Archivi Tag: Pirlo - Pagina 5

Pirlo la modernità e la tradizione.

 

 

Articolo di Alessandro Magno

 

Le cose procedono bene. C’è stata qualche difficoltà come era normale prevedere. Progetto nuovo, mister pure, giocatori anche. C’è da lavorare ed era ampiamente previsto e per questo mi ha fatto strano sentire critiche a Pirlo col pretesto di non aver fatto nessuna gavetta. Pirlo che da giocatore ha giocato a livelli decisamente importanti (finali di coppa del Mondo, di Champions e di intercontinentali), dove il 90% dei mister con la gavetta non ci sono mai arrivati e non ci arriveranno mai. E’ questa è esperienza di alto livello. Fra l’altro la capacità di insegnare agli altri è quasi sempre innata e non si impara con la gavetta che è sicuramente importante in quanto a pratica. Tuttavia resto abbastanza basito su certe critiche che sono arrivate in questo inizio di stagione dove Pirlo è stato spesso accostato a un deficiente capitato alla Juve per caso. Fra l’altro i partiti delle critiche più feroci sono quello pro-Sarri che poi chiedeva di dare a Sarri un anno ancora di ”ambientamento” quindi 2anni, mentre a Pirlo rimproverano di tutto già dopo 10 partite, l’altro partito è di quelli che io chiamo ”le mamme e i papà di Dybala” che non accettano che Dybala non possa star fuori. Ora va da se, come vado ripetendo da tempo, che o si hanno delle notizie in merito migliori di quelle che abbiamo noi , o se Pirlo dice che Dybala non è apposto fisicamente e si dovrà rimettere in carreggiata con l’allenamento, è decisamente più credibile il suo allenatore rispetto a chi dà fiato alla lingua sui social senza mai esser stato alla Continassa. Ma d’altronde c’è anche la frangia dei tifosi juventini che odia Ronaldo, uno che ha fatto 73 gol in 95 partite alla Juve; praticamente un giocatore che segna sempre. Fra l’altro Pirlo in poche partite ha già rigenerato Danilo e Rabiot e sta rimettendo in funzione un Bernardeschi che sembrava perso. Quindi perchè non dovrebbe avere la voglia e la pazienza di rimetter apposto Dybala che, sia in coppia con Ronaldo e Morata, sia alternativamente a uno di questi, potrà esser una freccia importante al suo arco?

La cosa che mi piace è che nel gruppo della Juventus si respira serenità, Pirlo appare sicuro di se e tranquillo e credo che alcune difficoltà erano ben preventivate da lui e tutta la dirigenza. Ci sono stati un numero di pareggi superiore alla nostra media ma c’è stata anche solo una sconfitta (con i Barcellona in coppa). Con il Cagliari io ho visto tante tante buone cose. Una Juventus sicura di se che per un tempo ha schiacciato gli avversari nella loro metà campo. Con il famoso pressing alto tanto caro a Pirlo. Ho visto una Juve con la difesa alta con un De Ligt monumentale e un Arthur che sta iniziando a capire il nostro calcio e i suoi compagni di squadra. Nel secondo tempo la Juve ha amministrato la situazione in maniera molto concreta e intelligente, non concedendo nulla e avendo tantissime ripartenze per chiuderla definitivamente. Per quanto mi riguarda è un atteggiamento che apprezzo molto e vado controcorrente e contro le mode. Martedì c’è una partita di Champions e non c’era nemmeno il pubblico a Torino. Avevamo alcuni come Del Ligt al rientro da tanto. Forzare la mano sarebbe stato sciocco. Tanto più che il 3-0 lo abbiamo sfiorato più e più volte mancando quasi sempre l’ultimo passaggio o avendo sfortuna come con la traversa di Demiral (un altro gol lo avevamo fatto sullo 0-0 con Bernardeschi). Una squadra di calcio seria non va a mille all’ora tutti i 90 minuti e in tutte le partite, è qualcosa di veramente stupido. Come nelle corse se sei in testa con largo margine sul secondo, non spingi il mezzo a mille col pericolo di una rottura, lo spingi quel tanto che ti basta per tenerlo lontano. L’unico appunto che posso fare alla squadra è non esser riusciti a concretizzare tutte le occasioni. Su questo bisogna aggiustare la mira o saper scegliere la soluzione migliore quando bisogna concludere. Questa Juve di Pirlo fra modernità e tradizione mi piace e sta iniziando a prender forma.

Pagelle Juventus Cagliari 2-0

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

 

Buffon 6 Partita giocata principalmente con i piedi in assoluta tranquillità. L’unica preoccupazione gliela da Ronaldo con un tacco scellerato della serie gli attaccanti in area sugli angol fanno danni. Ma è fuorigioco. E se vogliamo dirla tutta non c’era nessun angolo perchè la palla era uscita tutta.

Cuadrado 7 Leader con la fascia di capitano meritata. Nel primo tempo sbaglia una serie di passaggi tuttavia intercetta molti palloni ed è sempre propositivo nelle ripartenze.

De Ligt 6,5 Partita semplice ma lui è monumentale. Non perde un corpo a corpo ed è molto bravo nel palleggio e con il pallone fra i piedi. Era fuori da molto tempo ma non si è visto.

Demiral 6,5 Essenziale negli interventi difensivi. Duro questa sera ma praticamente sempre pulito. Per poco segna con bello stacco su un angolo e sempre su angolo serve più o meno volontariamente la palla a Ronaldo per il secondo gol.

Danilo 6 Una prova senza acuti e senza errori quasi da guarda spalle dei due giovani. I ragazzi non deludono e a lui non resta che assecondarli. A volte ci vuole anche l’intelligenza di non andare a cercarsi rogne se non ce ne sono.

Kulusevski 6,5 Con Berna e lui questa Juventus ha cercato di spingere moltissimo sulle fasce. Kulu ha avuto anche delle opportunità per segnare ma non è stato fortunatissimo o abbastanza preciso. I suoi strappi sulla fascia comunque sono serviti a fiaccare il Cagliari e nel secondo tempo a limitare Sottil fra i più vivaci.

Arthur 7 A me piace moltissimo. Consente alla squadra di uscire sempre palla al piede in goni situazione. Non ho capito se gigioneggia per gusto suo personale oppure perchè i suoi compagni non sono abbastanza veloci a muoversi. Comunque non sbaglia un passaggio. Io punterei molto su di lui.

Rabiot 6,5 Si trova molto bene con Arthur questa sera. Lascia al brasiliano la regia e lui si adopera principalmente da mezzala. Con la corsa e il fisico cosa a lui congeniale. Devo dire anche più attento del solito in fase difensiva.

Bernardeschi 7 Rigenerato. Finalmente. Pronti via segna anche un bel gol che viene annullato per il solito fuorigioco millimetrico di Morata. Poi tante buone cose ma la cosa positiva è vederlo provare più e più volte la via della porta.

Morata 6,5 Altra gran bella prova al servizio della squadra. Sempre mobile su tutto il fronte dell’attacco sempre facendo le scelte giuste. Non timbra il cartellino ma serve vari assist ai compagni.

Ronaldo 7 Ancora due gol per un giocatore che segna quasi un gol a partita e per qualche juventino rappresenta un problema. Fra l’altro il primo gol è l specialità della casa. Di gol in questo modo ne ha fatti a frotte. Il secondo gol è qualcosa di eccellente. Coordinazione, movimento, forza nella coscia. Se si guarda il raplay è tipo un gancio ma fatto col piede. Una cosa a vederla molto semplice. A farla tutt’altro.

Dybala 6 Si vede nella corsa che non ha ancora gamba, però entra davvero bene si crea un occasione più o meno da solo e viene a giocare molti palloni in mezzo al campo con i compagni. In crescita.

McKennie 6 Anche lui entra bene e la squadra continua a giocare un buon calcio con i suoi inserimenti. Non per colpa loro ma con Dybala entrano che la partita si può dire finita. I cagliaritani non ne hanno più e i nostri amministrano.

Alex Sandro SV
Bentancur Sv
Chiesa Sv

Juventus 7 Una squadra come si dice ben messa in campo che non consente al Cagliari praticamente nulla. Due gol uno annullato una traversa e varie occasioni mancate per un pelo. Direi che alla Juve è mancato solo il terzo gol.

Pirlo. 7 La squadra ha giocato un buon calcio creando molto e rischiando 0. Anche prima del 1-0 la squadra mi era piaciuta molto in quanto aveva saldamente la partita in mano e schiacciato il Cagliari nella propria metà campo. Anche nel secondo tempo quando si è deciso di giocare di rimessa le occasioni sono fioccate. Pirlo ha recuperato Danilo e sta recuperando Bernardeschi. Aspettiamo anche Dybala e poi ci divertiremo ancora di più.

Arbitro 5 Credo sia veramente un impresa arbitrare male una partita così semplice tuttavia tre errori gravi. Non ci sono nè l’ammonizione di Danilo e neppure quella di Arthur riesce a comminare in un minuto praticamente un record. Il gol annullato per fuorigioco dal Var al Caglairi nasce da un calcio d’angolo che non c’è. Mi chiedo se non ci fosse stato il fuorigioco di Marin del Cagliari , il VAR sarebbe intervenuto o la cosa andava in cavalleria?

Cinzia Fresia ospite a Coppia Gobba

Top Planet 6 -11- 20 Ante Lazio – Juventus

 

TUTTI CONTRO UNO Ferencvaros Juventus 1-4 Dybala e i gol mangiati e non

Pagelle Ferencvaros – Juventus 1-4

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

 

Szczesny 6,5 Inoperoso a prendersi la pioggia per tutta la partita slava in un primo momento su un retropassaggio da incubo di Chiellini e poi sul primo tiro in occasione del gol del 1-4 poi non può nulla sulla ribattuta.

Cuadrado 7 Un bello stantuffo anche questa sera. Ormai interpreta il ruolo di terzino a tutta fascia con grande convinzione. Uno dei migliori in questo inizio di stagione.

Bonucci 6 Una buona partita con la chicca del lancio a Cuadrado per l’1-0 e altre buone giocate. Io non capisco solo quel continuo andare di sedere che avviene anche oggi sul loro gol.
Chiellini 6Una partita discretamente tranquilla con la grossa pecca di aver regalato un pallone clamoroso con un retropassaggio criminale. Per quello si merita un meno.

Danilo 6 Una partita molto in discesa dove si è impegnato veramente a fare solo il compitino. Comunque attento.

Ramsey 6 Non mi è dispiaciuto perchè è un giocatore che si sa far trovare fra le linee e da il suo contributo sia in fase offensiva che difensiva peccato sia davvero fragile.

Arthur 6,5 La sua prestazione mi è piaciuta infatti è uscito per qualche problema fisico. Non perde mai la palla e riesce a trovare quasi sempre i compagni smarcati. Gioca poi a testa alta e sa sempre cosa fare.

Rabiot 6,5 Ha giocato una buona partita sia recuperando alcuni palloni facendo valere il fisico sia proponendosi molte volte in appoggio agli attaccanti. La pressione avversaria che è venuta via via mancando e forse l’ingresso in campo di Bentancur e Mckennie ha fatto crescere anche la sua prestazione.
Chiesa 6,5 Vivace e ispirato. Punta sempre e corre moltissimo. Peccato non riesce a esser freddo sotto porta e ancora manca del primo gol.

Morata 8 Matador . Una sentenza. La cosa buona è che oltre a segnare gioca benissimo tanti palloni e fa movimenti che aiutano anche gli altri compagni. Generoso con Ronaldo quando gli cede un gol che poteva fare lui. Se calcoliamo anche i gol annullati per un cm ha segnato una miriade di gol.

Ronaldo 6 Gioca i primi trenta minuti in modo veramente buono secondo me, molto mobile entra nell’azione del primo gol con un velo di tacco non so quanto voluto ma è una scelta giusta. Poco dopo semina il panico nell’area e poi cede a Chiesa una palla che poteva esser sfruttata meglio. Dopo il 30mo e dopo aver sbagliato un gol per egoismo quando doveva darla a Morata entra in modalità capricciosa e la sua prestazione ne risente.

 

 

Bentancur 7 E’ entrato cazzutissimo e si è preso in mano il centrocampo recuperando una miriade di palloni con le buone ma soprattutto con le cattive intimorendo non poco i suoi avversari. Io sono dell’idea che debba giocare sempre uno fra Bentancur e McKennie.

McKennie 6,5 Con lui è Bentancur la Juve prende in mano il centro campo e la partita. E’ un giocatore veramente positivo che da sempre qualcosa di buono alla squadra. Bello il velo per Morata sul secondo gol.

Dybala 7 Entra subito grintoso tentando un pallonetto su una palla che aveva conquistato lui. Poi sigla una doppietta sfruttando gli errori del portiere ma si fa trovare al posto giusto al momento giusto. Secondo me se si mette in testa che può fare il trequartista come già gli dicono da tempo (porta la maglia numero 10 fra l’altro) potrebbe prender il posto di Ramsey e noi potremmo giocare con un tridente da favola.

 

Beranrdeschi sv

Frabotta sv

 

Juventus 7 Nell’insieme ho visto una buona Juventus. Un poco troppo in controllo della partita nel primo tempo con qualche gol sbagliato di troppo. Nettamente meglio nel secondo tempo al netto dei regali della difesa del Ferencvaros. Il punteggio parla chiaro.

Pirlo 7 Direi che questa volta azzecca tutte le scelte e anche le sostituzioni. Vince bene e consolida il secondo posto in classifica nel girone di Champions.

Arbitro 6 Partita facile da arbitrare

Una vittoria salutare

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Articolo di Alessandro Magno

Buona vittoria contro lo Spezia. Alla fine buona e anche larga. Niente di trascendentale, anzi una vittoria anche per certi versi sofferta. D’altronde la Juve ha il brutto vizio, da almeno un anno a questa parte, di avere una fragilità difensiva piuttosto accentuata, fragilità a cui mister Pirlo non è riuscito ancora a porre rimedio. Fuori Chiello, ma soprattutto fuori De Ligt, che l’anno scorso dopo una partenza stentata divenne un pilastro, la Juventus prende gol con una semplicità estrema, da qual si voglia avversario. E così è stato anche con lo Spezia dopo una buona partenza ed esser passati in vantaggio, dopo aver avuto l’ennesimo gol annullato per fuorigioco al povero Morata e fanno con questo 6 in 4 partite, la Juventus ha preso gol al primo affondo. Un gollonzo per giunta. A questo gol è diventato improvvisamente difficile porre rimedio e sono venute meno tutte le certezze. Se la Juve ha continuato a proporre gioco offensivo di discreta qualità, di contro questa fifa difensiva ha preso un poco il sopravvento su tutti e lo Spezia pur non creando quasi nulla è diventato un pensiero pericoloso. Squadra giovane si dirà e forse è vero. Mancanza di un leader laddove Dybala forse non lo è come vorremmo fosse, come non lo è Bonucci cui non basta evidentemente portare una fascia da capitano. A porre rimedio ci ha pensato il campione con la C maiuscola. Sono bastati 2 minuti e pochi secondi a Cristiano Ronaldo una volta entrato per rimettere le cose apposto. Una Juve che era divenuta timorosa, ha ripreso immediatamente coraggio con il suo condottiero e leader carismatico. Non c’è nulla da vergognarsi, i Campioni fanno questo, vincono le partite e trascinano i compagni. Ronaldo non lo scopriamo oggi. Dopo il 2-1 è diventato tutto semplice e le cose sono tornate a venire con naturalezza. Così ha segnato un gran gol anche Rabiot e un rigore con cucchiaio di nuovo Ronaldo, per la sua personale doppietta. In entrambi i casi si nota come la fiducia era ad un certo punto tornata. Inutile dire che era una vittoria che ci voleva dopo la brutta prestazione con il Barcellona e che se non fosse arrivata avrebbe cambiato i piani prossimi futuri in negativo. Ora si può preparare serenamente la partita di Champions dove anche li servirà una vittoria per andare avanti in classifica e dimenticare prima possibile la sconfitta col Barca che ha lasciato indubbiamente scorie, se non tanto per il risultato quanto per come è avvenuta, con gli spagnoli che hanno dominato in lungo e in largo facendo apparire la Juventus timida e spaesata. Le prossime partite ci diranno se la Juve è in crescita e si è lasciata quel brutto episodio alle spalle oppure se si continuerà fra alti e bassi come si è iniziato. Certo avere a disposizione Ronaldo fa tutta la differenza del mondo.

Uno contro Tutti – Spezia Juventus 1-4

Pagelle Spezia – Juventus 1 – 4

 

 

Pagelle di Alessandro Magno

 

Buffon 5,5 Non so se sul gol va giù troppo presto, onestamente è difficile prendere una palla che ti deviano davanti aun paio di metri tuttavia la sua gestione delle palle con i piedi è da infarto.

Cuadrado 6,5 Per me questo ragazzo è una garanzia. Pur non facendo a migliore prestazione della carriera corre moltissimo senza risparmiarsi e soprattutto da sempre la sua smarcatura disponibile ad Arthur che richiede giocatori che si muovono davanti a lui.

Demiral 5,5 Molti passaggi sbagliati anche semplici qualche timidezza di troppo dietro (forse gli han chiesto di non eccedere nella foga). Insomma nell’insieme molto più timido del Demiral che conosciamo.

Bonucci 5,5 In occasione del gol tutta la difesa è posizionata in modo sconcio. Il punto è che poco prima avevamo concesso un altra occasione cosi in uno contro 4 e avevamo lasciato andare Nzola quasi a tu per tu con Buffon. Come capitano e leader difensivo deve comandare meglio il reparto.

Danilo 6,5 Continua ad esser il nostro miglior difensore. Oggi non tanto per la fase difensiva in cui è abbastanza balbettante pure lui ma soprattutto per la fase propositiva. La palla d’esterno a McKennie in occasione del primo gol è di alta scuola.

Bentancur 5,5 Non è in un periodo particolarmente brillante non corre molto e non copre molto cosa in cui normalmente lui eccelle. Vero che era lo Spezia ma con lui e McKennie in campo la squadra è sembrata più protetta.

Arthur 6,5 Tocca molti palloni e forse non ne sbaglia nessuno. Non sembra avere nel repertorio il lancio lungo ma è molto bravo a trovare i giocatori fra le linee. Viene criticato perchè tocca troppo il pallone ma ho l’impressione che è colpa della squadra che si muove poco.

McKennie 7 In una specie di inedito ruolo da trequartista si muove moltissimo fra le linee e secondo me è uno dei migliori del match. Serve un assist al bacio a Morata quando poteva segnare e per poco non va lui stesso al gol, inoltre avendo una buonissima corsa aiuta la squadra in fase difensiva.

Chiesa 6,5 Intraprendente e un poco frenetico e confusionario, tuttavia utile anche nel finale quando punta l’uomo e si va a procurare un rigore. Peccato aver sbagliato un gol secondo me non difficile. Bello il passaggio a Rabiot per il gol.

Dybala 5,5 Ha iniziato bene sia dialogando con gli altri sia con una percussione solitaria che per poco non porta la Juventus al gol. Dopo questa piano piano si spegne e la sua prestazione scema fino alla sostituzione giusta.

Morata 7,5 E’ in uno stato di grazia. 2 gol un altro annullato per fuorigioco , un assist a Ronaldo perfetto, un altro assist a McKennie che viene salvato sula linea di porta. Ha avuto un bellissimo impatto sulla Juve peccato non sempre sono arrivati tanti punti ma con Ronaldo si può ben sperare.

Ronaldo 7,5 Ronaldo entra al 56mo e segna al 59mo ci mette giusto 3 minuti. E’ un leader assoluto sia carismatico che tecnico ( il gol saltando il portiere non è cosi facile come sembra). Fra l’altro è stato fuori 20 giorni e sembra che non sia stato fuori mai. Un caso? Non credo proprio. In ogni caso entra e cambia la partita e una Juve in difficoltà diventa una Juve che vince facile.

Rabiot 7 Realizza un bellissimo gol che se non l’avesse messo a segno Morata lo uccideva visto che era solo al centro poi non tantissimo altro però almeno questo bel gol speriamo gli dia fiducia.

Ramsey 6 Ha la fortuna di entrare quando l’inerzia della partita è cambiata in nostro favore. Diciamo 6 politico.

Frabotta Sv

Kuusevski Sv

Juventus 6 La squadra onestamente mi è sembrata ancora ampiamente rivedibile. Primo tempo non bene perchè si è bravi a creare molto ma sena sfruttare le occasioni e poi non si è per nulla bravi sul gol dello Spezia e quando pensi di poter esser almeno 2-0 e sei 1-1va da se che non si è fatto bene. Secondo tempo dove si ricomincia sulla stessa falsa riga del primo e si ha quasi l’impressione che sia l’ennesima partita che non si vincerà. Poi però c’è Ronaldo.

Pirlo 6 Sufficienza per la vittoria e per aver fatto giocare McKennie che si è rivelata scelta assai azzeccata tanto che mi sono chiesto il perchè della sua sostituzione. Dybala forse sostituito in ritardo mentre a questo punto bravo a lasciare dentro Chiesa. Credo, e non lo dico da oggi che prima di diventare un nuovo filosofo del calcio debba imparare a fare l’allenatore. Semplicemente questo. Qualsiasi mister con un QI normale se ha Ronaldo lo fa giocare.

Arbitro 5,5 Non mi è piaciuta nè la gestione dei fuorigioco, in cui penso che siamo stati fermati almeno un tre volte su fuorigioco che non c’erano, nè quella dei cartellini. Ha graziato uno spezzino per una tacchettata ad Arthur ampiamente volontaria e ha sanzionato Rabiot per una gomitata che non c’è semplicemente saltando finisce con un braccio sulla faccia dell’avversario. E’ fallo ma non c’è nessun giallo.

La grinta non si compra al calcio mercato

TURIN, ITALY – AUGUST 07: Paulo Dybala of Juventus leaves the football pitch after being injured during the UEFA Champions League round of 16 second leg match between Juventus and Olympique Lyon at Allianz Stadium on August 07, 2020 in Turin, Italy. (Photo by Filippo Alfero – Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

 

Articolo di Alessandro Magno

La partita con il Barcellona è stata per certi versi scioccante. Il Barca ha vinto meritatamente pur non essendo trascendentale e pur senza quasi mai aver impegnato Szczesny. Uno dei Barcellona meno messi bene della storia ci ha ”scherzato” in lungo e in largo. Alla fine grazie a questo predominio territoriale abbastanza netto è riuscita con parecchia fortuna a vincere: un autogol e un rigore per fallo fuori area. La Juve che ha giocato malissimo ha pure segnato 3 gol con Morata tutti annullati dal var per questioni quasi millimetriche. Questo aumenta e di molto a mio parere il rammarico. Se una delle Juventus peggiori dell’ultimo mese ha segnato tre gol al Barcellona e ha perso solo grazie a un autogol e un rigore regalato cosa avrebbe potuto fare una Juve ”cazzuta”? Questo francamente mi manda in bestia. Posso accettare tutto. Posso accettare che siamo una squadra in costruzione (anche in ricostruzione), che c’è un allenatore che si deve fare, che mancano Ronaldo e De Ligt che sono dei pilastri della squadra oltre Alex Sandro, posso anche accettare che parecchi giovani non sono ancora avvezzi a questi palcoscenici, ciò che non posso proprio accettare è la quasi totale assenza di voglia di vincere, l’assenza di quegli occhi della tigre che sono alla base di ogni vittoria. Si sono salvati in 2 Cuadrado e Morata gli unici ad aver messo davvero un poco di quella grinta che è il minimo comun denominatore per arrivare a giocarsela con tutti.

Deludenti quasi tutti. Il centrocampo penoso senza nessun nerbo. Dybala il vicecapitano in campo fra i più timidi, incapace di prendersi la squadra sulle spalle come dovrebbe fare un leader. Paulo è un giocatore fantastico che ha delle giocate pazzesche ma ha bisogno del supporto di una squadra. Quando la squadra non gira lui non gira c’è poco da fare non è Ronaldo e forse mai lo diventerà. Quando il gioco si fa duro spesso lui si intimidisce, si intristisce , spesso mi han fatto notare come ha fallito appuntamenti importanti come a Cardiff o con l’Ajax e il Lione in cui era curiosamente e sfortunatamente infortunato , nel famoso 1- 3 del Bernabeu del ”bidone al posto del cuore” non c’era perchè si era fatto espellere all’andata quando il Real ci battè 3-0, se andiamo a vedere la sua carriera in Champions è fatta più di ombre che di luci, a parte quel famoso 3-0 al Barcellona in cui segnò una doppietta e la vittoria a Londra con il Tottenham in cui segnò il gol qualificazione, ad oggi sono più le partite deludenti che le partite in cui è stato decisivo. L’anno scorso era quasi stato venduto e poi si dimostrò il migliore del campionato italiano. Ora faccia un altro step ci faccia vedere che è un giocatore internazionale e un leader. Ha 27 anni non è più un ragazzino e i nuovi arrivati che invece di anni ne hanno fra i 20 e i 23 devono contare su un buon esempio. Possiamo compare dei buoni giocatori ma la grinta non la possiamo comprare al calciomercato.

 

Plugin creado por AcIDc00L: bundles
Plugin Modo Mantenimiento patrocinado por: seo valencia