestling per cui non ammonisce nessuno del Porto. Poi riesce ad ammonire tre dei nostri di cui possiamo dire c’è solo quella di Alex Sandro. Dopo aver fatto il figo e l’inflessibile per 90 minuti si caga sotto su l’unica decisione vera che deve prendere e che sbaglia: Il rigore su Ronaldo che c’è. Il var che faceva dormiva?

 

Mercoledì 17 febbraio 2021 Porto – Juventus / Champions League : ore 21 Stadio do Dragao – Porto

Scritto da Cinzia Fresia

“Non siamo secondi a nessuno”

Queste le prime parole di Andrea Pirlo e Giorgio Chiellini in conferenza stampa pre – Juventus Porto, la brutta sconfitta contro il Napoli non ha minimamente scalfitto le ambizioni dei bianconeri, i quali si dichiarano in corsa per tutti i trofei.

Sebbene l’Inter stia volando  verso lo scudetto, la Juventus non si perde d’animo non sentendosi per nulla sconfitta. Andrea Pirlo è sereno e come se avesse tutti i trofei in pugno.

La Juventus si presenta in questo turno di Champions sempre senza Dybala .. si parla  ma non più sottovoce  che l’argentino stia prolungando la data del rientro in attesa del rinnovo del contratto.

Il Porto è secondo in classifica nel suo campionato ed è allenato da Sergio Conceicao un giocatore forte attivo alla Lazio, Inter, Parma tra il 1998 e il 2004.

Secondo Pirlo la squadra portoghese è forte sia  in difesa che in attacco, abile particolarmente nelle ripartenze.

La sicurezza  di Pirlo dà a pensare che la partita sia stata preparata a dovere  e che la vittoria sia un risultato possibile. Potrebbe essere l’occasione di Cristiano Ronaldo il quale a casa sua, in Portogallo, possa ritrovare l’entusiasmo e soprattutto la precisione.

Vedremo come la Juventus se la caverà allo stadio Dragao e se Andrea Pirlo ha ragione su quanto espresso in riferimento alla partita contro il Napoli.

 

 

 

Juve Night Show s01 e20

Questa sera ore 22 conduce Ben con Roberto FuorirosaTV, Arco Lubrano, Giovanni Variato, Maifredi Monamour e Leomina

 

Una sconfitta inaspettata

 

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Campionato complesso questo. Una sconfitta inaspettata contro un Napoli davvero in forte emergenza. L’impressione è che abbiamo fatto tutto noi sottovalutando l’impegno. Pensando forse che fosse una specie di allenamento. Invece le partite vanno tutte giocate e non bisogna mai commettere l’errore di dare per scontato nulla. Con il Napoli non solo è mancato l’attacco che non è stato per nulla incisivo, è mancata soprattutto la regia. Ci si lamenta di come difende Bonucci. Poi quando manca e contemporaneamente manca Arthur non c’è chi ha un minimo di idee e geometrie. Fare impostare la manovra a Chiellini è qualcosa che non si dovrebbe mai fare e invece con il Napoli lo si è fatto. I risultati sono stati imbarazzanti. Ne Rabiot ne Bentancur sono dei registi anche se ci provano. Bernardeschi poi è sempre un uomo in meno. Forse Pirlo non ha avuto questa volta abbastanza coraggio da buttare nella mischia Fagioli. Forse ha pensato e sperato che per lo meno il gol de pari sarebbe arrivato. Invece questa volta niente. E’ curioso poi come questa squadra non vada affatto bene quando vuol provare a fare la gara mentre appare cinica e spietata quando lascia l’iniziativa agli altri. Sarebbe un qualcosa da tenerne conto.

Ci è venuta incontro un poco di buona sorte con il Milan che ha perso malamente con lo Spezia. Da questo punto di vista non abbiamo perso punti da quelli che erano i primi e i nuovi primi quelli dell’Inter hanno solo un punto in più del Milan. Il campionato sembra ancora molto incerto a patto di battere il Napoli allo Stadium nella partita di recupero. Di contro ci ha ri-sorpassato la Roma in classifica giallorossi che avevamo appena passato il turno scorso. Ora sotto con la Champions che resta sicuramente l’obiettivo primario. Per il Campionato ora la Juve affronterà Crotone, Verona, Spezia, per cui finito questo tour de force di Gennaio Febbraio le prossime dovrebbero esser un minimo più alla portata. Fra l’altro il girone di ritorno a parte l’Atalanta a Bergamo, ci farà affrontare tutte le altre grandi del campionato in casa nostra. Anche se con gli stadi chiusi non c’è più fattore campo dovrà esser comunque una situazione da sfruttare a proprio favore. Al minimo significa non viaggiare e giocare su un campo che si conosce bene e con un manto erboso perfetto. Adesso mente al Porto.

Se tu non torni …

TURIN, ITALY – AUGUST 07: Paulo Dybala of Juventus leaves the football pitch after being injured during the UEFA Champions League round of 16 second leg match between Juventus and Olympique Lyon at Allianz Stadium on August 07, 2020 in Turin, Italy. (Photo by Filippo Alfero – Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

scritto da Cinzia Fresia

e in  attacco: il deserto.

La  Juventus ha improvvisamente fatto i conti con la realtà, la squadra si è esaltata troppo presto pensando di essere già la più brava per la serie di successi tra  vittorie e trofei  ottenuti. I bianconeri  hanno  perso male perché vittime di una trappola dove Chiellini dall’alto della sua esperienza non avrebbe dovuto cadere dopo di che la squadra nel tentativo di rimonta si è completamente persa.

Se Andrea Pirlo è contento della prestazione dico che si accontenta di poco, in partite così determinanti per la classifica bisognerebbe mettere una marcia in più, mentalmente e fisicamente.

In ultimo ma non meno importante la prestazione dei singoli,  ..Bernardeschi   è un bravo ragazzo, simpatico,  intelligente e pieno di entusiasmo  tuttavia non è da Juve .. forse non lo è mai stato .. ma insistere equivale a volergli male. Se Federico ha un problema mentale non lo risolverà dall’oggi al domani e se già i tifosi si stanno accanendo su di lui, metterlo come titolare significa esporlo ancora di pù alle critiche.

Anche  Morata, un disastro .. Stasera Alvarito con Ronaldo  hanno  sbagliato di tutto di più idem  Kulusevski Il quale continua a non entrare nel meccanismo di squadra.

A riguardo della difesa pare l’unico reparto che funziona  e  se Chiellini non avesse commesso lo svarione regala-rigore la partita sarebbe terminata molto probabilmente 0-0, un risultato poco lusinghiero ma che ci avrebbe fatto perdere meno punti.

Così non si va da nessuna parte, l’ attacco è privo di  un fantasista .. manca la genialità, e questo oggi è Dybala, che purtroppo non c’è: la causa  ufficiale della sua assenza dice  che l’argentino non sia ancora guarito, ma ci sono voci di corridoio le quali  sostengono che il ritorno sia condizionato dal rinnovo del contratto, ed intanto in attacco c’è il deserto .. non è  bastata  la buona volontà di Chiesa sicuramente il migliore in campo,  i bianconeri non sono riusciti a pareggiare in un tempo e mezzo.

E’ una fase del Campionato in cui non bisogna guardare in faccia nessuno e dove il raggiungimento del risultato è l’unica che cosa che conta, e le decisioni prese  in quest’ambito fanno la differenza.

 

 

 

 

 

 

Pagelle Napoli Juventus 1-0

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

Szczesny 5 Per quanto creato dal Napoli dovrebbe essere senza voto tuttavia un paio di palloni giocati con i piedi in maniera indecente fra cui uno sul quale Cuadrado prende giallo e si infortuna, mi fanno propendere per una insufficienza.

Cuadrado 6 La sua partita la gioca anzi mi sembra nel primo tempo fra i più volenterosi. Purtroppo gli arriva la palla sempre in colpevole ritardo e spesso è costretto a giocarla indietro.

De Ligt 6 Una giornata abbastanza tranquilla dove non viene impegnato. Doveri gli fischia quasi sempre contro e non si capisce perchè.

Chiellini 5 Dopo aver giocato in modo stratosferico nelle ultime uscite oggi incappa in una serata negativa. Sul rigore che da var c’è, non ho molto da rimproverargli, protegge l’uscita del portiere è ha la sfortuna di prendere il giocatore del Napoli in faccia. Non è volontario magari è ingenuo. Piuttosto ho da rimproverargli una serie infinita di passaggi sbagliati.

Danilo 6 Con qualche difficoltà a sinistra meglio sulla destra al posto di Cuadrado nel secondo tempo, quando ha anche la forza e la voglia di spingere.

Bernardeschi 5 Mi spiace ma la prova è abbastanza negativa. Ormai è una costante, c’è tanto impegno ma poco costrutto. Molti palloni giocati male e altri persi altrettanto male. E’ sempre un giocatore meno da Juve. Spiace ma è un calvario infinito anche per lui.

Bentancur 6 Ordinato ma senza nessuna scintilla. Pirlo sembra preferirgli Rabiot a impostare dal basso ed è bene così ma dato che il Napoli non attacca a Benta resta poco per rendersi davvero utile. Comunque senza regista mancano le idee.

Rabiot 6 Come Bentancur ordinato senza scintille ma con qualche sussulto in più. Diciamo 6+. Questo è un giocatore che ha tutto ma gli manca fare cose determinanti. Mai un assist, mai un gol o un tiro, dovrebbe incidere di più anche perchè sembra poterlo fare. Soprattutto in queste partite.

Chiesa 6,5 Il migliore in campo perchè è sempre sul pezzo, salta l’uomo, tira cerca di fare qualcosa di utile per la squadra. Avrebbe provocato anche l’espulsione di Di Lorenzo se Doveri non fosse orbo.

Morata 5 Forse nel primo tempo meriterebbe anche meno. Sbaglia tutto lo sbagliabile. Nel secondo tempo è più in partita ma non riesce comunque a trovare un guizzo vincente anche se segnaun gol in fuorigioco.

Ronaldo 5 Anche lui deludente. Si mangia un gol davanti al portiere, non era facile perchè la palla era alta ma non era impossibile per lui. Stendiamo un velo pietoso sulle punizioni. Le tirasse Szczesny piuttosto.

 

Alex Sandro 6 Una prova sufficiente, entra nel miglior momento della Juve ed effettua anche alcuni affondi e alcuni cross e anche un tiro teso sul quale Ronaldo non aggancia.

McKennie 5 Non è nel suo periodo migliore entra e combatte ma non riesce ad incidere in avanti dove servirebbe.

Kulusevski 6 Almeno entra e ci prova. Non è sempre preciso e a volte spreca tuttavia quando ha la palla sembra sempre che possa accadere qualcosa.

 

Juventus 6 Una Juventus che ha giocato molto male nel primo tempo quasi come fosse un allenamento e si è destata poi colpevolmente dopo il rigore. Nel secondo tempo è stato un monologo e come ha detto anche Gattuso meritava sicuramente il pari ma troppa imprecisione e in un paio di occasioni Meret han fatto si che il risultato rimanesse invariato.

Pirlo 5,5 Non saprei se la mollezza del primo tempo è anche un poco colpa sua per non averla preparata a dovere. E’ sembrato che la Juve abbia sottovalutato l’avversario, tuttavia potrebbe anche solo esser un fattore atletico dovuto al giocare ogni tre giorni. In ogni caso si doveva almeno prendere un punto.

 

Arbitro 5 Il rigore al var è rigore, sarebbe bello averli anche noi di questi rigori quando ce ne sono però ok c’è e va bene. Cosa non mi è piaciuto sono i mancati doppi gialli non solo a Di Lorenzo che è clamoroso ma anche a Bakoyoko, come non mi è piaciuto affatto il metro diverso usato su falli a Morata e Chiesa, mai fischiati, e sui loro fischiati ad ogni svenimento. Una volta si diceva arbitro casalingo.

Sabato 13 febbraio 2021 Napoli-Juventus ore 18,00 stadio Maradona – Napoli

 scritto da Cinzia Fresia

La Juventus calda come un “boiler” arriva a Napoli intenzionata a fare sul serio .. fresca finalista della Coppa Italia ancora con il coltello tra i denti alla resa dei conti in  casa della squadra più anti-Juventus che ci sia.

Sono entrambe obbligate a vincere perché:

Se la Juventus perde o dovesse pareggiare il recupero dei punti persi in precedenza diventa impresa ardua se le prime in classifica non perdono.

Se il Napoli dovesse perdere Ciao Rino Gattuso!

A questo proposito Andrea Pirlo risponde in conferenza stampa che è profondamente dispiaciuto per ciò che sta passando il tecnico del Napoli attualmente sotto giudizio e minaccia di licenziamento,  ma ognuno ha i suoi problemi e non ci si può far  trasportare dai sentimentalismo.

Cosa aspettarci?

Personalmente sono pessimista per quello che ho visto, mi aspetto un match in cui ci daranno un mare di botte e dove l’arbitro farà poco o nulla per limitare  i danni,  perciò consiglio ai ragazzi di essere più furbi di tutti e più forte degli arbitri.

Mi aspetto altresì che succeda qualche litigio che si assomma ai casi di inchiesta aperte dalla procura federale in riferimento a Ibrahimovic –  Lukaku  e  Agnelli- Conte, speriamo di non dover far intervenire le Nazioni Unite per chiudere questi pasticci penosi che nulla hanno a che fare con il calcio.

Detto ciò la Juventus sta attraversando uno stato di grazia, con la speranza che Morata possa iniziare dal primo minuto dal fischio di inizio.

Per il resto la squadra soffrirà della mancanza di Artur e Dybala ..tuttavia senza distrazioni e per cosa abbiamo visto finora la Juventus potrebbe farcela.

Più bello eliminare Conte che l’Inter

 

 

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Bella vittoria … a no scusate, bel pareggio contro l’Inter, ma è a tutti gli effetti una vittoria dato che il turno lo passiamo noi. Bello battere Conte. Non che prima fosse un simpaticone ma da quando si è ”interizzato” è peggiorato e di parecchio. Veniamo al campo. Pirlo un po’ per scelta e un poco per necessità si è dato al turnover, schierando una Juventus che si può dire, era a tutti gli effetti, una Juve B. Buffon, Demiral, Kulusevski, Bernardeschi e anche lo stesso Rabiot ad oggi non sono dei titolarissimi. Dall’altra parte Conte schierava tutti i migliori eccetto Eriksen che giocava al posto di Vidal, mentre Darmian entrava al posto di Young per una scelta tecnica. Da una parte c’era l’attacco più forte del campionato, mentre dall’altra la difesa, che era anche in parte una difesa B. E diciamo che l’attacco più forte del campionato la palla non l’ha vista mai. Al netto di una buona supremazia territoriale per lo più esercitata nel primo tempo, l’Inter non ha fatto nessun tiro in porta e Buffon nessuna parata. Anzi se non ci fosse stato Bentancur a lisciare più di qualche palla probabilmente Buffon non si sarebbe sporcato neppure la maglia. Di contro la Juve, che ha giocato in modo accorto, nel secondo tempo ha avuto almeno tre occasioni limpide con Ronaldo. In due si è superato Handanovic, in un’ altra il nostro ha tirato alto. C’è poco altro da aggiungere, la Juventus non ha sofferto se non sul finire del primo tempo quando ha cercato di costruire dal basso fin sulla linea del portiere e ha finito per regalare un paio di calci d’angoli. Tolta questa forzatura, perchè di forzatura si tratta fare una cosa quando non hai le caratteristiche per farla, un poco come chiedere a due che non sanno ballare di fare il tango, dicevo tolta questa forzatura e giocato in modo semplicemente ordinato la Juve ha fatto meglio dell’Inter e se c’era una delle due squadre che è andata più vicino alla vittoria è stata la Juve.

Siparietto Conte – Agnelli. Conte come ho detto si è ormai del tutto ”interizzato” anche se sono quasi convinto che finirà di metter tutti d’accordo interisti e juventini che probabilmente finiranno per odiarlo entrambi. Dicevo Conte ha iniziato il suo solito show sul presunto rigore di Lautaro. Va da se che in campo, può aver avuto quella sensazione, ma sa benissimo dopo 2 minuti che gli arriva la voce dal var e dal 4 uomo, che Lautaro ha fatto tutto da solo e che non lo tocca nessuno. Detto questo come sua consuetudine ha continuato a fare il solito show che fa sempre con Oriali, ovvero metter pressione all’arbitro. Bonucci si è attaccato con lui e Conte ha pensato bene di fare un gestaccio nei confronti dei nostri. Ora pare che Andrea Agnelli si sia tenuto calmo fino a fine gara per poi a qualificazione avvenuta ribadire il concetto molto chiaro a Conte per cui ora quel dito se lo poteva mettere nel cu.. e ci ha aggiunto anche un cogl…. a ulteriore rafforzamento del concetto. Sono cose che chiaramente non andrebbero fatte, tuttavia nei confronti di uno che volevano radiare e che è stato difeso da noi tutti a spada tratta e che poi si è dimesso con una battuta sconcia perchè la società non poteva comprargli ciò che voleva ( invece l’Inter gli compra i giocatori che vuole salvo però ora rischiare il tracollo), beh scusate ma la reazione di Agnelli mi sembra davvero il minimo. Spiace per lui ma non c’è alcun rimpianto. Personalmente ho benedetto ogni santo giorno che se n’è andato. Chiariamo anche una volta per tutte un fatto sulla juventinità: forse qualcuno l’aveva smarrita e si dedicava ad altro ed è tornato juventino con Conte, io sono stato juventino sempre, in B, con Ranieri, Del Neri e Zaccheroni, come lo ero con Marchesi, Maifredi, Ancelotti eccetera, quindi a me personalmente Conte non mi ha ridato nè restituito nulla di nulla. Forse costui era convinto davvero che lui era stato quello che aveva fatto la differenza alla Juventus in quei tre anni. Forse non si è reso conto che era parte di un meccanismo che ricominciava a girare anche grazie a lui ma non solo per lui. E’ andato via lui e pensava la Juve sarebbe crollata mentre lui sarebbe potuto andare a vincere le Champions nel Real Madrid e nel Barcellona. Mi pare che la storia dica che la Juventus ha continuato a vincere anche di più e oggi ha Cristiano Ronaldo fra le sue fila, mentre lui non ha vinto nulla che non aveva già vinto con noi e oggi allena in una squadra che non sa neppure se lo pagherà. Altro  che ristornati da 10 euro.

Togliereste stella allo Stadium a Conte – sondaggio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Chiacchierando con Max Tadorni a Top Planet abbiamo lanciato questa discussione. Vediamo cosa ne  pensano i tifosi.

 

 

Togliereste stella allo Stadium a Conte?

  • NO (57%, 17 Votes)
  • SI (43%, 13 Votes)

Total Voters: 30

Loading ... Loading ...
Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: posicionamiento web